Fibonacci e la Sezione Aurea

Galleria

This gallery contains 5 photos.

Fibonacci e la Sezione Aurea  A cura di Anticorpi.info LEONARDO FIBONACCI Il suo vero cognome era probabilmente Bigollo, ma è entrato nella Storia come Leonardo Pisano (dal nome della sua città) oppure Leonardo Fibonacci, cioè “figlio di Bonaccio“. Nacque intorno al 1170, ma niente si sa a proposito della sua morte, come spesso accade per i personaggi più affascinanti della … Continue reading

Quarzo rosa

Immagine

Quarzo rosa

burattato quarzo rosaOggetti in quarzo rosa ritrovati in Mesopotamia risalgono al 6000 a.C, gioielli di quarzo rosa erano realizzati dagli Assiri durante l’arco temporale del 800 – 600 a.C., si ritiene che gli Assiri e Romani furono i primi a utilizzare questa pietra come oggettistica ai fini esoterici o di divinazione. I Romani lo utilizzavano anche per fare sigilli come un segno di proprietà, gli Egizi credevano che se indossato, il quarzo rosa avrebbe impedito l’invecchiamento.

Il quarzo rosa lavora a stretto contatto con il Chakra del Cuore, viene infatti denominata la Pietra del Cuore: il quarzo rosa rappresenta l’amore, la bellezza, la pace, e il perdono. E’ una pietra dolce, gentile, una pietra calmante che scalda il centro del nostro cuore. E’ in grado di bilanciare le nostre emozioni, dando così la pace interiore e l’armonia. L’energia del quarzo rosa è tra le più rilassanti e favorisce l’empatia, la riconciliazione e il perdono degli altri.

Il quarzo rosa è in grado di ridurre lo stress e la tensione nel cuore, eliminare la rabbia, la gelosia e risentimento negli altri, e allevia dai problemi cardiaci e di disagio connessi alla detenzione a tali emozioni negative in noi

Quarzo rosa descrizione :

Classe minerale: ossidi, gruppo dei quarzi.

Formula chimica: SiO2 + Na, Al, Fe, Ti + (Ca, Mg, Mn)

Il quarzo rosa è un quarzo contenente biossido di silicio che si forma nelle rocce pegmatitiche. In generale traslucido, di colore rosa pallido, presenta una lucentezza vitrea e un’ottima diffusione della luce

Quarzo rosa Proprietà : Quarto chakra Anahata (“Cuore”)

Anima: il quarzo rosa rende evidente che la fonte suprema dell’Amore va ricercata nel profondo del Sé Superiore, cioè di quella parte dell’essere umano che rimane costantemente unita alla Fonte; esorta quindi a sperimentare l’Amore Incondizionato, anzitutto verso se stessi e quindi nei confronti degli altri; rende evidente che l’UNICO modo per sperimentare il vero amore è quello di praticare il PERDONO, anzitutto nei confronti di se stessi e poi di chi ci ha fatto del male

Subconscio: mette nella giusta prospettiva il vero significato dell’amore umano: la condivisione di un sentimento che nutre reciprocamente in modo puro e facilita la maturazione dei talenti in entrambi; permette l’abbandono dello schema inconscio (sbagliato) per il quale si ricerca in un’altra persona il sostegno, la fiducia e la tenerezza che non riusciamo a trovare in noi stessi e a lui/lei si richiede di guarire le ferite che ci sono state inferte, di lenire le sofferenze e di riempire i propri vuoti interiori. Il quarzo rosa ci spinge a capire che questo lavoro di guarigione spetta a noi, non possiamo delegarlo alla persona amata così come lui/lei non può delegare la sua autoguarigione a noi.

Sfera mentale: ispira il perdono per le proprie debolezze e deficienze e così rende più semplice tollerare le insufficienze del prossimo, facilitando il perdono di chi ci ha fatto soffrire (unico modo per aprire di nuovo il cuore all’amore)

Sfera emotiva: aiuta ad amare senza paura; allevia il dolore delle ferite da mancanza d’amore, mitigando la paura, il senso di solitudine e di indegnità dei non amati; genera atteggiamenti improntati a maggior sensibilità, dolcezza e tenerezza; infonde quella pace interiore e quella gioia di vivere che solo l’amore sa apportare

Corpo: il quarzo rosa svolge funzione cardioprotettiva soprattutto per le malattie di tipo psicosomatico; rigenera i tessuti lesionati; agisce in caso di emorroidi e stitichezza; previene l’invecchiamento cutaneo.

