SESSIONI DA 102 A 106

SESSIONI DA 102 A 106

SESSIONI DA 102 A 106SESSIONE 102

22 marzo 1983

102.0 Ra: io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo adesso.

102.1 Interrogante: Potrebbe prima fornirmi le condizioni dello strumento?

Ra: Io sono Ra. Il deficit energetico fisico di questa entità è il più sostanziale attraverso cui siamo arrivati. Le distorsioni mentali e mentali/emotive sono vicine all’equilibrio e l’energia vitale dello strumento, nel suo insieme, è distorta verso la salute o forza/debolezza a causa della volontà dello strumento.

102.2 Interrogante: Ra può dirci per favore cosa ha causato il dolore e i crampi allo stomaco dello strumento e cosa si potrebbe fare per curarlo?

Ra: Per osservare la causa delle distorsioni fisiche verso la malattia bisogna guardare al centro energetico che è bloccato. In questa situazione, il blocco è nel raggio giallo, l’esperienza ha avuto i caratteri di quella regione del corpo chimico. La cosiddetta lacuna nella “eterea”(windwritten) armatura di luce e amore fu chiusa e non solo riparata ma molto migliorata. Tuttavia, le distorsioni energizzate durante questa momentanea interruzione (lasso; Lapse) dal flusso di energia libera sono gravi e continueranno per, in tutti i vortici di possibilità/probabilità, certa parte del vostro spazio/tempo, poiché una predisposizione alla spasticità nel colon trasverso è stata energizzata. C’è anche una debolezza preesistente nella funzione pancreatica, in particolare quella legata all’ipotalamo. C’è anche il danno preesistente a parti del fegato. Queste carenze o distorsioni si manifestano in quella parte del sistema che procede direttamente dal Digiuno (jejunum; una parte dell’intestino). Inoltre, c’è una certa irritazione più vicino al duodeno che fa sì che lo strumento non riesca ad assimilare gli alimenti. Questa è un’irritazione di origine allopatica.

La dieta è di centrale importanza. Non possiamo andare oltre nell’esaminare il sistema dell’entità come una discussione completa di quelle distorsioni verso varie debolezze/forze che contribuiscono alla difficoltà attuale, iniziando con le labbra e finendo con l’ano. Possiamo notare che lo strumento è rimasto centrato sul Creatore con una percentuale superiore a novanta. Questa è la chiave. Continuare in ringraziamento e gratitudine per tutte le cose.

Ci sono farmaci anti-spasmodici più potenti che colui non conosciuto da questo strumento, ma noto come Arthur, può offrire come aiuto. La raccomandazione di fare questo, essendo ciò che non mantiene o toglie la vita e rimuove ulteriormente dallo strumento le sue opportunità per l’analisi in questa situazione, necessariamente deve essere rifiutata. Non siamo nella posizione di raccomandare un trattamento in questo spazio/tempo al di là del controllo dei tipi di alimenti ingeriti.

102.3 Interrogante: Non sono del tutto sicuro di aver compreso ogni cosa hai detto. Puoi fornirmi il cognome di questo Arthur e dove si trova?

Ra: Io sono Ra. Possiamo.

102.4 Interrogante: Lo faresti per favore?

Ra: Io sono Ra. L’entità, vibrazione sonora Arthur, ha un cognome Schoen ed è della tua località.

102.5 Interrogante: Quali alimenti lo strumento dovrebbe eliminare dalla sua dieta per alleviare questi dolorosi attacchi?

Ra: Io sono Ra. Le informazioni ottenute da colui noto come Bob sono quelle che devono essere raccomandate. Inoltre, tutti i prodotti alimentari devono essere cotti in modo che quelle cose che vengono ingerite siano morbide e facilmente macerabili. C’è una dipendenza complessa, dovuta alle abitudini alimentari di lunga data, ai vostri zuccheri. È da raccomandare, pertanto, che questo zucchero sia fornito nella sua forma più concentrata nel vostro momento del tardo pomeriggio, come lo definite, con l’ingestione della libagione zuccherata circa una o due ore dopo il pasto serale. Si suggerisce inoltre che, poiché questo strumento ha utilizzato zuccheri per i carboidrati, che una piccola quantità di carboidrati, a basso contenuto di zucchero, venga ingerita approssimativamente una o due ore prima del periodo di sonno.

102.6 Intervistatore: A quanto ho capito da ciò che ai detto, lo strumento non deve prendere zucchero prima del tardo pomeriggio. È corretto?

Ra: Io sono Ra. No.

102.7 Interrogante: Non ho capito appieno cosa intendevi riguardo a quando avrebbe dovuto prendere lo zucchero. Puoi chiarirlo, per favore?

Ra: Io sono Ra. Lo zucchero concentrato; cioè il dessert, il gelato, il biscotto, dovrebbero essere ingeriti in quel momento. Piccole quantità di fruttosio, acero o miele grezzo possono essere ingerite periodicamente perché, come abbiamo detto, la chimica di questo corpo a raggi gialli è tale che lo zucchero viene utilizzato dagli enzimi del sangue come sarebbero (utilizzati) i carboidrati in un veicolo fisico a raggi gialli meno distorto.

102.8 Interrogante: Mi dispiace di essere così lento a cogliere esattamente ciò a cui stiamo arrivando, ma voglio essere sicuro di farlo bene, quindi probabilmente farò qualche altra domanda stupida. Lo spasmo che ha causato il dolore estremo è stato uno spasmo dell’ileo?

Ra: Io sono Ra. Parzialmente. Anche il colon trasverso presentava spasmi, così come i condotti al fegato nella sua parte inferiore. C’erano anche spasmi muscolari dalle coperture bronchiali giù per il bacino e dalle scapole ai fianchi. Questi spasmi simpatici sono un sintomo dell’esaurimento del veicolo fisico dell’entità.

102.9 Intervistatore: Allora questi spasmi, ovviamente, erano originariamente– l’apertura (opening) è stata creata dal blocco dei raggi gialli ma questi spasmi sono poi scatenati, suppongo, dagli alimenti che hanno a che fare con l’ingestione di zucchero, a quanto ho capito. Ho ragione?

Ra: Io sono Ra. Hai parzialmente ragione.

102.10 Interrogante: Allora cos’altro causa lo spasmo?

Ra: Io sono Ra. Parliamo di due tipi di cause. La causa prima o più prossima era un pasto con troppo olio e un carico troppo grande di materiale vegetale poco cotto. Anche lo zucchero del dessert e i pochi sorsi della vostra miscela di caffè non sono stati utili. La seconda causa – e questo deve essere detto chiaramente – è l’energizzazione di qualsiasi condizione preesistente per impedire a questo gruppo di funzionare, grazie alla rimozione dello strumento dai ranghi di coloro in grado di lavorare con quelli di Ra.

102.11 Intervistatore: Ora, c’è — le due aree in cui quindi lo strumento può cercare per curare questo problema … Capisco che il problema del blocco dei raggi gialli sia completamente risolto, devo dire. Se questo non è corretto, potresti dare suggerimenti in merito, per favore?

Ra: Io sono Ra. Ogni entità deve, al fine di sbloccare completamente il raggio giallo, amare tutto ciò che è in relazione con esso, con l’unica speranza della gioia, della pace e del conforto degli altri-sé.

102.12 Intervistatore: La seconda cosa che lo strumento deve fare per effettuare questa cura è stare attenta alla dieta che include tutto ciò che Ra ha appena affermato e ciò che Bob raccomanda dalle sue letture. Sembra che ci siano così tante cose diverse che potrebbero causare questo spasmo. Mi stavo solo chiedendo se esiste un approccio generale agli alimenti. Ra potrebbe raccomandare, ad esempio, quegli alimenti che lo strumento potrebbe mangiare che non avrebbero alcuna possibilità di creare il problema che ha causato lo spasmo. Ra potrebbe farlo, per favore?

Ra: Io sono Ra. No

102.13 Interrogante: È a causa della prima distorsione?

Ra: Io sono Ra. No.

102.14 Interrogante: Perché Ra non può farlo?

Ra: Io sono Ra. Non ci sono alimenti che questo strumento possa assumere con la totale fiducia che non si verificheranno spasmi. Le parti spastiche del veicolo si sono sensibilizzate attraverso grandi distorsioni verso ciò che chiamate dolore.

102.15 Interrogante: Esiste un gruppo di alimenti che molto probabilmente non causerà la condizione di spasticità o qualsiasi cibo che Ra potrebbe menzionare che è altamente probabile che non causi spasmo?

Ra: Io sono Ra. Sì.

102.16 Interrogante: Ra per favore menzionerebbe quali alimenti sono altamente probabili nel non provocare spasticità nel sistema digerente dello strumento?

Ra: Io sono Ra. I liquidi non contenenti carbonatazione, la verdura ben cotta che è più leggera e morbida, i cereali ben cotti, la carne non grassa come il pesce. Si può notare che alcuni alimenti consigliati si sovrappongono ad allergie e sensibilità dovute alle distorsioni dell’artrite reumatoide giovanile. Inoltre, sebbene lo zucchero presente nei vostri dessert zuccherati rappresenti un potenziale, possiamo suggerire che sia incluso in questo periodo per i motivi sopra menzionati.

102.17 Interrogante: Ra, per favore, potrebbe stimare la lunghezza del tempo in nostri periodi di tempo per la probabilità di questo problema, se seguiamo queste misure curative, per la probabilità che questo problema continui in un’estrema gravità?

