TAVOLETTA MAGNETICA

TAVOLETTA MAGNETICA

TAVOLETTA MAGNETICA 001La Tavoletta Magnetica serve a correggere le imperfezioni di orientamento dei Quadranti a causa di geopatie, presenza di masse metalliche o altro. Inoltre rafforza tutti quei processi di trasferimento di qualche informazione.

Possiamo utilizzare del polistirolo o del sughero alto almeno 6 mm, in maniera di poter ospitare un magnete, e delle dimensioni un po’ più grande al foglio A4, in quanto per alcuni scopi serve portare la posizione del magnete in una zona non centrale e il Quadrante non deve cadere o deformarsi

Utilizzate dei magneti con i poli Nord e Sud posizionati sul perimetro, e noi i classici coi poli sulle due facce maggiori, quelli della Buffetti sono ideali, sono in confezioni da 10 ma costano veramente poco.

TAVOLETTA MAGNETICA 002I magneti vanno liberati dal contorno di plastica.

Create un foro, al centro della tavola, per ospitare il magnete, e utilizzando una bussola, su un piano non interferito magneticamente, ruotate il magnete sino ad ottenere che l’ago della bussola che segna il Nord sia rivolto verso l’alto, mentre l’ago Sud sia a contatto col bordo del magnete, come nella foto.

Ora bloccate il magnete con del nastro adesivo trasparente e segnate la posizione del nord sulla tavoletta con una puntina colorata.

TAVOLETTA MAGNETICA 003Ora la Tavoletta è pronta all’uso e se non vi ricordate dove è il Nord lei lo correggerà. Posizionate il Quadrante con il lato Nord in corrispondenza della puntina, o il punto del trasferimento sul magnete.

Leggere sempre le avvertenze per un corretto uso dei Quadranti.

Necessita ricordare sempre che quando operiamo con metodi vibrazionali non eseguiamo metodi terapeutici che solo chi abilitato dallo Stato può svolgere, ma interagiamo solo con la nostra parte sottile e non con quella fisica, pertanto i risultati saranno gli effetti dell’interazione che la nostra componente sottile avrà sul piano fisico, con tempi di risposta lunghi, sempre che il ricevente sia consenziente e tutto ciò non interferisca col proprio Karma. I risultati così ottenuti non possono in alcun modo sostituirsi a qualsiasi farmaco o prodotto della chimica.

Fonte: Faenzashiatsu di Giandomenico Marchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.