Dei quarzi rosa e delle sodaliti di “seconda scelta” che ho recentemente acquistato, saranno di seconda scelta per i commercianti ma per me sono bellissimi.Quarzo rosaUna degna sistemazione per loro.IMG_0385

LE TOMBE DEI GIGANTI IN SARDEGNA

Immagine

LE TOMBE DEI GIGANTI IN SARDEGNA

LE TOMBE DEI GIGANTI IN SARDEGNAIn direzione di S. Teresa di Gallura (SS), si svolta per una strada a sinistra percorrendola per circa 1 km. fino a un bivio dove si gira ancora a sinistra; si prosegue per altri 4 km. fino ad uno spiazzo da dove una strada a destra segnalata porta alla tomba, situata nei pressi del Monte Canu.

La tomba dei giganti Sajacciu è una delle più grandi della Sardegna, ma si trova purtroppo in stato di conservazione assai precario, aumentato dal fatto che buona parte dei resti sono invasi dalla fitta vegetazione. Sono ancora visibili i resti dell’esedra monumentale e davanti ad essi, riverso sul terreno, un grosso blocco in pietra di forma trapezoidale sormontato dal fregio a dentelli, particolare architettonico che permette di datare questa tomba al Bronzo Recente-Finale (XII-X secolo a.C.). Della camera funeraria non resta quasi nulla perchè già in età bizantina fu distrutta per costruire un edificio a pianta rettangolare, forse una piccola chiesa, di cui sono visibili scarsi resti.tomba dei giganti palau 65La tomba dei giganti Li Mizzani è una tomba di piccole dimensioni, costruita secondo la tecnica a filari per quanto riguarda la camera funeraria e la parte inferiore dell’esedra, mentre la parte superiore è costituita da lastre ortostatiche, delle quali se conservano solo sette, che si impostano sulla muratura a filari in modo che quest’ultima sporga nella parte anteriore e formi uno zoccolo utilizzabile come panca. Al centro dell’esedra si trova la stele monolitica centinata, alta 2,80 m e larga 1,55 m, quindi di modeste dimensioni rispetto ad altre tombe galluresi; una particolarità di questa stele è che il bordo del portello è smussato verso l’interno e non verso l’esterno come accade in tutte le altre tombe di questo tipo, fatto che fa ipotizzare che la stele sia stata innalzata al rovescio. La camera funeraria, le cui pareti sono conservate per pochi filari è lunga 7,25tomba dei giganti palau 50La cronologia della tomba è fissabile al Bronzo Medio (1500-1200 a.C.), mentre ulteriori precisazioni non sono possibili a causa della scarsità del materiale rinvenuto dopo le profanazioni e distruzioni di cui la tomba è stata oggetto nei primi decenni del 900′ quando era ancora praticamente intatta e fu irrimediabilmente rovinata dai cercatori di tesori.
A circa trecento metri dalla tomba, alla sinistra di uno stazzo, si trova il perimetro murario inferiore e il portale d’ingresso del nuraghe Luchia; nei pressi i resti di un villaggio nuragico.

Ma ciò che merita davvero la nostra attenzione è il fatto di essere stata costruita sopra un intenso flusso energetico, motivo per cui qui si svolgeva la cosiddetta “incubazione”.Questa sorta di “rituale” altro non era che una sosta all’interno della tomba per ben 5 giorni con l’obiettivo di guarire da malattie fisiche e psichiche.

Esistono antichi documenti di Aristotele, Tertulliano e Solino che ne descrivono l’utilizzo,come fosse un’autentica “macchina” per la guarigione, una preistorica camera iperbarica.Ciò perché questa tomba attirerebbe le energie della terra facendole confluire fino alla stele centrale che fungerebbe da antenna canalizzatrice concentrandole proprio in prossimità della piccola porta.

tomba dei giganti palau 19Insomma chiunque si sieda sul “sedile” in prossimità del monolite principale e al centro dell’esedra semicircolare, riceverà benessere psico-fisico assicurato per mente e corpo, la vibrazione qui misurata è 404000 bovis.