Ra: Io sono Ra. Una delle rivoluzioni della vostra luna ha un buon vortice di possibilità/probabilità di vedere o il peggioramento della condizione spastica in modo che sia indicato un intervento chirurgico o il miglioramento della situazione in modo che la dieta continui a essere osservata ma gli spasmi siano rimossi. La zona in cui il lavoro permane è all’interno dell’infezione all’interno del duodeno, dello stomaco, del digiuno, dell’ileo, del colon trasverso e di parti del fegato. Ciò sarà un po ‘difficile da eliminare e costituisce forse il lavoro più efficiente fino ad oggi. Potremmo suggerire, ancora una volta, che colui noto come Bob potrebbe essere di aiuto. Quello noto come Stuart potrebbe, se lo desidera, scoprire l’infezione che è solo marginalmente rilevabile ma può preferire di non farlo. In questo caso sarebbe bene richiedere un aiuto fisico ad uno specialista allopatico come quello che è stato menzionato.

102.18 Interrogante: Intendi da quel Arthur Schoen?

Ra: Io sono Ra. È corretto.

102.19 Interrogante: Hai menzionato la possibilità di un intervento chirurgico. Quale sarebbe l’intervento da fare, nello specifico?

Ra: Io sono Ra. Il corpo non può sopportare a lungo l’estrema acidità che è l’ambiente di tali spasmi e svilupperà i fori o le ulcerazioni che poi compaiono nelle analisi allopatiche e suggeriscono al chirurgo ciò che deve essere asportato.

102.20 Interrogante: In altre parole, la rimozione delle ulcere. Sarebbe un’ulcera duodenica? Sarebbe questo il tipo di operazione che eseguiresti per un’ulcera duodenica?

Ra: Io sono Ra. Se si verifica l’ulcerazione, deve essere oltre il digiuno e molto probabilmente includere l’ileo e le porzioni superiori del colon trasverso.

Possiamo chiedere un’altra domanda di lunghezza normale poiché questa entità, sebbene colma con sufficiente energia trasferita, ha la struttura più fragile attraverso la quale possiamo canalizzare questa e le nostre energie.

102.21 Intervistatore: Ovviamente ci piacerebbe molto non arrivare al punto dell’intervento chirurgico, e l’unica altra alternativa che mi viene in mente oltre alla dieta e al lavoro mentale personale dello strumento è la guarigione attraverso un guaritore, e vorrei che la raccomandazione di Ra riguardo ad un guaritore di tipo non allopatico e qualsiasi raccomandazione che Ra potrebbe dare a me o a Jim di agire in quella funzione o a chiunque altro Ra potrebbe raccomandare, in modo che non dovremmo passare attraverso questa operazione chirurgica se sembra divenire necessario, e se potessimo iniziare a lavorare su uno di questi altri approcci al più presto, penso che potrebbe essere altamente raccomandato. Ra commenterebbe questo, per favore?

Ra: Io sono Ra. Salutiamo l’apertura del circuito della compassione nell’interrogante, ma notiamo che ciò che viene sperimentato da questo gruppo viene sperimentato all’interno di un’atmosfera di guarigione. Le “mani guaritrici” di ciascuno hanno un uso limitato quando la distorsione ha così tanti livelli e miscele metafisiche. Pertanto, non guardare alla guarigione, ma alla gioia del gruppo, poiché ognuno è forte e ha i piedi saldi sulla via. La luna stende le sue ombre. Cosa vedrai? Congiungi le mani e cammina verso il sole. In questa vicenda questa è la più grande guarigione. Per il veicolo fisico possiamo suggerire molto meno di quanto voi avreste sperato.

102.22 Interrogante: Chiederò solo se c’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più confortevole o migliorare il contatto?

Ra: Io sono Ra. Tutto bene. Trovate l’amore e il ringraziamento insieme e ognuno sosterrà ciascuno. Gli allineamenti sono coscienziosi.

Siamo conosciuti a voi come Ra. Vi lasciamo nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Andate avanti, quindi, allegri e contenti nella Sua potenza e pace. Adonai.

SESSIONE 103

10 giugno 1983

103.0 Ra: io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo adesso.

103.1 Interrogante: Potresti prima indicarmi le condizioni dello strumento?

Ra: Io sono Ra. Le distorsioni fisiche dello strumento rimangono gravi. Inoltre, le energie vitali di questo complesso mente/corpo/spirito sono molto diminuite, sebbene accettabili per le esigenze di questo lavoro. Questa è da notare come la più bassa o più distorta rilevazione vitale di questa importantissima energia. Le distorsioni mentali e mentali/emotive sono quelle come l’ultima volta.

Troviamo che la volontà dello strumento, essendo stata usata poco saggiamente, abbia incoraggiato le distorsioni dell’energia vitale. È bene che lo strumento rifletta su questo.

103.2 Intervistatore: Qual è la situazione riguardo – e la condizione riguardo – ai problemi fisici con le parti digestive del corpo, che lo strumento aveva in precedenza?

Ra: Il raggio giallo – Dobbiamo correggere noi stessi. Sono Ra. Si prega di espellere il respiro da una parte all’altra sull’area del torace di questo strumento.

[Questo è stato fatto come indicato.]

103.3 Ra: io sono Ra. Il canale è ora soddisfacente. Troviamo che il corpo chimico a raggi gialli dello strumento sia sfinito, ma che stia tentando il miglioramento con azioni come l’esercizio e la dieta. Possiamo dichiarare che l’infezione non ha lasciato completamente il complesso del corpo, anche se è molto meno virulenta.

103.4 Interrogante: Lo strumento pone la domanda: perché ha perso la sua gioia nel recente passato? Ra commenterebbe, per favore?

Ra: Io sono Ra. Lo strumento prese una decisione di libero arbitrio di non affrontare il catalizzatore fisico che causava grande dolore nella forma del composto chimico allopatico prescritto che lo strumento era sicuro sarebbe stato efficace a causa della sua dipendenza dai suggerimenti di Ra. Così il catalizzatore è stato fornito in una forma più completa. Il servizio esteriore agli altri divenne quasi impossibile, facendo sì che l’entità sperimentasse ancora una volta la scelta del martire; cioè, porre valore in un’azione fatale e morire o porre valore sulla consapevolezza della creazione e dell’Uno Creatore e, per questo, vivere. Lo strumento, attraverso la volontà, ha scelto questa seconda via. Tuttavia, la mente e le distorsioni mentali/emotive non hanno fornito il supporto a questa decisione necessaria a mantenere uno stato di unità che questa entità di norma sperimenta e sperimentò sin dagli inizi della sua incarnazione.

Poiché questo catalizzatore è stato accettato, il lavoro iniziato per rimuovere le distorsioni che bloccano il raggio indaco potrebbe essere continuato a ritmo sostenuto.

103.5 Interrogante: Ra potrebbe raccomandare un lavoro appropriato per rimuovere il blocco dei raggi indaco?

Ra: Io sono Ra. Non possiamo raccomandare per la situazione generale perché in ciascun caso il vortice distorsivo è unico. In questo particolare nesso, il lavoro più appropriato è nei poteri mentali e mentali/emotivi, di analisi e osservazione. Quando il complesso più forte e meno distorto è posto a sostegno, allora le parti meno forti del complesso devono essere rafforzate. Questa entità ha lavorato a lungo con questo catalizzatore. Tuttavia, questa è la prima occasione in cui i farmaci per attenuare il dolore che acuisce il catalizzatore sono stati rifiutati.

103.6 Interrogante: Qual è la situazione attuale riguardo al nostro compagno di quinta densità, orientato al servizio al sé?

Ra: Io sono Ra. Questa entità è rimasta a riposo per un certo periodo del vostro spazio/tempo. Tuttavia, è stato allertato dai lavori in atto e presto sarà di nuovo il vostro compagno.

103.7 Interrogante: Ra può raccomandare qualcosa che lo strumento può fare, o che possiamo fare noi, per migliorare una qualsiasi delle energie dello strumento?

Ra: Io sono Ra. Questo è materiale precedentemente trattato. Abbiamo delineato il percorso che lo strumento può adottare nel pensiero.

103.8 Interrogante: Non intendevo riprendere materiale trattato in precedenza. Intendevo aggiungere tutto questo per concentrarci in modo specifico in questo momento su, la miglior cosa possibile che noi o lo strumento potremmo fare per migliorare queste energie, l’Azione Saliente.

Ra: Io sono Ra. Prima di rispondere chiediamo la vostra vigilanza durante gli accèssi di dolore poiché il canale è accettabile ma viene periodicamente distorto dalle gravi distorsioni fisiche del corpo chimico a raggi gialli dello strumento.

Quegli elementi salienti per il gruppo di sostegno sono la lode e il ringraziamento in armonia. Questi sono stati raggiunti dal gruppo con un tale grado di accettabilità che non ci preoccupiamo dell’armonia del gruppo.

Quanto allo strumento, il viaggio dal valore in azione al valore in Esse è arduo. L’entità si è negata per essere libera da ciò che chiama dipendenza. Questa sorta di martirio, e qui parliamo del piccolo ma simbolicamente grande sacrificio dell’abbigliamento, fa sì che l’entità inquadra un’ipseità (selfhood) nella povertà che alimenta un senso di indegnità a meno che la povertà non sia vista come vera ricchezza. In altre parole, le buone opere per i motivi sbagliati causano confusione e distorsione. Incoraggiamo lo strumento a valutare se stessa e a vedere che le sue vere esigenze sono valutate dal sé. Suggeriamo la contemplazione della vera ricchezza dell’essere.

