SESSIONI 62 63 64 65 66

SESSIONI 62 63 64 65 66

SESSIONI 62 63 64 65 66SESSIONE 62

13 luglio 1981
62.0 Ra: Io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore.
Prima di iniziare possiamo chiedere che un cerchio venga percorso attorno a questo strumento e che poi ciascuno del gruppo di supporto espella il respiro con forza, a circa due piedi e mezzo sopra la testa dello strumento, il cerchio venga quindi nuovamente percorso attorno allo strumento.
[Questo è stato fatto come indicato.]
Io sono Ra. Apprezziamo la vostra gentile collaborazione. Si prega di ricontrollare l’allineamento della perpendicolarità e inizieremo.
[Questo è stato fatto come indicato.]
Io sono Ra. Comunichiamo ora.
62.1 Interrogante: Potresti dirmi cosa c’era di sbagliato o cosa ha causato la necessità di ripercorrere il cerchio e lo scopo dell’espulsione del respiro?
Ra: Io sono Ra. Questo strumento era sotto specifico attacco psichico al momento dell’inizio del lavoro. C’era una lieve irregolarità nelle parole verbalizzate dai vostri meccanismi vibratori del complesso sonoro nel percorso protettivo del cerchio. In questa apertura arrivò questa entità e cominciò a lavorare sullo strumento ora in stato di trance, come lo chiamereste voi. Questo strumento è stato influenzato abbastanza negativamente in distorsioni del complesso fisico.
Così il cerchio è stato appropriatamente percorso. Il soffio della rettitudine ha espulso la forma-pensiero e il cerchio percorso di nuovo.
62.2 Interrogante: Qual era la natura della forma-pensiero o la sua affiliazione?
Ra: Io sono Ra. Questa forma-pensiero era di affiliazione a Orione.
62.3 Interrogante: L’attacco è riuscito a creare un’ulteriore distorsione del complesso fisico dello strumento?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.
62.4 Interrogante: Qual è la natura di questa distorsione?
Ra: Questa forma-pensiero ha cercato di porre fine all’incarnazione di questo strumento lavorando con le distorsioni renali che, sebbene corrette nel tempo/spazio, sono vulnerabili a chi conosce il modo di separare la modellazione tempo/spazio e le distorsioni spazio/tempo che non sono modellate, vulnerabili come in precedenza alla, diciamo, guarigione.
62.5 Interrogante: Quale effetto deleterio è stato fatto?
Ra: Io sono Ra. Ci sarà qualche disagio. Tuttavia, siamo stati fortunati in quanto questo strumento è stato molto aperto nei nostri confronti e ben sintonizzato. Se non fossimo stati in grado di raggiungere questo strumento ed istruirvi, il veicolo fisico dello strumento sarebbe presto non-vitale (unviable).
62.6 Interrogante: Ci sarà qualche effetto duraturo di questo attacco per quanto riguarda il veicolo fisico dello strumento?
Ra: Io sono Ra. Questo è difficile da dire. Siamo dell’opinione che danni o distorsioni duraturi non si verificheranno.
Il guaritore era forte e i vincoli che hanno avuto effetto nel rimodellamento di queste distorsioni renali erano efficaci. Si tratta a questo punto di due forme di rimanenze di ciò che si può chiamare un incantesimo o un lavoro magico; le distorsioni del guaritore contro il tentativo di distorsioni di Orione; le distorsioni del guaritore piene d’amore; le distorsioni di Orione anch’esse pure nella separazione. Sembra che tutto vada bene tranne che per qualche possibile disagio che dovrà essere assistito se persistente.
62.7 Interrogante: L’apertura che è stata fatta nel cerchio protettivo è stata pianificata dall’entità di Orione per essere fatta? È stato uno specifico tentativo pianificato di fare un’apertura, o è stato qualcosa che è successo solo per caso?
Ra: Io sono Ra. Questa entità era, come dice la tua gente, alla ricerca di un “obbiettivo di opportunità” (occasione). La parola sbagliata fu un evento casuale e non pianificato.
Potremmo suggerire nel, diciamo, futuro, come voi misurate lo spazio/tempo, quando iniziate un lavoro di essere consapevoli che questo strumento è probabilmente sorvegliato per qualsiasi opportunità. Quindi se il cerchio viene percorso con qualche imperfezione è bene ripeterlo subito. L’espulsione del respiro è anche opportuna, sempre alla sinistra.
62.8 Interrogante: Vorresti ampliare ciò che hai appena detto sull’espulsione del respiro? Non ero abbastanza sicuro di cosa intendessi.
Ra: Io sono Ra. La ripetizione di ciò che è stato eseguito bene in questo lavoro è consigliabile se il cerchio viene percorso in “meno” della configurazione appropriata.
