TRASFERIMENTO DI ENERGIA SESSUALE

TRASFERIMENTO DI ENERGIA SESSUALE

TRASFERIMENTO DI ENERGIA SESSUALEDa i “Ra materials

15.9 Interrogante: Potete parlarmi un po’ della definizione della parola “bilanciamento” nel modo in cui la stiamo usando?

RA: Io sono Ra. Vi preghiamo di immaginare l’Uno Infinito. Non avete alcuna immagine. Il processo ha inizio in questo modo. L’amore, creando la luce, diventando così amore/luce, si addentra nella sfera planetaria secondo la rete elettromagnetica dei punti o nexi di ingresso. Tali afflussi sono a questo punto disponibili all’individuo che, proprio come il pianeta, consiste in una rete di campi di energia elettromagnetica con punti o nexi di ingresso.

In un individuo bilanciato tutti i centri energetici sono bilanciati e funzionanti luminosamente e completamente. I blocchi della vostra sfera planetaria determinano alcune distorsioni dell’energia intelligente. I blocchi del complesso mente/corpo/spirito distorcono o sbilanciano ulteriormente questa energia. Esiste una sola energia. Essa può essere compresa come amore/luce o luce/amore o energia intelligente.

15.10 Interrogante: Sono corretto nel presumere che uno dei blocchi [di] un complesso mente/corpo/spirito può essere dovuto ad uno sbilanciamento dell’ego, per così dire, e che esso potrebbe essere bilanciato attraverso, diciamo, un bilanciamento di degnità/indegnità?

RA: Io sono Ra. Non è corretto.

15.11 Interrogante: Potete dirmi come si fa a bilanciare l’ego?

RA: Io sono Ra. Non possiamo lavorare con questo concetto, dal momento che esso è utilizzato erroneamente. Da esso non può derivare alcuna comprensione.

15.12 Interrogante: Come fa un individuo a bilanciare se stesso? Qual è il primo passo?

RA: Io sono Ra. Il passo è uno solo; ovvero, la comprensione dei centri energetici che costituiscono il complesso mente/corpo/spirito. Tale comprensione può essere riassunta brevemente come segue.

Il primo bilanciamento è quello del complesso energetico vibratorio di Malkuth, o Terra, chiamato complesso del raggio rosso. La comprensione e l’accettazione di questa energia è fondamentale.

Il successivo complesso energetico che può essere bloccato è il complesso emozionale o personale, conosciuto anche come il complesso del raggio arancione. Tale blocco si manifesterà spesso sotto forma di eccentricità personali o di distorsioni che riguardano l’autocosciente comprensione o accettazione del sé.

Il terzo blocco assomiglia in misura maggiore a quello che tu hai chiamato ego. Si tratta del complesso del raggio giallo o centro del plesso solare. I blocchi in questo centro si manifesteranno spesso sotto forma di distorsioni verso la manipolazione del potere ed altri comportamenti sociali che coinvolgono le entità che sono vicine o che sono legate al complesso mente/corpo/spirito.

Coloro che hanno blocchi in questi primi tre centri energetici, o nexi, avranno continue difficoltà nella capacità di proseguire la loro ricerca della Legge dell’Uno.

Il centro del cuore, o raggio verde, è il centro dal quale gli esseri di terza densità possono, per così dire, balzare verso l’intelligenza infinita. I blocchi in quest’area possono manifestarsi come difficoltà nell’esprimere ciò che voi potreste chiamare amore universale o compassione.

Il centro del raggio blu del flusso di energia è il centro che, per la prima volta, è sia uscente che entrante. Coloro che sono bloccati in quest’area possono avere difficoltà nel capire i complessi spirito/mente della propria entità e ulteriori difficoltà nell’esprimere tali comprensioni del sé. Le entità bloccate in quest’area possono avere difficoltà ad accettare la comunicazione da altri complessi mente/corpo/spirito.

Il centro successivo è il centro pineale o del raggio indaco. Quelli che sono bloccati in questo centro possono sperimentare una diminuzione dell’afflusso di energia intelligente dovuta a manifestazioni che appaiono come indegnità. È di questo che parlavi. Come puoi vedere, questa non è che una delle numerose distorsioni, per via della presenza di diversi punti di afflusso di energia nel complesso mente/corpo/spirito. Il bilanciamento del raggio indaco è di fondamentale importanza per il tipo di lavoro che dev’essere effettuato sul complesso spirituale, i cui afflussi hanno a loro volta a che vedere con la trasformazione o trasmutazione della terza densità nella quarta densità, trattandosi del centro energetico che riceve dall’energia intelligente gli efflussi meno distorti di amore/luce, e che possiede inoltre il potenziale per giungere alla chiave per il portale per l’infinito intelligente.

Il centro di afflusso di energia rimanente consiste semplicemente nella totale espressione del complesso vibratorio della mente, del corpo e dello spirito dell’entità. Esso è così come deve essere: i termini “bilanciato” o “non bilanciato” non hanno significato a questo livello energetico, dal momento che esso dà e riceve nell’ambito del suo stesso bilanciamento. Qualunque sia la distorsione, esso non può essere manipolato come possono esserlo gli altri e, pertanto, esso non ha una particolare rilevanza nell’esaminare il bilanciamento di un’entità.

26.38 Interrogante: Come avete detto in precedenza, è una via stretta e angusta. Ci sono diverse distrazioni.

Ho pianificato di creare un’introduzione alla Legge dell’Uno, per così dire, percorrendo questo ciclo di 75.000 anni e soffermandomi sui punti più importanti, ponendo forse qualche domanda generale riguardo al futuro. Dopo tale introduzione alla Legge dell’Uno, come io la chiamo, vorrei addentrarmi direttamente nella parte principale del lavoro, che consisterà nel creare una conoscenza che possa essere divulgata a quelli che la richiedano, e solo a loro. Intendo dire, che richiedano una conoscenza che possa loro permettere di accelerare notevolmente la loro evoluzione. Vi sono davvero molto riconoscente e ritengo un grande onore e un grande privilegio il fatto di svolgere questo compito, e spero che riusciremo a realizzare la fase successiva.

C’è una domanda che è stata fatta dallo strumento e che ora vorrei porvi per conto dello strumento. Lei dice: avete parlato di diversi tipi di blocchi e di trasferimenti energetici, positivi e negativi, che possono avvenire partecipando ai nostri complessi di atti riproduttivi sessuali. Lei vi chiede: spiegateci, per favore, questi blocchi e questi trasferimenti energetici, ponendo l’enfasi su cosa possa fare in quest’ambito un individuo che stia cercando di vivere in armonia con la Legge dell’Uno. È possibile per voi rispondere a questa domanda?

Ra: Io sono Ra. È parzialmente possibile, grazie al background che abbiamo posto. Questa è propriamente una domanda più avanzata. A causa della specificità della domanda possiamo dare una risposta generale.

Il primo trasferimento di energia è il raggio rosso. È un trasferimento casuale che ha a che fare solo con il vostro sistema riproduttivo.

I tentativi del raggio arancione e giallo di avere un rapporto sessuale creano, in primo luogo, un blocco se solo una entità vibra in quest’area, facendo in modo che l’entità che vibra sessualmente in quest’area abbia un appetito senza-fine per questa attività. Ciò che questi livelli vibratori cercano è l’attività del raggio verde. C’è la possibilità di trasferimento di energia del raggio arancione o giallo; questo è polarizzante verso il negativo: uno è visto come un oggetto piuttosto che come un altro-sé; l’altro si vede come saccheggiatore o dominatore della situazione.

Nel terzo* raggio ci sono due possibilità. In primo luogo, se entrambi vibrano nel terzo* raggio, ci sarà un trasferimento di energia che si rafforza reciprocamente, il negativo o femminile, come lo chiamate, che attinge l’energia dalle radici dell’essere attraverso i centri energetici, viene così rivitalizzato fisicamente; la polarità positiva, o maschile, come è ritenuta nella vostra illusione, che trova in questo trasferimento di energia un’ispirazione che soddisfa e alimenta la parte dello spirito del complesso corpo/mente/spirito, così entrambi sia polarizzano che rilasciano l’eccesso di ciò che ciascuno ha in abbondanza della natura dell’energia intelligente, cioè energie negative/intuitive e positive/fisiche, come le chiamate; questo trasferimento di energia viene bloccato solo se una o entrambe le entità hanno paura di possedere, di essere possedute, di desiderare il possesso o desiderare di essere possedute. *(Questo dovrebbe essere il quarto raggio o verde. Don e Ra hanno corretto l’errore nella sessione 32)

L’altra possibilità del raggio verde è quella di un’entità che offre l’energia del raggio verde, l’altra non offre l’energia dell’amore universale, questo risulta in un blocco di energia per colui non nel raggio verde aumentando così la frustrazione o l’appetito; quello nel raggio verde si polarizza leggermente verso il servizio agli altri.

Il trasferimento di energia del raggio blu è piuttosto raro fra la vostra gente in questo momento, ma è di grande aiuto a causa dei trasferimenti di energia coinvolti nel divenire in grado di esprimere il sé senza riserve o paura.

Il trasferimento del raggio indaco è estremamente raro tra la vostra gente. Questa è la porzione sacramentale del complesso del corpo per mezzo della quale il contatto può essere stabilito attraverso il raggio viola con l’infinito intelligente. Nessun blocco può verificarsi a questi ultimi due livelli a causa del fatto che se entrambe le entità non sono pronte per questa energia essa non è visibile e né il trasferimento né il blocco possono avere luogo. È come se il distributore fosse stato rimosso da un potente motore.

