TERZO MOTIVO : L’ AMBIENTE

TERZO MOTIVO : L’ AMBIENTE

TERZO MOTIVO : L' AMBIENTE VEGANO“Solo quando l’ultimo albero sarà stato abbattuto, l’ultimo fiume avvelenato, l’ultimo pesce pescato,l’ultimo animale libero ucciso,ci accorgeremo che non possiamo mangiarci il denaro.”

“Noi non ereditiamo la Terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.”

(Proverbi dei Nativi Americani)

Dopo quasi un mese di attesa, causa esami all’università intensivi, rieccomi alla tastiera per completare la “trilogia” dei motivi che mi hanno spinta a cambiare stile di vita.

Di seguito elencherò fatti riguardanti l’impatto ambientale dei cibi che portiamo tutti i giorni sui nostri piatti, compresi di fonti dalle quali attingo.

CAMBIAMENTO CLIMATICO

TERZO MOTIVO : L' AMBIENTE 001È il 21.10.2009 e l’Istituto di Ricerca Worldwatch di Washington DC conduce uno studio che dimostra che l’emissione dei gas serra è dovuto per il 51% dal consumo di CARNE, LATTE, PESCE e UOVA. Questo significa che l’allevamento inquina molto di più di tutti i mezzi di trasporto al mondo, quali ad esempio automobili, treni, navi, camion e aerei. (http://www.worldwatch.org/files/pdf/Livestock%20and%20Climate%20Change.pdf)

-Il bestiame è responsabile per il 65% delle emissioni di ossido di azoto il quale è 296volte più distruttivo della Co2. (http://www.cowspiracy.com)

– Bruciare combustibili fossili (come gas e petrolio) rilascia anidride carbonica, una delle cause principali del cambiamento climatico. Produrre 1 caloria di proteina dalla carne richiede 8.5 volte in più di energia di combustibili, rilasciando 8.5 volte più anidride carbonica rispetto a produrre 1 caloria dai cereali. Nutrire gli animali da allevamento con enormi quantità di cereali e acqua e poi ammazzarli e lavorarli, il trasporto e l’immagazzinamento della loro carne richiede enormi quantità di energia. (http:http://www.peta.org/issues/animals-used-for-food/global-warming/)

ACQUA

-La produzione di carne richiede un quantitativo di acqua molto maggiore rispetto agli ortaggi. L‘IME (Institution of Mechanical Engineers) dichiara che per produrre 1kg di carne c’è bisogno fra i 5,000 e i 20,000 litri di acqua, mentre per produrre 1kg di grano c’è bisogno fra i 500 ed i 4,000 litri. (http://www.theguardian.com/news/datablog/2013/jan/10/how-much-water-food-production-waste)

-Per produrre un hamburger c’è bisogno di circa 2500 litri d’acqua (ovvero l’equivalente di farsi la doccia per 2 mesi)

-Chi segue un’alimentazione a base vegetale risparmia OGNI GIORNO:

circa 4200 litri d’acqua, 20 kg di cereali, 2,8 m^2 di foresta,

10kg di CO2, una vita animale. (Documentario: Cowspiracy)

OCEANI

-A causa della pesca intensiva, per poter far arrivare anche solo una volta a settimana del salmone o del tonno sul nostro piatto, i fondali marini vengono letteralmente rastrellati, contribuendo all’estinzione di molte specie marine.

-La pesca intensiva incide purtroppo anche sulla nostra salute perché a causa di scarichi di immondizia e liquami industriali il pesce che mangiamo è avvelenato da metalli pesanti come il mercurio, ma anche da additivi chimici e sostanze tossiche che possono causa all’uomo gravi disturbi neurologici e cerebrali. (http://www.yeslife.it/pesca-intensiva-danni-conseguenze-2504/page-2/all-pages)

FORESTE/TERRENI

-Ogni secondo, in giro per il mondo, viene distrutta una foresta grande come metà campo da calcio. Gran parte viene utilizzata come pascolo e produzione per mangimi per gli allevamenti. (www.selbst-wenn.at)

-L’allevamento è la prima causa di:

–estinzione delle specie

–zone morte nell’oceano

–distruzione dell’habitat

-Il bestiame ricopre il 45% del terreno totale mondiale

-1/3 del terreno mondiale è desertificato a causa dell’allevamento intensivo

Immagino quanti pensieri vi stiano girando per la testa dopo aver letto queste poche righe. Le domande che mi sono subito sorte sono state:

PERCHE’ QUESTE INFORMAZIONI NON LE CONOSCE NESSUNO?

PERCHE’, VISTO CHE L’AMBIENTE E’ IN GRAVE PERICOLO, QUESTE INFORMAZIONI NON VENGONO DIVULGATE, DI MODO CHE OGNUNO POSSA DARE IL SUO CONTRIBUTO PER SALVARE LA TERRA?

La risposta purtroppo è sempre quella: il DENARO.

E allora svegliamoci gente, informiamoci il più possibile e cominciamo da noi stessi.

Se pensiamo che il mondo lo salverà qualcun altro ci sbagliamo di grosso. Ognuno di noi deve agire a partire da ORA perché la Terra non ci appartiene, siamo solo dei piccoli ospiti e se vogliamo assicurare un futuro migliore a chi verrà dopo di noi bisogna tirarsi su le maniche, mettere da parte le parole ed agire, ogni giorno, a partire da cosa mettiamo nel carrello della spesa. Il consumatore ha molto più potere di quanto non creda, deve solo esercitarlo altrimenti le multinazionali continueranno ad approfittarsi della situazione.

Per finire vi consiglio i due documentari che ritengo molto importanti per quanto riguarda il tema ambiente:

“Cowspiracy” , per la versione in italiano si chiama “La cospirazione delle mucche” la si può trovare su YouTube sottotitolato in italiano

“Seaspiracy”: what you should know about fish, the ocean and more” su YouTube in lingua inglese

“Food matters” un altro MUST! disponibile su Netflix

Alla prossima! La vostra Dancing Vegan

Fonte: Dancing Vegan: giugno 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.