62.9 Interrogante: Ma tu hai menzionato l’espulsione del respiro a sinistra, credo. Mi diresti cosa volevi dire con questo?
Ra: Io sono Ra. È come avete appena fatto, il respiro viene espulso sopra la testa dello strumento dal suo lato destro al suo sinistro.
62.10 Interrogante: C’è qualcosa che possiamo fare per lo strumento dopo che è uscita dalla trance per aiutarla a riprendersi da questo attacco?
Ra: Io sono Ra. C’è poco da fare. Puoi vigilare per vedere se le distorsioni persistono e vedere che i guaritori appropriati vengono messi in contatto con questo complesso mente/corpo/spirito nel caso in cui la difficoltà persista. Può darsi di no. Questa battaglia si sta compiendo anche adesso. Ciascuno può consigliare allo strumento di continuare il suo lavoro come indicato precedentemente.
62.11 Interrogante: Chi sarebbero i guaritori appropriati e come li metteremmo in contatto con lo strumento?
Ra: Io sono Ra. Ce ne sono quattro. Essendo la difficoltà rilevata del tutto come distorsione corporea, colui noto come Don e colui noto come Jim possono lavorare sul complesso corporeo dello strumento mediante le pratiche che si stanno sviluppando in ciascuna entità. Data la persistenza della distorsione, dovrà farsi visitare da colui noto come Stuart. Data la continua difficoltà oltre al punto di uno dei vostri cicli chiamato quindicina, dovrà farsi visitare da quello noto come Douglas.
62.12 Interrogante: Lo strumento sa chi sono queste persone, Stuart e Douglas? Non so chi siano.
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.
62.13 Interrogante: Questa è la somma totale di ciò che possiamo fare per aiutare lo strumento?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Possiamo notare che le armonie e i rapporti sociali amorevoli che prevalgono abitualmente in questo gruppo creano un ambiente favorevole per ciascuno di voi per svolgere il proprio lavoro.
62.14 Interrogante: Quale priorità, devo dire, attribuisce il gruppo di Orione alla riduzione dell’efficacia o all’eliminazione dell’efficacia di questo gruppo rispetto alle attività sul pianeta Terra in questo momento? Puoi dirmelo?
Ra: Io sono Ra. Questo gruppo, come tutti i canali e gruppi di supporto positivi, è una priorità molto alta del gruppo di Orione. Le distorsioni corporee di questo strumento sono la sua distorsione più facilmente sciolta o slegata che dissolve il complesso mente/corpo/spirito se il gruppo di Orione ha successo; questo particolare gruppo ha imparato a non avere gravi spiragli (Chink), possiamo dire, nei modelli vibratori dei complessi della mente e dello spirito. In altri canali altri spiragli potrebbero essere più evidenti.
62.15 Interrogante: Farò questa affermazione e mi correggerai. Il gruppo di Orione ha come obiettivo quello di portare le entità polarizzate al servizio del sé al raccolto, il più grande raccolto possibile. Questo raccolto costruirà il loro potenziale o la loro capacità di fare il lavoro nella coscienza come dato dalla distorsione della Legge dell’Uno chiamata Legge dei Quadrati o del Raddoppio. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.
62.16 Interrogante: Ci sono altri gruppi di coloro che sono sul sentiero del servizio al sé collegati con quelli della costellazione di Orione? Ad esempio, quelli della Croce del Sud, stanno attualmente lavorando per lo stesso tipo di raccolto riguardo alla Terra?
Ra: Io sono Ra. Questi di cui parli della Croce del Sud sono membri del gruppo di Orione. Non è, diciamo, secondo una formulazione intesa che un gruppo di varie galassie debba prendere il nome da una di esse.
Tuttavia, quei complessi planetari di memoria sociale della cosiddetta costellazione di Orione hanno il sopravvento e quindi dominano gli altri membri. Devi ricordare che nel modo di pensare negativo c’è sempre l’ordine gerarchico, diciamo, e il “potere contro potere” nella separazione.
62.17 Interrogante: Nel creare il più grande raccolto possibile di entità orientate negativamente dalla Terra, allora, il complesso di memoria sociale del gruppo di Orione acquista forza. Ho ragione nell’assumere che questa forza sia quindi nella forza totale del complesso, l’ordine gerarchico rimane approssimativamente lo stesso, e quelli al vertice guadagnano in forza rispetto alla forza totale del complesso di memoria sociale? È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Al più forte vanno le quote maggiori di polarità.
62.18 Interrogante: Allora cosa fanno quelli al vertice dell’ordine gerarchico del gruppo di Orione… – beh, per prima cosa lascia che chieda questo: Stiamo parlando del gruppo di quarta densità?
