Ematite

Ematite

Il nome ematite significa “pietra del sangue”: infatti in greco Haima significa “sangue”. Era già impiegata a fini terapeutici dell’antico Egitto e presso i Babilonesi per stimolare la produzione del sangue e accelerarne la coagulazione, e così anche nel Medioevo.

ematite 11I cristalli assumono a volte l’aspetto di un fiore metallico, tanto da avere il nome popolare di “rosa di ferro”. La leggenda narra che l’ematite si chiama così perché si collocava sui feriti di guerra per togliere loro il dolore ed era perciò costantemente macchiata di sangue.

Ematite 1Chakra corrispondente: 1° CHAKRA (Muladhara)

Corpo:E’ un potente purificatore ed aiuta a disintossicare il corpo. Stimola la ricostituzione del sangue (in particolare la produzione di globuli rossi e, di conseguenza, aumenta l’apporto di ossigeno ai tessuti) e delle cellule, attiva il cuore e la circolazione sanguina.

L’ematite favorisce l’assimilazione del ferro e l’emopoiesi (processo di produzione dei globuli rossi) combattendo così l’anemia anche postoperatoria o da trauma; stimola la circolazione del sangue, aiuta la coagulazione e la cicatrizzazione delle ferite; permette un rapido recupero post-chirurgico e, in genere, una rapida convalescenza.

Applicata con un cerotto alla base della colonna vertebrale dà sollievo in caso di emorroidi, inoltre facilità il sonno profondo ed aiuta a addormentarsi più facilmente.

Anima: l’ematite collega la luce dello Spirito alle frequenze dense della terra cioè collega lo Spirito al corpo; è un potente schermo da influenze esterne indesiderate; la varietà arcobaleno aiuta a radicare la luce alla Terra con gioia e con serenità, trasmettendo il piacere di essere vivi.

Subconscio:aumenta i livelli di resistenza interiore nei casi di lavoro intenso, sia fisico, mentale o energetico.

Sfera mentale: rende concreti e pratici, aiutando a perseguire i propri scopi anche dinanzi ad ostacoli.

Sfera emotiva: fa sentire sicuri e protetti, con tanta vitalità per affrontare qualsiasi sfida.

L’ematite può essere scaricata sotto l’acqua corrente oppure tenendola per un’ora sotto sale grosso, ama il reiki.
Si consiglia di portare l’ematite a stretto contatto con la pelle ma per periodi non troppo lunghi, altrimenti potrebbe avere effetti
sulpiano spirituale come irritabilità ed egoismo, oltre a scaricare a livello energetico a causa del maggior livello di concentrazione mentale.

Per quanto riguarda la terapia a livello fisico, per i migliori risultati si può applicare una sfera di ematite sul corpo sulle zone doloranti, ma il suo uso è sconsigliato in caso di infiammazioni, poiché potrebbe acuirle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.