SESSIONE 37 38 39 40 41

SESSIONE 37 38 39 40 41

SESSIONE 37 38 39 40 41SESSIONE 37

12 marzo 1981

37.0 Ra: Io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunico adesso.

37.1 Interrogante: Ra ha familiarità con i risultati dei nostri sforzi oggi per pubblicare il primo libro che abbiamo fatto?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.

37.2 Interrogante: Non so se puoi commentare la difficoltà che avremo nel rendere la Legge dell’Uno disponibile a coloro che la richiederebbero e la vorrebbero. Non è qualcosa che è facile da diffondere a quelli la vogliono in questo momento. Sono sicuro che ci sono molti, specialmente gli Erranti, che vogliono queste informazioni, ma dovremo fare qualcos’altro per metterle nelle loro mani in forma di materiale aggiunto, temo. È possibile per te commentare questo?

Ra: Io sono Ra. È possibile.

37.3 Interrogante: Vuoi commentarlo?

Ra: Io sono Ra. Lo faremo. In primo luogo, la scelta di questo gruppo di svolgere un lavoro per servire gli altri era di natura intensa. Ciascuno presente ha sacrificato molto per nessun risultato tangibile. Ciascuno può cercare nel proprio cuore il tipo di sacrificio, sapendo che i sacrifici materiali sono i minori; l’impegno intenso ad amalgamarsi in un gruppo armonioso all’apice del sacrificio. Per queste condizioni abbiamo trovato la vostra vibrazione. Abbiamo osservato la vostra vibrazione. Non si vedrà spesso. Non desideriamo “gonfiare l’orgoglio”, ma non mercanteggeremo con le circostanze necessarie per il nostro contatto particolare. Così avete ricevuto e noi ci assumiamo volentieri l’onore/dovere di continuare a offrire trasmissioni di concetti che sono, al meglio delle nostre capacità, precisi in natura e fondati nel tentativo di unificare molte di quelle cose che vi interessano.

In secondo luogo, l’utilizzo che fate di queste trasmissioni è completamente a vostra discrezione. Suggeriamo il fluire dei sensi intuitivi naturali e un minimo di distorsione verso l’attenzione. Ci accontentiamo, come abbiamo detto, di poter aiutare nell’evoluzione di uno delle vostre genti. Qualsiasi sforzo voi facciate non ci deluderà, perché quel numero supera già uno.

37.4 Interrogante: Ho esitato molto a porre alcune domande per paura che sarebbero state ritenute, come io le ritengo, quali questioni di scarsa importanza o di troppo grande specificità e in tal modo riducono il nostro contatto con te. Al fine di diffondere alcune delle informazioni che considero di estrema importanza; cioè, il tipo di informazione non-transitoria, informazione che ha a che fare con l’evoluzione di mente, corpo e spirito, sembra quasi necessario nella nostra società includere informazioni che sono di scarso valore, semplicemente perché è così che la nostra … la nostra società funziona e… come il sistema di distribuzione valuta ciò che viene offerto per la distribuzione. Potresti com- … commenteresti questo problema che ho?

Ra: Io sono Ra. Commentiamo come segue: è del tutto corretto che il livello e la purezza di questo contatto sono dipendenti dal livello e dalla purezza delle informazioni ricercate. Pertanto, la continua richiesta di informazioni specifiche da questa particolare fonte è deleteria per la sostanza del vostro intento. Oltretutto, mentre esaminavamo la tua mente per comprendere la tua situazione per quanto riguarda il dattiloscritto di alcune nostre parole, abbiamo trovato che sei stato criticato per il tipo di costruzione del linguaggio utilizzato per trasmettere i dati. A causa del nostro orientamento riguardo ai dati, anche la domanda più specificamente risposta sarà formulata dal nostro gruppo in modo tale da massimizzare l’accuratezza delle sfumature della risposta. Ciò, tuttavia, contrasta con ciò che il vostro critico desidera in termini di prosa semplice e lucida. Più di questo non possiamo dire. Queste sono le nostre osservazioni sulla vostra situazione. Ciò che desiderate fare è completamente di vostra decisione e noi restiamo al vostro servizio in qualunque modo possiamo essere senza infrangere la Via della Confusione.

37.5 Interrogante: Cercheremo di eludere questi problemi nella diffusione della Legge dell’Uno. Ci vorrà un po ‘di lavoro accurato per farlo, ma lo faremo. Personalmente non cesserò mentre sono ancora incarnato di tentare di diffonderlo. Credo che sarà necessario scrivere un libro, molto probabilmente sugli UFO poiché la Legge dell’Uno è collegata al fenomeno. È collegata a tutti i fenomeni, ma questo è il … sembra essere “l’ingresso più facile” nella diffusione. Il mio primo piano è, usando l’UFO nel senso pubblicitario in cui è stato inteso dalla Confederazione, usare questo come “un ingresso” in una spiegazione del processo di evoluzione che è andato avanti su questo pianeta e di come il resto del … o La Confederazione è stata coinvolta, in una maniera più comprensibile, direi, per la popolazione che lo leggerà, utilizzando il Ra Material in forma non-distorta proprio come è stato registrato qui in vari punti del libro per amplificare e chiarire ciò che stiamo dicendo nel libro. Questo è l’unico modo che riesco a vedere in questo momento per creare una diffusione sufficiente per le persone che vorrebbero avere la Legge dell’Uno, per poterla ottenere. Potrei semplicemente andare avanti e stampare il materiale che abbiamo sul registratore e pubblicarlo, ma non saremmo in grado di diffonderlo molto bene a causa di problemi di distribuzione. Commenterai la mia seconda idea di fare un libro generale sugli UFO che includa il materiale della Legge dell’Uno?

Ra: Io sono Ra. Commenteremo. Ci auguriamo che i tuoi Piani Ra si concretizzino. Questo è uno scherzo cosmico.

Stavi chiedendo un simile esempio di umorismo e riteniamo che questo sia un nexus piuttosto appropriato in cui uno può essere inserito. Continua con le tue intenzioni al meglio della tua natura e capacità. Cos’altro si può fare, amici miei?

37.6 Interrogante: In tal caso, andremo avanti con le domande che abbiamo qui, continuando l’ultima sessione. Hai detto che ogni entità di terza densità ha un sé superiore nella sesta densità che si sta muovendo verso il complesso mente/corpo/spirito dell’entità secondo necessità. Anche questo sé superiore si evolve nella crescita attraverso le densità iniziando con la prima densità, e ogni sé superiore ha un corrispondente sé superiore che progredisce nelle densità al di sopra di esso?

Ra: Io sono Ra. Semplificare questo concetto è il nostro intento. Il sé superiore è una manifestazione data al tardivo (late) complesso mente/corpo/spirito di sesta densità come un dono della sua futura Unicità (selfness). L’ultima azione della media-settima densità prima di volgersi verso la Completezza (allness) del Creatore e guadagnare massa spirituale è quella di fornire questa risorsa al sé di sesta densità, muovendosi, nel modo in cui misurate il tempo, nel flusso del tempo.

Questo sé, il complesso mente/corpo/spirito di fine sesta densità, ha quindi l’onore/dovere di utilizzare sia le esperienze della sua totale banca vivente di memoria di pensieri e azioni sperimentati, e sia di utilizzare le risorse della totalità del complesso mente/corpo/spirito distaccato come un tipo di forma-pensiero infinitamente complessa.

In questo modo puoi vedere il tuo Sé, il tuo Sé superiore o Super-anima e la tua Totalità del complesso mente/corpo/spirito come tre punti in un cerchio. La sola distinzione è quella del vostro continuum tempo/spazio. Sono tutti lo stesso Essere.

37.7 Interrogante: Ogni entità ha una individuale totalità del complesso mente/corpo/spirito o un certo numero di entità condivide la stessa totalità del complesso mente/corpo/spirito?

Ra: Io sono Ra. Ambedue queste affermazioni sono corrette date le appropriate condizioni di tempo/spazio. Ogni entità ha la sua totalità e nel punto in cui un’entità planetaria diventa un complesso di memoria sociale, la totalità di questa unione di entità ha anche la sua Super-anima e la sua Totalità del complesso di memoria sociale come risorsa. Come sempre, il totale, spiritualmente parlando, è maggiore della somma delle sue parti, così che la Super-anima di un complesso di memoria sociale non è la somma delle Super-anime delle sue entità che lo compongono, ma opera sulla via di ciò che abbiamo chiamato quadrati e ciò che comprendiamo voi preferite chiamare raddoppio.