Ra: Io sono Ra. Ci sono membri di quarta e pochi di quinta densità del gruppo di Orione.
62.19 Interrogante: Quindi il vertice della gerarchia è di quinta densità?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.
62.20 Interrogante: Quale è l’obiettivo; che cosa ha come obiettivo il, diciamo così, il leader, quello al vertice dell’ordine gerarchico nella quinta densità di Orione? Vorrei capire la sua filosofia riguardo ai suoi obiettivi e piani per quello che potremmo chiamare il futuro o il suo futuro?
Ra: Io sono Ra. Questo modo di pensare non sarà così strano per voi. Pertanto, possiamo parlare attraverso le densità poiché il vostro pianeta ha alcune azioni orientate negativamente che influenzano in questo nesso spazio/tempo.
L’entità negativa di quinta densità iniziale, se orientata a mantenere la coesione come complesso di memoria sociale, può nel suo libero arbitrio determinare che il percorso verso la saggezza sta nella manipolazione in squisita proprietà di tutti gli altri-sé. Quindi, in virtù delle sue abilità nella saggezza, è in grado di essere il leader degli esseri di quarta densità che sono sulla strada della saggezza esplorando le dimensioni dell’amore del sé e della comprensione del sé. Queste entità di quinta densità vedono la creazione come ciò che deve essere messo in ordine.
Avendo a che fare con un piano come questa terza densità in questa raccolta, essa capirà più chiaramente il meccanismo della chiamata e avrà molta meno distorsione verso la frode o manipolazione per mezzo di pensieri che vengono dati a entità orientate negativamente, sebbene nel permettere che ciò accada e inviando entità meno sagge a fare questo lavoro, tutti i successi ridondano ai leader.
La quinta densità vede le difficoltà poste dalla luce e in questa direzione dirige le entità di questa vibrazione alla ricerca di obiettivi di opportunità come questo. Se le tentazioni di quarta densità, diciamo, verso la distorsione dell’ego, ecc., non hanno successo, l’entità di quinta densità allora ragiona in termini della rimozione della luce.
62.21 Interrogante: Quando l’entità di Orione che è in attesa cercando l’opportunità di attaccarci è qui con noi, puoi descrivere il suo metodo per venire qui, che aspetto ha e come si mette in attesa? So che questo non è molto importante, ma potrebbe darmi degli indizi su ciò di cui stiamo parlando.
Ra: Io sono Ra. Le entità di quinta densità sono esseri molto leggeri sebbene abbiano il tipo di veicolo fisico che conosci. Le entità di quinta densità sono molto belle da vedere nel vostro standard di bellezza.
Il pensiero è ciò che viene inviato, poiché è probabile che un’entità di quinta densità abbia padroneggiato questa tecnica o disciplina. Ci sono pochi o nessun mezzo per percepire una tale entità, perché a differenza delle entità negative di quarta densità, l’entità di quinta densità “cammina con piedi leggeri”.
Questo strumento era consapevole dell’estremo freddo nel passato ciclo diurno e trascorreva molto più tempo di quanto i vostri normali comportamenti ritenessero appropriato in quello che sembrava a ciascuno di voi un clima estremamente caldo. Questo non è stato percepito dallo strumento, ma l’abbassamento della temperatura soggettiva è segno della presenza di un’entità negativa o non-positiva o drenante.
Questo strumento ha menzionato una sensazione di disagio, ma è stato nutrito da questo gruppo ed è stato in grado di respingerlo. Se non fosse stato per un incidente casuale, tutto sarebbe andato bene, poiché avete imparato a vivere nell’amore e nella luce e a non trascurare di ricordare l’Uno Infinito Creatore.
62.22 Interrogante: Allora è stata un’entità di quinta densità a fare questo particolare attacco allo strumento oggi?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.
62.23 Interrogante: Non è insolito che uno di quinta densità si prenda il disturbo di farle questo piuttosto che inviare un servo di quarta densità, devo dire?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Quasi tutti i canali e i gruppi positivi possono essere diminuiti nella loro positività o resi del tutto inservibili da ciò che potremmo chiamare le tentazioni offerte dalle forme-pensiero negative di quarta densità. Esse possono suggerire molte distorsioni verso informazioni specifiche, verso l’esaltazione del sé, verso lo sviluppo dell’organizzazione in qualche maniera politica, sociale o fiscale.
Queste distorsioni rimuovono il focus dall’Unica Infinita Fonte di amore e luce di cui siamo tutti messaggeri, umili e che sanno che noi, da noi stessi, siamo solo la più piccola porzione del Creatore, una piccola parte di una magnifica interezza di infinita intelligenza.
