IL SIGNIFICATO DELLA MALATTIA

Galleria

This gallery contains 3 photos.

IL SIGNIFICATO DELLA MALATTIA Sia dalle recenti scoperte compiute dalla Fisica Quantistica come dagli insegnamenti di svariate scuole di pensiero, antiche e moderne, si può con certezza affermare che Tutto è Uno e che tra Materia e Spirito non vi è separazione, ma solo energia dislocata ad un diverso Livello di Vibrazione. Anche l’Essere Umano non è formato dal solo … Continue reading

LE PIANTE CHE PURIFICANO L’ARIA

Galleria

This gallery contains 6 photos.

LE PIANTE CHE PURIFICANO L’ARIA INQUINAMENTO DOMESTICO: LE PIANTE CHE PURIFICANO L’ARIA L’inquinamento domestico è ancora oggi un problema troppo sottovalutato, soprattutto se consideriamo che la popolazione mondiale trascorre la maggior parte del proprio tempo in ambienti chiusi Gli ambienti chiusi possono essere addirittura più inquinati di quelli esterni, in essi infatti si possono nascondere pericolose sostanze chimiche che provocano … Continue reading

OIL PULLING

Galleria

This gallery contains 4 photos.

OIL PULLING Come Disintossicare La Bocca E Guarire Il Tuo Corpo Oggi voglio parlarti di un antico rimedio ayurvedico per la salute e la disintossicazione orale. Una pratica che se trasformata in un abitudine e’ in grado di portarti enormi benefici. Succede anche a te di svegliarti con un sapore poco gradevole in bocca al mattino? Ebbene secondo questa antica … Continue reading

IL SALE NATURALE NELLA FILOSOFIA E NELLA METAFISICA

Galleria

This gallery contains 5 photos.

IL SALE NATURALE NELLA FILOSOFIA E NELLA METAFISICA Articolo e traduzione dei riferimenti: Luciano Gianazza IL SIGNIFICATO DELLA PAROLA SALE La parola sale deriva dal termine latino sal, che proviene dalla parola sol, sole. La soluzione di acqua e sale è la materializzazione liquida dell’energia del sole, l’energia della luce legata in una struttura geometrica in grado di creare e … Continue reading

IL LINGUAGGIO DEGLI ORGANI

Galleria

This gallery contains 4 photos.

IL LINGUAGGIO DEGLI ORGANI Spunti Di Psico-Somatica FUNZIONI DEL CERVELLO SINISTRO uso della logica cogliere il particolare organizzare i fatti parole e linguaggio presente e passato matematica e scienze potere di comprensione sapere riconoscere percezione ordine/modello conoscenza dei nomi degli oggetti basi della realtà forme e strategie pratica sicuro FUNZIONI DEL CERVELLO DESTRO uso del “sentire” visione d’insieme immaginazione simboli … Continue reading

FORMALDEIDE IN CASA

Galleria

This gallery contains 2 photos.

FORMALDEIDE IN CASA Tossica per l’uomo, apprezzata dall’industria, la si trova praticamente dappertutto. Come difendersi dalla formaldeide? Prestando qualche attenzione in più alla nostra casa e ad alcuni comportamenti. Dalla ventilazione dei locali alla scelta corretta dei materiali d’arredo, le misure preventive per ridurre i rischi dell’esposizione a questo pericoloso inquinante. CONSIGLI PER CONTENERE I DANNI DA FORMALDEIDE -Non fumare … Continue reading

LA BELLISSIMA LEGGENDA DEL SOFFIONE

Galleria

This gallery contains 4 photos.

LA BELLISSIMA LEGGENDA DEL SOFFIONE Il soffione è un fiore perenne, tipico dei climi temperati, che cresce spontaneamente praticamente ovunque: sul ciglio delle strade, ai margini dei campi coltivati, nei prati,di zone pianeggianti, collinari e montuose, fino a un’altitudine di circa 2000 metri. Si riproduce in maniera talmente rapida da invadere i terreni coltivati, tanto che, soprattutto in passato, il … Continue reading

COSA RISUONA NELLE MIE ORECCHIE

Galleria

This gallery contains 3 photos.

COSA RISUONA NELLE MIE ORECCHIE Sto scrivendo perché tante persone hanno chiesto da cosa derivano i loro sintomi attuali, e soprattutto quelli associati alle orecchie. Molte persone hanno riportato un aumento di ciò che la professione medica chiama “Acufene”, cioè udire suoni squillanti e suoni bruschi nell’orecchio o in entrambe orecchie. Altri mi hanno descritto dolore alle orecchie e spesso … Continue reading

I VERI DANNI DELLA PORNOGRAFIA

Galleria

This gallery contains 2 photos.