Questo strumento è stato in grado, a titolo di esempio di questo funzionamento, di frustrare il gruppo di Orione durante le esperienze [nastro vuoto], come voi chiamate questa sostanza, a causa del fatto che ha effettivamente aperto completamente l’altro-sé al terzo raggio— correggiamo, questo strumento sta diminuendo di energia vitale — all’energia del raggio verde e ha parzialmente aperto l’altro-sé all’interazione del raggio blu. Possiamo chiederti se hai domande prima di concludere?…

54.25 Interrogante: Allora sembra che quelli sul sentiero positivo rispetto a quelli sul sentiero negativo avrebbero precisamente il reciproco obiettivo nei primi tre raggi; rosso, arancione e giallo. Ciascun sentiero cercherebbe di utilizzare i raggi in modi esattamente opposti. È corretto?

Ra: Io sono Ra. È parzialmente e anche sostanzialmente corretto. C’è un’energia in ciascuno dei centri necessaria per mantenere il complesso mente/corpo/spirito, che è il veicolo per l’esperienza, nella corretta conformazione e composizione. Sia le entità negative che quelle positive fanno bene a riservare questa piccola porzione di ogni centro al mantenimento dell’integrità del complesso mente/corpo/spirito. Dopo questo punto, tuttavia, è corretto che il negativo utilizzerà i tre centri più bassi per la separazione e il controllo sugli altri attraverso mezzi sessuali, asserzioni personali e azioni nelle vostre società.

Al contrario, l’entità orientata positivamente trasmuterà la forte energia sessuale del raggio rosso in trasferimenti di energia del raggio verde ed irradiazione nel blu e indaco e trasmuterà allo stesso modo l’ipseità e la posizione nella società in situazioni di trasferimento di energia in cui l’entità può unirsi con gli altri e servire gli altri e poi, infine, irradiarsi agli altri senza aspettarsi alcun trasferimento in cambio.

30.9 Interrogante: Ora, nella seconda densità ha origine per la prima volta il concetto di riproduzione bisessuale. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.

30.10 Interrogante: Puoi spiegarmi la filosofia alla base di questo meccanismo di propagazione del complesso corporeo?

Ra: Io sono Ra. La seconda densità è quella in cui vengono gettate le basi per il lavoro di terza densità. In questo modo si può vedere che i meccanismi di base della riproduzione capitolano in un vasto potenziale in terza densità per il servizio all’altro-sé e al sé; essendo questo non solo per le funzioni di trasferimento di energia ma anche [per] vari servizi svolti a causa dello stretto contatto di coloro che sono, diciamo, attratti magneticamente l’uno dall’altro; queste entità hanno così l’opportunità di molti tipi di servizio che sarebbero non disponibili per l’entità autosufficiente.

30.11 Interrogante: La ragione di base, la ragione originale per questo, è stata quindi di incrementare le opportunità per l’esperienza dell’Uno Creatore? È corretto?

Ra: Io sono Ra. Questo non è solo meramente corretto, ma è la chiave per ciò che si verifica in tutte le densità.

30.12 Interrogante: Il processo di riproduzione bisessuale o la sua filosofia giocano un ruolo nella crescita spirituale delle entità di seconda densità?

Ra: Io sono Ra. In casi isolati questo è così grazie a percezioni efficienti da parte di entità o specie. Per la maggior parte, di gran lunga, questo non è il caso in seconda densità, i potenziali spirituali sono quelli della terza densità.

30.13 Interrogante: Mi chiedevo se il gatto maschio, Gandalf, abbia beneficiato di quel meccanismo in qualche modo o di altri meccanismi per aumentare il potenziale spirituale o la comprensione.

Ra: Io sono Ra. Esaminiamo queste informazioni e le troviamo innocue. L’entità di seconda densità, vibrazione sonora Gandalf, è un raro campione della sua specie primariamente grazie ad una precedente individualizzazione, in secondo luogo grazie ad una grande quantità di investimenti in questa particolare esperienza di vita. Questo è il più grande catalizzatore nel progresso di questa entità. È molto inconsueto, come abbiamo detto. Tuttavia, le esperienze di riproduzione bisessuale che erano della natura dell’entità Gandalf erano, in minima parte, di beneficio spirituale grazie ad una inusuale relazione con un’altra entità, anche questa ciò che chiamate un gatto. Questa entità è anch’essa di un inusuale orientamento di terza densità o investimento proveniente da precedenti esperienze di vita. Così la formazione di ciò che potrebbe essere visto per essere riconoscibilmente amore esisteva in questa relazione.

31.0 Ra: Io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo adesso.

31.1 Interrogante: Vorrei fare una domanda prima per lo strumento stesso. Chiede di sapere se sarebbe consigliabile per lei passeggiare da sola ora che si sente meglio.

Ra: Io sono Ra. Questo è accettabile.

31.2 Interrogante: OK. Quello che farò è utilizzare le informazioni che abbiamo prodotto alla fine del libro precedente che hai suggerito sarebbero state più appropriate per del materiale più avanzato. A questo punto lo inseriremo nel libro, perché stiamo parlando di riproduzione bisessuale, e vorrei espandere un po’ questo materiale per ottenere alcune definizioni e una migliore comprensione. In questo materiale parli del trasferimento di energia sessuale. Potresti definire quel trasferimento di energia ed spiegare il suo significato, per favore?

Ra: Io sono Ra. Il trasferimento di energia implica il rilascio di energie potenziali attraverso, diciamo, uno spazio potenziato. I trasferimenti di energia sessuale avvengono a causa delle polarizzazioni di due complessi mente/corpo/spirito, ognuno dei quali ha una differenza potenziale l’uno all’altro. La natura del trasferimento di energia o del bloccaggio di questa energia è quindi una funzione dell’interazione di questi due potenziali. Nei casi in cui avviene il trasferimento, potresti paragonare questo a un circuito chiuso. Puoi anche vedere questa attività, come tutte le attività esperienziali, come il Creatore che sperimenta Se stesso.

31.3 Interrogante: Questo sarebbe quindi il meccanismo primario per il Creatore di sperimentare il Sé?

Ra: Io sono Ra. Questo non è un termine corretto. Forse l’aggettivo sarebbe “un appropriato” modo del Creatore che conosce Se stesso, perché in ogni interazione, non importa quale sia la distorsione, il Creatore sta sperimentando Se stesso. La conoscenza bisessuale del Creatore di Sé stesso ha il potenziale per due vantaggi.

In primo luogo, nell’essere attivato dal raggio verde c’è il potenziale per un diretto e semplice analogo di ciò che potreste chiamare Gioia, la spirituale o metafisica natura che esiste nell’energia intelligente. Questo è un grande aiuto per la comprensione di una più vera natura dell’esistenza. L’altro potenziale vantaggio degli atti riproduttivi bisessuali è la possibilità di una comprensione o connessione sacramentale, diciamo, con la porta verso l’infinito intelligente, poiché con un’adeguata preparazione, si può lavorare in ciò che si può chiamare magia e si possono avere esperienze di infinito intelligente. Gli individui orientati positivamente che si concentrano su questo metodo per raggiungere l’infinito intelligente, quindi, attraverso la ricerca o l’atto di volontà, sono in grado di dirigere questa intelligenza infinita al lavoro che queste entità desiderano fare, sia che si tratti di informazioni di servizio o capacità di guarire o qualunque servizio agli altri si desideri.

Questi sono due vantaggi di questo particolare metodo del Creatore sperimentante Se stesso. Come abbiamo detto prima, il corollario della forza di questo particolare trasferimento di energia è che apre la porta, per così dire, al desiderio dei singoli complessi mente/corpo/spirito di servire in un numero infinito di modi un altro-sé, polarizzandosi così verso il positivo.

31.4 Interrogante: Puoi sviluppare un po’ il concetto che questa azione non solo consente al Creatore di conoscere meglio Se stesso, ma crea anche, nella nostra densità, un rampollo ovvero rende disponibile il percorso ad un’altra entità per entrare nella densità?

Ra: Io sono Ra. Come abbiamo detto in precedenza, i trasferimenti di energia sessuale includono il trasferimento del raggio rosso che è casuale e che è una funzione del tentativo di seconda densità di aumentare per sopravvivere, diciamo. Questa è una funzione propria dell’interazione sessuale. Il rampollo, come chiamate l’entità incarnata che coglie l’opportunità del complesso mente/corpo offerta da questo atto o evento casuale chiamato fecondazione dell’uovo dal seme, causa che un’entità abbia l’opportunità in tal caso di entrare in questa densità come un’entità incarnata.

Questo fornisce ai due che erano impegnati in questo trasferimento di energia riproduttiva bisessuale il potenziale per un grande servizio in quest’area della crescita dell’entità con poca esperienza man mano che essa acquisisce esperienza.

È di interesse a questo punto notare che c’è sempre la possibilità di usare queste opportunità per polarizzarsi verso il negativo, e questo è stato aiutato dal graduale sviluppo nel corso di molte migliaia dei vostri anni di distorsioni del complesso sociale che creano una tendenza verso la confusione, diciamo, o il disorientamento* dell’aspetto del servizio-agli-altri di questo trasferimento di energia e delle susseguenti opportunità di servizio agli altri. *(baffling)

31.5 Interrogante: Se un trasferimento di energia sessuale si verifica nel raggio verde – e in questo caso presumo che non vi sia alcun trasferimento di energia del raggio rosso – significa che è impossibile allora che questo particolare trasferimento includa la fecondazione e la nascita di un’entità?