62.24 Interrogante: C’è qualcosa che lo strumento potrebbe fare o potremmo fare perché lo strumento elimini il problema che ha, sperimenta continuamente la sensazione di freddo di questi attacchi?
Ra: Io sono Ra. Sì.
62.25 Interrogante: Mi diresti cosa potremmo fare?
Ra: Io sono Ra. Potreste cessare nei vostri tentativi di essere canali per l’amore e la luce dell’Uno Infinito Creatore.
62.26 Interrogante: “Ho perso qualcosa ora” che possiamo fare per aiutare lo strumento durante, prima o dopo una sessione o in qualsiasi momento?
Ra: Io sono Ra. L’amore e la devozione di questo gruppo “non si lascia sfuggire nulla”. Sii in pace. “C’è del pedaggio” per questo lavoro. Questo strumento lo accetta o non potremmo parlare. Riposa quindi in quella pace e amore e fai come vuoi, come desideri, come ti senti. Lascia che ci sia una fine alle preoccupazioni quando ciò è compiuto. Il grande guaritore delle distorsioni è l’amore.
62.27 Interrogante: Ho una domanda a cui non ho potuto rispondere adeguatamente ieri sera. È stato posta da Morris. Ha a che fare con le vibrazioni delle densità. Capisco che la prima densità è composta da vibrazioni atomiche del nucleo (core atomic vibrations) che sono nello spettro rosso, la seconda nell’arancione, ecc. Devo dedurre che le vibrazioni del nucleo del nostro pianeta sono ancora nel rosso e che degli esseri di seconda densità sono ancora nell’arancione in questo tempo/spazio o spazio/tempo proprio adesso e che ogni densità così com’è presente sul nostro pianeta in questo momento ha una vibrazione del nucleo diversa, o è questo incorretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è precisamente corretto.
62.28 Interrogante: Quindi, quando arrivano le vibrazioni di quarta densità, ciò significa che il pianeta può supportare entità di vibrazione del nucleo di quarta densità. Il pianeta sarà quindi ancora una vibrazione del nucleo di prima densità e ci saranno entità di seconda densità su di esso con vibrazioni di seconda densità, e ci saranno entità di terza densità con vibrazioni di terza densità?
Ra: Io sono Ra. Questa sarà l’ultima domanda completa di questo lavoro. C’è energia ma le distorsioni dello strumento ci suggeriscono che sarebbe bene accorciare questo lavoro con il vostro permesso.
62.29 Interrogante: Sì.
Ra: Devi vedere la Terra, come la chiamate, come sette Terre. C’è il rosso, l’arancione, il giallo e ci sarà presto un locus vibratorio di colore verde completo per le entità di quarta densità che esse chiameranno Terra. Durante l’esperienza di quarta densità, a causa della mancanza di sviluppo delle entità di quarta densità, la sfera planetaria di terza densità non è utile per l’abitazione poiché le entità di iniziale quarta densità non sapranno esattamente come mantenere l’illusione in modo che la quarta densità non possa essere vista o determinata da qualsiasi strumentazione disponibile per qualsiasi terza densità.
Quindi nella quarta densità l’energia dei nexi rosso, arancione e verde del vostro pianeta sarà attivata mentre il giallo è in potenziamento assieme al blu e all’indaco.
Possiamo chiedere in questo momento se ci sono brevi domande?
62.30 Interrogante: C’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più comodo o migliorare il contatto?
Ra: Va tutto bene. Siete stati molto coscienziosi.
Io sono Ra. Vi lascio, amici miei, nella gloria dell’amore e della luce dell’Uno Infinito Creatore. Avanti dunque, rallegrandovi del potere e della pace dell’Uno Infinito Creatore. Adonai.
SESSIONE 63
18 luglio 1981
63.0 Ra: Io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo ora.
63.1 Interrogante: Potresti darmi un’indicazione delle condizioni dello strumento?
Ra: Io sono Ra. Le energie vitali di questo strumento sono alla distorsione che è normale per questo complesso mente/corpo/spirito. Il complesso del corpo è distorto a causa di un attacco psichico nella zona dei reni e delle vie urinarie. C’è anche una distorsione in corso a causa della distorsione chiamata artrite.
Potreste aspettarvi che questo attacco psichico sia costante poiché questo strumento è stato sotto osservazione da una forza orientata negativamente per un po’ di tempo.
63.2 Interrogante: Il problema originale ai reni di circa 25 anni fa era causato da un attacco psichico?
Ra: Io sono Ra. Questo è solo parzialmente corretto. C’erano componenti di attacco psichico alla morte di questo corpo in quello spazio/tempo. Tuttavia, il “complesso vibratorio guida” in questo evento era la volontà dello strumento. Questo strumento desiderava lasciare questo piano di esistenza poiché non sentiva di poter essere di aiuto.