I VERI DANNI DELLA PORNOGRAFIA I VERI EFFETTI DELLA PORNOGRAFIA SULL’UOMO E LA DONNA By Bojsmatrix. Si, è il più grande esperimento porno del mondo! Ed è stato attuato attraverso internet. Se nel passato l’uomo e la donna potevano “solo” desiderare di “conoscere” (sessualmente parlando) molte persone dell’altro sesso, oggi tutto questo è possibile in un solo giorno attraverso internet. … Continue reading

LE FASI DELLA LUNA

Galleria

This gallery contains 2 photos.

LE FASI DELLA LUNA L’influenza Su Esseri Umani E Piante E Il Legame Col Ciclo Mestruale Da sempre l’uomo, per garantirsi la sopravvivenza, è vissuto in costante armonia con i molteplici ritmi della luna; molti monumenti significativi dell’antichità dimostrano quanta importanza gli antichi attribuissero all’osservazione e all’influenza degli astri e della luna. Darwin, nella sua “Origine dell’uomo”, dice:” l’uomo, come … Continue reading

SONNO BIFASICO

Galleria

This gallery contains 2 photos.

SONNO BIFASICO Gli Antichi Non Dormivano Mai Otto Ore Di Fila Numerose testimonianze storiche e prove scientifiche dimostrano che i nostri antenati non dormivano come stiamo facendo nella nostra società moderna, cosa che può essere la causa di molti disturbi che stanno diventando molto diffusi ai nostri giorni. Nel 2001, lo storico Roger Ekirch della Virginia Tech University ha pubblicato … Continue reading

REIKI NELLA MEDICINA UFFICIALE

Galleria

This gallery contains 2 photos.

REIKI NELLA MEDICINA UFFICIALE La Scienza Spiega Gli Effetti Del Reiki E I Perché’ Della Sua Efficacia: La principale azione terapeutica esercitata dal “Guaritore Reiki ” proviene da una emissione di biofotoni cerebrali e dall’onda informativa delle simil-alpha”. La trasmissione elettromagnetica cerebrale del Reikista (poiché noi parliamo di Reiki) stimola per Biorisonanza l’attività cellulare cerebro-organica del ricevente nelle stesse frequenze. … Continue reading

LA SINUSITE E LA PRODUZIONE DI MUCO

Galleria

This gallery contains 9 photos.

LA SINUSITE E LA PRODUZIONE DI MUCO Naso Tappato Costante E Sinusite Cronica? La Causa È Nel Tuo Intestino. Ecco Come Liberarsene E’ un processo infiammatorio, acuto o cronico a carico, delle mucose dei seni paranasali. All’origine dell’infiammazione vi è solitamente uno stato infettivo (da virus, miceti o batteri) non risolto che porta alla produzione di muco e all’aumento del … Continue reading

OLIO di NEEM

Galleria

This gallery contains 6 photos.

OLIO di NEEM Un rimedio atossico per l’uomo le piante e gli animali è l’olio di NEEM, un millenario insetticida naturale che ha cominciato ad essere usato anche da noi rivelandosi efficace nella lotta alle zanzare, sia come larvicida (vedi Ricerca Mariani – D’Andrea – ENEA), sia come repellente, perché gli insetti non ne sopportano l’odore. Usandolo, avremo il duplice … Continue reading

IMPIANTO ELETTRICO DI UNA CASA SANA

Galleria

This gallery contains 6 photos.

IMPIANTO ELETTRICO DI UNA CASA SANA Impianto Elettrico Di Una Casa Sana (semplici consigli per realizzare o modificare un impianto elettrico, in modo economico, al fine di evitarne un inquinamento elettromagnetico dannoso alla nostra salute) È ormai stato ampiamente dimostrato che campi elettromagnetici derivanti dall’impianto elettrico della nostra casa o degli edifici in cui lavoriamo, possono nuocere alla nostra salute; … Continue reading

Salute e Malattia

Galleria

This gallery contains 3 photos.