103.9 Intervistatore: C’è qualcos’altro che noi o lo strumento possiamo fare che specificamente lavori sull’energia vitale dello strumento per aumentarla ?

Ra: Io sono Ra. Abbiamo oltrepassato il punto di arresto del libero arbitrio.

103.10 Interrogante: In questo caso ho alcune domande sulla Carta Sette per concludere la nostra prima disamina degli archetipi della mente. C’è una T con due angoli retti al di sopra, sul petto dell’entità nella carta sette. Abbiamo intuito che la T in basso ha a che fare con la possibilità di scegliere uno dei due sentieri nella trasformazione e i due angoli sopra ad essa che rappresentano la grande via del sentiero della mano sinistra o della destra in una trasformazione mentale che crea il cambio dallo spazio/tempo nel tempo/spazio, si potrebbe dire. Questo è difficile da esprimere. C’è qualcosa di corretto [risatina] in questa ipotesi?

Ra: Io sono Ra. Sì.

103.11 Interrogante: Ra commenterebbe questo?

Ra: Io sono Ra. L’uso del Tau e della squadra dell’architetto vuole infatti suggerire la vicinanza dello spazio/tempo dell’ambiente della Grande Via al tempo/spazio. Troviamo questa osservazione molto percettiva.

L’intera atmosfera (mood), diciamo, della Grande Via dipende infatti dalla sua notevole differenza dal Significatore. Il Significatore è il sé significante, in larga misura ma non completamente influenzato dall’abbassamento del velo.

La Grande Via della Mente, del Corpo o dello Spirito disegna l’ambiente che è stata la nuova architettura causata dal processo di velatura e, quindi, immersa nella grande, illimitata corrente del tempo/spazio.

103.12 Interrogante: Immagino che le ruote su questo carro indichino la capacità della mente di essere in grado ora di muoversi nel tempo/spazio. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Non possiamo dire che l’osservazione sia del tutto non corretta, perché c’è tanto lavoro nel tempo/spazio quanto l’individuo che evoca questo complesso di concetti abbia assimilato.

Tuttavia, sarebbe più appropriato richiamare l’attenzione sul fatto che, sebbene il carro sia a ruote, non è imbrigliato a ciò che lo trae da un’imbracatura fisica o visibile. Che cosa dunque, o Studente, collega e imbriglia il potere di movimento del carro al carro?

103.13 Interrogante: Dovrò pensare a questo. A meno che … Ritornerò su questo.

Stavamo pensando di sostituire la spada nella mano destra con la sfera magica e con uno scettro che punta verso il basso nella mano sinistra, simile alla Carta Cinque, il Significatore, come più appropriato per questa carta. Ra commenterebbe questo, per favore?

Ra: Io sono Ra. Questo è abbastanza accettabile, soprattutto se la sfera può essere rappresentata come sferica e fulgente.

103.14 Interrogante: La gamba sinistra piegata delle due sfingi indica [s] una trasformazione che si verifica a sinistra (ma) che non a destra, forse, in quella posizione, un’incapacità a muoversi. Questo ha qualche merito?

Ra: Io sono Ra. L’osservazione ha merito in quanto può servire da inverso della connotazione intesa. La posizione ha lo scopo di mostrare due elementi, uno dei quali è la duplice possibilità dei personaggi colmi di tempo qui disegnati.

Il riposo è possibile nel tempo, così come il progresso. Se un riposizionamento è tentato, la gamba eretta e in movimento sarà notevolmente ostacolata dalla gamba piegata. L’altro significato ha a che fare con lo stesso angolo retto, con la sua ortogonalità architettonica, come il dispositivo sul petto dell’attore.

Il tempo/spazio è a portata di mano (è vicino; is close) in questo complesso di concetti, ravvicinato (portato vicino; brought close) grazie al processo di velatura e alla sua efficacia nel produrre attori che desiderano utilizzare le risorse della mente per evolversi.

103.15 Interrogante: Presumo che la gonna sia inclinata a sinistra per la stessa ragione per cui lo è nella Carta Numero Quattro, indicando la distanza che le entità polarizzate al servizio-al-Sé tengono dagli altri, e presumo anche che il viso sia girato a sinistra per lo stesso motivo per cui lo è nella Carta Numero Cinque, a causa della natura del catalizzatore. È approssimativamente corretto?

Ra: Io sono Ra. Si prega di espellere il fiato sul petto dello strumento da destra a sinistra.

[Questo è stato fatto come indicato.]

Sono Ra. Va bene.

La tua precedente supposizione è effettivamente approssimativamente corretta. Potremmo anche notare che noi, nel formare le immagini originali per i vostri popoli, stavamo usando i luoghi comuni culturali dell’espressione artistica di quelli in Egitto. Il viso era disegnato di lato il più delle volte, così come i piedi girati. Abbiamo fatto uso di ciò e, quindi, desideriamo attenuare il significato della rappresentazione laterale. In nessun caso fino ad ora in queste deliberazioni, tuttavia, sono state tratte interpretazioni errate o inadeguate.

103.16 Interrogante: Il nostro tempo appropriato per lavorare in questo momento, credo, è prossimo alla fine, e vorrei chiedere, questo, le due volte in cui abbiamo dovuto espellere il respiro – qual è il problema, o cos’è – Perché in questa sessione abbiamo dovuto fare questo, quando non l’abbiamo fatto nella maggior parte delle altre?

Ra: Io sono Ra. Questo strumento non è a conoscenza del metodo utilizzato per contattare Ra. Tuttavia, il suo desiderio era particolarmente forte, al principio di questo lavoro, che questo lavoro si realizzasse. Così inavvertitamente è stato in qualche modo prematuro nel suo abbandono del corpo fisico del raggio giallo.

In questa condizione l’oggetto che chiamate microfono a spillo è stato fatto cadere sullo strumento. Il contatto inaspettato ha causato lesioni ai muscoli del torace e si consiglia di prestare una certa cura dipendente da questo lavoro, per evitare lo stress in modo che questa lesione possa guarire. C’è una componente metafisica in questa lesione e, quindi, volevamo essere abbastanza sicuri che tutte le parti dell’ambiente fossero purificate. Poiché questo luogo di lavoro non ha il livello di protezione abituale, abbiamo utilizzato il vostro respiro per purificare l’ambiente, che era a rischio.

103.17 Interrogante: La ragione per la carenza del normale livello di protezione è il fatto che è passato un tempo considerevole da quando abbiamo lavorato qui?

Ra: Io sono Ra. No.

103.18 Interrogante: Qual è la ragione?

Ra: Io sono Ra. La carenza di regolare ripetizione del cosiddetto Rituale di Esilio è la carenza di cui parlavamo.

103.19 Interrogante: Da questo presumo che sarebbe più appropriato eseguire quotidianamente il Rituale di Esilio in questa stanza. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo è accettabile.

103.20 Interrogante: Non voglio affaticare eccessivamente lo strumento. Siamo vicini alla conclusione. Chiederò solo se c’è qualcosa che possiamo fare per migliorare il contatto o rendere lo strumento più confortevole, o se c’è qualcos’altro che Ra potrebbe dichiarare in questo momento che potrebbe aiutarci?

Ra: Io sono Ra. Troviamo gli allineamenti osservati abbastanza meticolosamente. Siete coscienziosi. Continuate a sostenervi, l’uno per l’altro, e trovate la lode e il ringraziamento che l’armonia produce. Riposa le tue preoccupazioni e sii felice.

Sono Ra. Vi lascio, gloriandovi dell’amore e della luce dell’Uno Infinito Creatore. Vai avanti, quindi, rallegrandoti nel potere e nella pace dell’Uno Infinito Creatore. Adonai.

SESSIONE 104

27 luglio 1983

104.0 Ra: io sono Ra. Vi salutiamo nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo adesso.

104.1 Interrogante: Potresti prima indicarmi le condizioni dello strumento?

Ra: Io sono Ra. Le rilevazioni sono un po ‘meno distorte verso la bancarotta fisica e perdita di [energia] vitale rispetto alla richiesta precedente. C’è ancora una notevole distorsione (bias) in queste rilevazioni.

104.2 Intervistatore: Lo strumento vorrebbe sapere qual è la quantità ottimale di esercizi di aerobica, camminata e idromassaggio per la migliore condizione in questo momento?

Ra: Io sono Ra. Risponderemo in due modi. In primo luogo, per parlare del caso generale che concerne questo strumento in misura variabile, ogni forma di esercizio è ben eseguita grossomodo tre o quattro volte per settimana. La quantità di esercizi, tutti quantificati in una somma, è di circa un’ora per periodo diurno.

Rispondiamo ora in un secondo modo, distorti in questa risposta dalle duplici condizioni del raggio giallo, di difficoltà fisica e distorsione del complesso mentale. Le acque vorticose devono quindi essere considerate appropriate quattro o cinque volte alla settimana. Il camminare e l’esercizio tanto quanto è desiderato dall’entità. Il totale di tutti questi non deve in nessun caso superare i novanta minuti per periodo diurno.