63.3 Interrogante: Sta dicendo che lo strumento stesso ha quindi creato il problema ai reni in quel momento?
Ra: Io sono Ra. Il desiderio dello strumento di lasciare questa densità ha abbassato le difese di un complesso corporeo debole già predisposto, e una reazione allergica è stata così intensificata da causare le complicazioni che hanno distorto il complesso del corpo verso la non-vitalità. La volontà dello strumento, quando scoprì che c’era veramente del lavoro da fare nel servizio, fu di nuovo il fattore guida o complesso di schemi vibratori che impediva al complesso del corpo di cedere alla dissoluzione dei legami che causano la vitalità della vita.
63.4 Interrogante: La necessità per lo strumento di andare in bagno più volte prima di una seduta è a causa dell’attacco psichico?
Ra: Io sono Ra. In generale questo è incorretto. Lo strumento sta eliminando dal complesso del corpo i residui di distorsione del materiale che noi usiamo per il contatto. Questo avviene in modo variabile, a volte iniziando prima del contatto, in altri lavori questo avviene dopo il contatto.
In questo particolare lavoro questa entità sta sperimentando le sopracitate difficoltà che causano l’intensificazione di quella particolare distorsione/condizione.
63.5 Interrogante: So che hai già risposto a questa domanda, ma sento che è mio dovere chiederlo ogni volta nel caso ci siano nuovi sviluppi, e cioè, c’è qualcosa che possiamo fare che non stiamo facendo per diminuire l’efficacia dell’attacco psichico sullo strumento?
Ra: Io sono Ra. Continuate nell’amore, nella lode e nel ringraziamento al Creatore. Esamina il materiale precedente. L’amore è il grande protettore.
63.6 Interrogante: Potresti darmi una definizione di energia vitale?
Ra: Io sono Ra. L’energia vitale è il complesso dei livelli energetici di mente, corpo e spirito. A differenza dell’energia fisica, richiede che i complessi integrati vibrino in maniera utile.
La facoltà della volontà può, in misura variabile, sostituire l’energia vitale mancante e questo è accaduto in precedenti lavori, come voi misurate il tempo, in questo strumento. Questo non è raccomandato. In questo momento, tuttavia, le energie vitali sono ben nutrite nella mente e nello spirito, sebbene il livello di energia fisica sia, in sé e di per sé, basso in questo momento.
63.7 Interrogante: Sarei corretto nel supporre che l’energia vitale sia una funzione della consapevolezza o del pregiudizio dell’entità rispetto alla sua polarità o unità generale con il Creatore o creazione?
Ra: Io sono Ra. In un senso non specifico possiamo affermare la correttezza della tua affermazione. L’energia vitale può essere vista come quel profondo amore per la vita o le esperienze di vita quali la bellezza della creazione e l’apprezzamento degli altri-sé e le distorsioni dei vostri Co-Creatori che creano ciò che c’è di bello.
Senza questa energia vitale il meno distorto complesso fisico fallirà e perirà. Con questo amore o energia vitale o élan, l’entità può continuare anche se il complesso fisico è fortemente distorto.
63.8 Interrogante: Dall’ultima sessione, vorrei continuare con alcune domande sul fatto che nella quarta densità verranno attivate le energie rosso, arancione e verde; giallo, blu, ecc., che sono in potenziamento. In questo momento, dici che abbiamo le energie verdi attivate. Sono state attivate negli ultimi 45 anni. Mi ponevo domande sulla transizione attraverso questo periodo in modo che il verde sia totalmente attivato e il giallo sia in potenziamento. Cosa perderemo quando il giallo passa da attivazione in potenziamento, e cosa guadagneremo quando il verde entra in totale attivazione, e qual è questo processo?
Ra: Io sono Ra. È fuorviante parlare di guadagni e perdite quando si tratta con l’argomento della fine del ciclo e dell’inizio del ciclo del raggio verde sulla vostra sfera. È da tenere in posizione preminente nelle facoltà dell’intelligenza che c’è un’unica creazione in cui non c’è perdita. Ci sono cicli progressivi per l’utilizzo esperienziale da parte delle entità. Ora possiamo rispondere alla tua richiesta.
Quando il ciclo del raggio verde o la densità dell’amore e della comprensione inizia a prendere forma, il piano del raggio giallo o Terra di cui godete nella vostra danza cesserà di essere abitato per un certo periodo del vostro spazio/tempo mentre lo spazio/tempo necessario alle entità di quarta densità per apprendere la loro capacità di schermare la loro densità da quella di terza viene appreso. Dopo questo periodo verrà un tempo in cui la terza densità potrà nuovamente circolare sulla sfera del raggio giallo.