Salute e Malattia dall’insegnamento spirituale di Peter Deunov Peter Deunov, maestro di pensiero spirituale cristiano, è morto nel 1944 in Bulgaria. Nel seguito un estratto dal Libro Salute e Malattia, che lascia spunti “fuori dal coro” anche per il presente…. Uno dei problemi più importanti dell’essere umano è la sua salute. Ognuno dovrebbe essere sano. Ma la salute dipende da … Continue reading

Benefici del Pianto

Galleria

This gallery contains 4 photos.

Benefici del Pianto Come Piangere e Sfogare le Emozioni Quanto tempo è passato da quando hai fatto l’ultimo pianto bello e liberatorio? Piangere, in realtà, ti fa subito sentire meglio, perché è il modo in cui l’organismo si libera dello stress. Tuttavia, se sono passati mesi o addirittura anni da quando hai pianto l’ultima volta, può essere difficile ricordare come … Continue reading

Imparare a rimirare il Sole

Galleria

This gallery contains 4 photos.

Imparare a rimirare il Sole Ora che qualche scienziato comincia a pubblicare studi sulla vera e propria tossicità dell’uso degli occhiali da sole, in questo articolo pubblichiamo le istruzioni da seguire per poterlo rimirare direttamente e trarre così il massimo del beneficio per la vista come per la salute generale… Rishi Giovanni Gatti – 19 settembre 2007 Recentemente una importantissima … Continue reading

Sapone Ecologico

Galleria

This gallery contains 2 photos.

Sapone Ecologico Nel sapone come nel cibo che consumiamo ogni giorno sono presenti varie sostanze nocive per la nostra salute( link: Pericoli nascosti nell igiene ) ma oltre a queste possiamo trovare ingredienti pessimi da un punto di vista ecologico, uno fra questi l’olio di palma che nei prodotti per l’igiene prende il nome di sodium palmate e sodium palm … Continue reading

INVENTA LA MACCHINA CHE VEDE I TUMORI ACCUSATO DI STREGONERIA

Immagine

INVENTA LA MACCHINA CHE VEDE I TUMORI ACCUSATO DI STREGONERIA

CLARBRUNO VERDUCCIO

TUMORI BIOSCANNER-TRIMPROB-5-960x460CLARBRUNO VERDUCCIO COSTRUISCE UNA SONDA CONTRO LE MINE ANTIUOMO E SCOPRE CHE INTERAGISCE CON IL SUO CORPO.

Un tubo lungo 30 centimetri che permette di scoprire i tumori non appena cominciano a formarsi. Una sonda elettromagnetica che vede qualsiasi infiammazione dei tessuti. Un esame che dura appena 2-3 minuti, non è invasivo, non provoca dolore o disagi al paziente, e fornisce immediatamente la risposta. Un test innocuo, ripetibile all’infinito e senza togliersi i vestiti, che ha una precisione diagnostica come minimo del 70% ma, se eseguito da mani esperte, può arrivare anche al 100% di attendibilità. Uno strumento rivoluzionario, poco ingombrante, portatile, che si può usare ovunque e che non necessita di mezzi di contrasto radioattivi, lastre fotografiche o altro materiale di consumo. Un’apparecchiatura che si compra, anzi si comprava, con 43.000 euro più Iva, contro i 3-4 milioni di euro di una macchina per la risonanza magnetica, i 2 milioni di una Pet e il milione e mezzo di una Tac, tutt’e tre con costi di gestione elevatissimi. Allora chi e perché ha paura del bioscanner, nome commerciale Trimprob? Non certo i potenziali pazienti, che potrebbero individuare per tempo la malattia. Non certo il ministero della Salute, che lo ha inserito nel repertorio dei dispositivi medici del Servizio sanitario nazionale. Non certo il professor Umberto Veronesi, che lo ha sperimentato nel suo Istituto europeo di oncologia di Milano e ne ha decantato la validità. Eppure la Galileo Avionica, società del colosso Finmeccanica, ha annunciato la chiusura della Trim Probe Spa, l’azienda che lo produceva e lo commercializzava, messa in liquidazione in quanto ritenuta non più strategica nell’ambito di un gruppo internazionale specializzato nei mezzi di difesa militare.