Il corpo fisico a raggi gialli ha sperimentato ciò che è chiamato cambiamenti lupoidi in molti tessuti muscolari e anche in alcuni organi. L’esercizio fa recuperare lo spreco di forza muscolare fisica. In un certo senso il camminare è l’esercizio più appropriato a causa della vicinanza dell’entità a creature di seconda densità, in particolare i vostri alberi. Tuttavia, l’abitazione di cui usufruisci non offre tale opportunità e offre invece la vicinanza a creazioni di complessi mente/corpo/spirito. Questo non nutre i bisogni mentali/emotivi di questa entità sebbene produca lo stesso risultato fisico. L’esercizio appaga maggiormente il bisogno mentale/emotivo dovuto alla passione dell’entità per le espressioni ritmiche del corpo come quelle che si trovano negli sforzi atletici derivati dal sistema artefatto (manierato; artifact sistem) che è noto presso i vostri popoli come la danza.

Suggeriamo al gruppo di supporto di incoraggiare qualsiasi esercizio tranne quello che supera il limite di tempo che è già molto oltre le possibilità fisiche di questo complesso del corpo. È la via della distorsione che per equilibrare una distorsione occorre accentuarla. Pertanto, l’eccessivo logorio del corpo può, se correttamente motivato, produrre una scarsità di deficit nella quale circostanza minori limitazioni dell’esercizio dovrebbero essere messe in pratica.

104.3 Interrogante: Lo strumento ha determinato che l’utilizzo malaccorto della sua volontà è il suo utilizzo senza le componenti di gioia e fede e costituisce il martirio. Ra commenterebbe questo, per favore?

Ra: Io sono Ra. Siamo lieti che l’entità abbia meditato su ciò che è stato dato. Commenteremo nel modo seguente. È salutare per lo strumento avere una conoscenza che è meno distorta verso il martirio e che è ricca di promesse. L’entità che è forte a pensare deve essere forte a agire o ciò che ha dovrà essere tolto. Quindi la manifestazione della conoscenza è un’area che deve essere esaminata dallo strumento.

Vorremmo inoltre notare che l’equilibratura che, nel caso di questa entità, si realizza al meglio in analisi e manifestazione (stando) seduta con la (pratica della) contemplazione del silenzio, può essere rafforzata dal silenzio manifesto e dalla mancanza di attività di routine. Non possiamo andare oltre questa raccomandazione di svago (leisure) regolarizzato, e desideriamo che l’entità scopra le verità fondamentali di queste distorsioni come vuole.

104.4 Intervistatore: C’è qualcos’altro che possiamo fare per aiutare lo strumento con i problemi di spasmi allo stomaco e alla schiena?

Ra: Io sono Ra. Il più grande aiuto è già stato dato al massimo. L’incoraggiamento dello strumento ad astenersi dall’assunzione di prodotti alimentari di natura fritta in olio è utile. La lieta armonia è utile. Gli spasmi devono placarsi in funzione del lavoro a raggi indaco dell’entità e, in una certa misura, delle raccomandazioni formulate in risposta a una domanda precedente. Il definitivo astenersi dall’oltrepassare i già rigonfi confini della limitazione fisica è raccomandato. L’infezione rimane e i sintomi sono ora molto meno medicabili, poiché l’entità ha scelto il catalizzatore.

104.5 Interrogante: Può dirci cosa c’è che non va negli occhi del nostro gatto Gandalf?

Ra: Io sono Ra. Quello noto come Gandalf si approssima alla fine della sua incarnazione. La sua vista si attenua e la membrana acquosa diventa dura. Questa non è una circostanza confortevole, ma è quella che non causa all’entità alcun vero disagio.

104.6 Interrogante: C’è qualcosa che possiamo fare per alleviare questa situazione?

Ra: Io sono Ra. C’è un percorso di terapia che aiuterebbe la situazione. Tuttavia, non lo consigliamo poiché la malattia è più benigna del trattamento.

104.7 Interrogante: Non capisco. Potresti spiegare cosa intendevi?

Ra: Io sono Ra. Un medico della tradizione allopatica ti darebbe le gocce per gli occhi. Il gatto troverebbe l’esperienza di essere rinchiuso mentre le gocce gli vengono date, più distorta del disagio che prova ora ma del quale è in grado di ignorare gran parte.

104.8 Interrogante: Può il gatto vedere del tutto?

Ra: Io sono Ra. Sì.

104.9 Interrogante: Bene, sembra che il gatto perderà tutta la sua vista nel prossimo futuro, o il gatto è molto vicino alla morte?

Ra: Io sono Ra. Quello noto come Gandalf non perderà la vista o la vita nella maggior parte dei vortici di possibilità/probabilità per tre delle vostre stagioni, approssimativamente.

104.10 Interrogante: Mi sento molto in pena per le condizioni del gatto e vorrei davvero aiutarlo. Ra può suggerire cos’altro possiamo fare per aiutare Gandalf?

Ra: Io sono Ra. Sì.

104.11 Interrogante: Cosa sarebbe?

Ra: Io sono Ra. In primo luogo, suggeriamo che i vortici possibilità/probabilità includano quelli in cui l’entità nota come Gandalf ha un’incarnazione più lunga. In secondo luogo, suggeriamo che questa entità vada a una promozione* se lo desidera. Altrimenti, potrebbe scegliere di reincarnarsi per stare con quei compagni che ha amato. In terzo luogo, l’entità a voi nota come Betty ha i mezzi per rendere l’entità più distorta verso il comfort/disagio. *(in dimensione superiore graduation)

104.12 Interrogante: Vuoi dirmi chi intendi per Betty? Non sono sicuro di chi sia. E cosa farebbe Betty?

Ra: Io sono Ra. Quella conosciuta come Carla ha queste informazioni.

104.13 Interrogante: Beh, ero preoccupato per [la] possibilità di trasferimento. Se ci trasferissimo, questo renderebbe molto difficile per Gandalf orientarsi in un nuovo posto se non riesce a vedere. Vede abbastanza per essere in grado di orientarsi in un nuovo ambiente?

Ra: Io sono Ra. La visione è meno che adeguata ma è quasi compensata da un acuto senso dell’olfatto e dell’udito. Essendo i compagni e gli arredi familiari, un nuovo milieu (ambiente) dovrebbe essere ragionevolmente accettabile in modo soddisfacente entro un breve periodo del vostro spazio/tempo.

104.14 Interrogante: Potremmo somministrare le gocce di cui hai parlato che aiuterebbero la sua vista in modo che non trovi il … in modo da non essere rinchiuso? C’è un modo in cui possiamo farlo?

Ra: Io sono Ra. È improbabile.

104.15 Interrogante: Non c’è niente che possiamo fare per— C’è qualche altra possibilità di usare qualche tecnica per aiutare la sua vista?

Ra: Io sono Ra. No.

104.16 Interrogante: Questa perdita della vista è… Qual è la ragione metafisica della perdita della vista? Cosa l’ha causata?

Ra: Io sono Ra. In questo caso la componente metafisica è molto piccola. Questo è l’adeguato catalizzatore della vecchiaia.

104.17 Interrogante: Le gocce di cui hai parlato che aiuterebbero la vista … Quanto aiuterebbero la vista se dovessero essere somministrate?

Ra: Io sono Ra. Nell’arco di un periodo di applicazioni la vista migliorerebbe lievemente, forse del 20, forse del 30%. La regione degli occhi sarebbe meno rigida. Equilibrato contro questo è il rapido aumento della rigidità di movimento, così che il mantenersi in una posizione stabile è necessariamente piuttosto disagevole.

104.18 Interrogante: Quindi Ra pensa che il beneficio derivato dalle gocce non varrebbe il disagio [del] gatto. Probabilmente questo sarebbe … C’è un modo per somministrare l’anestetico al gatto e mettere delle gocce negli occhi in modo che il gatto non si accorga di ricevere le gocce?

Ra: Io sono Ra. Il danno causato dall’inserimento dell’anestetico allopatico nel complesso del corpo di questa entità raccoglibile, offusca di gran lunga l’immobilità derivante da ciò, che permetterebbe la somministrazione di farmaci.

104.19 Intervistatore: Mi dispiace dilungarmi così tanto su questo argomento, ma speravo davvero di trovare un modo per aiutare Gandalf. Presumo quindi che Ra ha suggerito che noi lasciamo semplicemente le cose come stanno. Quante applicazioni di gocce sarebbero necessarie per avere un po ‘di aiuto per gli occhi, grossomodo?

Ra: Approssimativamente da 40 a 60.

104.20 Interrogante: Da quaranta a sei – cosa, ogni giorno, una volta al giorno, o qualcosa del genere?

Ra: Io sono Ra. Si prega di espellere il respiro sul petto di questo strumento.

[Questo è stato fatto come indicato.]

104.21 Interrogante: È soddisfacente?

Ra: Io sono Ra. Sì.

104.22 Interrogante: Avevo chiesto se le gocce dovessero essere somministrate una volta per periodo diurno. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo dipende dal medico allopatico da cui le ricevete.

104.23 Interrogante: Qual è il nome delle gocce?

Ra: Io sono Ra. Abbiamo una difficoltà. Pertanto, ci asterremo dal rispondere a questa domanda.