L’energia non viene “rubata”, tutto è costruito in armonia e in equilibrio con la natura. Essa viene catturata e potenziata. Un esempio di queste batterie di energia terrestre sono le piramidi di Giza.

Non sono teorie o ipotesi, esiste un vero e proprio studio di questo fenomeno che ha il nome di GEOBIOLOGIA, laddove la pietra viene intesa come “essere vivente”. Non per caso una “tomba” la casa di ciò che è “morto” sfrutta questo concetto di “vita”. Ecco che un uomo non più vivo all’interno di questa tomba grazie all’energia in essa canalizzata sarebbe certamente risorto in uno zampillo di luce cosmica.

Con un flusso così potente nell’uomo morto l’anima avrebbe lasciato il corpo impuro, in decomposizione, mentre l’uomo vivo avrebbe ripulito facilmente l’animo da tutte le impurità di malattie psichiche e fisiche. Se si era preda di mali del fisico o anche della mente, ci si recava nella tomba e vi si rimaneva sdraiati per ben cinque giorni e cinque notti in una sorta di letargo guaritore, cosicché ci si svegliasse risorti a nuova vita.

tomba dei giganti palau 5Questa tomba, come altre in Gallura, è spesso meta di persone che, affette da patologie, cercano beneficio dai campi magnetici sprigionati da questi siti.
Quando si arriva, spesso è volentieri si nota sempre un gruppo di persone seduto sulla tomba con la schiena appoggiata alla stele e i piedi nudi sul terreno.
Seduti in quella posizione, si accumula energia vitale sfruttando il campo magnetico naturale di questo posto e ci si sente meglio. Girovagando qua e là nei dintorni, fra lo scenario tipico della Sardegna nonostante il luogo aspro ed appartato, ci si sta comunque bene.
Sedersi per circa mezz’ora su questa tomba con la schiena appoggiata alla stele e i piedi nudi sul terreno, si prova da quasi subito una sensazione di benessere generale che dura parecchio. Il momento migliore per ricevere energia è il tramonto.

Tomba 275Studio e considerazioni sulla Tomba dei Giganti: Tomba dei Giganti » Fortunadrago.it | Fortunadrago.it

Il mio secondo chembuster beeswax

Immagine

Il mio secondo chembuster beeswax

Il mio secondo chembuster beeswaxDopo il primo prototipo di Chembuster ne ho voluto realizzare un secondo perfezionato con l’utilizzo di diversi materiali, ho infatti eliminato il sale hymalayano sostituendolo con diversi tipi di cristalli ed ho arricchito la varietà di metalli utilizzati incrementando l’Alluminio e varie leghe presenti in trucioli di tornitura, questa volta ho utilizzato circa 6 kg di cera di una qualità migliore e di maggiore peso specifico.

Il mio secondo chembuster beeswax 0360Ho utilizzato ancora una lampada di Selenite come laser centrale ( si può utilizzare anche un grosso pezzo di Stone Wood legno fossile, ma con ridotto rendimento), ed il piatto di Peltro (Argento e Stagno) posto sotto al laser centrale, per i cristalli il quarzo ialino è la scelta migliore, al quale si possono aggiungerne altri tipi verificando radiesteticamente la compatibilità.

Il risultato di questo lavoro è stato ottimo il chembuster è molto più leggero e con una vibrazione e un rendimento superiori, ecco un po’ di dati:

Vibrazione misurata: 104300 bovis

Conversione Dor in Or: circa il 50%

Raggio di azione: 4,9-5 Km    Diametro: circa 10 Km

Area coperta: 78,5 Km Quadrati

Raggio di sicurezza a cui occorre tenere il chem: 3 m circa

La Foto Testimone riduce questi valori elencati sopra di un 10% circa

Ecco le foto con alcune fasi della lavorazione:

È sempre Importante attivare il dispositivo, questo potete farlo infondendogli un po’ della vostra energia personale con una preghiera, con la rotazione del pendolo o solamente con il vostro Intento.