37.8 Interrogante: Grazie. Grazie anche per quella spiegazione della matematica. Ciò mi stava dando noia. Potresti definire la massa spirituale?

Ra: Io sono Ra. Questa sarà l’ultima domanda completa di questa sessione.

La massa spirituale è quella che inizia ad attrarre le oscillazioni vibratorie continue e moventi verso l’esterno dell’essere (beingness), nel pozzo gravitazionale, parlando in senso spirituale, del grande sole centrale, nucleo o Creatore degli universi infiniti.

37.9 Interrogante: Dato che non vogliamo stancare lo strumento, mi limiterò a chiedere se c’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più confortevole o migliorare il contatto.

Ra: Io sono Ra. Tutto bene. Vi lasciamo ora nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Avanti, quindi, rallegrandovi nel potere e nella pace dell’Uno Infinito Creatore. Adonai.

SESSIONE 38

13 marzo 1981

38.0 Ra: [Sono Ra. Vi saluto] nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo adesso.

38.1 Intervistatore: Ci dirai se ci sarebbe qualche speranza o risultato se Jim o io prendiamo il posto dello strumento all’inizio della sessione e tentiamo di sostituire lo strumento come strumento tentando noi stessi il lavoro di trance?

Ra: Io sono Ra. Queste informazioni sono al limite della violazione del libero arbitrio. Tuttavia, assumeremo il vostro desiderio di avere il permesso* di parlare, leggermente oltre i limiti stabiliti dalle linee guida della Confederazione, diciamo. *(constitute permission)

In questo nesso spazio/tempo né quello noto come Don né quello noto come Jim sono utilizzabili per questo lavoro. Quello noto come Don, per così dire, praticando i meccanismi del contatto e del servizio agli altri per mezzo della canalizzazione, come la chiamate, in un certo periodo del vostro tempo diventerebbe in grado di fare questo lavoro. Quello noto come Jim avrebbe difficoltà a diventare un canale di questo tipo senza maggiore pratica anche in un periodo di tempo più lungo. Poi dovremmo sperimentare con le armoniche sviluppate da questa pratica. Questo vale in entrambi i casi.

38.2 Interrogante: Grazie. Andando a ritroso solo un po’ oggi, vorrei sapere se il motivo per cui l’energia nucleare è stata introdotta in questa densità circa quaranta anni fa, aveva qualcosa a che fare con il fornire alle entità che erano qui, che avevano causato la distruzione di Maldek, un’altra chance di usare l’energia nucleare in maniera pacifica piuttosto che distruttiva? È corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo è incorretto in quanto “mette il carro prima dei buoi”, come dice la vostra gente. Il desiderio di questo tipo di informazioni ha attirato questi dati alla vostra gente. Non è stato fornito in ragione di influenze esterne; piuttosto era desiderato dai vostri popoli. Da questo punto in poi il tuo ragionamento è corretto in quanto le entità avevano desiderato la seconda chance che hai menzionato.

38.3 Interrogante: Qual fu il meccanismo per soddisfare il desiderio di informazioni riguardanti l’energia nucleare?

Ra: Io sono Ra. Per come comprendiamo la tua domanda, il meccanismo fu ciò che potresti chiamare ispirazione.

38.4 Interrogante: Questa ispirazione era un— Un’entità imprimerebbe la persona che desidera l’informazione, con pensieri? Questo sarebbe il meccanismo dell’ispirazione?

Ra: Io sono Ra. Il meccanismo dell’ispirazione implica una straordinaria facoltà di desiderio o volontà di conoscere o di ricevere in un determinato ambito accompagnata dalla capacità di apertura e fiducia in ciò che potreste chiamare intuizione.

38.5 Intervistatore: Potresti dirmi come ciascuno dei raggi, dal rosso al viola, apparirebbe in un’entità perfettamente bilanciata e non-distorta?

Ra: Io sono Ra. Non possiamo dirtelo perché ciascun bilanciamento è perfetto e ciascuno è unico. Non intendiamo essere oscuri.

Ti offriamo un esempio. In una particolare entità, usiamo questo strumento, i raggi possono essere visti come estremamente uniformi, rosso, arancione, giallo. Il raggio verde è estremamente luminoso. Questo è, diciamo, bilanciato da un indaco meno luminoso. Tra questi due risiede il punto di equilibrio, il raggio blu del comunicatore, sfavillante di una forza superiore all’ordinario. Nel raggio viola vediamo questo spettrografo unico, se volete, e allo stesso tempo il viola puro che circonda il tutto; questo a sua volta, circondato da ciò che mescola il raggio rosso e viola, indicante l’integrazione di mente, corpo e spirito; questo è circondato a sua volta dal modello vibratorio della vera densità di questa entità.

Questa descrizione può essere vista sia come sbilanciata e sia come in perfetto equilibrio. Quest’ultima comprensione è estremamente utile nel trattare con gli altri-sé. La capacità di avvertire i blocchi è utile solo per il guaritore. Non c’è propriamente una piccola frazione di giudizio quando si osserva un bilanciamento dei colori. Ovviamente quando vediamo molti dei plexi energetici indeboliti e bloccati, possiamo capire che un’entità non ha ancora “afferrato il testimone e iniziato la corsa”. Tuttavia, i potenziali sono sempre lì. Tutti i raggi pienamente bilanciati sono lì in attesa di essere attivati.

Forse un altro modo per rispondere alla tua domanda è questo: nell’entità pienamente potenziata i raggi si accumulano uno sull’altro con uguale brillantezza vibratoria e lucentezza scintillante fino a quando il colore circostante è bianco. Questo è ciò che potreste chiamare bilanciamento potenziato nella terza densità.

38.6 Interrogante: È possibile per un pianeta di terza densità formare un complesso di memoria sociale che opera in terza densità?

Ra: Io sono Ra. È possibile solo nell’ultima o settima porzione di tale densità quando le entità si stanno preparando armoniosamente per la laurea.

38.7 Interrogante: Potresti fornirmi un esempio di un pianeta di questa natura, sia di un tipo di servizio-agli-altri di terza densità che di un tipo di servizio-al-sé di terza densità a questo livello di…, di condizioni di conseguimento?

Ra: Io sono Ra. Per quanto ne sappiamo, non ci sono complessi di memoria sociale di terza densità orientati negativamente. I complessi di memoria sociale orientati positivamente di terza densità non sono inediti ma piuttosto rari. Tuttavia, un’entità del corpo planetario della stella Sirio ha avuto contatti con questo corpo planetario due volte. Questa entità è di avanzata terza densità e fa parte di un complesso di memoria sociale di terza densità. Questo è stato menzionato nel materiale precedente. Il complesso di memoria sociale è propriamente un fenomeno di quarta densità.

38.8 Interrogante: Mi chiedevo se quel particolare complesso di memoria sociale della stella di Sirio si sia evoluto dagli alberi?

Ra: Io sono Ra. Questo è prossimo alla correttezza. Quelle forme di vegetazione di seconda densità che si sono laureate in terza densità su questo pianeta che porta il nome di Cane erano simili all’albero come lo conoscete.

38.9 Interrogante: Mi stavo anche chiedendo se, dal momento che un’azione di natura bellicosa è impossibile per quanto ne so per la vegetazione, non avrebbero il vantaggio quando entrano nella terza densità dalla seconda di non portare con sé una memoria razziale di natura bellicosa e quindi sviluppare una società più armoniosa e accelerare la loro evoluzione in questa natura? È vero?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Tuttavia, per divenire bilanciato e iniziare a polarizzare adeguatamente è quindi necessario indagare sui movimenti di tutti i tipi*, soprattutto la bellicosità. *(movements of all kinds; movements: azione, attività -di solito utilizzato al plurale)

38.10 Interrogante: Presumo, quindi, che le loro indagini sulla bellicosità fossero principalmente del tipo che hanno estratto dalla memoria di Hickson piuttosto che la guerra tra di loro? È corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Le entità di questo retaggio troverebbero quasi impossibile combattere. In effetti, i loro studi sui movimenti di tutti i tipi* sono la loro forma di meditazione perché la loro attività è al livello di ciò che chiamereste meditazione e quindi deve essere bilanciata, proprio come le vostre entità hanno bisogno di momenti di meditazione costanti per equilibrare le vostre attività.