104.24 Interrogante: Mi dispiace di insistere su questo punto. Sono molto preoccupato per il gatto e capisco che Ra consiglia di non usarle, io solo – usare le gocce e non lo faremo. Volevo solo sapere cosa non stavamo facendo che avrebbe aiutato la vista. Mi scuso per l’insistenza su questo punto. Concludo chiedendo a Ra se ha qualche ulteriore raccomandazione che potreste fare riguardo a questo animale … questo gatto?

Ra: Io sono Ra. Gioire nella sua compagnia.

104.25 Interrogante: [Sospiro] Quando ci è stata restituita dal nostro editore la nostra introduzione al libro che originariamente era chiamato La Legge dell’Uno, nell’introduzione Carla aveva parlato di reincarnazione e c’è stata aggiunta una frase. Diceva: “Sebbene originariamente facessero parte degli insegnamenti di Gesù, furono censurati da tutte le edizioni successive dall’imperatrice”. Ra, per favore, potrebbe commentare [sulla] fonte di ciò è stato inserito nella nostra introduzione?

Ra: Io sono Ra. Questo segue la via di soggettivamente interessanti avvenimenti, condizioni, circostanze o coincidenze.

Suggeriremmo un’altra domanda completa in questo momento.

104.26 Interrogante: Prima del processo di velatura non c’era, presumo, nessun piano archetipico per il processo evolutivo. Era totalmente lasciato al libero arbitrio della mente/corpo/spirito di evolvere in qualsiasi modo desiderassero. È corretto?

Ra: Io sono Ra. No.

Io sono Ra. Vi lasciamo all’apprezzamento delle circostanze della grande illusione in cui ora scegliete di suonare il flauto e il tamburello e di muovervi a ritmo. Siamo anche attori su un palcoscenico. La scena cambia. Gli atti “suonano giù” (ring down*). Le luci si alzano ancora una volta. E durante tutta la grande illusione e quanto segue e quanto segue c’è la maestà sottesa dell’Uno Infinito Creatore. Tutto bene. Niente è perduto. Avanti gioendo nell’amore e nella luce, nella pace e nel potere dell’Uno Infinito Creatore. Sono Ra. Adonai.

*(Portare a termine uno spettacolo o un atto di un’opera teatrale abbassando la tenda del teatro. La frase si riferisce alla pratica di suonare una campana per segnalare l’abbassamento della tenda nel teatro.)

SESSIONE 105

19 ottobre 1983

105,0 Ra: [io sono] Ra. Vi saluto, amici miei, nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo adesso.

105.1 Interrogante: Potresti prima indicarmi le condizioni dello strumento?

Ra: Io sono Ra. Le energie vitali di questo strumento sono in uno stato molto più pregiudicato rispetto alla richiesta precedente, con le facoltà di volontà e di fede che hanno riacquistato il loro posto di rilievo nell’esistenza e nell’equilibrio di questa entità. Il deficit fisico continua.

105.2 Interrogante: Siamo spiacenti di dover porre tante domande sul mantenimento (maintenance questions). Sembriamo ora essere in una condizione confusa rispetto alle nostre capacità di continuare nella direzione che desideriamo con interrogazioni sulla mente archetipica.

Credo sia necessario chiedersi quale sia la causa dei Pomfi simmetrici sulla parte posteriore dello strumento, e c’è qualcos’altro che possiamo fare per guarire lo strumento da qualunque disturbo, compresi questi pomfi o la loro causa?

Ra: Io sono Ra. La presenza di pomfi è un sintomo di quello che è stato un prolungato saluto psichico. L’opportunità per questa entità di sperimentare una massiccia reazione allergica da infezione da streptococchi e stafilococchi è stata offerta nella speranza che questa entità desideri lasciare l’incarnazione. Il precedente verificarsi di questo stato del complesso mentale che si è verificato durante, nel vostro sistema di calcolo temporale, il nono mese, il dodicesimo giorno, della vostra attuale rivoluzione solare planetaria colse impreparato il vostro compagno di quinta densità. L’entità è ora pronta.

Ci sono stati due casi in cui questa entità avrebbe potuto iniziare la reazione da quando la prima opportunità è stata persa. In primo luogo, l’opportunità di separare il sé dall’altro-sé in connessione con la scelta di una casa. In secondo luogo, la possibile visione del sé separato dall’altro-sé riguardo allo scioglimento dei legami mondani che riguardano l’abbandono di questa dimora. Entrambe le opportunità furono accolte da questa entità con il rifiuto di separare il sé dall’altro-sé con un ulteriore lavoro anche sul livello del raggio indaco riguardante l’elusione del martirio pur mantenendo l’unità nell’amore.

Pertanto, questo strumento ha subito l’apertura di una breccia nelle sue difese immunitarie e il suo sistema linfatico è stato coinvolto nell’invasione di questi virus. Potreste vedere qualche merito in una depurazione del corpo chimico a raggi gialli dello strumento per aiutare più rapidamente l’indebolito complesso del corpo nel suo tentativo di rimuovere queste sostanze. Le tecniche includono clisteri terapeutici oppure irrigazioni del colon, la sauna una o due volte al giorno e l’uso di un vigoroso sfregamento del tegumento per il periodo di approssimativamente sette dei vostri periodi diurni.

Non parliamo di dieta, non perché non potrebbe aiutare, ma perché questa entità ingerisce piccole quantità di ogni sostanza e sta già evitando determinate sostanze, particolarmente latte fresco e olio.

105.3 Interrogante: C’è qualche punto particolare in cui il tegumento dovrebbe essere strofinato energicamente?

Ra: Io sono Ra. No.

105.4 Interrogante: Potresti dirmi per favore cosa ha causato la ricomparsa del problema ai reni di Jim e cosa potrebbe essere fatto per guarirlo?

Ra: Io sono Ra. L’entità, Jim, determinò che si sarebbe purificata e quindi avrebbe trascorso tempo/spazio e spazio/tempo alla ricerca e alla contemplazione della perfezione. La dedizione a questo lavoro è stata intensificata fino a quando il complesso mente/corpo/spirito non ha risuonato in armonia con questa intenzione. L’entità non ha afferrato la maniera letterale in cui le intenzioni metafisiche sono tradotte dal complesso del corpo di colui che lavora in totale unità di intento. L’entità iniziò il periodo di preghiera, digiuno, penitenza e giubilo. Il complesso del corpo, che non si era ancora completamente ripreso dalla sindrome nefrosica, iniziò a pulire sistematicamente ogni organo, inviando tutti i detriti che non erano perfetti attraverso i reni a cui non era stato dato abbastanza liquido per diluire le tossine che erano state rilasciate. Le tossine sono rimaste nel complesso del corpo e hanno riattivato una malattia puramente fisica. Non c’è una parte metafisica in questa ricaduta.

La guarigione ha luogo in manifestazione di un’affermazione di salute del complesso fisico che, salvo circostanze sfavorevoli, sarà completamente efficace.

105.5 Interrogante: Qualsiasi considerazione sull’opportunità della abitazione sul lago Lanier in cui intendiamo trasferirci o una preparazione speciale diversa da quella pianificata è consigliabile?

Ra: Io sono Ra. Crediamo che tu abbia interrogato indirettamente. Si prega di ri-interrogare.

105.6 Interrogante: Abbiamo progettato di purificare la proprietà a [la] posizione del lago Lanier usando le tecniche prescritte da Ra nelle sessioni precedenti relative al sale, 36 ore, ecc. Vorrei sapere se questo è sufficiente o se c’è qualche problema saliente riguardo al trasferimento in quella casa su cui Ra potrebbe consigliare in questo momento, per favore.

Ra: Io sono Ra. La purificazione dell’abitazione di cui parli deve essere solo di tre notti e due giornate. Questa dimora è benigna. Le tecniche sono accettabili. Troviamo tre aree in cui l’uso dell’aglio come descritto in precedenza sarebbe vantaggioso. Primo, la camera da letto a castello, sotto il giaciglio superiore. Secondo, l’esterno dell’abitazione prospiciente la strada e centrato sulle piccole rocce a circa due terzi della lunghezza dell’abitazione dal lato del vialetto.

Terzo, c’è la questione della rimessa delle barche. Suggeriamo pulizie settimanali di quella zona con l’aglio, la cipolla tagliata e il percorso di un perimetro illuminato. L’aglio e la cipolla, rinnovati settimanalmente, dovrebbero rimanere appesi permanentemente, sospesi da spago o filo tra le lavorazioni.

105.7 Domanda: Solamente per non commettere un errore nell’interpretare le tue indicazioni rispetto alla seconda area all’esterno della casa, potresti darmi una distanza e una direzione di bussola magnetica che si dirige, diciamo, dall’esatto centro dell’abitazione a quella posizione?

Ra: Io sono Ra. Possiamo essere solo approssimativi ma suggeriremmo una distanza di 37 piedi, una direzione magnetica da 84 a 92 gradi.

105.8 Interrogante: So che è poco importante per i nostri scopi, ma da un punto di vista filosofico non voglio fare nulla per sconvolgere la Legge della Confusione, quindi non sento che sia necessario rispondere a questo, ma mi chiedevo quale fosse la condizione che creava la necessità di una purificazione così continua della rimessa delle barche?

Ra: Io sono Ra. L’intento è quello di creare un perimetro all’interno del quale gli occupanti dell’apiario non troveranno necessario pungere e anzi non lo troveranno promettente da popolare.

105.9 Interrogante: Stai parlando di api, o vespe o creature di quel tipo?

Ra: Io sono Ra. È così.

