La mente e l’inconscio

La mente e l’inconscio (del Maestro Hilarion)

Tratto da “Sulla Soglia”: La mente e l’inconscio

La mente e l’inconscio psicheDesideriamo ora parlare della natura della mente. E’ opinione generale tra gli esseri umani che la mente sia formata da una parte conscia e da una parte più ampia, chiamata inconscio o subconscio. In linea di massima questa divisione corrisponde alla realtà, ma non in modo completo come si potrebbe sperare. Cercheremo di formulare un quadro corretto delle varie parti della mente umana, nella speranza che si possano meglio comprendere alcune modalità di comportamento e di pensiero della famiglia umana.

La mente conscia può essere paragonata alla punta di un iceberg, la parte che emerge al di sopra del livello dell’acqua. L’inconscio è come la parte sommersa, che il più delle volte è più grande della parte conscia o emergente. L’acqua, in questo paragone, rappresenta il mare del pensiero universale, o quello che qualche famoso autore ha chiamato l’inconscio collettivo. Questo è come un mare di “sostanza mentale” con cui tutte le menti individuali della razza umana possono entrare in contatto. In realtà questo mare della mente è il mare dello Spirito. Ciò che la maggior parte delle persone non comprende è che la mente, la capacità di ragionare e di pensare, è la cosa più vicina allo Spirito Puro che l’essere fisico possegga. Questo mare di materiale spirituale, che tutto pervade, si estende di gran lunga al di là del limite del tuo spazio tridimensionale e non è confinato a esso. In verità i poteri mentali sono tra le qualità più elevate che tu possegga in termini spirituali, e ti accompagneranno lungo tutto il viaggio che ti attende verso i regni superiori, fino a quando non avrai più bisogno di rinascere sul piano fisico o terreno (alla fine anche la mente sarà trascesa, ma questo libro non può fornirti insegnamenti su una meta così lontana).

La mente e l’inconscio conscio inconscioRitorniamo al paragone con l’iceberg. La cima che si erge sull’acqua è solidamente connessa con l’altra parte più profonda. Allo stesso modo, la tua mente conscia è connessa con una grande parte della tua capacità mentale di cui normalmente non sei consapevole. Questa parte più ampia o subconscia, sotto molti aspetti è simile a un computer che può immagazzinare informazioni e risolvere problemi semplici. Ha anche la capacità di ripetere infinite volte ciò che le perviene dalla mente conscia. Per quanto riguarda la parte subconscia della tua mente è importante ricordare che essa segue e non guida, segue sempre suggerimenti della mente conscia. In molte persone, però, agisce anche il processo inverso, che permette alla capacità ripetitiva del subconscio di influenzare enormemente i pensieri della mente conscia, il che produce gravi danni, e persino malattie fisiche.

Analizziamo ora ulteriormente questo concetto. Ti ricordi quando eri piccola, come ti divertivi a imparare le poesiole che tua madre ti leggeva e a ripeterle continuamente? Forse riesci anche a ricordare l’eccitazione della scoperta della rima. Molti adulti sono ormai così lontani dalla loro infanzia da aver dimenticato la meravigliosa scoperta della similarità di suono fra diverse parole; ma per un bambino a cui accade per la prima volta, questa scoperta è molto eccitante. La ragione della gioia di quel momento è che esso segna il primo reale risveglio nel bambino del subconscio assopito. Fino a quella scoperta, il subconscio ha poco da immettere nella mente conscia e raccoglie semplicemente dati e ricordi. Ma la scoperta della rima conduce il subconscio nel proprio elemento. Infatti il suo compito principale è quello di aiutare a ricordare, e ricordare qualcosa in rima è sempre più facile.

Ora, un altro fattore importante nelle funzioni del subconscio è l’idea della ripetizione. Anche senza l’aiuto di una rima, il subconscio riesce a ricordare meglio le cose se sono ripetute. Ecco perché quando si insegna ai bambini si dà tanta importanza all’uso della ripetizione. Ovviamente, un bambino ricorda meglio qualcosa quando la ripete un sufficiente numero di volte.

Si tratta di un concetto estremamente importante, perché quello che è un vantaggio nell’apprendimento scolastico, diventa decisamente uno svantaggio nei casi di traumi emotivi; per esempio, quando a un bambino vengono continuamente ripetute delle cose che lo inducono a pensare male di se stesso.

Il danno è quasi sempre causato dai genitori. Molti genitori ritengono che l’unico modo per far diventare “buono” un bambino, sia quello di dirgli che è “cattivo”, o almeno di sottolineare tutte le volte in cui sono scontenti di lui, senza mai dare rilievo alle volte in cui si comporta bene. Se i genitori non dicono mail al bambino che sono soddisfatti di lui e mettono in evidenza soltanto le volte in cui è “cattivo”, gli trasmettono, a livello subconscio, il messaggio di essere soltanto cattivo.

Il danno è più grave quando l’esperienza della critica negativa si ripete spesso. Se i messaggi dannosi vengono frequentemente inviati al bambino, allora essi diventano un modello ripetitivo nel suo subconscio. Nello stesso identico modo in cui il bambino impara le tabelline, impara anche ad accettare in maniera subconscia ciò che i genitori gli dicono, sia con le parole che con i fatti. Anche questa idea dell’azione che fa da maestra è estremamente importante. Se, ad esempio, un bambino non si sente amato a causa del modo di comportarsi dei suoi genitori, il dolore e la solitudine diventano un modello ripetitivo nel suo subconscio, che tenderà a ripetersi all’infinito, come un disco incantato.

