TEST BE-fuelsaver

TEST BE-fuelsaver

TEST BE-fuelsaver s1Dopo circa quattro mesi dall’installazione del BE-fuelsaver modello S sulla mia auto (Be-fuelSaver | Scarabeokheper) posso fornire qualche dato sui consumi ricavati dividendo i km percorsi, fra un rifornimento ed un altro, per i litri di carburante consumato ecco i risultati:

Data Km percorsi Rifornimento in l Media Km/l
07/10/2014 867 49,02 17,68
28/10/2014 581 30,71 18,92
24/11/2014 560 34 16,47
09/12/2014 633 39 16,23

Sono passato da una media di 15-17 km/l prima dell’installazione a un 16,5-19 km/l post installazione del BE-fuelsaver (nel mese di novembre/dicembre la media è calata per l’intenso ciclo urbano, per il riscaldamento del motore pre partenza e per l’uso del riscaldamento/deumidificatore) con un risparmio di carburante pari al 10% circa, con un serbatoio da 60 litri significa un risparmio di 6 litri, circa 9 euro a ogni pieno pieno.

In 9 pieni il costo del BE-fuelsaver viene ammortizzato, avrei avuto un un risparmio del 20% installando la versione M al posto di quella S ma mi interessava sopratutto la riduzione dell’inquinamento, misurata con metodo radiestetico è stata di circa il 75%.

TEST BE-fuelsaver gregorSono convinto che il segreto del BE-fuelsaver risieda nella Radionica, i suoi produttori (Link: Home – BE-FuelSaver.net) devono aver individuato la frequenza vibratoria del carburante ottimale e con essa hanno caricato i cilindretti di metallo, che inseriti nel serbatoio, per risonanza la trasmettono al carburante della nostra auto; un metodo,questo, utilizzato con successo anche in medicina e in veterinaria da alcuni medici omeopati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.