PULIRE LE ORECCHIE SENZA USARE I COTTON FIOC

PULIRE LE ORECCHIE SENZA USARE I COTTON FIOC

PULIRE LE ORECCHIE SENZA USARE I COTTON FIOCI cotton fioc sono davvero indispensabili per la pulizia delle orecchie? Alcune persone li utilizzano per abitudine e per comodità, altri preferiscono non utilizzarli, ed impiegare semplicemente acqua, sapone ed un asciugamano per la pulizia delle orecchie. Perché? Perché il loro uso è sconsigliato anche dai medici, in quanto potrebbero danneggiare le orecchie.

Considerando il punto di vista dell’ambiente e dei rifiuti, è vero che gran parte dei cotton fioc in vendita risultano biodegradabili, ma è in ogni caso necessario considerare come la loro realizzazione richieda l’impiego di materie prime quali il cotone e la plastica, la cui produzione è tra le meno sostenibili al mondo; da una parte per via del ricorso a pesticidi, dall’altra per la necessità di impiegare petrolio, nel caso di bastoncini non biodegradabili.

DOVE GETTARE I COTTON FIOC

Lo smaltimento dei cotton fioc non sempre avviene in maniera corretta. Alcune cattive abitudini possono portare a gettare quotidianamente i cotton fioc negli scarichi dei sanitari, così che essi costituiranno uno dei possibili rifiuti inquinanti in grado di raggiungere le acque del nostro pianeta. I bastoncini biodegradabili devono essere gettati negli appositi contenitori per la raccolta differenziata. I cotton fioc non biodegradabili finiranno tra i rifiuti non riciclabili, e non devono essere gettati nello scarico del WC. Potrebbero raggiungere spiagge e mari ed impiegare anche 500 anni per biodegradarsi.

PULIRE LE ORECCHIE SENZA USARE I COTTON FIOCLE ALTERNATIVE AI COTTON FIOC

È possibile ricorrere a delle alternative ai cotton fioc e perché decidere di non utilizzarli? Le istruzioni riportate sulle loro confezioni indicano che i cotton fioc dovrebbero essere impiegati unicamente per la pulizia della parte esterna delle orecchie, ma una simile indicazione non sempre viene seguita, portando ad alcuni possibili rischi, come l’inserimento accidentale del cotton fioc nel canale auricolare o il progressivo accumulo di sporcizia verso l’interno delle orecchie. Gli incidenti legati ai cotton fioc possono riguardare in modo particolare i bambini, che non dovrebbero dunque mai utilizzarli da soli.

Una delle possibili alternative all’impiego dei cotton fioc consiste nell’impiegare un fazzoletto di stoffa inumidito, da avvolgere su di un pennellino da trucco, in modo tale da poter effettuare la pulizia delle orecchie quasi come con un cotton fioc, evitando però i rifiuti. Anche in questo caso tale metodo dovrò essere impiegato con attenzione e ci sentiamo di suggerirne altri.

Un’altra metodologia per la pulizia delle orecchie che ci sentiamo di sconsigliare giunge dall’Oriente e per la precisione dall’India. Il sostituto dei bastoncini usa e getta in questo caso è costituito dall’impiego di un bastoncino in metallo, alla cui estremità viene arrotolato del filo di cotone, in modo tale da poter formare una punta simile a quella di un cotton fioc.

Altri bastoncini orientali per la pulizia delle orecchie possono essere realizzati, anziché in metallo, in normale legno o in bambù. Sempre dall’Oriente, il riferimento in questo caso è dato dalla medicina tradizionale ayurvedica, giungono metodi alternativi per la pulizia delle orecchie poco noti in occidente.

Si tratta dell’impiego di oli vegetali per la pulizia delle orecchie, la quale viene eseguita da parte di esperti tramite apposite tecniche all’interno di centri ayurvedici specializzati. L’olio utilizzato più comunemente allo scopo è rappresentato dall’olio di semi di sesamo. Possono essere inoltre impiegati dei mix di oli curativi specifici a seconda della costituzione (vata, pitta o kapha, sulla base di antichi testi indiani) del soggetto che si sottopone ad un trattamento.

Si tratta in ogni caso di oli medicati specifici, applicati al fine di rimuovere il cerume e di allentare le eventuali tensioni del corpo. All’olio di sesamo o agli oli medicati può essere sostituito dell’olio d’oliva, da applicare con le dita dentro le orecchie per facilitare la rimozione del cerume, inclinando prima la testa verso l’interno e poi verso l’esterno, in modo da poterne permettere la fuoriuscita, sia del cerume che dell’olio. L’operazione risulta ancora più semplice utilizzando dell’olio d’oliva leggermente riscaldato.