Ecco i miei due Chembuster in cera d’api ritratti insieme:Il mio secondo chembuster beeswax 0381

CROP CIRCLE DI BARBURY CASTLE 1991

Immagine

CROP CIRCLE DI BARBURY CASTLE 1991

CROP CIRCLE DI BARBURY CASTLE 1991 e Questo cerchio è stato denominato “The Mother of All Crop Circles” (La Madre di tutti i Cerchi nel Grano) poichè è stato il primo cerchio che si è discostato dalle classiche geometrie precedenti composte essenzialmente da semplici cerchi e da alcune linee di connessione.
forza_8E’ un cerchio di straordinaria importanza, appartenente alla “categoria” dei cerchi “sacri”.
Infatti nella tradizione cabalistica il tetraedro con i tre satelliti connessi con un cerchio centrale interno rappresenta la Trinità Divina che è allo stesso tempo un’entità unica e triplice.
CROP CIRCLE DI BARBURY CASTLE 19918E’ interessante notare che la somma delle superfici dei tre satelliti è pari a quella del maggiore dei cerchi centrali! Inoltre la superficie ricoperta dall’intero Crop è pari a 31680 sqf. (piedi quadrati) che nella Bibbia è la superficie della Nuova Gerusalemme simbolo del Messia ovvero Gesù Cristo.
Come si può notare dalla ricostruzione geometrica il cerchio contiene contemporaneamente geometrie basate sul triangolo equilatero, sul quadrato, sul pentagono e sull’esagono: è un concentrato di Geometria Sacra.
CROP CIRCLE DI BARBURY CASTLE 1991 wUn’analisi geometrica dei due cerchi maggiori centrali sembrano fare riferimento alla sfera inscritta (la sfera interamente contenuta nel tetraedro e tangente nei punti centrali alle quattro superfici triangolari che lo delimitano) ed a quella interscritta (la sfera tangente nei punti mediani ai sei spigoli del tetraedro).
Il satellite superiore avente i sei archi di cerchio radiali equispaziati, risulta essere una porzione centrale del fiore della vita.
Il satellite inferiore destro rappresenta l’avvolgimento a spirale circolare delle linee energetiche generate da un tetraedro a base quadrata.

La notte della sua comparsa a Barbury Castle sono stati osservati strani fenomeni luminosi rassomiglianti a tubi di luce che scendevano verticalmente dal cielo sui campi di grano. Testimoni che si sono recati sul posto la mattina seguente hanno dichiarato che il pittogramma era sovrastato da una strana aureola di colore verde.CROP CIRCLE DI BARBURY CASTLE 1991-600x600

Neri Flavi

Galleria

This gallery contains 3 photos.

Neri Flavi Vi presento oggi la figura di Neri Flavi e la sua esperienza medianica, esperienza che non conoscevo e che mi è stata segnalata da Antonio frequentatore di questo blog, non posso quindi dichiarare di essere un profondo conoscitore di Neri Flavi e della sua opera ma leggendo alcuni dei testi presenti sul suo sito: Il Sentiero  ho raccolto … Continue reading

Festival dell’Oriente 2014

Immagine

Festival dell’Oriente 2014

Festival dell'Oriente 2014Vi segnalo questa importante manifestazione “il Festival dell’Oriente 2014” che si svolgerà a partire dal 05/12 nel centro fieristico della città di Padova.

Saras a rosazzo 26 10Il giorno 05/12 dalle 13 alle 17 doppia conferenza di Giuliano Falciani di Saras sul tema” Angeli e dimensioni celesti al servizio dell’Umanità” e ” Confederazione Galattica: il messaggio alla Terra”, se libero da impegni parteciperò sicuramente.

