FORME DI PENSIERO OLTRE LA MORTE

Galleria

This gallery contains 7 photos.

FORME DI PENSIERO OLTRE LA MORTE Ogni Primo di Novembre ero solito onorare i defunti con un post che ricordava alcuni di loro a me particolarmente cari ma ora grazie ad una maggiore consapevolezza acquisita è arrivato il momento di fare maggiore chiarezza sull’argomento “Morte”, sul correlato “Culto Dei Defunti” e sulle sue infinite distorsioni. Ora avendo nelle pagine di … Continue reading

LA REINCARNAZIONE

Galleria

This gallery contains 3 photos.

LA REINCARNAZIONEAUROBINDO Si deve evitare un diffuso equivoco riguardante la reincarnazione. L’opinione popolare è che Titus Balbus sia rinato come John Smith, una persona cioè con la medesima personalità e carattere, le stesse cognizioni che aveva nella vita precedente, con l’unica differenza che indossa ora cappotto e pantaloni invece che una toga, e parla inglese dialettale e non latino popolare. … Continue reading

ATLANTIDE LA CADUTA

Galleria

This gallery contains 3 photos.

ATLANTIDE LA CADUTA LA VERA LEGGENDA DELLA CADUTA Atlantide esistette per oltre 200.000. Gran parte dei tempi atlantidei furono epoche di luce! Soltanto la fase finale, il periodo che va dal 17.500 a.C. a 10.500 a.C. fu, secondo i vostri termini, un’era oscura ma ricca di lezioni. IL PERIODO D’ORO Infatti, vi diciamo che il Periodo d’Oro di Atlantide ebbe … Continue reading

sette specchi Esseni

Galleria

This gallery contains 4 photos.

sette specchi Esseni Chi sono gli Esseni? Chiamati anche nazareni – Nazareth era un loro presidio molto importante – è il popolo da cui discende Gesù Cristo e che si presume vivesse vicino a Masada. Gli esseni erano contadini, frutticoltori e profondi conoscitori delle proprietà delle erbe, dei cristalli e del colore con i quali curavano tutti coloro che richiedevano … Continue reading

VITA MORTE E SPIRITO

Galleria

This gallery contains 3 photos.

VITA MORTE E SPIRITO Sulla Soglia: Vita, Morte E Spirito Ricordi quel giorno nei boschi quando incontrasti un uccellino morto sul bordo del sentiero? Fu un dolore improvviso per il tuo giovane cuore perché non capivi come una creatura, che era stata così vitale, potesse essere ora tanto immobile e muta. Fu per te un’opportunità per comprendere una delle lezioni … Continue reading

ESPERIENZA DI PRE MORTE DI MELLEN-THOMAS BENEDICT

Galleria

This gallery contains 7 photos.

ESPERIENZA DI PRE MORTE DI MELLEN-THOMAS BENEDICT LA NDE DI MELLEN-THOMAS BENEDICT Nel 1982 morii per un cancro in fase terminale; si trattava di un tumore inoperabile. Mi fu detto che avrei potuto vivere ancora dai sei agli otto mesi, ma ogni tipo di chemioterapia a cui potevo essere sottoposto avrebbe fatto di me poco più che un vegetale . … Continue reading

RISPETTARE LA MORTE

Galleria

This gallery contains 2 photos.

RISPETTARE LA MORTE Non sono sempre le medesime anime che vengono a incarnarsi sulla terra. Spesso può succedere che ritornino dopo millenni, ma non è obbligatorio. Questo perché la terra non è l’unico luogo dove le creature possono fare degli stages ed evolvere. Dovunque nell’universo ci sono «terre» dove le creature si istruiscono. Quindi, nella stessa maniera come degli esseri … Continue reading

IL CONTINENTE MU E LA FILOSOFIA HUNA

Galleria

This gallery contains 6 photos.

IL CONTINENTE MU E LA FILOSOFIA HUNA In questo capitolo andremo alla ricerca delle origini dell’uomo e degli antichi insegnamenti perduti. James Churchward (1852 – 1936) E Il Continente Perduto Nel 1926 il colonnello britannico James Churchward, ha pubblicato il libro “Mu, il continente perduto” nel quale raccontava di essere venuto a conoscenza, durante una sua missione in India, dell’esistenza … Continue reading

LA MORTE NON ESISTE

Galleria

This gallery contains 5 photos.