Ra: Io sono Ra. Questo è incorretto. C’è sempre il trasferimento di energia del raggio rosso a causa della natura del complesso del corpo. Il risultato casuale di questo trasferimento di energia “sarà come sarà”, in funzione della possibilità di fecondazione in un dato momento in una data coppia di entità. Il trasferimento di energia del raggio verde avviene a causa della velocità vibratoria di ciascuna entità che sia non distorta in alcun senso vitale dalle energie dei raggi giallo o arancione; così il dono, diciamo, viene dato gratuitamente, senza che venga richiesto alcun pagamento né al corpo, né alla mente, né allo spirito. Il raggio verde è quello della completa universalità dell’amore. Questo è un dare senza aspettativa di ritorno.

31.6 Interrogante: Mi chiedevo se ci fosse qualche principio dietro al fatto che un’unione sessuale non porta necessariamente alla fecondazione. Non mi interessano i principi chimici o fisici di questo. Mi interessa sapere se c’è o meno qualche principio metafisico che porta la coppia ad avere un figlio o no, o è puramente casuale?

Ra: Io sono Ra. Questo è casuale entro certi limiti. Se un’entità ha raggiunto l’anzianità con cui sceglie la struttura di base dell’esperienza di vita, questa entità può così scegliere di incarnarsi in un complesso fisico che non è in grado di riproduzione. Troviamo così alcune entità che hanno scelto di non essere fertili. Altre entità, attraverso il libero arbitrio, si avvalgono di diversi dispositivi per assicurare la non-fertilità. Ad eccezione di queste condizioni, la condizione è casuale.

31.7 Interrogante: Grazie. Nel materiale precedente hai menzionato “attrazione magnetica”. Potresti definire ed espandere quel termine?

Ra: Io sono Ra. Abbiamo usato il termine per indicare che nelle vostre nature bisessuali c’è ciò che è di polarità. Questa polarità può essere vista come variabile conformemente alla, diciamo, polarizzazione maschio/femmina di ciascuna entità; essere ciascuna entità biologicamente maschio o femmina. Quindi puoi vedere il magnetismo quando due entità con l’equilibrio appropriato, polarità maschio/femmina versus femmina/maschio, si incontrano e sentono così l’attrazione che le forze polarizzate eserciteranno, l’una sull’altra.

Questa è la forza del meccanismo bisessuale. Non ci vuole un atto di volontà per decidere di provare attrazione per uno che è sessualmente polarizzato in modo opposto. Accadrà in un senso inevitabile che dà al libero flusso di energia una “strada” adeguata, diciamo così. Questa strada può essere bloccata da una distorsione verso un credo/condizione che asserisce all’entità che questa attrazione non è desiderata.

Tuttavia, il meccanismo di base funziona semplicemente come farebbero, diciamo, il magnete e il ferro.

31.8 Interrogante: Abbiamo quello che sembra essere un numero crescente di entità incarnate qui ora che hanno quello che viene chiamato un orientamento omosessuale a questo riguardo. Potresti spiegare ed espandere questo concetto?

Ra: Io sono Ra. Le entità di questa condizione sperimentano una grande quantità di distorsione a causa del fatto che hanno sperimentato molte incarnazioni come maschio biologico e come femmina biologica. Questo non indicherebbe ciò che chiamate omosessualità in una fase attiva se non fosse per la difficile condizione vibratoria della vostra sfera planetaria. C’è quella che potreste chiamare una grande violazione dell’aura presso le vostre affollate aree urbane nelle vostre nazioni più popolose, come chiamate porzioni della vostra superficie planetaria. In queste condizioni i disorientamenti si verificheranno.

31.9 Interrogante: Perché la densità di popolazione crea questi disorientamenti?

Ra: Io sono Ra. L’urgenza riproduttiva bisessuale ha come scopo non solo la semplice funzione riproduttiva, ma soprattutto il desiderio di servire gli altri che è risvegliato da questa attività.

In una situazione sovraffollata in cui ogni complesso mente/corpo/spirito è sotto un costante bombardamento da parte degli altri-sé, è comprensibile che coloro che sono particolarmente sensibili non sentano il desiderio di essere di servizio-agli-altri. Ciò aumenterebbe anche la probabilità di una mancanza di desiderio o di un blocco dell’energia riproduttiva del raggio rosso.

In una atmosfera poco affollata questa stessa entità, attraverso lo stimolo di provare solitudine al riguardo, avrebbe poi molto più desiderio di cercare qualcuno a cui possa essere di servizio, regolarizzando così la funzione riproduttiva sessuale.

31.10 Interrogante: Approssimativamente quante precedenti incarnazioni, diciamo, un’entità maschile in questa incarnazione ha dovuto avere avuto in passato come femmina per avere un orientamento estremamente omosessuale in questa incarnazione? Solo approssimativamente.

Ra: Io sono Ra. Se un’entità ha avuto approssimativamente il 65% delle sue incarnazioni nel complesso corporeo sessuale/biologico di polarità opposta al suo attuale complesso corporeo, questa entità è vulnerabile alla violazione dell’aura delle vostre aree urbane e può forse diventare di quella che chiamate una natura omosessuale.

È da notare in questa circostanza che, sebbene sia molto più difficile, è possibile in questo tipo di associazione per un’entità di essere di grande servizio ad un’altra in fedele e sincero amore del raggio verde di una natura non sessuale, regolando o diminuendo così le distorsioni del suo malfunzionamento sessuale.

31.11 Intervistatore: Timothy Leary, facendo una ricerca, ha scritto che al momento della pubertà, e fino a quel momento, c’è un’impronta che si verifica sulla codifica del DNA di un’entità e che, ad esempio, le inclinazioni sessuali sono impresse a causa delle prime esperienze sessuali o alcune delle prime esperienze sessuali dell’entità. Succede davvero qualcosa del genere?

Ra: Io sono Ra. Questo è parzialmente corretto. A causa della natura delle esperienze sessuali solitarie, nella maggior parte dei casi è improbabile che ciò che chiamate masturbazione abbia un effetto di imprinting sulle esperienze successive.

Questo è altrettanto vero con alcuni degli incontri che potrebbero essere visti come omosessuali fra quelli di questa fascia di età. Questi sono sovente, invece, innocenti esercitazioni di curiosità.

Tuttavia, è abbastanza accurato che la prima esperienza in cui il complesso mente/corpo/spirito è intensamente coinvolto imprimerà davvero nell’entità, per quell’esperienza di vita, una serie di preferenze.

31.12 Interrogante: Il gruppo di Orione utilizza questo, diciamo, come una porta per imprimere sulle entità, diciamo, preferenze che potrebbero creare polarizzazione negativa?

Ra: Io sono Ra. Proprio come noi della Confederazione tentiamo di illuminare con il nostro amore e la nostra luce ogni volta che ne viene data l’opportunità, comprese le opportunità sessuali, così il gruppo di Orione utilizzerà un’opportunità se è orientata negativamente o se l’individuo è orientato negativamente.

31.13 Interrogante: C’è qualche inclinazione emotiva che non ha nulla a che fare con la polarità sessuale maschile/femminile che può creare un aumento di energia sessuale in un’entità?

Ra: Io sono Ra. È estremamente improbabile che la crescita graduale di energia sessuale avvenga senza inclinazioni sessuali da parte dell’entità. Forse non abbiamo capito la tua domanda, ma sembra ovvio che ci vorrebbe un’entità con il potenziale per l’attività sessuale per sperimentare un aumento di energia sessuale.

31.14 Interrogante: Stavo pensando di più alla possibilità che il gruppo di Orione abbia influenzato, diciamo, alcuni membri del Terzo Reich i quali ho letto rapporti di gratificazione sessuale dall’osservazione, in alcuni casi, di esposizione al gas e uccisione di entità nelle camere a gas.

Ra: Io sono Ra. Ripeteremo che queste entità avevano il potenziale per la crescita graduale di energia sessuale. La scelta dello stimolo è sicuramente la scelta dell’entità. Nel caso di cui parli, queste entità erano fortemente polarizzate nel raggio arancione, incontrando così il bloccaggio energetico del potere sugli altri, essendo il mettere a morte l’estremo potere sugli altri; questo viene poi espresso in maniera sessuale, sebbene solitaria.

In questo caso il desiderio continuerebbe ininterrotto e sarebbe praticamente inesauribile.

Scoprirai, se osservi l’intero spettro delle pratiche sessuali tra i vostri popoli, che ci sono quelli che provano tale gratificazione dalla dominazione sugli altri, sia dallo stupro che da altri mezzi di dominazione. In ciascun caso questo è un esempio di blocco energetico che è sessuale nella sua natura.

31.15 Interrogante: Il gruppo di Orione sarebbe, in tal caso, in grado, diciamo, di imprimere sulle entità questo effetto del raggio arancione, o lo hanno fatto … È questo il modo in cui è avvenuto, è quello a cui sto cercando di arrivare. È così che sono venuti fuori questi concetti su questo pianeta? Perché se torniamo all’inizio della terza densità, ci deve essere una causa originaria di questo.

Ra: Io sono Ra. La causa di ciò non è Orione. È la libera scelta dei vostri popoli. Questo è alquanto difficile da spiegare. Ci proveremo.

