Tormalina nera

Tormalina nera

Tormalina nera 01Tormalina nera

Composizione: Borosilicato di sodio e alluminio (a volte si aggiungono altri elementi come ferro, cromo, litio, manganese, calcio che ne determinano le varianti cromatiche)

Cristallizzazione: sistema trigonale

Famiglia: tormaline

Colori: nero (sciorlo), giallo scuro o bruno (dravite), verde (verdellite), rosa o magenta (rubellite), blu (indicolite), celeste vibrante (paraiba), multicolore (elbaite), verde esternamente e rosa all’interno (anguria)

Chakra: Primo chakra Muladhara (“Radice”)

Anima: la tormalina, in generale, immette il potere dello Spirito nel sistema nervoso, la varietà nera àncora le energia spirituali al piano fisico e protegge dalle influenze esterne indesiderate.

Subconscio: riduce le tendenze nevrotiche; aiuta a rimanere collegati alla Luce anche nelle circostanze più difficili (nera)

Sfera emotiva: neutralizza collera, risentimento, gelosia, insicurezza (nera)

Corpo:scherma dalle radiazioni (pc,cellulari, parabole, ripetitori); limita i disturbi dell’udito; fa scomparire le cicatrici (elisir di tormalina nera).

Il nome deriva dal cingalese turamali, che significa “mescolanza di colori” ed era usato per quelle gemme sulla cui identità i mercanti di pietre di Ceylon avevano dubbi, proprio per l’enorme varietà di tormalina disponibile in natura e la loro somiglianza con altri tipi di minerali.

Per i suoi innumerevoli colori fin dall’antichità la tormalina è stata considerata una pietra dotata di poteri magici, primo fra tutti quello di amplificare la forza di comunicazione con le potenze invisibili.

Tormalina nera su ialinoLa tormalina è una pietra policristallina capace di assumere diversi colori: blu, verde, rosa, gialla, arancione, nera, rossa o anche policroma, l’unica a poter avere tutti i colori dell’arcobaleno. I cristalli della tormalina possono raggiungere delle dimensioni ragguardevoli, in particolar modo quelli della tormalina nera. E’ una pietra molto particolare e viene utilizzata per realizzare gioielli particolarmente vistosi. Possiede una virtù che la rende quasi unica: se viene riscaldata produce fenomeni elettrici, questo fenomeno è definito in gemmologia piroelettricità ed è stato scoperto per caso dagli abitanti dello Sri Lanka i quali, dopo averla strofinata notarono la sua capacità di attrarre le ceneri dal focolare.

La tormalina nera è considerata una delle pietre principali per la purificazione delle proprie energie e per la protezione dalle negatività ambientali. È la pietra del radicamento con la Terra, che assorbe al suo interno tutte le disarmonie. Rimuove il vittimismo e l’autocommiserazione trasformando l’atteggiamento negativo in positivo.

La tormalina nera ha la capacità di schermare dai pensieri e dalle energie negative dell’ambiente. Promuove un’attitudine imparziale di fronte ai fatti della vita, rafforza la razionalità e la capacità di riconoscere i propri errori, ci aiuta a risolvere situazioni senza via d’uscita e gli stati d’animo in cui ci sentiamo intrappolati o esausti.

Chiarisce i blocchi interiori e porta all’introspezione. La tormalina nera riduce le tendenze nevrotiche e scarica le tensioni da stress.

Tormalina nera 5La tormalina nera risulta dotata di piroelettricità (si carica di energia elettrica se si riscalda e poi si raffredda) e di piezoelettricità (si carica di energia elettrica se sottoposta a pressione) ed è inattaccabile agli acidi, protegge dalle radiazioni nocive delle apparecchiature elettroniche.

Ho potuto provare le capacità della tormalina nera, ne avevo acquistato un esemplare grezzo per la sua bellezza e non per le sue caratteristiche ma facendo una prova con il mio portatile mi sono accorto che assorbe veramente le radiazioni elettromagnetiche, dopo 3 ore circa di esposizione il cristallo è diventato bollente, consiglio chi lavora con apparecchiature elettroniche di tenerne un pezzo sulla scrivania.

2 thoughts on “Tormalina nera

  1. Molto interessante come articolo. Volendo approfondire: esiste una proporzione fra la grandezza della stanza, le apparecchiature elettriche che emanano radiazioni nell’ambiente e la grandezza che dovrebbe avere la tormalina? Cioè, c’è la possibilità di “misurare” prima la quantità di radiazioni presenti (e se si potreste consigliare con quale attrezzatura) e di conseguenza scegliere la grandezza della tormalina da acquistare?

    • Come radiestesista utilizzo il pendolo o il biotensor per fare misurazioni e ottenere risposte a domande di cui coscientemente non conosco la risposta,in ogni caso si può acquistare prima una pietra poi un’altra e poi un’altra ancora fino a che non si percepisce un miglioramento nell’ambiente in cui devono operare, importante e di tanto in tanto scaricare i cristalli ponendoli sull’antakharana o sotto un filo di acqua corrente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.