LA MORTE NON ESISTE Attraverso l’appassionato lavoro pionieristico della dottoressa “Elisabeth Kubler-Ross”, siamo giunti ad una nuova, più ampia e profonda comprensione della morte, il grande appuntamento che ci attende tutti e del quale la nostra società moderna, razionalista e materialista, ha fatto, nella sua incapacità di spiegarla, un tabù insuperabile. “Elisabeth Kubler-Ross”, grazie al suo lavoro instancabile e paziente … Continue reading

Esperienza Dell’ Anima Antica

Galleria

This gallery contains 2 photos.

Esperienza Dell’ Anima Antica Se sei un’anima antica, leggi. Se non lo sei, leggi comunque! Potresti stupirti. Un’anima antica e saggia potrebbe celarsi tra i membri della tua famiglia, tra i colleghi di lavoro, potrebbe essere un vicino di casa o anche qualcuno che ti siede accanto sull’autobus. Oh… forse è il senzatetto che chiede l’elemosina all’angolo della strada. Potrebbe … Continue reading

LO SCIENZIATO TORNATO DALL’ALDILÀ

Galleria

This gallery contains 2 photos.

LO SCIENZIATO TORNATO DALL’ALDILÀ LE RIVELAZIONI SENSAZIONALI DEL FISICO VLADIMIR EFREMOV TORNATO PER UN MIRACOLO DALL’ALDILÀ Nei suoi trattati scientifici Efremov ha descritto l’aldilà con termini matematici e fisici. In questo articolo abbiamo cercato di evitare le formule complesse. “Vladimir, con che cosa si può paragonare il mondo in cui Lei è capitato dopo la morte? “Ogni paragone sarà falso. … Continue reading

il Jainismo

Galleria

This gallery contains 11 photos.

JAINISMO la più antica Religione della Nonviolenza Universale “AHIMSA PARMO DHARMA” “La Nonviolenza è la Suprema Religione” Jai Jinendra! Da oltre duemilacinquecento anni esiste sul nostro pianeta un caposaldo della Spiritualità e della Nonviolenza: il Jainismo. La Spiritualità jainista si basa sulla regola aurea dell’Ahimsa, il rispetto attivo nei confronti di ogni Vita, animale e vegetale, che è divina e … Continue reading

L’ILLUSIONE DELLE SOFFERENZE TERRENE

Galleria

This gallery contains 1 photo.

L’ILLUSIONE DELLE SOFFERENZE TERRENE L’ILLUSIONE DELLE SOFFERENZE TERRENE…SONO COME UN SOGNO di Paramahansa Yogananda Alla fine, con tre giorni di meditazione astrale, Gesù conquistò l’illusione dei tre corpi di sogno in cui era racchiusa la sua anima. Nel sogno, il solido corpo fisico, il luminoso corpo astrale e il corpo causale fatto d’idee possono essere percepiti come reali; ma quando … Continue reading

Che cosa succede dopo la morte

Galleria

This gallery contains 3 photos.

Che cosa succede dopo la morte secondo Silver Birch (Betulla d’Argento) Pubblicato il da beatrice Silver Birch (Betulla d’Argento) canalizzato da Maurice Barbanell Silver Birch è uno Spirito-Guida che non si è mai incarnato sulla Terra. Per fornire un aspetto “umano” di se stesso al medium Maurice Barbanell, si presentò a lui sotto le spoglie di un Nativo Americano vissuto … Continue reading

Esperienza Cosmica di Pre-morte

Galleria

This gallery contains 6 photos.

Esperienza Cosmica di Pre-morte Quarant’anni sono trascorsi da quando il Dott. Raymond Moody raccolse per la prima volta la testimonianza di un essere umano dichiarato clinicamente morto e poi ritornato in vita. Sono ormai milioni le persone in tutto il Mondo che ci hanno raccontato le medesime storie inquietanti, come la sensazione di staccarsi dai loro corpi, di lasciare l’ospedale … Continue reading

La Vita Dopo La Morte

Immagine

La Vita Dopo La Morte

La Vita Dopo La Morte 22La Vita Dopo La Morte

“La vita e la morte confluiscono in uno e non c’è né evoluzione né destino, soltanto essere.” (Albert Einstein)

La morte è la cessazione di tutte quelle funzioni biologiche vitali che definiscono gli organismi viventi. Essa si riferisce, oltre che ad un evento specifico, anche ad una condizione.