QUESTA E’ L’INFELICE STORIA DI UN CAVALIERE D’ALTRI TEMPI

il professor Clarbruno Vedruccio, 54 anni, l’inventore del bioscanner, laureato in fisica e in ingegneria elettronica negli Stati Uniti, già collaboratore dell’Istituto di fisica dell’atmosfera del Cnr a Bologna e docente di metodologia della ricerca all’Università di Urbino, che nei tempi presenti avrebbe meritato i premi Nobel per la fisica e la medicina fusi insieme, se solo il mondo girasse per il verso giusto, e invece è costretto a prosciugare il conto in banca per tutelare la sua creatura. Vedruccio è arrivato al bioscanner per puro caso, mentre stava fornendo tecnologia militare avanzata ad alcuni reparti d’élite delle nostre forze armate. Pur di non lasciarsi sfuggire un simile cervello, nel 2004 i vertici della Marina hanno rispolverato la legge Marconi del 1932, così detta perché fu creata su misura per Guglielmo Marconi, l’inventore della radio, che minacciava di passare armi e bagagli agli inglesi. Arruolato «per meriti speciali» nella riserva selezionata, con decreto del presidente della Repubblica, l’Archimede Pitagorico è diventato capitano di fregata ed è stato assegnato all’ufficio studi del Comando subacquei e incursori alla Spezia. Ha anche partecipato con l’Onu alla missione di pace Leonte in Libano, dove s’è guadagnato un encomio.

 TUMORI ACCUSATO DI STREGONERIA 1Video: ▶ TED – Clarbruno Vedruccio – Bioscanner e cancro – YouTube

QUANDO NEL 2004 UNA SERIE DI FENOMENI IMPRESSIONANTI – elettrodomestici che prendevano fuoco, vetri delle auto che esplodevano, bussole che impazzivano, cancelli automatici che si aprivano da soli – sconvolse la vita di Caronia, nel Messinese, la Protezione civile chiamò Vedruccio per trovare il bandolo della matassa. Lo studioso accertò che il paesino dei Nebrodi veniva colpito da fasci di radiazioni elettromagnetiche con particolari caratteristiche. Se oggi gli chiedi chi fosse a emetterle, si limita a tre parole: «Non posso rispondere». L’inventore abita con la moglie Carla Ricci, sua assistente, a pochi chilometri dal radiotelescopio Croce del Nord di Medicina (Bologna). Quando si dice il caso.

Nome insolito, Clarbruno.

«Viene dalla fusione di Clara e Brunello, i miei genitori».

Lei è un fisico. Perché ha accettato di diventare ufficiale di Marina?

INVENTA LA MACCHINA CHE VEDE I TUMORI ACCUSATO DI STREGONERIA 3«Non sono né guerrafondaio, né pacifista. Ma se la guerra si deve fare, si fa. Diciamo che la vita militare è la normalità, nella nostra famiglia. Sono nato a Ruffano, provincia di Lecce. Mio nonno materno, Ettore Giaccari, disperso in mare nel 1941, era il capo motorista dell’incrociatore Fiume, affondato dagli inglesi nella battaglia di Capo Matapan. Mio padre comandava la brigata costiera della Guardia di finanza. Sono cresciuto tra la caserma e il faro di Torre Canne. Nel gennaio 1958 precipitò in Adriatico un aereo F86 e papà si gettò a nuoto nelle acque gelide per salvare il pilota. Lo riportò a riva: purtroppo era già morto. Io passai l’infanzia fra i rottami di quel caccia militare. Ricordo ancora la carlinga, i comandi, la sala radio. Il mio amore per l’elettronica è nato lì».

E il bioscanner com’è nato?

«Nel 1985 collaboravo col battaglione San Marco. Mi fu chiesto se ero in grado di mettere a punto una tecnologia per intercettare i pescatori di frodo che di notte approdavano sull’isola di Pedagna, zona militare al largo di Brindisi. Le telecamere non potevano essere installate per la troppa salsedine e le frequenti mareggiate. Stavo lavorando a una specie di radar antiuomo, come quelli che gli americani usavano in Vietnam, quando mi accorsi che alcune bande di frequenza in Uhf, fra i 350 e i 500 megahertz, quindi al di sotto dei canali televisivi, interagivano bene con i tessuti biologici delle persone».

INVENTA LA MACCHINA CHE VEDE I TUMORI ACCUSATO DI STREGONERIA 2In che modo se ne accorse?

«Volevo sperimentare la possibilità di usare l’elettromagnetismo anche per rintracciare le mine antiuomo sepolte nel terreno: il rilevatore registrava qualsiasi discontinuità nella compattezza della sabbia fino a 20 centimetri di profondità. Mentre ero nel mio laboratorio, notai che sugli analizzatori di spettro una delle tre righe spettrali spariva completamente ogniqualvolta mi avvicinavo al banco di prova. Strano. Quel giorno avevo ingurgitato un panino col salame in treno ed ero in preda a una gastrite terribile. Mi si accese una lampadina in testa. Chiamai Enrico Castagnoli, ex radarista della Marina, mio vicino di casa, e gli chiesi come si sentisse in salute. “Benone”, mi rispose. Ripetei la prova su di lui: nessuna variazione di spettro. La conferma che cercavo».