105.10 Interrogante: I piani e il rituale di Jim per sconsacrare questa dimora sono sufficienti, o dovrebbe essere aggiunto o cambiato qualcosa?

Ra: Io sono Ra. Non è necessaria alcuna modifica. I punti necessari per essere inclusi nella consacrazione o sconsacrazione di un luogo sono stati trattati. Possiamo suggerire che ogni pianta legnosa di seconda densità che avete impiegato durante la vostra locazione all’interno di questa dimora sia ringraziata e benedetta.

105.11 Interrogante: C’è qualche altro suggerimento che Ra potrebbe dare riguardo a qualsiasi parte di questo trasloco che è pianificato, e avremo delle difficoltà nel contattare Ra nella nuova abitazione, e se così fosse, Ra ce ne parlerebbe? e cosa potremmo fare per alleviare eventuali problemi nel contattare Ra nella nuova [ubicazione]?

Ra: Io sono Ra. Valutiamo attentamente questa risposta, poiché si avvicina all’abrogazione del libero arbitrio, ma troviamo la vicinanza accettabile a causa della determinazione di questo strumento di essere al servizio dell’Uno Infinito Creatore indipendentemente dalle circostanze personali.

Qualsiasi aiuto fisico da parte dello strumento nell’imballaggio e il disimballaggio attiverà quelle reazioni allergiche che rimangono per la maggior parte dormienti in questo momento. Questa entità è allergica a quegli elementi che sono inevitabili nelle transizioni all’interno della vostra illusione di terza densità, cioè polvere, muffa, ecc. Quello conosciuto come Bob sarà di aiuto a questo proposito. Lo scriba dovrebbe anche aver cura di assorbire una quantità raddoppiata di liquidi in modo che le tossine di origine allergica possano essere eliminate dal complesso del corpo.

Non vi è alcuna difficoltà a riprendere il contatto attraverso questo strumento sintonizzato con il complesso di memoria sociale, Ra, nella dimora prescelta, o, in effetti, in qualsiasi luogo una volta che la pulizia fisica e metafisica è stata compiuta.

105.12 Interrogante: Sono giunto alla conclusione che il significato del falco che abbiamo avuto circa un anno fa quando abbiamo iniziato a traslocare per la prima volta aveva a che fare con la natura non benigna, nel senso metafisico, della casa che io aveva scelto per il trasloco. Se non è un problema con la Legge della Confusione, penso che sarebbe filosoficamente interessante sapere se ho ragione riguardo a questo.

Ra: Io sono Ra. Quale uccello viene a dichiarare per Ra? Quale uccello sarebbe scelto per avvertire? Chiediamo all’interrogante di riflettere su queste domande.

105.13 Intervistatore: Potremmo dire che abbiamo determinato sperimentalmente molte cose circa il Corpo, la successiva parte dei tarocchi, e abbiamo sperimentato alcuni degli effetti di feedback, potrei dire, tra la mente e il corpo. Intuisco da tutto quello che abbiamo fatto finora riguardo a questi effetti, che il grande valore del corpo di terza densità a raggi gialli attualmente è di un dispositivo che fornisce catalizzatore a una mente per creare la polarizzazione. Direi che questo è il valore principale del corpo di terza densità qui e chiederei a Ra se inizialmente quando il complesso mente/corpo/spirito – non il complesso mente/corpo/spirito, ma mente/corpo spirito – è stato progettato per esperienza di terza densità, se questo fosse l’uso principale del corpo del raggio giallo e, in caso contrario, quale era lo scopo del corpo del raggio giallo?

Ra: Io sono Ra. La descrizione che ha dato origine alla tua richiesta è idonea per il funzionamento del complesso mente/corpo/spirito o del mente/corpo/spirito. La funzione nella creazione della manifestazione fisica non è cambiata di un briciolo quando il velo dell’oblio cadde.

105.14 Interrogante: Quindi il corpo del raggio giallo, fin dall’inizio, è stato progettato come quello che Ra ha chiamato un athanor per la mente, un dispositivo, si potrebbe dire, per accelerare l’evoluzione della mente. È corretto?

Ra: Io sono Ra. È forse più accurato notare che il veicolo fisico del raggio giallo è una necessità senza la quale il complesso mente/corpo/spirito non può perseguire l’evoluzione a nessun ritmo.

105.15 Intervistatore: Quindi stai dicendo che l’evoluzione di quella parte dell’individuo che non è raggio giallo non è possibile senza l’abbigliarsi, a intervalli, nel corpo del raggio giallo. È corretto?

Ra: Io sono Ra. No.

105.16 Interrogante: Potresti chiarire il mio pensiero su questo? Non ho capito bene la tua dichiarazione.

Ra: Io sono Ra. Ogni complesso mente/corpo/spirito o mente/corpo/spirito ha un’esistenza simultanea a quella di creazione. Non è dipendente da alcun veicolo fisico. Tuttavia, al fine di evolvere, cambiare, apprendere e manifestare il Creatore, sono necessari i veicoli fisici appropriati a ciascuna densità. La tua domanda implicava che i veicoli fisici accelerassero la crescita. La descrizione più accurata è che permettono la crescita.

105.17 Interrogante: Ora, come esempio, vorrei prendere la distorsione di una patologia o un malfunzionamento corporeo prima del [il] velo e confrontarla con quella dopo il velo. Supponiamo che le condizioni che Jim, ad esempio, sperimentò riguardo al suo malfunzionamento renale fossero state un’esperienza avvenuta prima del velo. Questa esperienza è avvenuta prima del velo? Sarebbe stato diverso? E se così, come?

Ra: Io sono Ra. La rabbia della separazione è impossibile senza il velo. La mancanza di consapevolezza del bisogno del corpo di liquidi è improbabile senza il velo. La decisione di contemplare la perfezione nella disciplina è abbastanza inverosimile senza il velo.

105.18 Intervistatore: Ora, vorrei, quindi, esaminare un esempio, diciamo, di una distorsione corporea prima del velo e come potrebbe influenzare la mente. Ra potrebbe farci un esempio di questo, per favore?

Ra: Io sono Ra. Questa area generale è stata coperta. Ricapitoleremo qui.

I modelli di infermità, malattia e morte sono un dominio benigno all’interno del piano dell’esperienza incarnativa. In quanto tale, una certa guarigione avverrebbe per decisione di mente/corpo/spirito e le incarnazioni venivano sperimentate con la normale conclusione della malattia nella morte, accettata come tale perché senza il velo è chiaro che la mente/corpo/spirito persiste. Pertanto, le esperienze, sia buone che cattive, o gioiose e tristi, della mente/corpo/spirito prima del velo sarebbero pallide, senza vivacità o spigolo appuntito (keen edge) di interesse che tutto questo porta nel complesso mente/corpo/spirito post-velatura.

105.19 Intervistatore: Alla fine di un’incarnazione, prima della velatura, l’entità sembrava fisicamente invecchiata, diciamo come un’entità alla normale fine dell’incarnazione nella nostra attuale illusione – lo erano, erano rugose e vecchie, vero … Il Significatore assomigliava a questo?

Ra: Io sono Ra. Il Significatore della Mente, del Corpo o dello Spirito è una parte della mente archetipica e appare come ciascuno immagina questo appaia. Il corpo di una mente/corpo/spirito prima della velatura mostrava tutti i segni dell’invecchiamento che ora vi informano del processo che porta alla rimozione dall’incarnazione di terza densità del complesso mente/corpo/spirito. È bene ricordare che la differenza tra mente/corpo/spirito e complessi mente/corpo/spirito è un oblio all’interno della mente più profonda. Le apparenze fisiche e le attività superficiali e istintuali sono più o meno le stesse.

105.20 Interrogante: Allora mi chiedevo quale fosse la ragione principale del cambiamento di aspetto che osserviamo nel processo di invecchiamento? Sto cercando di scoprire una premessa filosofica di base che potrebbe essere un salto nel buio e su cui non farei domande correttamente, ma sto cercando di capire il motivo all’origine del design di questo cambiamento nell’aspetto quando mi sembra che fosse altrettanto possibile per il mente/corpo/spirito o complesso mente/corpo/spirito semplicemente mantenere lo stesso aspetto per tutta l’incarnazione. Ra potrebbe spiegare il motivo di questo cambiamento?

Ra: Io sono Ra. Quando la disciplina della personalità ha condotto il complesso mente/corpo/spirito al quinto e specialmente al sesto livello della ricerca, non è più necessario incorporare la distruzione del veicolo fisico nel suo design, poiché il complesso spirituale è così sperimentato come una navetta* che è consapevole di quando è stato raggiunto il grado appropriato di intensità di apprendimento e incremento di lezione. All’interno della terza densità, non incorporare nel veicolo fisico la sua fine sarebbe controproducente per i complessi mente/corpo/spirito che vi risiedono, poiché all’interno dell’illusione sembra più bello stare all’interno dell’illusione che lasciar cadere l’abito che ha trasportato il complesso mente/corpo/spirito e andare avanti.

*(shuttle navetta per l’infinito intelligente)

105.21 Intervistatore: Vedo, quindi, che questo è, diciamo, quando un individuo raggiunge un’età molto avanzata, quindi, gli diventa apparente in terza densità che è logorato. Pertanto, non è attaccato a questo veicolo così fermamente con il desiderio di rimanerci come lo sarebbe ad uno di bell’aspetto e ben funzionante.