Nel frattempo c’è un’altra sfera, in gran parte congruente con il raggio giallo, che si sta formando. Questa sfera di quarta densità coesiste con la prima, la seconda e la terza. È di natura più densa a causa degli aspetti rotazionali del nucleo atomico del suo materiale. Abbiamo discusso con voi di questo argomento.
Le entità di quarta densità che si incarnano in questo spazio/tempo sono di quarta densità dal punto di vista dell’esperienza, ma si incarnano in veicoli meno densi a causa del desiderio di sperimentare e aiutare nella nascita della quarta densità su questo piano.
Potresti notare che le entità di quarta densità hanno una grande abbondanza di compassione.
63.9 Interrogante: Ora, al momento abbiamo, nell’incarnazione di terza densità su questo piano, quelle entità di terza densità del pianeta Terra che sono state qui per un certo numero di incarnazioni che si laureeranno in tre partizioni, sia polarità positiva che rimane per l’esperienza di quarta densità su questo piano, che la polarità negativa che può essere raccolta che va su un altro pianeta, e la restante non-raccoglibilità di terza densità che va su un altro pianeta di terza densità. Oltre a queste entità, presumo che abbiamo già qui alcune entità raccoglibili provenienti da altri pianeti di terza densità che sono venute qui e si sono incarnate in forma di terza densità per effettuare la transizione con questo pianeta nella quarta densità, più gli Erranti. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto tranne che possiamo notare un piccolo punto. Le entità raccolte orientate positivamente rimarranno in questa influenza planetaria ma non su questo piano.
63.10 Interrogante: Ora, noi abbiamo io credo, se ricordo bene; — Penso che tu abbia detto che c’erano circa 600* milioni di Erranti. Ho ragione in quanto ricordo?
Ra: Io sono Ra. Questo è approssimativamente corretto. C’è un eccesso rispetto a tale importo.*
* Il numero corretto nel 1981 era leggermente superiore a 60 milioni. Ra e Don hanno corretto il loro sbaglio nella sessione 64.
63.11 Interrogante: Quel numero include la terza densità che può essere raccolta che sta arrivando su questo pianeta per l’esperienza di quarta densità?
Ra: Io sono Ra. No.
63.12 Interrogante: Approssimativamente quanti sono qui ora che sono venuti da altri pianeti di terza densità che possono essere raccolti per l’esperienza di quarta densità?
Ra: Io sono Ra. Si tratta di un, diciamo così, fenomeno recente e il numero non è finora superiore a 35.000 entità.
63.13 Interrogante: Ora queste entità si incarnano in un corpo vibratorio di terza densità. Sto cercando di capire come ha luogo questa transizione dalla terza alla quarta densità. Prenderò l’esempio di una di queste entità di cui stiamo parlando che è ora in un corpo di terza densità. Invecchierà e quindi sarà necessario che muoia dal corpo fisico di terza densità e si reincarni in un corpo di quarta densità per quella transizione?
Ra: Io sono Ra. Queste entità sono quelle che si incarnano con quello che potete chiamare un doppio corpo in attivazione. Si noterà che le entità che partoriscono queste entità di quarta densità sperimentano una grande sensazione della, diciamo, connessione e dell’uso di energie spirituali durante la gravidanza. Ciò è dovuto alla necessità di manifestare il doppio corpo.
Questo corpo di transizione è quello che sarà, diciamo, in grado di apprezzare i complessi vibratori di quarta densità man mano che l’afflusso aumenta senza la conseguente disgregazione del corpo di terza densità. Se un’entità di terza densità fosse, diciamo, del tutto elettricamente consapevole della quarta densità, i campi elettrici di terza densità verrebbero meno a causa dell’incompatibilità.
Per rispondere alla tua domanda sulla morte, queste entità moriranno in accordo alle necessità di terza densità.
63.14 Interrogante: Stai dicendo, quindi, che per la transizione dalla terza alla quarta densità per una delle entità con corpi doppiamente attivati, al fine di effettuare la transizione il corpo di terza densità passerà attraverso il processo di ciò che chiamiamo morte. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Il corpo combinato di terza e quarta densità morirà in base alla necessità delle distorsioni del complesso mente/corpo/spirito di terza densità.
Possiamo rispondere al cuore della tua domanda notando che lo scopo di tale attivazione combinata di complessi mente/corpo/spirito è che tali entità, in una certa misura, coscientemente sono consapevoli di quelle comprensioni di quarta densità che la terza densità non è in grado di ricordare a causa dell’oblio. Così l’esperienza di quarta densità può essere iniziata con l’ulteriore attrattiva, per un’entità orientata verso servizio agli altri, di dimorare in un ambiente travagliato di terza densità e di offrire il suo amore e la sua compassione.