38.11 Interrogante: Credo che questo sia un punto importante per noi nella comprensione dell’aspetto equilibrante della meditazione poiché abbiamo qui la sua antitesi in un altro tipo di evoluzione. Queste entità si spostavano, ci viene detto da Charlie Hickson, senza muovere le gambe. Loro … presumo che usino un principio che è in qualche modo simile al principio del movimento delle vostre campane di cristallo, nel muovere i loro veicoli fisici. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo è parzialmente incorretto.

38.12 Interrogante: Ma sto solo supponendo che loro… il loro metodo di movimento non sia una funzione di leva meccanica come la nostra, ma una funzione diretta della mente in qualche modo connessa con l’azione magnetica di un pianeta. È giusto?

Ra: Io sono Ra. Questo è ampiamente corretto. È un fenomeno elettromagnetico controllato da impulsi di pensiero di natura elettrica debole.

38.13 Interrogante: Il loro velivolo era visibile a — sarebbe stato visibile a chiunque della nostra densità sul nostro pianeta che potesse averlo visto o potrebbe essere stato in quell’area in quel momento? È un materiale di terza densità, lo stesso di questa sedia o di qualsiasi cosa che abbiamo qui?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Si prega di porre un’altra domanda completa prima di chiudere poiché questo strumento ha bassa energia vitale in questo spazio/tempo.

38.14 Interrogante: Va bene, chiederò solo questo. Ho qui questo: potresti darmi un’idea di quali sono le condizioni su un pianeta di quarta densità negativa o di servizio-al sé? Puoi farlo?

Ra: Io sono Ra. La laurea in quarta densità negativa è raggiunta da quegli esseri che hanno contattato consapevolmente l’infinito intelligente attraverso l’uso dei raggi di energia rosso, arancione e giallo. Pertanto, le condizioni planetarie di quarta densità negativa includono il costante allineamento e riallineamento delle entità nel tentativo di formare i modelli di energia combinata dominanti.

La quarta densità iniziale è una delle lotte più intense. Quando l’ordine dell’autorità è stato stabilito e tutti hanno combattuto fino a quando non sono convinti che ognuno sia nel giusto posizionamento per la struttura del potere, inizia il complesso di memoria sociale. Si cerca sempre di utilizzare gli effetti di quarta densità della telepatia e la trasparenza del pensiero per l’interesse di coloro che sono all’apice della struttura del potere.

Questo, come puoi vedere, è spesso piuttosto dannoso per l’ulteriore polarizzazione delle entità negative di quarta densità, poiché l’ulteriore polarizzazione negativa può avvenire solo attraverso l’impegno di gruppo. Quando le entità di quarta densità riescono a combinarsi, esse si polarizzano, quindi, attraverso servizi al sé come quelli offerti dai crociati di Orione.

Puoi porre domande più specifiche nella prossima sessione di lavoro. Ci sono brevi domande prima di lasciare questo strumento?

38.15 Interrogante: Vorrei solo sapere se c’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più confortevole o migliorare il contatto?

Ra: Io sono Ra. Tutto bene. Vi lasciamo nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Avanti rallegrandovi nel potere e nella pace dell’Uno Creatore. Adonai.

SESSIONE 39

16 marzo 1981

39.0 Ra: Io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunico adesso.

39.1 Interrogante: Lo strumento si chiedeva se la sua sensazione di fragilità fosse il risultato dell’ingestione di prodotti chimici, di circa sei settimane fa?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Questo strumento sta ora sopportando il periodo più intenso di debilitazione/distorsione del complesso fisico a causa degli effetti di raddoppio delle due ingestioni. Questo strumento può aspettarsi che questo grado estremo (extremity) proceda per un periodo che va dai quindici ai venti dei vostri cicli diurni. Le distorsioni di debolezza inizieranno poi a diminuire, tuttavia, non così rapidamente come inizialmente pensavamo, a causa delle continue distorsioni di debolezza di questo strumento. Questo strumento è molto fortunato ad avere un gruppo di supporto che gli sottolinea la cautela necessaria per quanto riguarda queste sessioni in questo momento. Questo strumento è in grado di ripulire quasi istantaneamente il complesso mentale/emotivo e il complesso spirituale per la purezza che questo lavoro richiede, ma la distorsione di questo strumento verso la fedeltà al servizio non funziona al suo miglior utilizzo del giudizio, per quanto riguarda le distorsioni di debolezza del complesso fisico. Apprezziamo quindi la vostra assistenza in spazio/tempi come ad esempio quella, nel vostro più recente processo decisionale, di non eseguire un lavoro. Questa è stata la decisione appropriata e la guida fornita a questo strumento è stata utile.

39.2 Interrogante: C’è qualcosa che lo strumento potrebbe fare in aggiunta a ciò che sta tentando di fare per aiutare le sue condizioni a migliorare più velocemente? So che negli ultimi due giorni non è stata in grado di fare esercizio a causa del suo problema ai piedi… , non è in grado di camminare, ma confidiamo che ritorni a farlo. C’è qualcos’altro che lei potrebbe fare?

Ra: Io sono Ra. Come abbiamo sottinteso, le entità negative stanno “facendo di tutto” per minare questo strumento in questo momento. Questa è la causa del sopracitato problema con le dita del piede. È una fortuna che questo strumento sia fortemente coinvolto nell’adorazione dell’Uno Infinito Creatore mediante i complessi vibratori di canto sacro durante questo periodo. La più attiva esistenza fisica, sia nelle attività di esercizio che in senso sessuale, sono utili. Tuttavia, i requisiti delle distorsioni di questo strumento verso ciò che chiamereste etica hanno un effetto su quest’ultima attività. Ancora una volta, è una fortuna che questo strumento ha le opportunità per rapporti sociali amorosi che sono di un certo beneficio sostanziale. Sostanzialmente, nel vostro continuum di terza densità, questa è una questione di tempo.

39.3 Interrogante: Dalla tua “lettura” delle condizioni dello strumento puoi approssimare la frequenza e la durata del lavoro che potremmo pianificare per i nostri lavori futuri?

Ra: Io sono Ra. Questa domanda rasenta la violazione. Le informazioni fornite fissano linee guida abbastanza seguibili. Tuttavia, siamo consapevoli che non solo ognuno di voi non può leggere l’aura di questo strumento e così vedere le condizioni del complesso fisico, ma anche lo strumento stesso ha notevoli difficoltà a penetrare la precisa condizione di distorsione del suo complesso fisico a causa della sua costante dipendenza dalla sua volontà di servire. Pertanto, riteniamo di non violare se indichiamo che un lavoro ogni periodo diurno alternato, nelle ore mattutine, è il più appropriato, con la possibilità di un lavoro più breve nel periodo mattutino libero se ritenuto appropriato. Questo così non solo durante questo periodo, ma in generale.

39.4 Interrogante: Allora continuerò ora con le domande generali, tentando di trovare un modo per entrare in una linea di interrogazione che ci porterà in un’area di comprensione delle attività non-transitorie su cui possiamo lavorare noi e altri per elevare la nostra coscienza e potrei fare diversi errori qui nel cercare di trovare un modo per entrare in questa (linea) di domande. Mi scuso in anticipo se la mia interrogazione è fuorviante. Noto che tutto sembra … o la maggior parte delle cose di base sembrano essere divise in unità che totalizzano sette. Guardando una trascrizione di Henry Puharich da “The Nine” ho trovato una dichiarazione di The Nine in cui si dice: “Se prendiamo sette volte l’equivalente elettrico del corpo umano, risulterebbe in un sevenon della massa di elettricità”. Potresti spiegare questo?

Ra: Io sono Ra. Spiegare questo va oltre le possibilità della vostra lingua. Tuttavia, tenteremo di affrontare questo concetto.

Come sapete, all’inizio delle creazioni istituite da ogni Logos, vengono creati i potenziali completi, sia elettrici, nel senso (inteso) da colui che chiamate Larson, sia metafisici. Questa elettricità metafisica è importante per la comprensione, diciamo, di questa dichiarazione quanto lo è il concetto di elettricità.

Questo concetto, come sapete, tratta di energia potenziata. È stato detto che l’elettrone non abbia massa ma solo un campo. Altri affermano abbia una massa di misura infinitesimale. Entrambi sono nel giusto. La vera massa dell’energia potenziata è la forza del campo. Questo è vero anche metafisicamente.