I trasferimenti di energia sessuale e i blocchi sono più una manifestazione o un esempio di ciò che è più fondamentale rispetto al contrario. Pertanto, quando i vostri popoli si sono aperti ai concetti di bellicosità e avidità di proprietà, queste varie distorsioni hanno iniziato a filtrare giù attraverso l’albero della mente in espressioni del complesso del corpo, essendo l’espressione sessuale fondamentale in quel complesso. Quindi questi blocchi dell’energia sessuale, anche se influenzati e intensificati da Orione, sono fondamentalmente il prodotto dell’esistenza* scelta liberamente dai vostri popoli. *(beingness)

Questa sarà l’ultima domanda a meno che non possiamo parlare ulteriormente di questa domanda per chiarire o rispondere a brevi domande prima di chiudere.

31.16 Interrogante: Ho solo bisogno di sapere se questo opera poi attraverso la memoria razziale per infettare l’intera popolazione in qualche modo. Succede quel genere di cosa?

Ra: Io sono Ra. La memoria razziale contiene tutto ciò che è stato sperimentato. Quindi c’è una certa, diciamo, contaminazione anche del sessuale, questo si manifesta principalmente nella vostra cultura come le svariate predisposizioni a relazioni antagonistiche, o, come li chiamate voi, i matrimoni, piuttosto che il libero darsi l’uno all’altro nell’amore e la luce dell’Infinito Creatore.

32.2 Interrogante: Grazie mille. Continuerò ora con il materiale dell’altro ieri. Il nostro oggetto è come la polarità sessuale agisce da catalizzatore nell’evoluzione e come utilizzare al meglio questo catalizzatore. Tornando a quel materiale, colmerò alcune lacune che forse non comprendiamo troppo bene a questo punto.

Puoi dirmi la differenza tra l’attivazione del raggio arancione e quella del raggio giallo? “Sto andando a lavorare” dal raggio rosso fino al viola, e abbiamo “già trattato” il raggio rosso, quindi qual è la differenza tra l’attivazione del raggio arancione e quella del raggio giallo?

Ra: Io sono Ra. Il raggio arancione è quell’influenza o modello vibratorio in cui la mente/corpo/spirito esprime il suo potere su base individuale. Quindi il potere sugli individui può essere visto per essere raggio arancione. Questo raggio è stato piuttosto intenso fra i vostri popoli su base individuale. Potete vedere in questo raggio il trattamento degli altri-sé come non-entità, schiavi o servi, quindi non conferendo agli altri-sé alcuno status.

Il raggio giallo è un raggio focale e molto potente e concerne l’entità in relazione a, diciamo, gruppi, società o un gran numero di complessi mente/corpo/spirito. Questa arancione – ci correggiamo – questa vibrazione del raggio giallo è al cuore delle azioni bellicose in cui un gruppo di entità sente la necessità e il diritto di dominare altri gruppi di entità e piegare la loro volontà alla volontà dei dominatori. Il percorso negativo, come lo chiamereste, usa una combinazione del raggio giallo e del raggio arancione nei suoi modelli di polarizzazione. Questi raggi, usati in maniera dedita (dedicated fashion), porteranno a un contatto con l’infinito intelligente. La natura usuale dell’interazione sessuale, se si è nei modelli vibratori primari gialli o arancioni, è quella del bloccaggio e quindi della fame insaziabile dovuta al blocco. Quando ci sono due sé che vibrano in quest’area, il potenziale di polarizzazione attraverso l’interazione sessuale ha inizio, un’entità sperimenta il piacere dell’umiliazione e della schiavitù o della servitù, l’altra sperimenta il piacere della dominazione e del controllo su un’altra entità. In questo modo un trasferimento di energia sessuale di polarità negativa è sperimentato.

32.3 Interrogante: Dal materiale che hai trasmesso il 17 febbraio, hai affermato: “In terzo raggio ci sono due possibilità. In primo luogo, se entrambi vibrano nel terzo raggio, ci sarà un mutuo rafforzante trasferimento di energia”. Di quale colore è il terzo raggio in questo materiale?

Ra: Io sono Ra. Il raggio di cui stavamo parlando in quel materiale dovrebbe essere precisamente il raggio verde o quarto raggio.

32.4 Interrogante: Quindi dovrei cambiare quel terzo in quarto?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Per favore continuate a cercare errori relativi alle numerazioni, come le chiamate, poiché questo concetto ci è estraneo e dobbiamo tradurre, se volete, quando si utilizzano i numeri. Questa è una debolezza continua di questo contatto a causa della differenza tra i nostri modi e i vostri. Il vostro aiuto è apprezzato.

32.5 Interrogante: OK. Grazie. Credo che per il momento abbiamo ampiamente trattato il raggio verde, quindi salterò il raggio verde e passerò al raggio blu. Potresti dirmi la differenza che si verifica tra il verde e il blu con l’enfasi sul raggio blu?

Ra: Io sono Ra. Con il trasferimento di energia del raggio verde ora giungete al grande punto di svolta sia sessualmente come anche in ogni altro modo di esperienza. Il raggio verde può quindi essere rivolto verso l’esterno, l’entità quindi sta dando piuttosto che ricevendo. Il primo dare (che va) oltre il raggio verde è il dare accettazione o libertà, consentendo così al ricevente del trasferimento di energia del raggio blu l’opportunità di una sensazione di essere accettato, lasciando libero così quel altro-sé di esprimere se stesso al datore di questo raggio. Si noterà che una volta che il trasferimento di energia del raggio verde è stato raggiunto da due mente/corpo/spirito durante l’accoppiamento, i raggi ulteriori sono disponibili senza che entrambe le entità abbiano la necessità di progredire allo stesso modo. Quindi un’entità vibrante del raggio blu o un’entità vibrante del raggio indaco le cui vibrazioni degli altri raggi sono prive di ostacoli può condividere quell’energia con l’altro-sé del raggio verde, agendo così da catalizzatore per il continuo apprendere/insegnamento dell’altro-sé. Fino a quando un altro-sé non raggiunge il raggio verde, tali trasferimenti di energia tra i raggi non sono possibili.

32.6 Interrogante: La mia prossima domanda ha a che fare con il raggio indaco. C’è qualche differenza tra il trasferimento di energia del raggio indaco e quello del raggio blu?

Ra: Io sono Ra. Il raggio indaco è il raggio, diciamo, della consapevolezza del Creatore come Sé; così colui le cui vibrazioni del raggio indaco sono state attivate può offrire il trasferimento di energia del Creatore al Creatore. Questo è il principio della natura sacramentale di ciò che chiamate il vostro atto riproduttivo bisessuale. È unico nel sostenere la totalità, la pienezza, l’unità nella sua offerta all’altro-sé.

32.7 Interrogante: E poi, infine, il raggio viola. Qual è la differenza tra il raggio viola e gli altri?

Ra: Io sono Ra. Il raggio viola, proprio come il raggio rosso, è costante nell’esperienza sessuale. La sua esperienza dell’altro-sé può essere distorta o completamente ignorata o non appresa dall’altro sé. Tuttavia, il raggio viola, essendo la somma e la sostanza del complesso mente/corpo/spirito, attornia e informa qualsiasi azione di un complesso mente/corpo/spirito…

32.14 Intervistatore: Intendevo solo se fosse possibile, diciamo, per un raggio verde … quando parliamo a proposito dell’attivazione del raggio verde e dei trasferimenti di energia, è possibile che una persona del raggio verde che è primariamente dell’attivazione del raggio verde, che possa variare su entrambi i lati del raggio verde una grande o piccola quantità nell’attivazione energetica, o resta primariamente raggio verde?

Ra: Io sono Ra. Cogliamo la novità del materiale da te richiesto. Non era chiaro, perché pensavamo di aver coperto questo materiale. La porzione coperta è questa: l’attivazione del raggio verde è sempre vulnerabile al raggio di possessione giallo o arancione, essendo questo per gran parte raggio giallo ma che spesso diventa raggio arancione. Paura della possessione, desiderio di possessione, paura di essere posseduti, desiderio di essere posseduti: queste sono le distorsioni che causeranno la disattivazione del trasferimento di energia del raggio verde.

Il nuovo materiale è questo: una volta raggiunto il raggio verde, la capacità dell’entità di entrare nel raggio blu è immediata e sta solo aspettando i tentativi dell’individuo. Il raggio indaco viene aperto solo attraverso una considerevole disciplina e pratica che ha in gran parte a che fare con l’accettazione del sé, non solo come sé polarizzato e bilanciato, ma come Creatore, come entità di infinito valore. Questo inizierà ad attivare il raggio indaco…

54.25 Interrogante: Allora sembra che quelli sul sentiero positivo rispetto a quelli sul sentiero negativo avrebbero precisamente il reciproco obiettivo nei primi tre raggi; rosso, arancione e giallo. Ciascun sentiero cercherebbe di utilizzare i raggi in modi esattamente opposti. È corretto?

Ra: Io sono Ra. È parzialmente e anche sostanzialmente corretto. C’è un’energia in ciascuno dei centri necessaria per mantenere il complesso mente/corpo/spirito, che è il veicolo per l’esperienza, nella corretta conformazione e composizione. Sia le entità negative che quelle positive fanno bene a riservare questa piccola porzione di ogni centro al mantenimento dell’integrità del complesso mente/corpo/spirito. Dopo questo punto, tuttavia, è corretto che il negativo utilizzerà i tre centri più bassi per la separazione e il controllo sugli altri attraverso mezzi sessuali, asserzioni personali e azioni nelle vostre società.