63.15 Interrogante: Lo scopo della transizione sulla Terra prima del completo passaggio sarebbe quindi quello di acquisire l’esperienza qui durante il processo di raccolta?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Queste entità non sono Erranti nel senso che questa sfera planetaria è il loro pianeta “di casa” di quarta densità. Tuttavia, l’esperienza di questo servizio è guadagnata solo da quelle entità di terza densità raccolte che hanno dimostrato un grande orientamento verso il servizio agli altri. È un privilegio che sia concessa questa incarnazione così precoce poiché c’è molto catalizzatore esperienziale nel servizio agli altri-sé in questa raccolta.
63.16 Interrogante: Ci sono molti bambini ora che dimostrano la capacità di piegare il metallo mentalmente, che è un fenomeno di quarta densità. La maggior parte di questi bambini, quindi, sarebbe questo tipo di entità di cui parliamo?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.
63.17 Interrogante: La ragione per cui possono farlo e gli Erranti di quinta e sesta densità che sono qui non possono farlo, è il fatto che essi hanno il corpo di quarta densità in attivazione?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Gli Erranti sono attivati nella mente/corpo/spirito di terza densità e sono soggetti all’oblio che può essere penetrato solo con disciplinata meditazione e lavoro.
63.18 Interrogante: Presumo che la ragione di ciò sia che, in primo luogo, poiché le entità di terza densità raccoglibile che sono venute molto di recente qui, stanno arrivando abbastanza tardi in modo da non influenzare la, devo dire, polarizzazione attraverso i loro insegnamenti. Non stanno violando la prima distorsione perché ora sono bambini e non saranno abbastanza grandi da influenzare davvero alcuna polarizzazione fino a quando la transizione non sarà ben avviata. Tuttavia, gli Erranti che sono venuti qui e sono più anziani e hanno una maggiore capacità di influenzare [la polarizzazione] devono farlo in funzione della loro abilità di penetrare nel processo di oblio per essere all’interno della prima distorsione. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è abbastanza corretto.
63.19 Interrogante: Mi sembrerebbe che alcune delle entità di terza densità raccoglibili siano, tuttavia, relativamente vecchie poiché conosco alcuni individui che possono piegare il metallo che hanno più di 50 anni e altri più di 30. Ci sarebbero altre entità che possono piegare il metallo per motivi diversi dall’avere due corpi attivati?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Qualsiasi entità che, per caso o per un’attenta progettazione, penetra il portale dell’energia intelligente può utilizzare i poteri di modellazione di questa energia.
63.20 Interrogante: OK. Ora, mentre questa transizione continua nell’attivazione di quarta densità, al fine di abitare questa sfera di quarta densità sarà necessario che tutti i corpi fisici di terza densità attraversino il processo che chiamiamo morte. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.
63.21 Interrogante: Ora, ci sono abitanti in questo momento di questa sfera di quarta densità che hanno già attraversato questo processo. Si sta popolando ora?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto solo nel molto, diciamo così, recente passato.
63.22 Interrogante: Suppongo che questa popolazione provenga da altri pianeti dato che il raccolto non è ancora avvenuto su questo pianeta. Viene da pianeti in cui il raccolto è già avvenuto. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.
63.23 Interrogante: Allora queste entità sono visibili a noi? Potrei vederne uno? Se camminasse sulla nostra superficie?
Ra: Io sono Ra. Ne abbiamo discusso. Queste entità sono in corpi doppi in questo momento.
63.24 Interrogante: Scusa se sono così stupido su questo, ma questo particolare concetto è molto difficile da capire per me. È qualcosa che temo richieda alcune domande piuttosto stupide da parte mia per comprendere appieno. Non credo che capirò mai del tutto, ma [incomprensibile] lo capirò.
Quindi, quando viene attivata la sfera di quarta densità, viene generata energia termica. Presumo che questa energia termica sia generata solo nella sfera di terza densità. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è abbastanza corretto. Le distorsioni esperienziali di ogni dimensione sono separate.
63.25 Interrogante: Poi, in futuro, la sfera di quarta densità sarà completamente attivata. Qual è la differenza tra attivazione completa e attivazione parziale per questa sfera?