Tuttavia, nel vostro attuale sistema fisico di conoscenza è utile prendere il numero di massa dell’elettrone al fine di fare il lavoro in cui puoi trovare soluzioni ad altre domande sull’universo fisico. In tale maniera, puoi convenientemente considerare ogni densità come avente una sempre più grande massa spirituale. La massa aumenta, diciamo, sensibilmente ma non molto, fino alla densità del gateway. In questa densità il “ricapitolare”, il “guardare all’indietro”— in breve, tutte le funzioni utili della polarità sono state utilizzate. Pertanto, la natura elettrica metafisica dell’individuo cresce sempre di più nella massa spirituale.

Per un analogo si può osservare il lavoro di colui noto come Albert che postula la crescita all’infinito della massa man mano che questa massa si avvicina alla velocità della luce. Così l’essere di settima densità, l’essere completato, il Creatore che conosce Se stesso, accumula massa e si compatta nell’Uno Creatore ancora una volta.

39.5 Interrogante: Quindi nell’equazione che ho qui in questa pagina, Mᵢ si riferirebbe alla massa spirituale, suppongo. È corretto?

Mᵢ = (m₀C²) / √ (1 – v² / c²)

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.

39.6 Interrogante: Grazie. Puoi dirmi — puoi interpretare una trasmissione da “The Nine”, dove dicono “CH è un principio che è il principio rivelatore della conoscenza e della legge?” Puoi dirmi qual è questo principio?

Ra: Io sono Ra. Il principio così velato in quella dichiarazione è solo il semplice principio del costante o Creatore e del transitorio o l’Essere incarnato e del desiderio esistente tra i due, l’uno per l’altro, nell’amore e nella luce “in mezzo alle” distorsioni del libero arbitrio che agiscono sul entità legata all’illusione.

39.7 Interrogante: La ragione per cui “The Nine” ha trasmesso questo principio in questa forma la … è stata la ragione per questo, la prima distorsione?

Ra: Io sono Ra. Questo è incorretto.

39.8 Interrogante: Puoi dirmi perché hanno dato il principio in una forma così velata allora?

Ra: Io sono Ra. Lo scriba è molto interessato agli enigmi e alle equazioni.

39.9 Interrogante: Capisco. “I Nove” descrivono se stessi come i “nove mandatari (Principals) di Dio”. Puoi dirmi cosa intendono con questo?

Ra: Io sono Ra. Anche questa è un’affermazione velata. Si tenta di indicare che i nove che siedono nel Consiglio sono coloro che rappresentano il Creatore, l’Unico Creatore, proprio come potrebbero esserci nove testimoni in un’aula di tribunale che testimoniano per un imputato. il termine “principal” ha anche questo significato .

Il desiderio dello scriba può essere visto in molta parte di questo materiale per aver influenzato la maniera della sua presentazione, proprio come le capacità e le preferenze di questo gruppo determinano la natura di questo contatto. La differenza sta nel fatto che noi “siamo così come siamo”. Quindi possiamo parlare come vogliamo o non parlare affatto. Ciò richiede un gruppo molto sintonizzato, possiamo dire.

39.10 Interrogante: Sento che c’è un terreno fruttuoso per investigare il nostro sviluppo nel tracciare l’evoluzione dei centri energetici corporei poiché questi sette centri sembrano essere collegati con tutti “i sette” di cui ho parlato in precedenza ed essere centrali per il nostro sviluppo. Potresti descrivere il processo di evoluzione di questi centri energetici corporei a partire dalla forma di vita più primitiva che li possiede?

Ra: Io sono Ra. Questo materiale è stato trattato in precedenza in una certa misura. Pertanto, non ripeteremo le informazioni su quali raggi risiedono nella prima e nella seconda densità e sui motivi di questo, ma tenteremo piuttosto di approfondire questa informazione.

I punti cardine di base di ogni livello di sviluppo; cioè, ogni densità oltre la seconda, possono essere visti come i seguenti: Primo, l’energia di base del cosiddetto raggio rosso. Questo raggio può essere inteso come il raggio di potenziamento di base per ogni densità. Non deve mai essere considerato “alla leggera” come meno importante o produttivo di evoluzione spirituale, poiché è il raggio di fondamento.

Il prossimo raggio di fondamento è giallo. Questo è il raggio del “grande trampolino di lancio”. A questo raggio la mente/corpo si potenzia al suo massimo bilanciamento. La forte triade rosso/arancione/giallo catapulta l’entità nel raggio centrale del verde. Anche questo è un raggio di base ma non un raggio primario.

Questa è la risorsa per il lavoro spirituale. Quando il raggio verde è stato attivato, troviamo che il terzo raggio primario è in grado di iniziare il potenziamento. Questo è il primo vero raggio spirituale in quanto tutti i trasferimenti sono di una natura mente/corpo/spirito integrati. Il raggio blu pone gli apprendimenti/insegnamenti dello spirito in ogni densità, all’interno del complesso mente/corpo, animando il tutto, comunicando agli altri questa interezza dell’esistenza.

Il raggio indaco, sebbene prezioso, è quel raggio su cui ha lavorato solo l’adepto, come lo chiamereste. È il portale verso l’infinito intelligente che porta l’energia intelligente attraverso (di esso)*. Questo è il centro energetico su cui si lavora in quegli insegnamenti considerati interiori, nascosti e occulti, poiché questo raggio è ciò che è infinito nelle sue possibilità. Come sapete, quelle che guariscono, insegnano e lavorano per il Creatore in qualsiasi maniera che possa essere vista sia come radiosa che come equilibrata, sono quelle attività che sono del raggio indaco.

Come sapete, il raggio viola è costante e non figura in una discussione sulle funzioni di attivazione del raggio in quanto esso è il segno, il registro, l’identità, la vera vibrazione di un’entità.

39.11 Interrogante: Per chiarire un po’, vorrei porre la domanda: se abbiamo una altamente polarizzata entità polarizzata verso il servizio agli altri e una altamente polarizzata entità polarizzata verso il servizio al sé, quale sarebbe, prendendo ogni raggio, partendo con il rosso… ci sarebbe una differenza nel raggio rosso di queste due entità?

Ra: Io sono Ra. Questa sarà l’ultima domanda completa di questo lavoro.

Non c’è differenza in entità positive e negative egualmente fortemente polarizzate per quanto riguarda il raggio rosso.

39.12 Interrogante: Questo è anche vero per tutti gli altri raggi?

Ra: Io sono Ra. Risponderemo brevemente. Puoi fare ulteriori domande in un altro lavoro.

Il modello dei raggi negativo è il rosso/arancione/giallo che si muove direttamente verso il blu*, questo è utilizzato solamente al fine di contattare l’infinito intelligente. *(Ra afferma in 47.4 (link) che il modello negativo si sposta dal rosso/arancione/giallo direttamente all’indaco)

Nelle entità orientate positivamente la configurazione è uniforme, cristallinamente chiara; fine della descrizione dei sette raggi.

Ci sono brevi domande prima di lasciare questo strumento?

39.13 Interrogante: Ho solo bisogno di sapere se c’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più comodo o aiutare il contatto?

Ra: Io sono Ra. Siete molto coscienziosi. Tutto bene. Vi lascio, amici miei, nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Andate dunque avanti rallegrandovi nel potere e nella pace dell’Uno Creatore. Adonai.

SESSIONE 40

18 marzo 1981

40.0 Ra: Io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Infinito Creatore. Comunichiamo adesso.

40.1 Interrogante: Ho pensato che avrei fatto una dichiarazione e ti avrei lasciato correggerla. Sto cercando di creare un modello semplice della porzione dell’universo in cui ci troviamo. A partire dal Logos, o sub-Logos, il nostro sole, abbiamo la luce bianca che emana da questo. Questa è composta da frequenze che spaziano dal rosso al viola. Presumo che questa luce bianca contenga poi le esperienze per tutte le densità e quando entriamo nell’ottava densità entriamo in un buco nero che emerge dall’altra parte come un altro Logos o sole e inizia un’altra ottava di esperienza. Puoi commentare questa parte della mia dichiarazione?

Ra: Io sono Ra. Possiamo commentare questa affermazione in una certa misura. Il concetto della luce bianca del sub-Logos che viene separata prismaticamente e poi, nel capitolo finale, viene nuovamente assorbita è fondamentalmente corretto. Tuttavia, ci sono sottigliezze coinvolte che sono più che semantiche.