Ora, dopo il velo, il corpo è sicuramente un athanor per la mente. Prima del velo, il corpo serviva del tutto da athanor per la mente?

Ra: Io sono Ra. Sì.

Puoi chiedere un’altra domanda completa.

105.22 Intervistatore: Credo che dovrei chiedere in questo momento… C’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più confortevole o migliorare il contatto? [Dall’ultima sessione non sono stato in grado di farlo e penso che sia importante.]

Ra: Io sono Ra. Troviamo la stanchezza del gruppo ben bilanciata dalla sua armonia. Questa stanchezza continuerà in ogni circostanza futura durante le vostre incarnazioni. Perciò guardate al vostro amore e al vostro ringraziamento reciproco e unitevi sempre in comunione, correggendo ogni filo spezzato di quell’affetto con pazienza, conforto e tranquillità. Troviamo tutto meticolosamente osservato negli allineamenti e vi diamo queste parole solo come promemoria. Tutto ciò che può essere fatto per lo strumento sembra fatto con tutto il cuore, e lo strumento stesso sta lavorando nel raggio indaco con perseveranza.

Abbiamo menzionato in precedenza alcune misure temporanee per lo strumento. Se queste vengono adottate, liquidi aggiuntivi devono essere assorbiti dallo strumento e dall’interrogante, il cui legame con lo strumento è tale che ogni difficoltà per l’uno è la stessa in solidarietà per l’altro.

Sono Ra. Vi lascio gioire allegramente nell’amore e nella luce, nel potere e nella pace dell’Uno Infinito Creatore. Adonai.

SESSIONE 106

15 marzo 1984

106.0 Ra: io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo adesso.

106.1 Interrogante: Potresti prima indicarmi le condizioni dello strumento?

Ra: Io sono Ra. I parametri di questo strumento sono marginali, sia fisicamente che mentalmente/emotivamente. L’energia vitale di questa entità ha una propensione verso la forza/debolezza.

106.2 Interrogante: Con “marginale”, intendi che … Beh, mi permetta di metterla in questo modo. Cosa dovrebbe fare lo strumento per migliorare la condizione marginale?

Ra: Io sono Ra. Lo strumento sta procedendo attraverso una parte dell’esperienza incarnativa durante la quale il potenziale di distorsione mortale del sistema renale sinistro è grande. Meno importanti, ma che si aggiungono alla marginalità della distorsione verso la vitalità, sono gravi reazioni allergiche e l’energizzazione di queste e altre distorsioni verso la debolezza/forza. Il complesso mentale/emotivo è coinvolto in quella che può essere meglio definita compassione inappropriata.

106.3 Interrogante: Potrebbe Ra, per favore, consigliare i passi da intraprendere per alleviare o invertire le condizioni di cui ha appena parlato?

Ra: Io sono Ra. Possiamo farlo. Le distorsioni renali sono soggette ad affermazioni. L’entità, attualmente, che sta cominciando ciò che può essere chiamato iniziazione, sta rilasciando tossine e, quindi, sono utili maggiori quantità di liquido per aiutare nella diluizione di queste tossine. Le allergie sono di già ampiamente controllate dall’affermazione e dall’aiuto quasi costante del guaritore noto come Bob. Ulteriore aiuto può essere ottenuto dal trasferimento di abitazione e la futura vigilanza contro l’umidità che supera la quantità salutare nell’atmosfera respirata.

Le distorsioni mentali/emotive sono un po’ meno facilmente attenuate. Tuttavia, l’interrogante e lo strumento insieme troveranno possibile eseguire un tale lavoro.

106.4 Interrogante: Quanto è grave e critico questo problema renale? Bere liquidi (presumo che l’acqua sia la migliore) è l’unica cosa che possiamo fare per questo, o c’è qualcos’altro?

Ra: Io sono Ra. Nota l’interrelazione dei complessi di mente e di corpo. Questo è un esempio di tale intreccio del design di catalizzatore e di esperienza. Il periodo di fragilità renale è grave, ma solo potenzialmente. Se lo strumento desiderava lasciare questa esperienza incarnativa, l’opportunità naturale e non energizzata di farlo è stata incorporata, proprio come il periodo durante il quale la medesima entità, infatti, lascia l’esperienza incarnativa e poi vi ritorna per scelta, è stato inserito.

Tuttavia, il desiderio di lasciare e di non essere più una parte di questo particolare nesso esperienziale può ed è stato energizzato. Questo è un punto su cui lo strumento deve riflettere e un punto appropriato sul quale il gruppo di supporto deve essere vigile riguardo alla cure per lo strumento. Così sono la mente e il corpo, intrecciati come le trecce di capelli di una fanciulla.

La natura di questa entità è allegra e socievole cosicché è nutrita da quelle cose che abbiamo menzionato in precedenza: la varietà di esperienze con gli altri-sé e altri luoghi ed eventi è utile, così come l’esperienza del culto e del canto, in particolare di musica sacra. Questa entità ha scelto di entrare in una situazione di culto con il ruolo di martire quando si trovava per la prima volta in questa posizione geografica. Pertanto, il nutrimento tramite il culto è avvenuto solo parzialmente. Allo stesso modo le attività musicali, sebbene piacevoli e quindi di natura nutritiva, non hanno incluso l’aspetto della lode al Creatore.

Lo strumento è in uno stato di relativo desiderio per quelle case spirituali a cui ha rinunciato quando ha sentito una chiamata al martirio e ha abbandonato il culto previsto nel luogo che chiami la Cattedrale di San Filippo. Anche questo sarà guarito gradualmente a causa della proposta di alterazione dell’ubicazione di questo gruppo.

106.5 Interrogante: Quindi, a quanto ho capito, la cosa migliore da fare è consigliare allo strumento di bere molto più liquido. E immagino che l’acqua di sorgente sarebbe la migliore. E ovviamente ci trasferiremo. Potremmo trasferirla fuori di qui immediatamente, domani, diciamo, se necessario. Sarebbe questo considerevolmente meglio che aspettare due o tre settimane, per le allergie e tutto il resto?

Ra: Io sono Ra. Tali decisioni sono una questione di scelta di libero arbitrio. Sii consapevole della forza dell’armonia di gruppo.

106.6 Interrogante: C’è qualcosa riguardo all’attuale condizione spirituale o metafisica o condizione fisica di questa casa [indirizzo censurato] che stiamo contemplando di cui Ra potrebbe dirci che sarebbe deleterio per la salute dello strumento?

Ra: Io sono Ra. Possiamo parlare di questo soggetto solo per notare che esistono dispositivi elettrici meccanici che controllano l’umidità. Il livello seminterrato è un luogo, la cui natura è molto simile a quella che hai sperimentato al livello seminterrato del tuo precedente domicilio. Condizioni meno umide eliminerebbero l’opportunità per la crescita di quelle spore a cui lo strumento ha sensibilità. Le parti superiori del domicilio sono quasi, in ogni caso, ad accettabili livelli di umidità.

106.7 Interrogante: Che ne dici della qualità metafisica della casa? Ra potrebbe valutarla per favore?

Ra: Io sono Ra. Questa ubicazione è notevolmente distorta. Troviamo che una descrizione accettabile della qualità di questo luogo ci sfugga senza ricorrere a parole trite. Perdona i nostri limiti di espressione. Il domicilio e la sua vista posteriore, in particolare, è stato benedetto e presenze angeliche sono state invocate per parte del vostro tempo passato.

106.8 Interrogante: Non sono sicuro di aver capito cosa intende Ra con questo. Non sono sicuro di aver capito se il posto è metafisicamente estremamente buono o estremamente negativo. Ra potrebbe chiare questo, per favore?

Ra: Io sono Ra. Abbiamo voluto sottolineare l’eccellenza metafisica del luogo proposto. I “frutti” (Emblements) di tale preparazione possono essere apprezzati da questo gruppo.

106.9 Interrogante: Sarebbe quindi necessaria la pulizia con acqua e sale per questa proprietà? O sarebbe raccomandata, devo dire?

Ra: Io sono Ra. C’è la pulizia metafisica raccomandata come in ogni trasferimento. Non importa quanto sia fine lo strumento, l’accordatura è comunque raccomandata tra ogni concerto o lavoro.

106.10 Interrogante: OK. E se lo strumento sta’ lontana dal seminterrato, pensi che l’umidità e le condizioni ambientali sarebbero buone per lo strumento, è corretto?

Ra: Io sono Ra. No.

106.11 Interrogante: L’umidità… dobbiamo fare qualcosa per l’umidità in tutta la casa quindi per renderla buona per lo strumento. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Sì.

106.12 Interrogante: Torno su un paio di punti ora, ma devo porre una domanda ora su me stesso. Sembrerebbe essere fondamentale a questo punto. Ra può dirmi cosa c’è di sbagliato fisicamente in me, cosa lo causa e cosa potrei fare per alleviarlo?

Ra: Io sono Ra. Chi pone la domanda è anch’esso nel mezzo di un’ulteriore iniziazione. Durante questo spazio/tempo è marcata la possibilità che una distorsione mentale/emotiva si approssimi a ciò che fa sì che l’entità divenga disfunzionale. Inoltre il veicolo chimico a raggi gialli dell’interrogante sta invecchiando e ha maggiori difficoltà nell’assorbimento dei minerali necessari come il ferro e altre sostanze come la papaina, il potassio e il calcio.

