Quarzo rosa

Quarzo rosa

burattato quarzo rosaOggetti in quarzo rosa ritrovati in Mesopotamia risalgono al 6000 a.C, gioielli di quarzo rosa erano realizzati dagli Assiri durante l’arco temporale del 800 – 600 a.C., si ritiene che gli Assiri e Romani furono i primi a utilizzare questa pietra come oggettistica ai fini esoterici o di divinazione. I Romani lo utilizzavano anche per fare sigilli come un segno di proprietà, gli Egizi credevano che se indossato, il quarzo rosa avrebbe impedito l’invecchiamento.

Il quarzo rosa lavora a stretto contatto con il Chakra del Cuore, viene infatti denominata la Pietra del Cuore: il quarzo rosa rappresenta l’amore, la bellezza, la pace, e il perdono. E’ una pietra dolce, gentile, una pietra calmante che scalda il centro del nostro cuore. E’ in grado di bilanciare le nostre emozioni, dando così la pace interiore e l’armonia. L’energia del quarzo rosa è tra le più rilassanti e favorisce l’empatia, la riconciliazione e il perdono degli altri.

Il quarzo rosa è in grado di ridurre lo stress e la tensione nel cuore, eliminare la rabbia, la gelosia e risentimento negli altri, e allevia dai problemi cardiaci e di disagio connessi alla detenzione a tali emozioni negative in noi

Quarzo rosa descrizione :

Classe minerale: ossidi, gruppo dei quarzi.

Formula chimica: SiO2 + Na, Al, Fe, Ti + (Ca, Mg, Mn)

Il quarzo rosa è un quarzo contenente biossido di silicio che si forma nelle rocce pegmatitiche. In generale traslucido, di colore rosa pallido, presenta una lucentezza vitrea e un’ottima diffusione della luce

Quarzo rosa Proprietà : Quarto chakra Anahata (“Cuore”)

Anima: il quarzo rosa rende evidente che la fonte suprema dell’Amore va ricercata nel profondo del Sé Superiore, cioè di quella parte dell’essere umano che rimane costantemente unita alla Fonte; esorta quindi a sperimentare l’Amore Incondizionato, anzitutto verso se stessi e quindi nei confronti degli altri; rende evidente che l’UNICO modo per sperimentare il vero amore è quello di praticare il PERDONO, anzitutto nei confronti di se stessi e poi di chi ci ha fatto del male

Subconscio: mette nella giusta prospettiva il vero significato dell’amore umano: la condivisione di un sentimento che nutre reciprocamente in modo puro e facilita la maturazione dei talenti in entrambi; permette l’abbandono dello schema inconscio (sbagliato) per il quale si ricerca in un’altra persona il sostegno, la fiducia e la tenerezza che non riusciamo a trovare in noi stessi e a lui/lei si richiede di guarire le ferite che ci sono state inferte, di lenire le sofferenze e di riempire i propri vuoti interiori. Il quarzo rosa ci spinge a capire che questo lavoro di guarigione spetta a noi, non possiamo delegarlo alla persona amata così come lui/lei non può delegare la sua autoguarigione a noi.

Sfera mentale: ispira il perdono per le proprie debolezze e deficienze e così rende più semplice tollerare le insufficienze del prossimo, facilitando il perdono di chi ci ha fatto soffrire (unico modo per aprire di nuovo il cuore all’amore)

Sfera emotiva: aiuta ad amare senza paura; allevia il dolore delle ferite da mancanza d’amore, mitigando la paura, il senso di solitudine e di indegnità dei non amati; genera atteggiamenti improntati a maggior sensibilità, dolcezza e tenerezza; infonde quella pace interiore e quella gioia di vivere che solo l’amore sa apportare

Corpo: il quarzo rosa svolge funzione cardioprotettiva soprattutto per le malattie di tipo psicosomatico; rigenera i tessuti lesionati; agisce in caso di emorroidi e stitichezza; previene l’invecchiamento cutaneo.

Dei quarzi rosa e delle sodaliti di “seconda scelta” che ho recentemente acquistato, saranno di seconda scelta per i commercianti ma per me sono bellissimi.Quarzo rosaUna degna sistemazione per loro.IMG_0385

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.