La luce bianca che emana e forma l’articolato sub-Logos ha il suo inizio in ciò che può essere metafisicamente visto come oscurità. La luce entra in quell’oscurità e la trasfigura, facendo in modo che il caos si organizzi e diventi riflettente o radioso. Così le dimensioni hanno origine.

Al contrario, la nerezza (blackness) del buco nero, metafisicamente parlando, è una concentrazione di luce bianca che è sistematicamente assorbita ancora una volta nell’Uno Creatore. Infine, questo assorbimento nell’Uno Creatore continua finché tutta l’infinità di creazioni non ha raggiunto una massa spirituale sufficiente affinché tutte formino ancora una volta il grande sole centrale, se potete così immaginarlo, dell’infinito intelligente che attende il potenziamento dal libero arbitrio. Così la transizione dell’ottava è un processo che può essere visto entrare in un’atemporalità (timelessness) di natura inimmaginabile. Tentare di misurarlo in base alle vostre misure del tempo sarebbe inutile.

Pertanto, il concetto di muoversi attraverso il buco nero dell’estremo pozzo di gravità spirituale ed entrare immediatamente nell’ottava successiva manca del sub-concetto o corollario della parte di questo processo che è senza-tempo (timeless).

40.2 Interrogante: I nostri astronomi hanno notato che la luce dalle galassie a spirale è circa sette volte inferiore a quanto dovrebbe essere, dai loro calcoli di quanto dovrebbe essere la loro massa. Mi stavo solo chiedendo se ciò fosse dovuto all’aumento della massa spirituale nelle galassie in quelle che chiamiamo nane bianche?

Ra: Io sono Ra. Questo è fondamentalmente corretto ed è una parte del modo o processo del ciclo della creazione.

40.3 Interrogante: Grazie. Mi chiedevo anche se la prima densità corrispondesse in qualche modo al colore rosso, la seconda al colore arancione, la terza al colore giallo e così via attraverso le densità corrispondenti ai colori in, forse, un modo tale che la vibrazione di base che forma il fotone che forma il nucleo di tutte le particelle atomiche avrebbe una relazione con quel colore nella densità e, e quella, quella vibrazione aumenterebbe per la seconda, terza e quarta densità corrispondentemente all’aumento nella vibrazione dei colori. In qualche modo è corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo è più corretto di quello che hai affermato. In primo luogo, sei corretto nel postulare un quanto, se volete, come la natura di ciascuna densità e ulteriormente corretto nell’assumere che questi quanti possano essere visti come di natura vibratoria corrispondente al colore, così come comprendi questa parola. Tuttavia, è anche vero, come hai sospettato ma non chiesto, che ogni densità è del complesso caratteristico metafisico del suo raggio. Così nella prima densità il raggio rosso è il fondamento di tutto ciò che deve venire. Nella seconda densità il raggio arancione è quello del movimento e della crescita dell’individuo, questo raggio tendente verso il raggio giallo delle manifestazioni autocoscienti di natura sociale oltre che individuale; la terza densità è l’equivalente, e così via, essendo ciascuna densità principalmente il suo raggio più le attrazioni del raggio successivo che la spingono in avanti nell’evoluzione e in una certa misura colorano o sfumano il colore principale di quella densità.

40.4 Interrogante: Allora i centri energetici corporei di un individuo sarebbero, supponendo che l’individuo si evolva in linea retta dalla prima all’ottava densità, …ciascuno di questi centri energetici, centri o chakra sarebbe attivato fino al completamento se tutto funzionasse come dovrebbe? Ciascuno sarebbe attivato fino al completamento e alla massima intensità entro la fine dell’esperienza in ciascuna densità?

Ra: Io sono Ra. Ipoteticamente parlando, questo è corretto. Comunque, l’essere completamente attivato è raro. Molta enfasi è posta sulle armonie e gli equilibri degli individui. È necessario per la laurea attraverso le densità che i centri primari funzionino in maniera tale a comunicare con l’infinito intelligente e apprezzare e deliziarsi in questa luce in tutta la sua purezza. Comunque, attivare completamente ogni centro energetico è la maestria di pochi, poiché ogni centro ha una variabile velocità di rotazione o attività. L’importante osservazione da fare una volta che tutti i centri necessari sono stati attivati al livello minimo necessario, è l’armonia e l’equilibrio fra questi centri energetici

40.5 Interrogante: Grazie. Prendendo come esempio la transizione tra la seconda e la terza densità, quando questa transizione ha luogo, la frequenza di vibrazione che forma il fotone (il nucleo di tutte le particelle della densità), questa frequenza aumenta da una frequenza corrispondente alla seconda densità o arancione, il colore arancione, la frequenza che misuriamo per il colore arancione, alla frequenza che misuriamo per il colore giallo? Ciò che intendo dire è: tutte le vibrazioni che formano la densità, le vibrazioni di base del fotone, aumentano in modo quantistico in un periodo di tempo relativamente breve?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Quindi vedete all’interno di ogni densità il graduale innalzamento (up-grading) dei livelli vibratori.

40.6 Interrogante: Vorrei … Questa è un’ipotesi. La frequenza che passa dalla seconda alla terza, aumenterebbe dalla frequenza arancione intermedia o frequenza arancione media alla frequenza gialla intermedia o frequenza gialla media?

Ra: Io sono Ra. Questa domanda è indeterminata. Cercheremo di essere d’aiuto. In ogni caso, la frequenza che è la base di ogni densità è ciò che può essere chiamato un Vero Colore. Questo termine è impossibile da definire dato il vostro sistema di percettività e di misurazioni scientifiche, poiché il colore ha caratteristiche vibratorie sia nello spazio/tempo che nel tempo/spazio. Il Vero Colore viene quindi sovrapposto e tinto dall’arcobaleno dei vari livelli vibratori all’interno di quella densità e dalle vibrazioni di attrazione della densità del successivo Vero Colore.

40.7 Interrogante: Quanto è durato il tempo di transizione su questo pianeta tra la seconda e la terza densità? Una Generazione e mezza credo. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto, il tempo misurato nei vostri anni è approssimativamente milletrecentocinquanta [1.350].

40.8 Interrogante: Allora quale sarà il tempo di transizione su questo pianeta dalla terza alla quarta densità?

Ra: Io sono Ra. Questo è difficile da stimare a causa delle anomalie inusuali di questa transizione. In questo nesso spazio/tempo ci sono esseri incarnati che hanno iniziato il lavoro di quarta densità. Tuttavia, il clima di terza densità della coscienza planetaria sta ritardando il processo. In questo particolare nesso i vortici di possibilità/probabilità indicano più o meno tra 100 e 700 dei vostri anni come periodo di transizione. Questo non può essere accurato a causa della volatilità dei vostri popoli in questo spazio/tempo.

40.9 Interrogante: La vibrazione di base, del fotone, di tutte le nostre particelle è già aumentata in frequenza?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. È questa influenza che ha iniziato a far diventare i pensieri cose. Ad esempio, puoi osservare i pensieri di rabbia che diventano quelle cellule del complesso fisico corporeo che vanno fuori controllo per diventare ciò che chiamate il cancro.

40.10 Interrogante: Cosa, supponendo che siamo, la nostra vibrazione… Presumo che questa vibrazione abbia iniziato ad aumentare tra i venti e i trent’anni fa. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Le prime avvisaglie di questo ci furono circa quarantacinque dei vostri anni fa, le energie vibrano più intensamente durante il periodo di quarant’anni che precede la traslocazione finale della materia vibratoria, diciamo, attraverso il salto quantico, come lo chiamereste.

40.11 Interrogante: A partire da allora, quarantacinque anni fa, e considerando l’intero aumento in vibrazione che sperimenteremo in questo cambiamento di densità, approssimativamente a quale percentuale del percorso attraverso questo aumento di vibrazione siamo adesso?

Ra: Io sono Ra. La natura vibratoria del vostro ambiente è il Vero Colore, Verde. Questo è in questo momento fortemente sovra-intessuto con il raggio arancione della coscienza planetaria. Tuttavia, la natura dei quanti è tale che la traslocazione oltre il limite è quella di collocamento distinto del livello vibratorio.

40.12 Interrogante: Hai menzionato che i pensieri di rabbia ora stanno causando il cancro. Puoi approfondire come questo meccanismo agisce come catalizzatore o il suo completo scopo?