Link all’evento: festivaldelloriente

LA LEGGE DI MAAT

Immagine

I quarantadue comandamenti di Maat

TRAVELER DIGITAL CAMERAMaat rappresentava una delle divinità più importanti. Emblema della Giustizia e della Verità, i suoi simboli erano “la bilancia” e soprattutto “la piuma”, che compare sempre sulla sua testa nelle raffigurazioni.
Maat personifica l’Ordine Cosmico contrapposto al Caos sterile e i suoi sacerdoti avevano elaborato una serie di prescrizioni, di regole da seguire per migliorare la società. Gli Ebrei più tardi copiarono molte di queste regole, radicalizzandole con Mosé nei Dieci Comandamenti. In Egitto invece tali norme non avevano una funzione punitiva, ma erano considerate un modo per vivere bene e rispettare gli altri.la legge di maatEcco l’elenco:

1) Non uccidere e non permettere che nessuno lo faccia.

2) Non tradire la persona che ami o il tuo coniuge.

3) Non vivere nella collera.

4) Non spargere terrore nelle persone.

5) Non assalire e non provocare dolore al prossimo.

6) Non sfruttare il prossimo e non praticare la schiavitù.

7) Non fare danni che possano provocare dolore all’uomo o agli animali.

8) Non causare spargimento di lacrime.

9) Rispetta il prossimo.

10) Non rubare ciò che non ti appartiene.

11) Non mangiare più cibo di quanto te ne spetti.

12) Non danneggiare la Natura.

13) Non privare nessuno di quello che ama.

14) Non dire falsa testimonianza.

15) Non mentire per far del male ad altri.

16) Non imporre le tue idee agli altri.

17) Non agire per fare del male agli altri.

18) Non parlare dei fatti altrui.

19) Non ascoltare di nascosto fatti altrui.

20) Non ignorare la Verità e la Giustizia.

21) Non giudicare male gli altri senza conoscerli.

22) Rispetta tutti i luoghi sacri.

23) Rispetta e aiuta chi soffre.

24) Non arrabbiarti senza valide ragioni.

25) Non ostacolare mai il flusso dell’acqua.

26) Non sprecare l’acqua per i tuoi bisogni.

27) Non inquinare la terra.

28) Non nominare il nome dei Neteru invano.

29) Non disprezzare le credenze altrui.

30) Non approfittare della fede altrui per fare del male.

31) Non pregare né troppo né troppo poco gli Dei.

32) Non approfittare dei beni del vicino.

33) Rispetta i defunti.

34) Rispetta i giorni sacri anche se non credi.

35) Non rubare le offerte fatte agli Dei utilizzandole per te stesso.

36) Non disprezzare i riti sacri anche se non ti aggradano.

37) Non uccidere gli animali senza una ragione seria.

38) Non agire con insolenza.

39) Non agire con arroganza.

40) Non vantarti del tuo benessere di fronte ad altri.

41) Rispetta questi principi.

42) Rispetta la legge se non contrasta con questi principi

Fonte: LA-LEGGE-DI-MAT

Le Tavole smeraldine III

Galleria

This gallery contains 1 photo.

Le Tavole smeraldine III TAVOLA III  La Chiave della Saggezza Io, Thoth l’Atlantideo, dono la mia saggezza, la mia conoscenza ed il mio potere. Liberamente li dono ai figli degli uomini. Li dono affinché loro possano avere la saggezza per illuminare il mondo dal velo della notte. Saggezza è potere e potere è saggezza, l’uno con l’altro, perfezionando il tutto. … Continue reading

Neonato di delfino adottato da un uomo

Galleria

This gallery contains 9 photos.

Neonato di delfino adottato da un uomo Un cucciolo di delfino recuperato al largo della costa di Montevideo in Uruguay. Si tratta esattamente di un esemplare femmina di delfino franciscana. Il recupero si deve ai volontari dell’associazione “S.O.S. Rescate Fauna Marina”. In queste immagini il delfino neonato, al momento del ritrovamento, aveva ancora il cordone ombelicale attaccato, viene accudito ed … Continue reading

Aldo Capitini

Galleria

This gallery contains 4 photos.