Con la morte termina l’esistenza materiale di un essere vivente, ma che succede dopo? Il nulla? Un sonno con o senza sogni? O, come ci indicano tutte le religioni, filosofie e dottrine del mondo moderno ed antico, è solo un cambiamento di stato esistenziale? E se questo è vero, in che maniera continueremo la nostra esistenza? Con quale coscienza personale continueremo ad essere consapevoli di noi stessi dopo la morte fisica?

Chi chiede che gli si dimostri l’esistenza dell’aldilà esige delle prove strettamente collegate ai sensi e all’intelletto. Si chiede quindi di dimostrare un qualcosa di impercettibile ai sensi umani tramite i sensi stessi. Essere consapevole dell’esistenza di un mondo spirituale che si interpenetra in questo materiale tramite un esperimento scientifico è come dimostrare che esiste la forza di gravità sul pianeta terra perché gli oggetti sopra di esso vengono spinti verso il centro del corpo celeste, ed infatti così è. Solo che le leggi fisiche a cui noi siamo abituati non hanno più valore se il riferimento è il pianeta stesso; cioè dimostro che esiste la forza di gravità in natura ma non posso descrivere tale forza se prendiamo in considerazione non più la mela di Newton ma il pianeta stesso. Coma fa la terra a reggersi nello spazio se esiste la gravità? Cosa la sorregge?

Questo esempio è molto eloquente e riguarda la fatidica domanda se esiste un aldilà; non si può dimostrare questo utilizzando leggi ed osservazioni che noi viviamo e percepiamo nel nostro piccolo perché ad eventuali livelli superiori esistenziali diversi da questo non hanno nessun valore. Se quindi descriviamo verità spirituali tramite i sensi non sappiamo spiegarci come la forza di gravità non agisce su un pianeta ma agisce sugli oggetti posto su di esso.

Se invece con la logica scientifica, utilizzata da secoli da illustri rivoluzionari scientifici, dimostriamo verità universali scopriamo che le verità si sostengono l’una con l’altra e a quel punto so perché la gravità spinge gli oggetti verso il centro di un pianeta e perché tale forza sorregge nello spazio il pianeta stesso.

Ogni uomo può descrivere il suo aldilà anche in base alle proprie esperienze immagazzinate dalla nascita e strettamente legate alle ideologie religiose del proprio ambiente di crescita ed alle persone che ne hanno fatto parte. Ma è sufficiente un solo punto di vista per una sana consapevolezza?

Se siamo atei, gnostici o fedeli religiosi comprendiamo che siamo nati, per esempio, cristiani e non mussulmani per pura casualità o per un volere divino superiore, ma in entrambe le circostanze possiamo considerare l’idea che potevamo nascere con una cognizione spirituale completamente diversa da quella che abbiamo ora: in una famiglia mussulmana anziché cristiana, in un ambiente religioso anziché ateo e/o in un luogo diverso da dove siamo ora.

La coscienza collettiva, da sempre, ci priva delle nostre facoltà indipendenti di ragionamento; prima di indagare su un enigma antico e recondito come quello della morte dobbiamo svincolarci dalle nostre credenze affermate nel nostro io interiore, solo per una questione “logistica”. Andare oltre le ideologie con cui si è cresciuti è fondamentale per avere una visione totale e spersonalizzata su un appuntamento con il destino più o meno imminente che nessun uomo può rimandare .

Non si consiglia in questa sede, con queste parole, di allontanarsi dalla propria fede religiosa, oggi qualità rara per una reale crescita spirituale dell’individuo; si suggerisce altresì uno studio approfondito sull’argomento prendendo in considerazione altre campane religiose, filosofiche ed anche soprattutto scientifiche. Questo atteggiamento aperto non può far altro che solidificare e consolidare il proprio rapporto con il divino, qualunque religione o credo attualmente si professi.