Allo stesso tempo il corpo del raggio giallo inizia ad avere più difficoltà ad eliminare gli oligo-elementi come l’alluminio. L’effetto energizzante si è verificato nel colon dell’interrogante e le distorsioni in quell’area sono sempre più sostanziali. Infine, c’è una piccola area di infezione nella bocca dell’interrogante che necessita di attenzione.

106.13 Interrogante: Ra potrebbe consigliare cosa dovrei fare per migliorare il mio stato di salute?

Ra: Io sono Ra. In questo caso ci avviciniamo molto alla Legge della Confusione, ma sentiamo l’opportunità di parlare a causa di conseguenze potenzialmente fatali per lo strumento. Ci fermiamo per dare all’interrogante e allo scriba alcuni momenti di spazio/tempo per aiutarci allontanandoci da quelle distorsioni che ci inducono a invocare la Legge della Confusione. Questo sarebbe utile.

[Pausa di pochi istanti.]

Sono Ra. Apprezziamo i tuoi tentativi. Anche [la confusione sui tuoi benefici è utile. L’interrogante ha, nel recente passato, consentito un trasferimento completo] di dolore mentale/emotivo dall’interrogante allo strumento. La chiave di questo deleterio lavoro è stata, per effetto del loro significato, quando lo strumento usò le espressioni: “che vorrebbe essere l’interrogante” ed “essere quella forte”. “L’interrogante potrebbe essere come lo strumento, piccolo e sciocco”. L’interrogante, ignaro del fermo intento dello strumento e non comprendendo la possibilità di un tale trasferimento di energia, fu d’accordo.

Queste due entità sono state una cosa sola per un periodo senza tempo e lo hanno manifestato nel vostro spazio/tempo. Così si è verificato il lavoro deleterio. Di comune accordo in cura e cautela, può essere disfatto. Esortiamo l’attenzione al ringraziamento e all’armonia da parte dell’interrogante. Possiamo affermare la precedente raccomandazione in generale sulle capacità e la purezza delle intenzioni di colui conosciuto come Bob, e possiamo notare la malattia simpatica che si è verificata a causa della sensibilità dello strumento.

Infine, possiamo notare che a colui noto come Peter diversi aspetti delle distorsioni sperimentate dall’interrogante, dallo strumento e dallo scriba possono essere abbastanza evidenti e piuttosto semplicemente tradotti in distorsioni minori.

106.14 Interrogante: Qual è il cognome di Peter? Non conosco chi sia.

Ra: Io sono Ra. Il nome con cui questa entità ha scelto di essere conosciuta è Inman.

106.15 Interrogante: Ra raccomanderebbe … Mettiamola in questo modo: Ra penserebbe che la chirurgia nel mio caso sarebbe di aiuto?

Ra: Io sono Ra. Presumiamo che parli dell’indisposizione del colon e del suo potenziale aiuto da parte dei vostri chirurghi. È corretto?

106.16 Interrogante: Sì.

Ra: Ancora una volta, io sono Ra. Si prega di soffiare da un lato all’altro del viso e del cuore dello strumento.

[Questo è stato fatto come indicato.]

Sono Ra. Continueremo. L’atmosfera è stata meticolosamente preparata. Tuttavia, ci sono quegli elementi che causano difficoltà allo strumento, la nevrastenia del lato destro del viso viene aggiunta ad altri accessi di dolore energizzati di origine artritica.

Una tale operazione sarebbe di aiuto nel caso in cui l’entità scelga questa pulizia fisica come un evento che collabora con i cambiamenti negli orientamenti mentali, mentali/emotivi e fisici dell’entità. Senza quest’ultima scelta, la distorsione si ripresenterebbe.

106.17 Interrogante: Ora, riassumendo ciò che possiamo fare per lo strumento: attraverso la lode, il ringraziamento e l’armonia possiamo … È tutto ciò che possiamo fare oltre a consigliarle di bere una notevole quantità di liquido e spostarla in un’atmosfera migliore. Ho ragione su questo?

Ra: Io sono Ra. Esaminiamo l’affermazione e troviamo due elementi mancanti, uno importante rispetto all’altro. L’aggiunta principale è l’afferrare la natura dell’entità. Il meno importante è, per poco possa sembrare esserlo, forse utile; cioè, l’entità assorbe molti farmaci e trova utile nutrirsi quando queste sostanze vengono ingerite. Si consiglia di sostituire il biscotto con sostanze come il succo di frutta e, inoltre, si sconsiglia l’ingestione di sostanze contenenti saccarosio che non sono liquide nelle quattro delle vostre ore precedenti il periodo di sonno.

106.18 Interrogante: La mia esperienza con i deumidificatori mi indica che probabilmente sarà impossibile abbassare molto l’umidità in quella casa con un deumidificatore, anche se possiamo provare, e probabilmente se ci trasferiamo lì, dovremo andarcene molto presto.

C’è qualcos’altro che necessita essere fatto per completare la guarigione del problema ai reni di Jim?

Ra: Io sono Ra. Se ci si rende conto che la condizione potrebbe persistere in potenziale per alcuni mesi dopo la sospensione di tutti i farmaci, allora verrà prestata attenzione e tutto continuerà bene.

Potremmo notare che, per gli scopi che intendi, il luogo, [indirizzo censurato], sia umido che arido, è insolitamente adatto. Le attuali distorsioni aggravate dello strumento si sono placate a causa della mancanza di catalizzatore acuto, la condizione del luogo di cui è stata fatta l’ipotesi è estremamente vantaggiosa.

106.19 Intervistatore: Quindi l’effetto del – stavi dicendo l’effetto dell’umidità – cercheremo di abbassarlo il più possibile, ma stai dicendo che l’effetto dell’umidità è una considerazione relativamente minore quando tutti gli altri fattori benefici sono presi in considerazione per l’indirizzo [indirizzo censurato]? È corretto?

Ra: Io sono Ra. Sì.

106.20 Interrogante: Sono abbastanza preoccupato per la salute dello strumento a questo punto e devo chiedere se c’è qualcosa che non ho considerato riguardo alla salute dello strumento? Qualcosa che potremmo fare per lei per migliorare le sue condizioni oltre a quello che è già stato raccomandato?

Ra: Io sono Ra. Tutto è, con tutto il cuore, orientato al sostegno qui. Percepisci il gruppo come qui, un luogo nel tempo/spazio. All’interno di questa vera casa, mantieni l’atmosfera serena. Ridi insieme e trova gioia in e con ogni altro. Tutto il resto è più pienamente realizzato o pianificato per la realizzazione.

106.21 Interrogante: È altrettanto efficace pulire la casa con sale e acqua dopo che ci siamo trasferiti come lo è farlo prima di … che ci trasferiamo?

Ra: Io sono Ra. In questo caso non è una preoccupazione metafisica urgente come il tempismo lo sarebbe in un’atmosfera meno benigna e felice. Si nota la relativa semplicità di realizzare questo prima dell’occupazione. Ciò non è importante, tranne per quanto riguarda il catalizzatore con cui si desidera trattare.

106.22 Interrogante: Puoi dirmi qual era la difficoltà dello strumento con il suo ultimo vortice (d’acqua)?

Ra: Io sono Ra. Lo strumento ha assunto la natura mentale/emotiva e il complesso di distorsione dell’interrogante come abbiamo in precedenza notato. Lo strumento ha preso le acque vorticose a temperature troppo elevate e a velocità di vibrazione che, se aggravate dal calore delle acque vorticose, provocano uno stato di shock leggero come voi chiamereste la distorsione. Il complesso mentale ha inadeguato ossigeno in questo stato distorto ed è indebolito.

In questo stato lo strumento, avendo la distorsione dell’interrogante senza la forza della distorsione dell’interrogante che si potrebbe paragonare all’uso di un’armatura, iniziò ad entrare in un episodio psicotico acuto. Quando lo stato di shock passò, i sintomi scomparirono. Il potenziale rimane poiché l’identità empatica non è stata abbandonata, e sia l’interrogante che lo strumento vivono come entità in una parte del complesso mentale/emotivo dello strumento.

Possiamo chiedere un’altra domanda completa per questo lavoro e ricordare allo strumento che è opportuno riservare qualche piccola porzione di energia prima di un lavoro.

106.23 Interrogante: Vorrei solo chiedere se c’è qualcosa che possiamo fare per aiutare lo strumento e metterla più a suo agio o migliorare il contatto, e quale sarebbe la data più vicina che Ra consiglierebbe per il prossimo contatto? E noi certamente … Apprezzerei sicuramente il ritorno del falco d’oro. Mi ha dato grande conforto.

Ra: Io sono Ra. Hai la completa libertà di programmare i lavori.

Suggeriamo che la natura di tutta la manifestazione sia illusoria e funzionale solo nella misura in cui l’entità passa dalla forma e dall’ombra all’Uno.

Sono Ra. Vi lasciamo, amici miei, nell’amore e nella luce gloriosa dell’Uno Infinito Creatore. Avanti, allora, rallegrandovi nel potere e nella pace dell’Uno Infinito Creatore. Adonai.

CONCLUSIONI

Dopo 106 sessioni il contatto con Ra ebbe termine.

SESSIONI DA 102 A 106Ringrazio tutti i fratelli e gli amici per l’aiuto che mi hanno fornito durante questo lavoro di traduzione e lo dedico ad un fratello.

Che il Grande Falco dorato si sempre sopra di te anima benedetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.