Aldo Capitini Vi presento la figura di Aldo Capitini libero pensatore ricordato sopratutto per il suo impegno nella diffusione della cultura della non-violenza, organizzatore della prima marcia della pace Perugia-Assisi, ispiratore della legge sull’obbiezione di coscienza al servizio militare e convinto vegetariano.  Biografia completa: Aldo-Capitini Notizie, biografia, bibiografia, Internet Aldo Capitini (Perugia, 23 dicembre 1899 – Perugia, 19 ottobre 1968) … Continue reading

Lampade a led

Galleria

This gallery contains 1 photo.

Lampade a led Durante le mie ricerche sull’opera di Reich ho scoperto che una delle fonti di eccitazione dell’orgone che, conduce alla trasformazione dello stesso in Dor, sono le luci fluorescenti ossia i neon, infatti nel “il manuale dell’accumulatore orgonico” di James DeMeo possiamo leggere: “Reich in seguito identificò numerose altre fonti di oranur miti o gravi, che potevano disturbare … Continue reading

Onice

Galleria

This gallery contains 4 photos.

Onice Tra le Pietre Nere quella di maggior simbolismo è l’onice. Considerata sacra dalla Tradizione, è un tipo di agata completamente nera e rappresenta la dimensione che è oltre la vita terrena. Il suo colore nero assorbe tutto il resto nel suo abisso di oscurità, così come lo spazio senza sole o senza stelle, concentra ed emana il potere dell’Unità … Continue reading

Il testimone radionico chembuster

Galleria

This gallery contains 1 photo.

Il testimone radionico chembuster Dopo aver realizzato praticamente il mio chembuster ho pensato di applicare i miei studi di radionica e radiestesia a questa esperienza e qui è doverosa una premessa da parte mia. Spiegare che cosa sono la radionica e la radiestesia sarebbe molto lungo, potrete trovare le descrizioni di queste scienze alternative qui: Società Italiana di Radionica e … Continue reading

Il mio Chembuster Beeswax

Immagine

Il mio Chembuster Beeswax

Il mio Chembuster BeeswaxHo cominciato a interessarmi alle scie chimiche circa 2 anni fa, durante il mio lavoro notavo questi aerei che passavano e ripassavano sopra la mia testa e le strane nuvole che si formavano, la sera mi trovavo poi a sputare catarro pieno di una polvere finissima, tramite i video di YouTube capii di cosa si trattava e che pericolo fossero le scie chimiche per la salute.

Cosa sono le scie chimiche: Clima e scie chimiche pdf.

Ho sempre detestato questa pratica e tramite il sostegno ad alcuni siti che la denunciavano e la divulgazione ho cercato di fare qualcosa contro di essa, ma ciò era troppo poco per me, poi un mese fa circa ho poi scoperto il blog di Marek Sheran aka Matteo Marcucci: chembuster how to do – Orgonite NaturalOrgonite e finalmento ho realizzato che potevo fare di più e cosi’ ho costruito il mio chembuster personale alla cera d’api.

I componenti non sono stati difficili da reperire tranne la cera d’api che poi ho acquistato da un apicoltore di Muzzana per 40 euro, poi la graniglia di quarzo per acquari per 7 euro, una lampada di Selenite come cristallo laser centrale altri 40 euro, un sacchetto di cristalli di sale hymalayano per 5 euro, 12 cristalli di quarzo ialino per 18 euro, una confezione di lumini tealights per 2 euro, i metalli invece li ho recuperati gratis dall’ecopiazzola del mio comune, in tutto una spesa di 120 euro circa.

Per tutte le fasi della costruzione del chembuster mi sono avvalso del metodo dell’intuizione radiestetica in caso di dubbio, mi era stato consigliato di utilizzare cristalli di Agata del Bostwana, Ambra e Zirconi ma per il loro costo troppo elevato ho rinunciato, purtroppo, il loro utilizzo avrebbe aumentato la potenza del chembuster del 50%.

Il lavoro è durato circa 6 ore a causa dei tempi di liquefazione e raffreddamento della cera.

Ora vi illustro il procedimento passo passo con l’aiuto delle fotografie che ho scattato:

Mettere a sciogliere un bel po’ di cera con il metodo bagnomaria ( è importante usare materiale organico come cera d’api o vegetale di Sego e non i lumini da cimitero che sono prodotti con il petrolio)IMG_0336Versare la cera sul fondo del contenitore che abbaiamo scelto di utilizzare ( un vaso da fiori nel mio caso) , circa 1 cm di spessore di cera e lasciarlo indurire.