Cioè?

«Allora non potevo saperlo. Ma avevo appena provato in vivo ciò che gli scienziati Hugo Fricke e Sterne Morse intuirono e descrissero nel 1926 su Cancer Research e cioè che i tessuti sani hanno una capacità elettrica più bassa, quelli infiammati più elevata, quelli oncologici ancora maggiore. In pratica il mio bioscanner consente di fare una specie di biopsia elettromagnetica, quindi incruenta, dei tessuti biologici, grazie a tre frequenze in banda Uhf, intorno ai 460, ai 920 e ai 1350 megahertz. In particolare, il segnale sulla prima frequenza interagisce con le formazioni tumorali maligne, evidenziando un abbassamento della riga spettrale».

E individua qualsiasi tipo di cancro?

«A eccezione delle leucemie. Ma i tumori solidi su cui abbiamo indagato li ha letti tutti. Ho visto alcuni carcinomi del seno con due anni d’anticipo sull’ecografia e sulla mammografia».

Chi è stato il primo paziente a sottoporsi all’esame?

«Un fisico britannico che era venuto all’Università di Urbino per un congresso. Gli ho scoperto un tumore alla prostata. Nei giorni successivi gli studenti di medicina, farmacia e veterinaria facevano la fila per sottoporsi all’esame e lo stesso i miei colleghi docenti. Io insegnavo a loro e loro a me. Nel 2006 ho portato la macchina in Libano durante la missione Leonte. È stato un altro screening di massa».

Ma chi garantisce che il test non faccia male e sia affidabile?

«Il bioscanner ha l’omologazione dell’Istituto superiore di sanità, che ne ha attestato la non nocività. Per ogni organo occorre poi una procedura di validazione presso enti accreditati dal ministero della Salute. Per le ovaie la sperimentazione avviata dall’Istituto nazionale dei tumori di Milano ha dimostrato un indice di sensibilità del 91%, il che è particolarmente confortante, trattandosi di una neoplasia che non dà sintomi e in genere viene scoperta quando vi sono già le metastasi. Nello stesso istituto sono stati testati i tumori del retto: siamo sull’89% di attendibilità. Le prove per la tiroide e lo stomaco-duodeno, eseguite nelle Università di Catanzaro e Genova e nell’ospedale maggiore della Marina militare a Taranto, si sono rivelate esatte al 90% e in due casi al 100%. I tumori della vescica, testati all’ospedale Vito Fazi di Lecce, hanno restituito un dato sicuro nell’89,5% dei casi. Per la prostata e il seno siamo al 72%».

Il margine d’errore a che cos’è dovuto?

«All’imperizia di chi esegue l’esame e alla fallibilità di tutti i sistemi diagnostici. Non dimentichiamo che anche un ecografo può sbagliare nel 45% dei casi: tanto varrebbe buttare in aria una monetina e fare a testa o croce. Da uno studio pubblicato sulla rivista Urology nel 2008, e relativo alla diagnostica della prostata, risulta che il bioscanner ha offerto un’accuratezza del 72% contro il 55% di un’ecografia transrettale, tanto invasiva quanto fastidiosa».

Gli amici si rivolgeranno a lei al minimo acciacco.

«Li dirotto verso gli ospedali. È troppo pesante scoprire che una persona ha un tumore e doverglielo dire all’istante. Se il Trimprob fosse dato in dotazione ai medici di base, si risparmierebbero miliardi di euro spesi per accertamenti diagnostici spesso inutili. Purtroppo è presente solo in 50 ospedali sui circa 2.000 esistenti in Italia».

E all’estero?

«Si trova in Giappone, Brasile, Malesia, Turchia, Iran, Regno Unito, Francia, Belgio. Ma da due anni la Galileo Avionica ha smesso di produrlo e io mi ritrovo a pagare le spese per il mantenimento del brevetto internazionale dalla Cina al Sudafrica, dall’India al Canada. Si tratta di costi largamente superiori al mio stipendio».