Al contrario, l’entità orientata positivamente trasmuterà la forte energia sessuale del raggio rosso in trasferimenti di energia del raggio verde ed irradiazione nel blu e indaco e trasmuterà allo stesso modo l’ipseità e la posizione nella società in situazioni di trasferimento di energia in cui l’entità può unirsi con gli altri e servire gli altri e poi, infine, irradiarsi agli altri senza aspettarsi alcun trasferimento in cambio…

…In questo materiale parli del trasferimento di energia sessuale. Potresti definire quel trasferimento di energia ed spiegare il suo significato, per favore?

Ra: Io sono Ra. Il trasferimento di energia implica il rilascio di energie potenziali attraverso, diciamo, uno spazio potenziato. I trasferimenti di energia sessuale avvengono a causa delle polarizzazioni di due complessi mente/corpo/spirito, ognuno dei quali ha una differenza potenziale l’uno all’altro. La natura del trasferimento di energia o del bloccaggio di questa energia è quindi una funzione dell’interazione di questi due potenziali. Nei casi in cui avviene il trasferimento, potresti paragonare questo a un circuito chiuso. Puoi anche vedere questa attività, come tutte le attività esperienziali, come il Creatore che sperimenta Se stesso.

31.3 Interrogante: Questo sarebbe quindi il meccanismo primario per il Creatore di sperimentare il Sé?

Ra: Io sono Ra. Questo non è un termine corretto. Forse l’aggettivo sarebbe “un appropriato” modo del Creatore che conosce Se stesso, perché in ogni interazione, non importa quale sia la distorsione, il Creatore sta sperimentando Se stesso. La conoscenza bisessuale del Creatore di Sé stesso ha il potenziale per due vantaggi.

In primo luogo, nell’essere attivato dal raggio verde c’è il potenziale per un diretto e semplice analogo di ciò che potreste chiamare Gioia, la spirituale o metafisica natura che esiste nell’energia intelligente. Questo è un grande aiuto per la comprensione di una più vera natura dell’esistenza. L’altro potenziale vantaggio degli atti riproduttivi bisessuali è la possibilità di una comprensione o connessione sacramentale, diciamo, con la porta verso l’infinito intelligente, poiché con un’adeguata preparazione, si può lavorare in ciò che si può chiamare magia e si possono avere esperienze di infinito intelligente. Gli individui orientati positivamente che si concentrano su questo metodo per raggiungere l’infinito intelligente, quindi, attraverso la ricerca o l’atto di volontà, sono in grado di dirigere questa intelligenza infinita al lavoro che queste entità desiderano fare, sia che si tratti di informazioni di servizio o capacità di guarire o qualunque servizio agli altri si desideri.

Questi sono due vantaggi di questo particolare metodo del Creatore sperimentante Se stesso. Come abbiamo detto prima, il corollario della forza di questo particolare trasferimento di energia è che apre la porta, per così dire, al desiderio dei singoli complessi mente/corpo/spirito di servire in un numero infinito di modi un altro-sé, polarizzandosi così verso il positivo.

48.2 Interrogante: Ho una domanda dallo strumento che leggerò. “Hai suggerito più volte che i trasferimenti di energia sessuale aiutano l’energia vitale dello strumento e questo contatto. Sembra che questo non sia vero per tutte le persone; che la “circuiteria” sessuale e la “circuiteria” spirituale non siano la stessa cosa. Questo strumento è un’anomalia?, o l’effetto positivo dell’attività sessuale sull’energia spirituale è normale per tutti gli esseri di terza densità?

Ra: Io sono Ra. Questo strumento, sebbene non anomalo, è alquanto meno distorto verso la separazione di mente, corpo e spirito, di molte delle vostre entità di terza densità. Le energie del trasferimento sessuale, se fatte scorrere attraverso il non-sviluppato complesso spirituale elettrico o magnetico, che tu chiami circuiterie, interromperebbero efficacemente quel particolare circuito. Al contrario, le piene energie spirituali che corrono attraverso la circuiteria del complesso corporeo anche influenzeranno negativamente il non-sviluppato circuito del complesso corporeo. Ci sono alcuni, come questo strumento, che nella particolare incarnazione non hanno scelto di esprimere sempre l’energia sessuale attraverso i circuiti corporei. Così, dall’inizio dell’esperienza di tale entità, il corpo e lo spirito si esprimono insieme in ogni azione sessuale. Pertanto, trasferire l’energia sessuale per questo strumento significa trasferire spiritualmente così come fisicamente. Il campo magnetico di questo strumento, se esaminato da uno sensitivo, mostrerà queste configurazioni insolite. Questo non è unico per una entità, ma è comune a un numero ragionevole di entità che, avendo perso il desiderio di esperienze sessuali di raggio arancione e verde*, hanno rafforzato le circuiterie combinate di spirito, mente e corpo per esprimere la Totalità dell’Esistenza in ogni azione. È anche per questo motivo che il rapporto sociale e la compagnia è molto benefico per questo strumento, essendo essa sensitiva ai trasferimenti di energia più sottili. * [Ra ha detto “raggio verde”, ma presumibilmente significava “raggio giallo”]

73.22 Interrogatore: Potresti definire questa affermazione “trasferimento di energia tra due complessi mente/corpo/spirito?”

Ra: Sono Ra. Questa sarà l’ultima domanda completa di questo lavoro. Questa entità ha ancora energia trasferita disponibile, ma troviamo rapidamente distorsioni crescenti verso il dolore al collo, alla zona dorsale, ai polsi e alle appendici manuali.

Il trasferimento di energia fisica può essere effettuato in molti modi.

Daremo due esempi. Ognuno inizia con un certo senso del sé come Creatore o in qualche modo la Personalità Magica è invocata. Questo può essere fatto consciamente o inconsciamente. In primo luogo, l’esercizio di cui abbiamo parlato chiamato l’esercizio del fuoco: questo è, sebbene un trasferimento di energia fisica, non ciò che è profondamente coinvolto nelle combinazioni del complesso fisico. Pertanto, il trasferimento è sottile e ogni trasferimento è unico in ciò che viene offerto e ciò che viene accettato. A questo punto possiamo notare che questa è la causa dell’infinita gamma di possibili trasferimenti di energia.

Il secondo trasferimento di energia di cui vorremmo parlare è il trasferimento di energia sessuale. Questo ha luogo su un livello non magico per tutte quelle entità che vibrano nel raggio verde attivo. È possibile, come nel caso di questo strumento che dedica sé stessa al servizio dell’Uno Infinito Creatore, perfezionare ulteriormente questo trasferimento di energia. Quando anche l’altro-sé dedica sé stesso al servizio dell’Uno Infinito Creatore, il trasferimento è raddoppiato. Quindi la quantità di energia trasferita dipende solo dalla quantità di energia sessuale polarizzata creata e rilasciata. Da questo punto in poi ci sono raffinatezze che portano al regno dell’alta magia sessuale…

71.16 Interrogante: Affermerò che l’obiettivo di un rituale magico bianco è di creare un cambiamento nella coscienza di un gruppo. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Non necessariamente. È possibile che ciò che chiamate magia bianca venga eseguita per lo scopo di alterare solo il sé o il luogo di lavoro. Questo viene fatto nella consapevolezza che aiutare il sé nella polarizzazione verso l’amore e la luce significa aiutare la vibrazione planetaria.

71.17 Interrogante: Il cambiamento di coscienza dovrebbe risultare in una maggiore distorsione verso il servizio agli altri, verso l’unità con tutti e verso la conoscenza per servire. È corretto e ci sono altri risultati desiderati?

Ra: Io sono Ra. Queste sono frasi lodevoli. Il cuore della magia bianca è l’esperienza della gioia dell’unione con il Creatore. Questa gioia si irradierà necessariamente attraverso tutta l’esperienza di vita dell’adepto positivo. È per questo motivo che la magia sessuale non è limitata esclusivamente agli adepti orientati negativamente che si stanno polarizzando, ma quando usata più appropriatamente ha il suo posto nell’alta magia poiché, quando correttamente perseguita, riunisce corpo, mente e spirito con l’Uno Infinito Creatore.

Qualunque scopo che possiate prefigurare dovrebbe, suggeriamo, prendere in considerazione questa unione fondamentale con l’Uno Infinito Creatore, poiché questa unione risulterà necessariamente nel servizio agli altri…

83.3 Interrogante: Grazie. Farò una domanda piuttosto lunga e complessa qui, e chiederei che la risposta a ciascuna parte di questa domanda sia data se ci fosse una differenza significativa prima del velo rispetto a dopo il velo in modo da poter avere un’idea di come ciò che sperimentiamo ora viene utilizzato per una migliore polarizzazione.

Vorrei chiedere se c’è qualche differenza significativa, e qual era la differenza, prima del velo nelle seguenti (attività) mentre incarnati in terza densità: sonno, sogni, dolore fisico, dolore mentale, sesso, malattia, pianificazione del catalizzatore, catalizzatore casuale, relazioni o comunicazione con il Sé superiore o con la Totalità mente/corpo/spirito o qualsiasi altra funzione di mente, corpo o spirito prima del velo che sarebbe significativa rispetto alla sua differenza dopo il velo?

Ra: Io sono Ra. In primo luogo, stabiliamo che sia prima che dopo il velo esistessero le stesse condizioni nel tempo/spazio; detto questo, il processo di velatura è un fenomeno spazio/temporale.