Sistemare il cristallo laser al centro della struttura (io sotto ho inserito un disco metallico di peltro=argento+stagno)IMG_0332Intorno al cristallo laser disporre 4 quarzi ialini e quattro cristalli di sale rosa contenuti nelle coppette di alluminio dei tealights ( la cera dei tealights si può mescolare a quella d’api ma in piccola quantità ) coprire tutto con pezzetti di rame, alluminio, ottone, peltro, trucioli di ferro e una spolverata di graniglia di quarzo per acquari cercando di tenere lo spessore basso per non consumare troppa cera per ricoprire il tutto.IMG_0335Coprire tutto con la cera e lasciarlo indurire (mentre fate queste operazioni mettete sempre altra cera a sciogliere per guadagnare tempo).Il mio Chembuster Beeswax 337Versare un altro cm di cera e lasciarlo indurire.Il mio Chembuster Beeswax 334Disporre un nuovo strato di cristalli, metallo e graniglia di quarzo, coprirlo con la cera e lasciarlo indurire.Il mio Chembuster Beeswax 338Versare un altro cm di cera e lasciarlo indurire.IMG_0339Disporre l’ultimo strato di cristalli, metallo e graniglia di quarzo, coprirlo con tutta la cera rimasta e lasciarlo indurire e voilà il chembuster è pronto e funzionante.

Importante è attivare il dispositivo, questo potete farlo infondendogli un po’ della vostra energia personale con una preghiera, con la rotazione del pendolo o solamente con il vostro Intento.

Il mio Chembuster Beeswax 2Sul chembuster da me realizzato ho misurato una vibrazione molto elevata, circa 92000 bovis per cui è consigliabile non tenerlo in casa ma ad una distanza di tre metri almeno,( sul terrazzo o nel giardino di casa è una distanza sufficiente,tenerlo sotto al proprio letto è meglio di no ), un chembuster di questo tipo offre  copertura su di una circonferenza di 4,7 km di raggio.

Il chembuster se poniamo 100% la quantità di Dor nell’atmosfera è in grado di convertirne in Or il 37%.Con 3 chembuster posti nella stessa area siamo in grado di convertire quasi il 100% del Dor presente.In sostanza è il Dor a tenere unite le scie chimiche eliminandolo le scie si disuniscono disperdendosi.

Vi accorgerete da subito guardando il cielo che le scie non si formano più, sembra che una gomma da cancellare invisibile le cancelli appena gli aerei le emettono, mentre quando gli aerei escono dal raggio di azione del chembuster le scie ricompaiono.

Il Cielo diventerà di un azzurro che non si vedeva da tempo e l’energia Dor catturata dal chembuster verrà convertita al suolo in benefico Or rivitalizzando piante, animali e persone nel suo raggio di azione.

Dopo qualche giorno di buco atmosferico ho notato una attività frenetica da parte degli “sciatori” anche 6-7 aerei in contemporanea a seminare polvere di metallo ma con nessun risultato, fa piacere pensare che mentre loro spendono centinaia di milioni euro per ingegnerizzare il clima con le scie noi con 120 euro circa possiamo metterli sotto scacco, almeno nei cieli della nostra città.

Spero che dopo aver letto questo articolo qualcuno si senta stimolato a costruirsi il suo Chembuster personale o ad acquistarlo da Matteo Marcucci.

DISPOSITIVI ORGONICI

Galleria

This gallery contains 24 photos.

DISPOSITIVI ORGONICI: ACCUMULATORE ORGONICO, CLOUDBUSTER, CHEMBUSTER E ORGONITI. Che cosa e’ l’Accumulatore Orgonico ? L’Accumulatore Orgonico è costruito con fogli di metallo galvanizzato, fissati ad un telaio di legno e rivestiti di materiale organico alternati con strati di metallo. Lo strato esterno organico, trattiene l’energia, mentre quello metallico la emette verso l’interno. L’energia orgonica, passando da uno strato isolante ad … Continue reading