E dire che la Galileo Avionica era andata ad analizzare col bioscanner persino la prostata di Beppe Grillo…

«Credo che il Trimprob sia stato testato anche su Umberto Bossi, che ne ha parlato benissimo a Silvio Berlusconi».

Attrezzo bipartisan. «A questo punto come si fa a dire che l’esposizione ai campi elettromagnetici non ha effetti sulle persone?», s’è chiesto Grillo nel suo blog.

«Il Trimprob utilizza una potenza 100 volte inferiore a quella dei cellulari: 10 milliwatt contro 2 watt. Però bisogna essere onesti: l’industria non ha alcun interesse a divulgare le indagini che invitano ad applicare il principio di precauzione all’elettromagnetismo».

Non mi aveva detto che la non nocività del bioscanner è certificata?

«È così. L’esame dura poco o niente, non vi è un’esposizione cronica, e la frequenza ha uno spettro di assorbimento selettivo sui tessuti infiammati, non su quelli sani».

E i collegamenti wireless sono sicuri?

«Da elettromagnetista ho sviluppato una particolare sensibilizzazione ai campi elettromagnetici anche deboli. Mi sono accorto che il mio vicino di casa aveva cambiato il modem per collegarsi a Internet perché ho cominciato a dormire male. Ho acceso l’analizzatore di spettro e ho visto che aveva installato una rete wi-fi. Gli ho chiesto di spegnerla almeno di notte e sono tornato a dormire bene».

Il Trimprob rischia di rendere superfluo il lavoro dei radiologi?

«No. La diagnostica per immagini resta lo standard. Il bioscanner aiuta, dà il primo allarme. Per esempio, gli urologi che lo impiegano hanno ridotto di molto la prescrizione di biopsie».

Però manda in pensione le mammografie per prevenire il tumore al seno.

«Se vuole condannarmi a morte, scriva così».

Insomma, a quali specialisti dà fastidio?

«A tutti quello che non lo usano».

Qualcuno l’ha ostacolata?

«Durante un vertice all’Istituto superiore di sanità, al quale ero stato accreditato dall’Ieo del professor Veronesi, uno dei presenti mi ha detto: “Cos’è? Stregoneria?”. Gli ho obiettato che un’industria che produce cacciabombardieri difficilmente spreca tempo in riti vudù. Il bioscanner è la macchina del futuro. Ma capisco che sarebbe stato come parlare dei telefonini nel 1700».

Com’è possibile che l’Italia non riesca a sfruttare l’invenzione di un italiano?

«Vuol sapere una cosa? Sono un capitano di fregata precario. In Marina ho lavorato solo sei mesi l’anno, agli inizi senza stipendio. E dal 2 luglio sarò congedato perché compio 55 anni, che è l’età limite per far parte come ufficiale delle forze di completamento. Eppure questo è il periodo più fertile della mia vita di inventore: due brevetti depositati, fra cui un’antenna tattica omnidirezionale per collegamenti satellitari utilizzata dal contingente italiano in Afghanistan, e altri quattro già pronti».

Si sarà pentito di non essere rimasto negli Stati Uniti.

«A fuggire si fa presto. Rimanere a combattere in Italia, quello sì è da soldati».

*Stefano Lorenzetto

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org

Fonte: CLARBRUNO VERDUCCIO +Video

Uso del Biotensor

Galleria

This gallery contains 14 photos.

Uso del Biotensor Il Biotensor si tiene con la mano destra in modo che tutti i polpastrelli tocchino il manico, anche il pollice. Se siamo in piedi e testiamo un luogo, si tiene l’altra mano rivolta verso terra o verso cielo a seconda che ci si alimenti dal basso o dall’alto. Se siamo seduti e testiamo un oggetto, teniamo l’altra … Continue reading

Guardare fisso il Sole

Immagine

Guardare fisso il Sole al tramonto è una pratica valida per sviluppare facoltà superumane e guarire il nostro corpo

Guardare fisso il Sole 4La ghiandola pineale è fortemente collegata alla luce solare per questo motivo molte tradizioni consigliano di svegliarsi molto presto e meditare e osservare il sole all’alba. Lo stesso motivo per cui le popolazioni in cui vi è molto sole le donne e gli uomini sviluppano prima ed hanno una maggiore fertilità.

Guardare fisso il Sole è una pratica valida per sviluppare facoltà superumane e per guarire il corpo.