Ra: Io sono Ra. La quarta densità è quella delle informazioni rivelate. I sé non sono nascosti al sé o agli altri sé. Gli squilibri o distorsioni che sono di natura distruttiva si mostrano, quindi, in modi maggiormente evidenti, nel veicolo del complesso mente/corpo/spirito agendo così come una risorsa di insegnamento per la rivelazione del sé. Queste malattie come il cancro sono corrispondentemente molto suscettibili di auto-guarigione una volta che il meccanismo dell’influenza distruttiva è stato compreso dall’individuo.

40.13 Interrogante: Allora stai dicendo che il cancro è abbastanza facilmente guaribile mentalmente ed è un buon strumento di insegnamento perché è abbastanza facilmente guaribile mentalmente e una volta che l’entità perdona l’altro-sé contro cui è arrabbiato, il cancro scomparirà. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo è parzialmente corretto. L’altra parte della guarigione ha a che fare con il perdono del sé e un notevolmente intensificato rispetto per il sé. Ciò può essere convenientemente espresso dal prestare attenzione alle questioni di dieta alimentare. Questo è abbastanza frequentemente una parte del processo di guarigione e perdono. La tua premessa di base è corretta.

40.14 Domanda: In materia di dieta, quali sarebbero gli alimenti che si includerebbero e quali sarebbero gli alimenti che si escluderebbero in generale per la massima o la maggiore cura del complesso corporeo?

Ra: Io sono Ra. In primo luogo, sottolineiamo ed enfatizziamo che questa informazione non deve essere intesa letteralmente ma come un collegamento o una spinta psicologica per il corpo, la mente e lo spirito. Pertanto è la cura e il rispetto per il sé che è la vera cosa importante. In questa luce possiamo iterare le informazioni di base fornite per la dieta di questo strumento. Le verdure, la frutta, i cereali e, nella misura necessaria al metabolismo individuale, i prodotti animali. Queste sono quelle sostanze che mostrano rispetto per il sé. In aggiunta, sebbene questo non sia stato menzionato, poiché questo strumento non è bisognoso di purificazione, quelle entità bisognose di purgare il sé da una forma-pensiero o da un complesso emotivo velenoso fanno bene ad aver cura nel seguire un programma di attento digiuno fino a quando la forma-pensiero distruttiva è stata eliminata analogamente ai sottoprodotti dello svuotamento del veicolo fisico dal materiale in eccesso. Nuovamente capisci il valore non per il complesso del corpo ma utilizzato come un collegamento con la mente e lo spirito. Così il sé rivela il sé al sé.

40.15 Interrogante: Grazie. Un concetto molto importante. Il fatto che la vibrazione di base che sperimentiamo ora sia il Vero Colore Verde, o quarta densità, spiega il fatto che ci sono molti effetti mentali sugli oggetti materiali che sono ora osservabili per la prima volta in modo massivo come la piegatura del metallo tramite la mente?

Ra: Io sono Ra. Questa sarà l’ultima domanda in totale di questo lavoro. Questo non è solo corretto, ma vi suggeriamo di approfondire questo concetto e di comprendere il gran numero di entità con le cosiddette malattie mentali che sono dovute all’effetto di questo vero colore del raggio verde sulle configurazioni mentali di quelli mentalmente impreparati ad affrontare il sé per la prima volta.

Ci sono brevi domande prima della chiusura?

40.16 Interrogante: Solo due. Riguardo a ciò che hai appena detto, le persone che si incarnano qui per anzianità di vibrazione che si sono incarnate per il percorso del servizio-al-sé, sarebbero quelli che avrebbero estreme difficoltà mentalmente con questa vibrazione del raggio verde?

Ra: Io sono Ra. Questo è incorretto. Sono piuttosto i moltissimi che si sono distratti e non sono riusciti a prepararsi per questa transizione ma che sono in qualche modo suscettibili alla sua influenza, che possono essere interessati.

40.17 Interrogante: Grazie. Chiederò solo se c’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più confortevole o migliorare il contatto.

Ra: Questo strumento è a posto. Siete coscienziosi. Gli accessori conferiscono a questo strumento un maggior comfort nella distorsione del calore del complesso corporeo. Sono Ra. Vi lascio, amici miei, nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Avanti, quindi rallegrati nel potere e nella pace dell’Uno Infinito Creatore. Adonai.

SESSIONE 41

20 marzo 1981

41.0 Ra: Io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo adesso.

41.1 Interrogante: Ho una domanda di logistica da cui iniziare. So che è una domanda stupida, ma devo farla per esserne sicuro. C’è la possibilità che in futuro dovremo spostarci da questo luogo a un luogo a mille o più miglia da qui. Questo avrà qualche effetto sul nostro contatto con Ra?

Ra: Io sono Ra. Questa non è una domanda sciocca. Il luogo è senza importanza?, Forse noi non siamo nella creazione?

Comunque, il luogo del lavoro deve essere attentamente giudicato da voi stessi per essere di appropriati livelli vibratori o deve essere suggerito che la purificazione del luogo sia attuata e la dedicazione fatta per mezzo della meditazione prima del lavoro iniziale. Ciò potrebbe comportare certi lavoretti apparentemente banali come la pulizia o la verniciatura di superfici che potresti ritenere deturpate in modo inappropriato.

41.2 Interrogante: Ho familiarità con il Rituale di Messa al Bando del Pentacolo Minore (Banishing Ritual of the Lesser Pentagram). Mi stavo solo chiedendo se questo rituale fosse utile per preparare un luogo per questo tipo di lavoro?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.

41.3 Interrogante: Quindi, in maniera generale, quello che stai dicendo è che anche se ci siamo spostati a più di mille miglia di distanza, se abbiamo preparato con cura il luogo che abbiamo trovato, anche se era stato utilizzato da altri in precedenza esso potrebbe essere reso soddisfacente. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Sì.

41.4 Interrogante: Nel tentativo di costruire una comprensione dall’inizio, potresti dire, iniziando dall’infinito intelligente e arrivando alla nostra attuale condizione di essere (being), sto avendo qualche difficoltà, ma penso che dovrei tornare indietro e indagare sul nostro sole poiché è il sub-Logos che crea tutto ciò che sperimentiamo in questo particolare sistema planetario.

Mi darai una descrizione del sole, del nostro sole?

Ra: Io sono Ra. Questa è una domanda a cui non è facile rispondere nel vostro linguaggio, perché il sole ha vari aspetti in relazione all’infinito intelligente, all’energia intelligente e ad ciascuna densità di ogni pianeta, come chiamate queste sfere. Oltretutto, queste differenze si estendono alla parte metafisica o tempo/spazio della vostra creazione.

In relazione all’infinito intelligente, il corpo solare è, allo stesso modo di tutte le parti della creazione infinita, parte di quell’infinito.

In relazione all’infinito intelligente potenziato che fa uso dell’energia intelligente, esso è la progenie, diciamo, del Logos di un numero molto più grande di sub-Logoi. La relazione è gerarchica in quanto il sub-Logos usa l’energia intelligente nei modi stabiliti dal Logos e usa il suo libero arbitrio per co-creare, diciamo, le intere sfumature delle vostre densità nel modo in cui le sperimentate.

In relazione alle densità, il corpo solare può fisicamente, come direste, essere visto come un grande corpo di elementi gassosi sottoposto a processi di fusione e irradiante calore e luce.

Metafisicamente, il sole acquisisce un significato dalla quarta alla settima densità, in base alle crescenti capacità delle entità in queste densità di comprendere la natura di creazione vivente e di co-entità, o altro-sé, di questo corpo solare. Così dalla sesta densità il sole può essere visitato e abitato da coloro che dimorano nel tempo/spazio e può anche essere parzialmente creato di momento in momento dai processi delle entità di sesta densità nella loro evoluzione.

41.5 Interrogante: Nella tua ultima dichiarazione intendevi dire che le entità di sesta densità stanno effettivamente creando la manifestazione del sole nella loro densità? Potresti spiegare cosa intendevi con questo?

Ra: Io sono Ra. In questa densità alcune entità il cui mezzo di riproduzione è la fusione possono scegliere di eseguire questa porzione di esperienza come parte dell’essere in esistenza del corpo solare. Quindi puoi pensare a porzioni della luce che ricevi come alla progenie dell’espressione generativa dell’amore di sesta densità.

41.6 Interrogante: Quindi potresti dire che le entità di sesta densità stanno usando quel meccanismo per essere più strettamente co-Creatori con l’Infinito Creatore?