Puoi anche ritenere di non udire con la mente conscia ciò che la mente subconscia ripete a se stessa, ma questa non è la verità. La parte conscia sente sempre, anche se spesso si rifiuta di prestare attenzione. Ma, nei momenti in cui abbassi la guardia, come quando sogni a occhi aperti o stai per addormentarti, la mente conscia riceve con molta chiarezza i messaggi subconsci. Ti sei mai chiesta da dove vengano quei frammenti di canzoni che ti tornano alla mente e di cui non riesci a liberarti? E’ semplicemente il tuo subconscio che canticchia fra se e sé.

La mente e l’inconscio 001Ora, il danno provocato da queste idee nocive inculcate nel subconscio può essere riparato, se soltanto si sa in che modo farlo. L’approccio più facile è costituito, per prima cosa, dal riconoscere con precisione la natura del pensiero negativo che il tuo inconscio ripete a se stesso, e quindi dare inizio a un programma dei affermazioni positive con le quali inculcare in te stessa il pensiero contrario. In questo modo puoi persuadere il tuo subconscio a ripetere cose positive e benefiche piuttosto che cose nocive e scoraggianti. Il metodo più efficace per realizzare questo obbiettivo è quello di utilizzare la rima. Una volta scoperta la natura del pensiero che desideri cambiare, puoi ideare due versi in rima che esprimano la cosa che vuoi far registrare al tuo inconscio.

Per esempio, supponi che da piccola ti abbiano inculcato la convinzione che non saresti mai diventata bella, che i tuoi difetti erano tali da condannarti a essere brutta e insignificante per tutta la vita. Ora, in primo luogo, questa opinione è ridicola perché tu sei una delle anime più adorabili che esistano sulla Terra, ed è l’anima a determinare se gli altri ti trovano bella o meno, anche sotto l’aspetto fisico. Ma il fatto di sentirti dire che sei bella non produrrà alcun effetto benefico fino a quando tu stessa non te ne sarai convinta. Quindi, per tua tranquillità e felicità, è importante che tu rieduchi il tuo inconscio in modo che possa suggerirti cose positive sul tuo aspetto fisico e non cose che insinuino che non sei carina. Formula semplicemente una rima che ti dica in termini chiari che sei bella, affascinante, e che già sei come vorresti essere. Ripeti questa rima venti volte prima di andare a letto la sera e venti volte quando ti svegli al mattino. Dopo una settimana il tuo subconscio inizierà a ripetere a pappagallo lo stesso pensiero alla tua mente conscia e, da quel momento, non sarà più necessario continuare a ripetere l’affermazione consapevolmente. Se questo procedimento potesse essere adottato da tutta l’umanità, allora si potrebbe evitare gran parte della tensione, del dolore, del dubbio e della vergogna, che affliggono la Terra.

Per continuare lungo la stessa linea di pensiero: nel quarto capitolo abbiamo spiegato come il corpo eterico risponda alle immagini generate dal processo di visualizzazione. Anche il subconscio gioca la sua parte in questo procedimento poiché, se la mente conscia proietta ripetutamente un pensiero o un’immagine, il subconscio alla fine lo registrerà e lo ripeterà ad infinitum. Ora, se, per esempio, l’immagine è quella della vecchiaia e se viene ripetuta abbastanza frequentemente, il subconscio la registrerà e il risultato sarà che il corpo eterico diventerà e rimarrà permanentemente vecchio. Quando questo avviene, è solo questione di tempo prima che anche il corpo fisico si conformi alla matrice eterica.

Questa è di fatto la causa dell’invecchiamento e del decadimento del corpo fisico per una buona metà degli esseri umani che vivono sulla Terra. Il processo di invecchiamento per l’altra metà è dovuto a cause più complesse e implica problemi legati alla dieta e all’esistenza di stati emotivi dannosi in modo persistente. Abbiamo già spiegato come le emozioni di tipo negativo generino forme-pensiero nocive e come queste energie eteriche danneggino il corpo fisico. Non abbiamo ancora spiegato in che modo anche alcuni tipi di cibo causino l’invecchiamento e la morte prematura del corpo umano. Tratteremo questo argomento nel prossimo capitolo.

Maestro Hilarion

“SULLA SOGLIA” (Titolo originale: Threshold)

Il significato della Nuova Era, dell’amore, del karma, degli extra-terrestri, della morte, della rinascita e dell’Apocalisse.

Maurice B. Cooke – Toronto, Canada

Edizioni Crisalide Prima edizione: gennaio 1992 Traduzione: Luciana Polidoro

Questo che tenete fra le mani è certamente un libro fuori dal comune. Esso è stato scritto da un essere spirituale, chiamato Hilarion e, anche se si presenta sotto forma di lettera a una ragazza di tredici anni, è rivolto ai lettori di tutte le età. Il testo è stato ricevuto da M.B. Cooke attraverso un processo telepatico da lui stesso sviluppato.

In queste pagine avrete modo di scoprire come gli eventi della Terra vengono visti e compresi da entità spirituali altamente evolute. Potrete leggere quali suggerimenti queste entità hanno da dare a una ragazza di tredici anni, che si sta affacciando alla vita e sta per aprirsi alla femminilità e all’amore. Vengono trattati temi fondamentali, quali la vita e la morte, le malattie, il potere della mente, l’alimentazione e la salute, e tanti altri ancora.

L’editore ritiene che questo piccolo libro possa aiutare a gettare luce su molte questioni che oggi assillano l’umanità, e che le spiegazioni date si dimostreranno non solo semplici e persuasive, ma anche in armonia con le verità morali e spirituali che le grandi guide dell’umanità hanno sempre insegnato”.

Link: LiberaMenteServo – SULLA SOGLIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.