Mai voluto essere in più di un posto alla volta? Esatto, sto parlando di abilità sovrumane che possono essere ottenute da chi segue il protocollo conosciuto come Sun-Gazing, “guardando il sole”, una pratica valida recentemente confermata dalla NASA. Molti sostenitori di questa antica tecnica, usata da molte culture come i Maya, gli Egizi, Aztechi, Tibetani e Indiani, riportano non solo benefici di guarigione e alle comuni malattie, ma anche l’ottenimento di abilità da super umano come un’avanzata telepatia e l’aver non bisogno di cibo.

Cos’è il Sun Gazing (guardare dritti il sole)?

Sun gazing (anche conosciuto come sun-eating, “mangiando il sole”) è una pratica di introduzione graduale alla luce solare nei tuoi occhi, al più basso momento del giorno per i raggi ultravioletti – alba e tramonto. Chi insegna la pratica parla di svariate regole. Primo, deve essere fatto nelle ore subito dopo l’alba o prima del tramonto per non danneggiare gli occhi. Secondo, essere a piedi nudi, in contatto con la terra – sabbia, sporcizia, fango; e finalmente si può iniziare con i primi 10 secondi del primo giorno, incrementando a intervalli di 10 secondi per i giorni seguenti. Seguendo queste regole si ottiene una procedura sicura, dicono i sostenitori.Guardare fisso il Sole Akhenaton Nikolai Dolgoruky, ucraino, si fa chiamare un “sun-eater” (mangiatore del sole). Praticante da 12 anni, è stato sostenuto dai raggi solari sin da quando ha cominciato. Altri hanno riportato la perdita del bisogno di cibo dopo appena 9 mesi di pratica (nei quali si esercitavano per un massimo di 44 minuti). Dopo 9 mesi di pratica, si ha bisogno solo di camminare a piedi nudi per 45 minuti al giorno, 6 giorni di fila per incrementare il processo. Sun-gazing è una pratica chiamata anche fenomeno HRM, coniata dopo Hira Ratan Manek, l’uomo che si sottometteva alla NASA per test scientifici, per conferma dei suoi poteri super naturali come l’abilità di non mangiare ottenuta grazie alla pratica di questa meraviglia. Fondato dalla NASA, una squadra di dottori all’Università della Pennsylvania, osservò Hita 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana per 100 giorni. La NASA confermò che era abile a sopravvivere durante le ore solari con occasionalmente solo una piccola quantità di latte o acqua.

Cosa succede al corpo durante il Sun-Gazing?

Durante i primi 3 mesi di pratica, le energie solari si muovono nei tuoi occhi e ricaricano il tratto dell’ipotalamo, dicono i sostenitori e praticanti. L’ipotalamo è il tratto che dalla retina porta al cervello. Esso poi, si attiva dal rifornimento d’energia ricevuta dal sole. Prima si ha un’esperienza di rilievo della tensione mentale e delle preoccupazioni, il quale la maggior parte delle volte sono ricevute dal cibo che mangiamo. Dal momento che il cibo che mangiamo è l’energia solare, non ci dovremmo neanche più preoccupare della digestione. Sebbene la fame cesserà, è bene continuare a mangiare regolarmente durante il periodo iniziale, fino a che l’appetito sparisce naturalmente. Un altro beneficio è l’essere più confidenti e l’abilità di risolvere problemi più facilmente, poiché si è senza tensioni emotive. Ciascuno di noi ha un minimo di psicosi, ma durante i primi mesi di pratica, è riportato che queste attitudini sono portate a sparire e un senso positivo di gratitudine rimpiazza la vecchia personalità piena di paure. Alla fine dei 3 mesi, il sun-gazing aumenterà a 15 minuti al giorno. I sostenitori dicono che le cattive qualità scompariranno gradualmente e quelle buone rimarranno, spiegando che quelle cattive si sviluppano solo in assenza di sole. Rabbia, paura, gelosia, lussuria – sono per scomparire e rimpiazzate dalla confidenza e dalla “conoscenza spirituale”. A 3-6 mesi, gli studi mostrano che le malattie fisiche iniziano a scomparire. Si dice che quando una persona arriva ai 30 minuti al giorno (dai 10 secondi iniziali), tutti i colori del sole vanno al cervello. I terapeuti del colore attribuiscono la loro guarigione di alcune malattie inondando il corpo e il cervello con il colore particolare che manca – a seconda del disturbo. Per esempio, in malattie del fegato, è il verde quello mancante. I reni hanno bisogno di rosso, e il cuore di giallo. Tutti gli organi rispondono a differenti colori dell’arcobaleno, per questo si raccomanda da sempre una dieta ricca di svariati colori. E’ raccomandato durante un periodo di 3-4 mesi di usare l’autosuggestiona per vedere il tuo corpo migliorato dalle malattie. Quest’azione faciliterà il processo. Come si continua il processo, si segnala che dopo 6 mesi, l’energia immagazzinata dalla tecnica non è più utilizzato per riparare il corpo o la mente e può muoversi ora in voi il sostegno ad acquisire abilità più super-umane.