Nell’ultimo secolo la scienza ci è venuta d’aiuto dimostrando come la paura dell’oblio possa trasformarsi in una consapevolezza solida di come l’essenza dell’uomo non si fermi al semplice corpo fisico, ma proceda ben oltre i limiti a cui siamo abituati a pensare. Lo scopo di questo sito è raccogliere queste prove ed inquadrarle in un contesto preciso; quello appunto di una esistenza umana che non si ferma a tutti gli effetti dopo la fine del corpo fisico.

Nel mondo si è stimato che i “credenti” appartenenti ognuno alla propria religione, siano circa 5 miliardi e sembra che ogni anno circa 30 milioni di persone vanno ad aggiungersi a questo numero.

Tenendo conto che siamo circa 7 miliardi, possiamo affermare che la maggior parte delle persone credono o hanno fiducia in qualcosa di ultraterreno che probabilmente ci assiste, ci protegge e che ci darà la possibilità di esistere cognitivamente dopo la morte organica.

Troppe poche persone oggi hanno il coraggio di chiedersi: cosa c’è dopo?

Probabilmente la risposta è: questo è il dopo, una piccola parentesi di qualche anno…

bisogna solo cercare di capire perché non ci ricordiamo lucidamente di ciò che eravamo prima e se per proseguire il viaggio, prima di ritornare spontaneamente e naturalmente da dove siamo venuti, serve ricordarlo o almeno intuirlo.

Fonte: Vita dopo la mort – Post Vitae

Giainismo

Galleria

This gallery contains 6 photos.

Giainismo Da Wikipedia, l’enciclopedia libera. Il giainismo (o Jainismo) è un’antica religione; inizialmente documentata come una fede a sé stante, è soprattutto una filosofia in quanto non implica divinità definite. È basata sugli insegnamenti di Mahavira (559-527 a.C.), un asceta di nobile estrazione che indicava la via alla perfezione umana sulla base della nonviolenza. Secondo la sua dottrina, la filosofia … Continue reading

Reincarnazione

Galleria

This gallery contains 2 photos.

Reincarnazione Per la ricorrenza del 1° Novembre avrei voluto scrivere un post che ricordasse la morte tragica di Paola Clemente, morta di fatica nell’agosto di quest’anno mentre lavorava nei campi dell’Italia del sud. (Morta nei campi per due euro l’ora) A 49 anni lavorava nei vigneti per 27 euro al giorno restando sotto il sole per ore e ore dopo … Continue reading

Sei un’ anima giovane o antica

Immagine

Sei un’ anima giovane o antica

anima antica 02Quanti anni ha la tua anima? Sei un’ anima giovane o antica?

C’è uno speciale tipo di persona nel nostro mondo, che trova se stesso solo ed isolato fin dall’infanzia. La sua esistenza di isolamento non è dovuta al temperamento antisociale – egli è semplicemente un’anima vecchia. Vecchia nel cuore, vecchia nella mente e nell’anima, questa persona trova la sua visione della vita in modo più maturo rispetto agli altri che le stanno intorno.

Come risultato vive la sua vita interiore camminando nella propria solitudine, mentre il resto della gente intorno a lei segue altre direzioni. Forse tu stai sperimentando qualcosa del genere nella tua vita o hai visto questo profilo in un’altra persona che conosci? Se è così questo articolo è dedicato a te… con la speranza che tu possa definire e capire ancora meglio te stesso.

Robert Frost, Eakhart Tolle e Nick Jonas sono stati definiti così. Ma forse questo aggettivo si addice bene anche a voi. Ecco alcuni segni rivelatori dell’anzianità di un’ anima:

Tendono ad essere solitarie. Poiché le vecchie anime piuttosto indifferenti agli interessi e alle attività delle persone comuni, trovano insoddisfacente fare amicizia con esse e hanno difficoltà a relazionarsi. Questo è uno dei maggiori problemi nell’esperienza delle anime antiche. Il risultato è che esse tendono a ritrovarsi spesso da sole. Le persone non fanno per loro.

Amano la conoscenza, la saggezza, la verità. Si… questo sembra un po’ troppo grandioso e nobile, ma la vecchia anima ritrova se stessa in modo naturale, gravitando verso il lato intellettuale della vita. Le vecchie anime capiscono che la conoscenza è potere, la saggezza è felicità e la verità è libertà, quindi perché non ricercare queste cose? Tutto questo è di certo molto più significativo per loro che leggere gossip sull’ultimo fidanzato di Belen o gli ultimi risultati di calcio.