Lo yoga propone una tecnica di pulizia delle orecchie denominata Karna Dhanti. Deve essere eseguita con molta precauzione, in quanto prevede di inserire il dito mignolo nel canale auricolare e di eseguire una leggera rotazione, che permetta la rimozione del cerume eventualmente accumulato. La pulizia viene eseguita per entrambe le orecchie utilizzando dapprima il dito mignolo ed in seguito il dito indice, per completarla. Un ultimo rimedio da segnalare è costituito dai coni per la pulizia delle orecchie, che faciliterebbero la rimozione del cerume, in commercio nelle farmacie e parafarmacie. Il loro impiego è però piuttosto controverso e non tutti li trovano realmente utili. Inoltre, tra gli ingredienti della loro composizione può essere presente la paraffina, un derivato del petrolio.

Avete ulteriori rimedi da suggerire in proposito, in sostituzione dei cotton fioc?

Scritto da Marta Albè

Fonte: GREENME

UN DISEGNO DI LEGGE PER METTERE AL BANDO I COTTON FIOC. LA PROPOSTA DI MAREVIVO

PULIRE LE ORECCHIE SENZA USARE I COTTON FIOCCotton Fioc Inquinanti, Addio: Marevivo Propone Disegno Di Legge Per I Biodegradabili

La sua immagine ha fatto il giro del mondo, un cavalluccio marino aggrappato a un cotton fioc. La foto è tra le finaliste del prestigioso premio Wildlife Photographer of the Year 2017 ma al di là della particolarità, l’immagine spinge a riflettere. I cotton fioc impiegano circa 500 anni prima di distruggersi. Per questo Marevivo ha lanciato una campagna per fermare la produzione e l’uso dei cotton fioc.

Marevivo promuove un disegno di legge creato ad hoc il cui primo firmatario è Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente della Camera.

Non cadiamo di certo dalle nuvole. Si sa da tempo quanto siano inquinanti i cotton fioc, piccoli ma pericolosi, prodotti con materiali non biodegradabili e dannosi per l’ambiente e gli animali marini.

Dal 2002 l’Italia ha vietato la dispersione nell’ambiente, anche attraverso gli scarichi fognari, dei bastoncini di plastica per la pulizia delle orecchie.

Al fine di prevenire la dispersione nell’ambiente, anche tramite gli scarichi fognari, di prodotti non biodegradabili, entro diciotto mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, i bastoncini per la pulizia delle orecchie commercializzati sul territorio nazionale, dovranno essere prodotti esclusivamente con l’impiego di materiale biodegradabile, secondo le norme UNI 10785si legge nell’articolo 19 della legge 93 del 2001.

Ma nel 2005 la Corte di Giustizia Europea, su ricorso di una multinazionale che aveva subito una sanzione amministrativa per aver commercializzato in un supermercato i bastoncini in plastica, aveva stabilito che la norma italiana era in contrasto con la legislazione comunitaria “in quanto norma tecnica non notificata prima della sua adozione alla Commissione europea”.

Per questo, nel 2006 attraverso il Testo Unico Ambientale, il Governo italiano si era limitato ad abrogare il comma che aveva introdotto il divieto sui bastoncini in plastica, creando un vuoto normativo. Sarebbe stato sufficiente sospendere la legge e notificarla come progetto alla Commissione europea, sostiene Marevivo, precisando che quanto deciso dai giudici comunitari riguardava solo un vizio procedurale e non la sostanza del testo, compatibile con le politiche dell’Unione.

Marevivo continua la sua lotta contro il ‘Mare mostro’, cioè la plastica che, in tutte le sue forme anche quelle più subdole, sta invadendo i nostri mari. Mentre attendiamo che il Senato dia l’ok definitivo alle legge contro le microplastiche nei cosmetici, oggi abbiamo deciso di aprire un nuovo fronte contro un altro rifiuto apparentemente piccolo e insignificante, ma insidiosissimo per la salute del nostro mare”, commenta Rosalba Giugni, presidente di Marevivo.

PULIRE LE ORECCHIE SENZA USARE I COTTON FIOCMai Più Cotton Fioc Inquinanti Nelle Nostre Case E Nei Nostri Mari.

Scritto da Francesca Mancuso il 15 Settembre 2017

Fonte:GREENME

LEGGI anche: Bastoncini Di Cotone 20 Usi Alternativi E Creativi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*