Guardare fisso il Sole 5Cosa c’è dietro la guarigione?

Per sette mesi e mezzo di pratica, ora a 35 minuti, il bisogno e desiderio di cibo sta diminuendo. Secondo gli esperti, il cibo non è effettivamente necessario per mantenere il corpo, solo l’energia del sun eating provvede a questa energia. Entro nove mesi, tutto il gusto per il cibo, tra cui aroma, tutti i dolori della fame e voglie scompaiono. Coloro che si addentrano fino a questo punto dicono che riportano un ‘cambiamento’ evidente nel modo in cui il loro cervello si sente. Dopo 9 mesi di guardare il sole – raggiungendo un massimo di 44 minuti – è consigliabile di arrendersi al sole e reindirizzare la vostra attenzione ora alla Terra. Per 6 giorni di fila, uno è quello di camminare a piedi nudi sulla terra, 45 minuti al giorno. Durante questo camminare a piedi nudi, la ghiandola pineale si attiva. I sun-gazer e chi gli scienziati dicono che ogni dito è collegato ad una ghiandola specifica, e grazie al camminare a piedi nudi sulla Terra, si attivano queste ghiandole. L’alluce è pensato per essere allineato con la ghiandola pineale, il secondo dito con la pituitaria, poi l’ipotalamo, talamo e infine la punta mignolo correla alla amigdala. Camminando a piedi nudi, con il sole ormai cadente sulla parte superiore della testa, si crea una sorta di campo magnetico dentro e intorno al corpo che voi e il vostro cervello vi ricaricate. A quanto pare questa parte del camminare a piedi nudi è l’aspetto più importante della pratica. Continuando a camminare sulla Terra, si attiva la magia. La ghiandola pineale si attiva sempre più da questa procedura dei piedi. L’intelletto è detto ad aumentare, insieme con la memoria. La ghiandola pineale è dotato di funzionalità di navigazione e psichiche, cioè la telepatia, la possibilità di volo … che ora stiamo ottenendo da qualche parte! Avete mai pensato al desiderio di avere il vostro corpo in più di un luogo in un momento? Beh, il sun-gazing si dice che sia la chiave magica per tali abilità. Se si può camminare a piedi nudi 45 minuti ogni giorno per un anno – sei d’oro. A quel punto, solo un mantenimento di 3-4 giorni a settimana è necessario per mantenere le capacità che avete acquisito.

Guardare fisso il Sole piramidiCi sono pericoli?

Medici e professionisti dell’ottica mettono in guardia nel guardare direttamente il sole, dicendo che danneggia la retina. Tuttavia, se fatto correttamente, al momento giusto della giornata guardare il sole, gli studi dimostrano che vi è alcun rischio di danneggiare gli occhi. Coloro che sono stati sun-gazer per molti anni hanno avuto i loro occhi controllati per mostrare nessun danno, anche se si consiglia di avere gli occhi controllati nelle prime settimane di pratica, in modo da poter conoscere di persona gli effetti.

Conclusione

Ricordate, è 10 secondi il primo giorno, all’alba o al tramonto, aggiungendo 10 secondi ai giorni seguenti che ci saranno dopo. Dopo 90 giorni di osservazione cumulativa pari a 44 minuti, si cessa l’osservazione del sole e si avvia il camminare a piedi nudi 45 minuti al giorno per 6 giorni. A questo punto, possiamo immaginare, hey – se hai fatto tutto fino a questo punto, che cosa è un anno di camminare a piedi nudi un’ora al giorno per mantenere il tutto? Dovrete provare e vedere di persona. Se siete veramente interessati ad acquisire le abilità super-umane, confermate da organizzazioni come la NASA, come quelli di cui sopra, rimirare il Sole suona come un percorso abbastanza semplice per l’illuminazione.

Per saperne di più sul sun-gazing e come altri hanno fatto, visitare il sito Web Sun-Gazing

Fonte http://guardianlv.com
Via: dionidream.com  Via: TERRA REAL TIME