In secondo luogo, il carattere dell’esperienza è stato drasticamente alterato dal processo di velatura. In alcuni casi, come il sogno e il contatto con il sé superiore, l’esperienza è stata quantitativamente diversa per il fatto che il velo è una causa primaria del valore dei sogni ed è anche l’unica porta davanti a cui il sé superiore deve stare in attesa di entrare. Prima della velatura, i sogni non avevano lo scopo di utilizzare il cosiddetto inconscio per utilizzare ulteriormente il catalizzatore, ma erano usati per apprendere/insegnare da insegnanti/allievi all’interno dei piani interiori così come da quelli di densità più alta di origine esterna. Mentre affronti ogni argomento di cui hai parlato, potresti osservare, durante il processo di velatura, non un cambiamento quantitativo nell’esperienza ma uno qualitativo.

Scegliamo, ad esempio, le vostre attività sessuali di trasferimento energetico. Se desideri trattare altri argomenti in dettaglio, contattaci immediatamente. Nel caso dell’attività sessuale di coloro che non dimoravano nel velo, ogni attività era un trasferimento. Ci sono stati alcuni trasferimenti di forza (strength). La maggior parte è stata piuttosto attenuata nella forza del trasferimento a causa della mancanza di velatura.

Nella terza densità le entità stanno tentando di apprendere le vie dell’amore. Se si può vedere che tutti sono Un Essere (One being), diventa molto più difficile per la personalità indisciplinata scegliere un compagno e, quindi, iniziare se stessa in un programma di servizio. È molto più probabile che l’energia sessuale venga dissipata in modo più casuale senza grande gioia o grande dolore a seconda di queste esperienze.

Pertanto, il trasferimento di energia del raggio verde, essendo quasi senza eccezioni il caso del trasferimento di energia sessuale prima della velatura, rimane indebolito e senza cristallizzazione significativa. I trasferimenti di energia sessuale e i blocchi dopo la velatura sono stati discussi in precedenza. Possono essere considerati una ricerca più complessa, ma molto più efficiente nel cristallizzare coloro che cercano il centro energetico del raggio verde…

84.9 Interrogante: Grazie. Tornando alla sessione precedente, si affermava che ogni attività sessuale era un trasferimento prima del velo. Da ciò presumo che tu intenda che c’era un trasferimento di energia per ogni attività sessuale prima del velo, il che mi indica che un trasferimento non ha luogo ogni volta. Prendendo il caso di prima del velo, tracceresti il flusso di energia che viene trasferito e mi diresti se quella era l’attività pianificata o un trasferimento pianificato da parte del Logos “progettatore” (the designing Logos)?

Ra: Io sono Ra. Il percorso del trasferimento di energia prima della velatura durante il rapporto sessuale era quello delle due entità in possesso dall’abilità del raggio verde. La consapevolezza di tutto come il Creatore è quella che apre il centro di energia verde. Quindi non c’era possibilità di blocco, a causa della sicura conoscenza di ciascuno da parte di ciascuno che ognuno era il Creatore. I trasferimenti erano deboli a causa dell’agio con cui tali trasferimenti potevano avere luogo tra due entità polarizzate durante il rapporto sessuale.

84.10 Interrogante: Quello a cui volevo arrivare più precisamente era, è il percorso del trasferimento di energia… Quando chiudiamo un circuito elettrico, è facile seguire il percorso dell’energia. Va lungo il conduttore. Sto cercando di determinare se questo trasferimento avviene tra i chakra del cuore di ciascuna entità. Sto cercando di tracciare il flusso fisico dell’energia per cercare di avere un’idea dei blocchi dopo il velo. Potrei essere su una strada sbagliata qui. Se sbaglio, la lasceremo cadere. Puoi dirmi qualcosa al riguardo?

Ra: Io sono Ra. In un tale disegno o rappresentazione schematica del circuito di due mente/corpo/spirito o complessi mente/corpo/spirito nel trasferimento di energia sessuale o di altro tipo, il circuito comincia sempre al centro rosso o base e si muove il più possibile attraverso i centri energetici intermedi. Se non ben diretto si fermerà all’arancio. In caso contrario, passerà al giallo. Se è ancora sbloccato, passerà al verde. È bene ricordare nel caso dei mente/corpo/spirito che i chakra o centri energetici potrebbero benissimo funzionare senza cristallizzazione.

84.11 Interrogante: In altre parole, funzionerebbero ma nei circuiti elettrici sarebbe equivalente ad avere un’alta resistenza, possiamo dire. Sebbene il circuito fosse completo, dal rosso al verde, la quantità totale di energia trasferita sarebbe inferiore. È corretto?

Ra: Io sono Ra. Potremmo associare più da vicino la tua domanda al concetto di tensione elettrica. I centri inferiori non cristallizzati non possono fornire l’alta tensione. I centri cristallizzati possono diventare piuttosto notevoli nelle caratteristiche di alta tensione del trasferimento di energia quando raggiunge il raggio verde e pertanto quando il raggio verde è cristallizzato questo si applica anche ai centri energetici più alti fino a che tali trasferimenti di energia diventano una delizia (honestation) per il Creatore.

84.12 Interrogante: Mi correggeresti su questa affermazione, allora? Immagino che ciò che accade è che quando avviene un trasferimento l’energia è quell’energia luminosa che entra attraverso i piedi dell’entità e avvia la… La differenza di tensione o di potenziale inizia con il centro di energia rosso e, nel caso del trasferimento del raggio verde, termina al centro di energia verde e poi deve balzare o scorrere dal centro di energia verde di un’entità al verde dell’altra, e poi gli succede qualcosa. Potresti chiarire il mio pensiero su questo?

Ra: Io sono Ra. Sì.

84.13 Interrogante: Lo faresti per favore?

Ra: Io sono Ra. Il trasferimento di energia avviene in un rilascio della differenza di potenziale. Questo non è balzare da un centro di energia verde all’altro centro di energia verde, ma è la Condivisione delle energie di ciascuno che si irradiano dal raggio rosso verso l’alto. In questo contesto si può vedere che è più efficiente quando entrambe le entità hanno l’orgasmo simultaneamente. Tuttavia, funziona come trasferimento anche se una delle due ha l’orgasmo e, in effetti, nel caso dell’amore espresso fisicamente dall’accoppiamento di una coppia che non ha la conclusione che chiamate orgasmo, c’è, tuttavia, una notevole quantità di energia trasferita a causa della differenza potenziale che è stata elevata fintanto che entrambe le entità sono consapevoli di questo potenziale e liberano la loro forza reciprocamente per desiderio della Volontà in una dedica mentale o del complesso della mente. Potreste vedere questa attività come usata per generare trasferimenti di energia in alcune delle vostre pratiche che potreste chiamare diverse da i sistemi di distorsione religiosa cristiana della Legge dell’Uno.

84.14 Interrogante: Mi daresti un esempio di quest’ultima affermazione?

Ra: Io sono Ra. Facciamo questo esempio con il promemoria che ogni sistema è piuttosto distorto e i suoi insegnamenti sono sempre per metà perduti. Tuttavia, un tale sistema è quello chiamato lo yoga tantrico.

84.15 Interrogante: Considerando l’individuo A e l’individuo B, se l’individuo A sperimenta l’orgasmo, è l’energia, poi, trasferita all’individuo B in quantità maggiore? È corretto?

Ra: Io sono Ra. La tua richiesta è incompleta. Per favore ribadisci.

84.16 Interrogante: Quello che sto cercando di determinare è la direzione del trasferimento di energia in funzione dell’orgasmo. Quale entità riceve l’energia trasferita? So che è una domanda stupida, ma voglio essere sicuro di averla chiarita.

Ra: Io sono Ra. Se entrambe le entità sono ben polarizzate e vibrano nell’amore del raggio verde, qualsiasi orgasmo offrirà pari energia ad entrambe.

84.17 Interrogante: Capisco. Prima del velo, puoi descrivere qualsiasi altra differenza fisica di cui non abbiamo ancora parlato riguardo ai trasferimenti di energia sessuale o alle relazioni o qualsiasi altra cosa prima del velo?

Ra: Io sono Ra. Forse la differenza più critica del velo, prima e dopo, era che prima che la mente, il corpo e lo spirito fossero velati le entità erano consapevoli che ogni trasferimento di energia e, in effetti, quasi tutto ciò che proviene da qualsiasi rapporto, sociale o sessuale tra due entità, ha il suo carattere e la sua sostanza nel tempo/spazio piuttosto che nello spazio/tempo. Le energie trasferite durante l’attività sessuale non sono, propriamente parlando, dello spazio/tempo. C’è una grande componente di ciò che potreste chiamare energia metafisica trasferita. In effetti, il complesso del corpo nel suo insieme è molto incompreso a causa del presupposto post-velatura che la manifestazione fisica chiamata corpo sia soggetta solo a stimoli fisici. Questo decisamente non è così.

84.18 Intervistatore: Dopo il velo, nel nostro caso particolare, ora abbiamo, nel circuito di cui stavamo parlando, quello che chiameresti un blocco che si verifica per primo nel raggio arancione. Potresti descrivere cosa accade con questo primo blocco e quali sono i suoi effetti su ciascuna delle entità supponendo che una blocchi e l’altra no o se entrambe sono bloccate?