Sono inclini alla spiritualità. Molto più emotive della media, le vecchie anime tendono ad avere una natura sensibile e spirituale. Superano i confini dell’ego, cercando l’illuminazione e promuovendo la pace e l’amore. Tutto ciò sembra loro il modo più saggio ed appagante per impiegare il proprio tempo.

Capiscono la caducità della vita. Le vecchie anime sono spesso afflitte dai ricordi e dalla consapevolezza non solo della propria mortalità, ma anche delle persone intorno a loro e di tutto ciò che li circonda. Questo le rende diffidenti e a volte ritirate, anche se permette loro di vivere saggiamente la propria vita.

Sono riflessive e introspettive. Le vecchie anime tendono a pensare molto… a tutto. La loro abilità nel riflettere ed imparare dalle proprie azioni ed esperienze e da quelle degli altri, è la loro più grande maestra nella vita. Una ragione per cui le anime antiche si sentono così vecchie nel cuore, è perché hanno imparato tante lezioni. Comprendono molto bene le situazioni della vita, grazie alla loro capacità di osservare con calma e attenzione cosa accade attorno a loro.

Vedono il mondo più dall’alto. Raramente le vecchie anime si perdono in dettagli superficiali come ottenere lauree inutili, promozioni di lavoro, o acquistare oggetti materiali superflui. Esse hanno la tendenza a guardare la vita con “occhi da uccelli”, cercando quello che è il modo più saggio e significativo per affrontare la vita. Quando sono di fronte a problemi, tendono a vederli come dolori temporanei e passeggeri che servono solo ad aumentare la quantità di gioia che sentiranno in futuro. Di conseguenza, grazie a questo loro approccio alla vita, sono stabili e di natura placida.

Non sono materialiste. Le anime antiche non sono interessate a ricchezza, status, fama o all’ultima versione di iphone… Le vecchie anime non vedono come fine perseguire le cose che possono essere facilmente acquisite. Inoltre hanno poco tempo per interessarsi alle cose effimere della vita, in quanto sono prese da questioni più elevate.

Spesso sono stati ragazzini socialmente disadattati o perlomeno “strani”. Non è sempre il caso, ma molte vecchie anime esibiscono segni di particolare maturità in giovane età. Spesso, questi bambini vengono etichettati come “precoci”, “introversi” o “ribelli”, non riuscendo a rientrare nei comportamenti usuali o conformi. Solitamente sono anche estremamente curiosi ed intelligenti e vedono l’inutilità in molte cose che i loro insegnanti, genitori e coetanei dicono e fanno, e passivamente o aggressivamente gli resistono. Se potete parlare con un vostro bambino come fosse un adulto, probabilmente vuol dire che egli è un’anima antica.

anima anticaSemplicemente si sentono anime vecchie. Prima di dare un nome a questo, io ho sentito, ho vissuto le sensazioni di essere semplicemente una persona anziana dentro. I sentimenti che accompagnano una vecchia anima sono di solito di diffidenza verso il mondo, stanchezza mentale, pazienza e calma distaccata. Purtroppo, questo spesso può essere percepito come un atteggiamento distante e freddo, ma è solo uno dei vecchi miti dell’anima. Come alcune persone anziane si descrivono “giovani dentro”, anche molti giovani nel corpo (ma anime antiche) possono sentirsi “vecchi nel cuore”.

Rivisto da Fisicaquantistica.it

Fonte: http://www.noiegliextraterrestri.it/2014/08/

Pericoli derivanti dagli Additivi Alimentari

Galleria

This gallery contains 4 photos.

Pericoli derivanti dagli Additivi Alimentari Dopo aver letto l’articolo “I cadaveri non si decompongono più! Allucinante! ~ Dionidream “ le mie convinzioni riguardo ai pericoli nascosti nell’alimentazione industriale sono state confermate, vi cito da questo articolo: “Il necroforo mi dice che seppelliscono i cadaveri o sotto terra o nei loculi: nel primo caso usano bare di legno e riesumano i … Continue reading