Ra: Io sono Ra. Questo è precisamente corretto, come si vede nelle finali porzioni di sesta densità che cercano le esperienze della densità della porta (gateway).

41.7 Interrogante: Grazie. Quello che voglio fare ora è indagare, mentre si forma la prima densità, cosa succede e come si formano i centri energetici negli esseri. Lascia che prima ti chieda: ha senso chiederti se il sole stesso ha una densità, o esso è tutte densità?

Ra: Io sono Ra. Il sub-Logos è dell’intera ottava e non è quell’entità che sperimenta gli apprendimenti/insegnamenti delle entità come voi.

41.8 Interrogante: Quando si forma la prima densità, il— farò un’affermazione della mia comprensione e se vorrai correggermi, io… vedo intuitivamente la prima densità formata da un centro energetico che è un vortice. Questo vortice provoca poi questi moti rotatori, che ho menzionato prima, della luce, vibrazione che è luce, che poi inizia a condensarsi nei materiali di prima densità. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto fino a quanto il tuo ragionamento ti ha portato. Tuttavia, è bene evidenziare che il Logos ha già il piano di tutte le densità dell’ottava in potenziale completamento prima di entrare nel continuum spazio/tempo in prima densità. Così i centri energetici esistono prima che siano manifestati.

41.9 Interrogante: Allora qual è l’essere più semplice che è manifestato? Suppongo che possa essere una singola cellula o qualcosa del genere. E come funziona riguardo ai centri energetici?

Ra: Io sono Ra. L’essere manifesto più semplice è la luce o quello che hai chiamato il fotone. In relazione ai centri energetici può essere visto come il centro o il fondamento di tutti i campi energetici articolati.

41.10 Interrogante: Quando la prima densità è formata, abbiamo fuoco, aria, terra e acqua. A un certo punto c’è la prima attività o individuazione di vita in una porzione di coscienza che è auto-capace di movimento. Potresti descrivere il processo di creazione di questo e quale tipo di centro energetico ha?

Ra: Io sono Ra. La prima densità o del raggio rosso, sebbene attratta verso la crescita, non è nella vera e propria vibrazione per quelle condizioni favorevoli a ciò che potreste chiamare la scintilla della consapevolezza. Quando le energie vibratorie passano dal rosso all’arancione l’ambiente vibratorio è tale da stimolare quelle sostanze chimiche che negli ultimi tempi erano state inerti, a combinarsi in maniera tale che l’amore e la luce inizino la funzione di crescita.

La supposizione che avevi fatto in precedenza concernente le entità unicellulari come il dinoflagellato polimorfo è corretta. Il meccanismo è quello dell’attrazione della luce che si muove a spirale verso l’alto. Non c’è niente di casuale in questa o in qualsiasi parte dell’evoluzione.

41.11 Interrogante: Come ricordo, il dinoflagellato polimorfo ha una cellula a base di ferro anziché a base di rame. Potresti commentare questo?

Ra: Io sono Ra. Questa informazione non è centrale. La base di qualsiasi metabolismo, diciamo, è quella che si può trovare nelle sostanze chimiche dell’ambiente di origine.

41.12 Interrogante: Stavo solo commentando su questo, perché questo indica che esso ha la progressione della nostra vita animale con cellule a base di rame, tuttavia ha la cellula a base di ferro della vita vegetale, indicante una transizione da una possibile vita vegetale a quella animale. Ho sbagliato? La mia memoria è un po’ confusa su questo.

Ra: Io sono Ra. Non è che tu sia incorretto, ma nessuna conclusione dovrebbe essere tratta da tali informazioni. Ci sono diversi tipi di fondamenta per entità coscienti non solo su questa sfera planetaria, ma in misura molto maggiore nelle forme che si possono trovare sulle sfere planetarie di altri sub-Logoi. Il veicolo chimico è quello che più convenientemente ospita la coscienza. Il funzionamento della coscienza è l’elemento di interesse anziché la composizione chimica di un veicolo fisico.

Abbiamo osservato che coloro che voi chiamate scienziati si sono interrogati sulle varie differenze e sulle possibili interrelazioni dei vari stadi, tipi e condizioni delle forme di vita. Questo non è materiale fruttuoso in quanto è ciò che è di una “scelta del momento” del vostro sub-logos.

41.13 Interrogante: Non volevo perdere tempo con quella domanda, ma ti è capitato di menzionare quel particolare organismo unicellulare. Questo dinoflagellato polimorfo ha quindi un centro energetico arancione?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.

41.14 Interrogante: Questo centro energetico è quindi su una scala molto piccola correlato al centro energetico arancione nell’uomo?

Ra: Io sono Ra. Il Vero Colore è esattamente lo stesso. Tuttavia, la coscienza dell’iniziale seconda densità è primitiva e l’uso del raggio arancione limitato all’espressione del sé che può essere vista come movimento e sopravvivenza.

In terza densità, in questo momento, coloro che “si aggrappano” al raggio arancione hanno un molto più complesso sistema di distorsioni per mezzo del quale il raggio arancione è manifestato. Questo è alquanto complicato. Ci sforzeremo di semplificare.

L’appropriato vero colore per la terza densità è, come hai constatato, il giallo. Tuttavia, le influenze del vero colore, verde, agenti sulle entità del raggio giallo, hanno fatto sì che molte entità regredissero alla considerazione del sé piuttosto che al “fare un passo in avanti” nella considerazione dell’altro sé o del raggio verde. Questo può non essere visto per essere di natura polarizzata negativamente, poiché l’entità polarizzata negativamente sta lavorando molto intensamente con le manifestazioni più profonde delle energie di gruppo del raggio giallo, in particolare le manipolazioni dell’altro-sé per il servizio al sé. Quelli che regrediscono al raggio arancione, e possiamo aggiungere che sono molti sul vostro piano in questo momento, sono quelli che sentono le vibrazioni del vero colore verde e, quindi, rispondono rifiutando le attività governative e sociali in quanto tali e cercano ancora una volta il sé.

Tuttavia, non avendo sviluppato correttamente il raggio giallo in modo che esso bilanci i tassi vibratori personali dell’entità, l’entità deve quindi affrontare il compito di un’ulteriore attivazione e bilanciamento del sé in relazione al sé, ecco cosi le manifestazioni del raggio arancione in questo nesso spazio/tempo.

Perciò il vero colore arancione “è quello che è”, senza differenza. Tuttavia, le manifestazioni di questo o di qualunque raggio possono essere viste come molto differenti a seconda dei livelli vibratori e degli equilibri dei complessi mente/corpo o mente/corpo/spirito che stanno esprimendo queste energie.

41.15 Interrogante: Potresti indicarmi la più semplice e prima entità ad avere entrambi i centri energetici del raggio arancione e giallo?

Ra: Io sono Ra. Sulla vostra sfera planetaria coloro che hanno le prime esperienze di raggio giallo sono quelli di natura animale e vegetale che trovano la necessità di riprodursi con tecniche bisessuali o chi trova necessario dipendere in qualche modo dagli altri-sé per la sopravvivenza e la crescita.

41.16 Interrogante: E poi quale entità sarebbe la più semplice che avrebbe l’attivazione rosso, arancione, giallo e verde?

Ra: Io sono Ra. Queste informazioni sono state “coperte” in una sessione precedente. Forse per semplificare la tua domanda, ogni centro può essere visto come essere potenzialmente attivato in terza densità, le entità di seconda densità avanzata hanno la capacità, se un efficiente uso viene fatto dell’esperienza, di vibrare e attivare il centro di energia del raggio verde.

L’essere di terza densità, avendo il potenziale per la completa auto-consapevolezza, ha quindi il potenziale per l’attivazione minima di tutti i centri energetici. La quarta, quinta e sesta densità sono quelle che affinano i centri energetici più alti. La settima densità è una densità di perfezionamento e del volgersi verso l’atemporalità o la sempiternità. (the turning towards timelessness or foreverness)

41.17 Interrogante: Ebbene, allora un animale in seconda densità avrebbe tutti i centri energetici in qualche modo nel suo essere, ma semplicemente non attivati?

Ra: Io sono Ra. Questo è precisamente corretto.

41.18 Interrogante: Ora, l’animale in seconda densità è composto di luce come lo sono tutte le cose. Quello a cui sto cercando di arrivare è la relazione tra la luce di cui sono creati i vari corpi dell’animale e la relazione di questo con i centri energetici che sono attivi e quelli che sono inattivi e come ciò è collegato al Logos. È una difficile domanda da porre. Puoi darmi qualche tipo di risposta su questo?