Ra: Io sono Ra. Questo materiale è stato trattato in precedenza. Se entrambe le entità sono bloccate, entrambe avranno una maggiore fame per la stessa attività, cercando di sbloccare il flusso ridotto di energia. Se un’entità è bloccata e l’altra vibra nell’amore, l’entità bloccata avrà ancora fame ma avrà la tendenza a tentare di continuare la procedura per saziare la fame crescente con quella che vibra nel raggio verde, a causa dell’impressione che questa entità potrebbe rivelarsi disponibile in questo tentativo. L’individuo del raggio verde attivo polarizzerà leggermente nella direzione del servizio agli altri, ma avrà solo l’energia con cui ha incominciato.

84.19 Interrogante: Non intendevo riprendere materiale precedentemente trattato. Stavo cercando di lavorare per una migliore comprensione di ciò di cui stiamo parlando, con il background del processo della velatura, e quello che stavo effettivamente tentando di fare era scoprire qualcosa di nuovo nel porre la domanda, quindi per favore se in futuro faccio domande su materiale che è già stato trattato non è necessario ripetere. Sto solo cercando nella stessa area la possibilità di una maggiore illuminazione riguardo alla particolare area, poiché sembra essere una delle maggiori aree di esperienza nella nostra attuale condizione di velatura che produce una grande quantità di catalizzatore e sto cercando di capire, per usare un termine povero, come questo processo di velatura abbia creato un’esperienza più grande e come questa esperienza evolve, devo dire. Le domande a volte sono molto difficili da porre.

Mi viene in mente che molte statue o disegni di quello noto come Lucifero o il Diavolo viene mostrato con un’erezione. È questa una funzione di questo blocco del raggio arancione, ed era questo, diciamo, conosciuto, in qualche modo minimale, si potrebbe dire, da coloro che hanno ideato queste statue e questi disegni ecc.?

Ra: Io sono Ra. Ovviamente ci sono molte altre distorsioni coinvolte in una discussione su qualsiasi forma mitica archetipica. Tuttavia, possiamo rispondere affermativamente e notare che sei perspicace.

84.20 Interrogante: Quindi, per quanto riguarda i trasferimenti di energia verde, blu e indaco: in che modo il meccanismo di questi trasferimenti differirebbe nel renderli possibili o nel porre le fondamenta per essi rispetto al raggio arancione? So che è molto difficile da chiedere e potrebbe non avere alcun senso, ma quello che sto cercando di fare è comprendere le basi per i trasferimenti in ciascuno dei raggi e i preparativi per i trasferimenti, si potrebbe dire: oppure i requisiti fondamentali, i pregiudizi e i potenziali per questi trasferimenti. Potresti approfondirlo per me, per favore? Mi dispiace per la domanda povera.

Ra: Io sono Ra. Vogliamo prenderci un momento per dichiarare in replica a un commento precedente che dobbiamo rispondere ad ogni domanda, sia già stata trattata o meno in precedenza, poiché non farlo significherebbe ostacolare il flusso di un altro trasferimento di energia.

Per rispondere alla tua domanda, vogliamo per prima cosa convenire con la tua supposizione che il soggetto su cui ora ti interroghi sia ampio, perché in esso si trova un intero sistema di apertura del portale per l’infinito intelligente.

Potresti vedere che alcune informazioni sono necessariamente avvolte nel mistero dal nostro desiderio di preservare il libero arbitrio dell’adepto.

La grande chiave per il blu, l’indaco e, infine, quel grande “capitello della colonna” del trasferimento di energia sessuale, i trasferimenti di energia viola, è il metafisico legame o distorsione che ha il nome presso i vostri popoli di “amore incondizionato”.

Nel trasferimento di energia del raggio blu la qualità di questo amore si “affina nel fuoco” dell’onesta comunicazione e chiarezza; questo normalmente, diciamo, descritto in generale, richiede una parte sostanziale del vostro spazio/tempo per essere realizzato sebbene ci siano casi di accoppiamenti così ben rifiniti nelle precedenti incarnazioni e così ben ricordati che il raggio blu può essere penetrato immediatamente. Questo trasferimento di energia è di grande beneficio per il cercatore in quanto tutta la comunicazione proveniente da questo cercatore è, quindi, affinata e “gli occhi dell’onestà e della chiarezza guardano su un nuovo mondo”. Tale è la natura dell’energia del raggio blu e tale è un meccanismo per potenziarla e cristallizzarla.

Quando ci approcciamo al trasferimento del raggio indaco, ci troviamo in una “terra d’ombra” dove non possiamo darvi informazioni dirette o chiare, perché questo è da noi considerato un’infrazione. Non possiamo affatto parlare del trasferimento del raggio viola perché, ancora una volta, non desideriamo infrangere la Legge della Confusione.

Possiamo dire che questi gioielli, sebbene acquistati a caro prezzo, vanno al di là del prezzo per il cercatore e potremmo suggerire che proprio come ogni consapevolezza viene raggiunta attraverso un processo di analisi, sintesi e ispirazione, in tale modo il cercatore dovrebbe approcciarsi al suo compagno e valutare ogni esperienza, “cercando il gioiello”.

84.21 Interrogante: C’è un modo per dire quale è stato il raggio del trasferimento per un individuo dopo l’esperienza? C’è un modo per l’individuo di dire in quale particolare raggio è avvenuto il trasferimento?

Ra: Io sono Ra. Esiste solo un parametro o misura soggettiva di tale valore. Se le energie sono fluite in modo che l’amore è reso completo, ha avuto luogo il trasferimento del raggio verde. Se, tramite lo scambio, dalle stesse entità è stata sperimentata una maggiore facilità nella comunicazione e una visione più ampia, l’energia è stata affinata al centro energetico del raggio blu. Se le entità polarizzate, da questa medesima esperienza di trasferimento di energia scoprono che le facoltà di volontà e di fede sono state stimolate, non per un breve periodo ma per una grande durata di ciò che chiamate tempo, potete percepire il trasferimento del raggio indaco. Non possiamo parlare del trasferimento del raggio viola se non per notare che è un’apertura al portale dell’infinito intelligente. In effetti, il trasferimento del raggio indaco è anche questo, ma, diciamo, “il velo non è stato ancora sollevato”.

84.22 Interrogante: Prima del velo, c’erano – Mettiamola in questo modo: il Logos, o la maggior parte dei Logoi, progettavano prima del velo di creare un sistema di casuale attività sessuale o abbinamenti specifici di entità per periodi di tempo, oppure avevano un obiettivo in tal senso?

Ra: Io sono Ra. Questa sarà l’ultima domanda completa di questo lavoro.

Il raccolto della creazione precedente era quello che includeva il mente/corpo/spirito maschile e femminile. Era intenzione del Logoi originale che le entità si accoppiassero tra loro in qualsiasi modo che causasse una maggiore polarizzazione. È stato stabilito, dopo l’osservazione del processo di molti Logoi, che la polarizzazione aumentava di molte volte se l’accoppiamento non era indiscriminato. Logoi successivi preservarono così una inclinazione (bias) verso la relazione coniugale (mated relationship) che è più caratteristica delle personalità più disciplinate e di quelle che potreste chiamare densità più alte. Il libero arbitrio di ciascuna entità, tuttavia, è sempre stato fondamentale e si poteva offrire solo una propensione…

86.19 Intervistatore: Forse potresti fornire esempi di utilizzo del corpo prima della velatura e dopo la velatura nello stesso ambito, in modo da poter comprendere più chiaramente il cambiamento nella conoscenza e controllo sul corpo. Puoi farlo, per favore?

Ra: Io sono Ra. Potremmo.

86.20 Interrogante: Farai questo?

Ra: Io sono Ra. Sì. Affrontiamo il trasferimento dell’energia sessuale. Prima della velatura un tale trasferimento era sempre possibile a causa del fatto che non c’era alcuna ombra sulla comprensione della natura del complesso del corpo * e della sua relazione con altri complessi mente/corpo/spirito ** in questa particolare manifestazione. Prima del processo di velatura c’era una quasi totale mancanza dell’uso di questo trasferimento di energia sessuale oltre il raggio verde.

Anche questo era dovuto alla stessa conoscenza priva di ombre che ciascuno aveva di ciascuno. C’era, allora, nella terza densità, poco scopo da osservare nelle relazioni più intense dei complessi mente, corpo e spirito *** che potreste chiamare “quelle (relazioni) del processo di accoppiamento”, dato che qualsiasi altro-Sé era visto come il Creatore e nessun altro-Sé sembrava essere maggiormente il Creatore di un altro.

Dopo il processo di velatura è diventato infinitamente più difficile raggiungere il trasferimento di energia del raggio verde a causa delle grandi aree di mistero e inconsapevolezza riguardanti il complesso del corpo e le sue manifestazioni. Tuttavia, anche a causa della grande occultazione (shadowing) delle manifestazioni del corpo al complesso della mente cosciente, quando si sperimentava tale trasferimento di energia era più probabilmente per fornire catalizzatore che causava un legame del sé con l’altro-sé in una configurazione opportunamente polarizzata. Da questo punto era molto più probabile che trasferimenti di energia più elevati fossero ricercati da questa coppia di complessi mente/corpo/spirito, permettendo così al Creatore di conoscere Se stesso con grande bellezza, solennità e meraviglia.

Essendo stato raggiunto l’infinito intelligente da questo uso sacramentale di questa funzione del corpo, ciascun complesso mente/corpo/spirito della coppia guadagnava molto in polarizzazione e capacità di servire.

* Dovrebbe essere “corpo”, non “complesso del corpo”.

** Dovrebbe essere “mente/corpo/spirito”, non “complessi mente/corpo/spirito”.

*** Dovrebbe essere “mente, corpo e spirito”.

Ra e Don hanno corretto questi errori nella sessione 87.

86.21 Intervistatore: Qualcuno degli altri aspetti della perdita di conoscenza o controllo sul corpo si è avvicinato, in qualche modo in efficienza, a ciò che hai appena descritto?

Ra: Io sono Ra. Ogni funzione del complesso del corpo ha un certo potenziale dopo la velatura, per fornire un utile catalizzatore. Abbiamo scelto l’esempio del trasferimento di energia sessuale per la sua centralità nelle capacità funzionali del complesso del corpo rese più utili per mezzo del processo di velatura…

87.18 Interrogante: Grazie. Apporteremo le correzioni.* Nell’ultima seduta hai affermato che prima della velatura, il trasferimento di energia sessuale era sempre possibile. Vorrei sapere cosa intendevi con “era sempre possibile” e perché non era sempre possibile dopo la velatura, solo per chiarire quel punto?

* Sono state aggiunte note a piè di pagina alle risposte indicate.

Ra: Io sono Ra. Riteniamo di comprendere la tua domanda e useremo l’analogia nella vostra cultura della batteria che accende la lampadina della torcia. Due batterie funzionanti poste in serie offrono sempre il potenziale di illuminazione della lampadina. Dopo la velatura, per proseguire questa grossolana analogia, le due batterie poste non in serie non offrirebbero quindi alcuna possibile illuminazione della lampadina. Molti complessi mente/corpo/spirito dopo la velatura, attraverso i blocchi, hanno fatto l’equivalente di invertire la batteria.

87.19 Interrogante: Qual è stata la fonte principale dei blocchi che hanno causato l’analogia dell’inversione della batteria?

Ra: Io sono Ra. Si prega di interrogare più specificamente per quanto riguarda i mente/corpo/spiriti o complessi mente/corpo/spirito su cui si richiedono informazioni.

87.20 Interrogante: Prima del velo c’era la conoscenza della tecnica di illuminazione di lampadine, diciamo. Dopo il velo alcuni esperimenti hanno creato un’illuminazione della lampadina; alcuni si sono risolti nell’assenza di illuminazione della lampadina. A parte il fatto che non erano disponibili informazioni sui metodi di accensione della lampadina, c’era qualche causa profonda degli esperimenti che si sono risolti nell’assenza di illuminazione della lampadina?

Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.

87.21 Interrogante: Qual era questa causa profonda?

Ra: Io sono Ra. La causa profonda del blocco è la mancanza della capacità di vedere l’altro-sé come il Creatore, o esprimendo ciò in modo diverso, la mancanza di amore.

87.22 Interrogante: OK. Nella nostra particolare illusione, il potenziale sessuale, a quanto pare, per il maschio raggiunge il picco all’incirca prima dei vent’anni e per la femmina circa dieci anni dopo. Qual è la causa di questa differenza nel picco dell’energia sessuale?

Ra: Io sono Ra. Dobbiamo fare una chiara distinzione tra il complesso corporeo chimico del raggio giallo di terza densità, e il complesso del corpo che è una parte del complesso mente/corpo/spirito. Il maschio, come chiamate questa polarità, ha un desiderio del raggio giallo estremamente attivo nello spazio/tempo nella sua incarnazione quando il suo sperma è il più vitale (viable) e pieno degli spermatozoi vivificativi (fertili). Così il raggio rosso cerca di riprodursi più fittamente nel momento in cui questo corpo è più in grado di soddisfare le esigenze del raggio rosso.

Il complesso del corpo chimico del raggio giallo della femmina, come voi chiamate questa polarità, deve avere un desiderio continuo e crescente per il rapporto sessuale poiché può concepire solo una volta in un periodo da quindici a diciotto mesi, dato che porta il concepito complesso del corpo, lo sostiene e lo allatta. Questo sta prosciugando il corpo fisico del raggio giallo. Per compensare questo, il desiderio aumenta in modo che il corpo del raggio giallo sia predisposto a continuare nel congresso sessuale (sexual congress), soddisfacendo così la sua esigenza del raggio rosso di riprodursi il più fittamente possibile.

La più, diciamo, integrale sessualità o polarità del complesso del corpo che è una porzione del complesso mente/corpo/spirito, non si preoccupa di queste manifestazioni del raggio giallo, ma piuttosto segue le vie della ricerca del trasferimento di energia e dell’incoraggiamento dell’aiuto e del servizio agli altri o al sé.

87.23 Interrogatore: Inoltre, perché il ratio tra orgasmi maschili e femminili è così pesantemente caricato sul lato del maschio?

Ra: Io sono Ra. Ci riferiamo ora al corpo fisico del raggio giallo o, se vuoi, complesso corporeo. A questo livello la distinzione non è importante. L’orgasmo maschile che spinge lo sperma in avanti per incontrare il suo ovulo, è essenziale per il compimento del desiderio del raggio rosso di moltiplicare la specie. L’orgasmo femminile non è necessario. Ancora una volta, quando i complessi mente/corpo/spirito iniziano a usare il trasferimento di energia sessuale per imparare, per servire e per glorificare l’Uno Infinito Creatore, la funzione dell’orgasmo femminile diventa più chiara.

87.24 Interrogante: Qual era questo ratio prima del velo?

Ra: Io sono Ra. Il ratio tra orgasmi maschili e femminili prima del velo era molto più vicino all’uno a uno poiché il valore metafisico dell’orgasmo femminile era chiaro e senza ombre.

87.25 Intervistatore: È significativo fornire questo ratio all’inizio della quarta densità e, in tal caso, lo faresti?

Ra: Io sono Ra. Per molti versi è del tutto privo di significato parlare di orgasmo di maschio e femmina in densità più elevate poiché il carattere e la natura dell’orgasmo divengono sempre più in maniera naturale, una funzione del complesso mente/corpo/spirito come una unità. Si può dire che il velo in quarta densità è stato sollevato e la scelta è stata fatta. Nelle polarità positive la Vera Condivisione (true sharing) è quasi universale. Nelle polarità negative il Vero Bloccaggio, in modo che il conquistatore ottenga l’orgasmo, il conquistato quasi mai, è quasi universale. In ciascun caso potresti vedere la funzione della parte sessuale dell’esperienza come un mezzo di polarizzazione molto efficiente.

87.26 Interrogante: Nella nostra illusione abbiamo definizioni fisiche per possibili trasferimenti di energia. Li etichettiamo come la conversione del potenziale in cinetico o cinetico in calore e esaminiamo questo rispetto alla sua crescente entropia. Quando parliamo di trasferimenti di energia sessuale e altre forme di energia più di base, non riesco sempre a usare correttamente, potresti dire, i termini poiché non capisco, e probabilmente non posso capire, la forma di base dell’energia di cui parliamo. Tuttavia, intuisco che questa è l’energia della pura vibrazione; cioè, al livello di base della nostra illusione, quella vibrazione fra la porzione di spazio e quella di tempo del continuum spazio/tempo e tuttavia in qualche modo viene trasferita nella nostra illusione in una forma più basilare di quella. Potresti approfondire quest’area per me, per favore?

Ra: Io sono Ra. Sì.

87.27 Interrogante: Lo faresti?

Ra: Io sono Ra. Hai ragione nel presumere che l’energia di cui parliamo discutendo dei trasferimenti di energia sessuale sia una forma di ponte vibratorio tra spazio/tempo e tempo/spazio. Sebbene questa distinzione non sia separata da quello che segue, quello che segue può far luce su questa affermazione di base.

A causa del processo di velatura, l’energia trasferita da maschio a femmina è diversa da quella trasferita da femmina a maschio. A causa della differenza di polarità dei complessi mente/corpo/spirito del maschio e della femmina, il maschio immagazzina energia fisica, la femmina energia mentale e mentale/emotiva. Quando il trasferimento di energia sessuale di terza densità è completato il maschio avrà offerto lo scarico di energia fisica. La femmina è, da ciò, rinvigorita, avendo molta meno vitalità fisica. Allo stesso tempo, se volete usare questo termine, la femmina scarica l’efflusso della sua energia mentale e mentale/emotiva immagazzinata, offrendo con ciò ispirazione, guarigione e benedizione al maschio che per natura è meno vitale in quest’area.

A questo punto possiamo chiedere un’altra domanda completa.

87.28 Interrogante: Perché la natura maschile e quella femminile sono diverse?

Ra: Io sono Ra. Quando il processo di velatura fu compiuto, alla polarità maschile venne attratta la Matrice della Mente e alla femmina il Potenziatore della Mente; al maschio il Potenziatore del Corpo, alla femmina la Matrice del Corpo. Possiamo chiedere se ci sono delle brevi domande prima di chiudere questo lavoro?…

92.20 Interrogante: La Matrice della Mente è raffigurata apparentemente come maschio sulla carta e il Potenziatore come femmina. Ra potrebbe dichiarare il perché di questo e come questo influenza questi due archetipi?

Ra: Io sono Ra. In primo luogo, come abbiamo detto, la Matrice della Mente è attratta al maschio biologico e il Potenziatore della Mente alla femmina biologica. Così nel trasferimento di energia la femmina è in grado di potenziare quello che può essere all’interno della mente cosciente del maschio in modo che possa sentirsi inspirato.

In un senso più generale, “ciò che raggiunge” può essere visto come un principio maschile. “Ciò che attende il raggiungimento” può essere visto come un principio femminile. La ricchezza del sistema di polarità del maschio e femmina è interessante e non vorremmo commentare ulteriormente ma proporre considerazione da parte dello studente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.