Ra: Io sono Ra. La risposta è di reindirizzare i tuoi processi di pensiero da qualsiasi visione meccanica dell’evoluzione. La volontà del Logos pone le potenzialità a disposizione dell’entità in evoluzione. La volontà dell’entità nel suo evolversi è l’unica misura della velocità e della meticolosità dell’attivazione e dell’equilibrio dei vari centri energetici.

41.19 Interrogante: Grazie. Nella sessione di ieri, o dell’altro ieri, hai menzionato la variabile velocità di rotazione o attività dei centri energetici. Cosa intendevi con questo, velocità di rotazione?

Ra: Io sono Ra. Ciascun centro energetico ha un’ampia gamma di velocità rotatoria o, come puoi vedere più chiaramente, in relazione al colore, di brillantezza. Più fortemente la volontà dell’entità vi si concentra e raffina o purifica ogni centro energetico, più brillante o rotazionalmente attivo sarà ciascun centro energetico. Non è necessario che i centri energetici siano attivati in ordine nel caso dell’entità auto-cosciente. Quindi le entità possono avere centri energetici estremamente brillanti pur essendo piuttosto sbilanciate nel loro aspetto del raggio viola a causa della mancanza di attenzione prestata alla totalità dell’esperienza dell’entità.

La chiave per il bilanciamento può quindi essere vista nella risposta non studiata, spontanea e onesta delle entità verso le esperienze, utilizzando così l’esperienza al massimo possibile, quindi applicando gli esercizi di bilanciamento e ottenendo l’atteggiamento corretto per lo spettro più purificato di manifestazione del centro energetico nel raggio viola. Questo è il motivo per cui la brillantezza o velocità rotatoria dei centri energetici non è considerata al di sopra dell’aspetto bilanciato o manifestazione del raggio viola di un’entità per quanto riguarda la raccoglibilità; poiché quelle entità che sono sbilanciate, specialmente per quanto riguarda i raggi primari, non saranno in grado di sostenere l’impatto dell’amore e della luce dell’infinito intelligente nella misura necessaria per il raccolto.

41.20 Interrogante: Potresti dirmi la differenza tra spazio/tempo e tempo/spazio?

Ra: Io sono Ra. Usando le vostre parole, la differenza è quella tra il visibile e l’invisibile o il fisico e il metafisico. Usando termini matematici, come fa quello che chiamate Larson, la differenza è quella tra s/t e t/s.

41.21 Intervistatore: Nell’ultima sessione hai menzionato che il digiuno era un metodo per rimuovere le forme pensiero indesiderate. Puoi precisare questo processo e spiegare un po’ di più come funziona?

Ra: Io sono Ra. Questa, come tutte le tecniche di guarigione, deve essere usata da un essere cosciente; cioè, un essere consapevole che l’eliminazione del materiale in eccesso e indesiderato dal complesso del corpo è l’analogia con la rimozione della mente o dello spirito del materiale indesiderato o in eccesso. Quindi la disciplina o rifiuto della porzione indesiderata come una appropriata parte del sé, viene portata attraverso l’albero della mente giù attraverso il tronco fino ai livelli subconsci dove viene stabilita la connessione e così il corpo, la mente e lo spirito, allora all’unisono, esprimono diniego del materiale spirituale o mentale in eccesso o indesiderato come parte dell’entità.

Tutto allora viene meno e l’entità, pur comprendendo, se vuoi, e apprezzando la natura del materiale respinto come parte del sé superiore, nonostante ciò, attraverso l’azione della volontà, purifica e affina il complesso mente/corpo/spirito, portando in manifestazione la desiderata attitudine del complesso della mente o del complesso dello spirito.

41.22 Interrogante: Allora sarebbe come una cosciente riprogrammazione di catalizzatore? Ad esempio, per alcune entità il catalizzatore è programmato dal sé superiore per creare esperienze in modo che l’entità possa liberarsi da pregiudizi non desiderati. Sarebbe questo allora analogo all’entità che programma consapevolmente questo rilascio e usa il digiuno come metodo di comunicazione con se stessa?

Ra: Io sono Ra. Questo non solo è corretto, ma si può andare oltre. Il sé, se è cosciente in misura sufficiente del funzionamento di questo catalizzatore e delle tecniche di programmazione, può attraverso la concentrazione della volontà e la facoltà di fede, causare da solo la riprogrammazione senza l’analogia del digiuno, della dieta o di altre analoghe discipline del complesso del corpo.

41.23 Interrogante: Ho un libro, “Iniziazione”, in cui la donna descrive l’iniziazione. Conosci il contenuto di questo libro?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Esaminiamo la tua mente.

41.24 Interrogante: Jim ha letto l’intero libro. Ho letto solo una parte, ma mi chiedevo se gli insegnamenti nel libro riguardo al bilanciamento fossero i tuoi insegnamenti, insegnamenti di Ra?

Ra: Io sono Ra. Questo è fondamentalmente corretto con le distorsioni che possono essere viste quando questo materiale viene collazionato con il materiale che abbiamo offerto.

41.25 Interrogante: Perché i centri energetici rosso, giallo e blu sono chiamati centri primari? Io penso di capirlo dal materiale precedente, ma c’è qualche tracciato di questi colori primari che porta all’infinito intelligente che è più profondo di ciò che ci hai dato?

Ra: Io sono Ra. Non possiamo dire ciò che può sembrare profondo ad un’entità. I raggi rosso, giallo e blu sono primari perché denotano un’attività di natura primaria.

Il raggio rosso è il fondamento; raggio arancione il movimento verso il raggio giallo che è il raggio dell’auto-consapevolezza e dell’interazione. Il raggio verde è il movimento, attraverso varie esperienze di scambi di energia che hanno a che fare con la compassione e l’amore che tutto perdona, al primario raggio blu che è il primo raggio di irradiazione del sé indipendentemente da qualsiasi azione di un altro.

L’entità del raggio verde è inefficace di fronte al blocco (proveniente) da altri-sé. L’entità del raggio blu è un co-Creatore. Questa potrebbe forse essere semplicemente una riaffermazione dell’attività precedente, ma se considerate la funzione del Logos come rappresentativa dell’Infinito Creatore nell’effettuare la conoscenza del Creatore da parte del Creatore, potreste forse vedere i passaggi attraverso i quali ciò può essere raggiunto.

Possiamo chiedere un’ultima domanda completa prima di lasciare questo lavoro?

41.26 Interrogante: Questa potrebbe essere una domanda troppo lunga per questo lavoro, ma la farò e se è troppo lunga possiamo continuarla in un secondo momento. Potresti dirmi dello sviluppo del complesso di memoria sociale Ra, dai suoi primi inizi e quale catalizzatore ha usato per arrivare dove si trova ora nell’attivazione dei raggi? È una domanda troppo lunga?

Ra: Io sono Ra. La domanda non richiede una risposta lunga, poiché noi che abbiamo sperimentato le densità vibratorie su quella sfera planetaria che chiamate Venere abbiamo avuto la fortuna di essere capaci di muoverci in armonia con le vibrazioni planetarie con un’armoniosa laurea alla seconda, alla terza e alla quarta, e un’esperienza di quarta densità grandemente accelerata.

Abbiamo trascorso molto tempo/spazio, se volete, in quinta densità bilanciando l’intensa compassione che avevamo acquisito in quarta densità. La laurea fu di nuovo armoniosa e il nostro complesso di memoria sociale, che era diventato più saldamente cementato nella quarta densità, rimase di natura molto forte e servizievole.

Il nostro lavoro di sesta densità è stato anche accelerato a causa dell’armonia del nostro complesso di memoria sociale in modo che siamo stati in grado di impegnarci come membri della Confederazione per approssimarci ancora più speditamente alla laurea alla settima densità. La nostra armonia, tuttavia, è stata una grave fonte di ingenuità per quanto riguarda il lavoro con il vostro pianeta. C’è una breve domanda prima di lasciare questo strumento?

41.27 Interrogante: Chiederò solo se c’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più comodo o migliorare il contatto?

Ra: Io sono Ra. Tutto bene. Vi lascio, amici miei, nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Andate avanti, quindi, rallegrandovi nel potere e nella pace dell’Uno Infinito Creatore. Adonai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.