Ra: Io sono Ra. In questo momento gli influssi cosmici sono favorevoli alla formazione di particelle di nucleo verde di vero colore e materiale di questa natura viene pertanto formato. Tuttavia, in questo momento c’è una mescolanza degli ambienti del raggio giallo e del raggio verde che necessità la nascita dei tipi di distorsioni energetiche di un complesso mente/corpo/spirito di transizione. Alla piena attivazione della densità d’amore del vero colore verde, la sfera planetaria sarà solida e abitabile di per sé e la nascita che avrà luogo sarà stata trasformata attraverso il processo del tempo, diciamo, nel tipo appropriato di veicolo per apprezzare appieno l’ambiente planetario di quarta densità. In questo nexus l’ambiente del raggio verde esiste in misura molto maggiore nel tempo/spazio che nello spazio/tempo.
63.26 Interrogante: Potresti descrivere la differenza di cui parli riguardo a tempo/spazio e spazio/tempo?
Ra: Io sono Ra. Al fine della vostra comprensione useremo la definizione operativa di “piani interiori”. C’è una grande quantità di sottigliezza investita in questo complesso di vibrazioni sonore, ma essa, da sola, forse soddisferà il tuo bisogno attuale.
63.27 Interrogante: Farò questa affermazione e tu mi correggi. Quello che abbiamo è: come il nostro pianeta è spiralato dall’azione spiraleggiante dell’intera galassia maggiore, mentre la grande ruota nel cielo gira e il nostro sistema planetario si sposta a spirale nella nuova posizione, le vibrazioni di quarta densità diventano sempre più pronunciate. Queste vibrazioni del nucleo atomico iniziano a creare, sempre più completamente, il verde, cioè le vibrazioni del nucleo verde completano sempre più completamente la sfera di quarta densità e i complessi corporei di quarta densità per l’abitazione di quella sfera. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è parzialmente corretto. Da correggere è il concetto della creazione di complessi corporei di densità del raggio verde. Questa creazione sarà graduale e avrà luogo a partire dal vostro tipo di veicolo fisico di terza densità e, attraverso i mezzi di riproduzione bisessuale, diventerete per mezzo di processi evolutivi, i complessi del corpo di quarta densità.
63.28 Interrogante: Allora queste entità di cui abbiamo parlato, i raccoglibili di terza densità che sono stati trasferiti, sono quelli che poi, per riproduzione bisessuale, creeranno i complessi di quarta densità che sono necessari?
Ra: Io sono Ra. Gli influssi dei complessi di energia di vero colore verde creeranno sempre di più le condizioni in cui la struttura atomica delle cellule dei complessi corporei sia quella della densità dell’amore. I complessi mente/corpo/spirito che abitano questi veicoli fisici saranno, e in una certa misura sono, quelli di cui hai parlato e, appena il raccolto viene completato, le entità raccolte di questa influenza planetaria.
63.29 Interrogante: C’è un quadrante simile a un orologio, devo dire, associato all’intera galassia maggiore di molti miliardi di stelle in modo che mentre ruota, porta tutte queste stelle e sistemi planetari attraverso le transizioni da densità a densità? È così che funziona?
Ra: Io sono Ra. Sei percettivo. Puoi vedere un quadrante di un orologio tridimensionale o una spirale di interminabilità che è stata pianificata dal Logos per questo scopo.
63.30 Interrogante: Credo che il Logos non abbia pianificato l’effetto di riscaldamento che si verifica nella nostra transizione dalla terza densità alla quarta. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Ciò è corretto tranne che per la condizione del libero arbitrio che è, ovviamente, pianificata dal Logos poiché esso stesso è una creatura del libero arbitrio. In questo clima possono verificarsi un’infinità di eventi o condizioni. Non si può dire che essi siano stati pianificati dal Logos, ma si può dire che siano stati liberamente consentiti.
63.31 Interrogante: Mi sembra che l’effetto di riscaldamento che ha luogo sul pianeta sia analogo a una malattia nel corpo e avrebbe come causa principale la medesima o analoga configurazione mentale. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto eccetto che la configurazione spirituale così come i pregiudizi mentali dei vostri popoli sono stati responsabili di queste distorsioni del complesso del corpo della vostra sfera planetaria.
63.32 Interrogante: Quando la terza densità uscirà dall’attivazione e entrerà nel potenziamento, questo ci lascerà con un pianeta che è la prima, la seconda e la quarta densità. In quel momento non ci saranno vibrazioni di terza densità attivate su questo pianeta. Sono corretto nell’assumere che tutte le vibrazioni di terza densità su questo pianeta ora sono quelle vibrazioni che creano i complessi corporei di entità come noi; e che questa è la somma totale delle vibrazioni di terza densità su questo pianeta in questo momento?
Ra: Io sono Ra. Questa sarà l’ultima domanda completa di questo lavoro. A questo strumento è rimasta energia a causa del trasferimento, ma c’è del disagio. Non vogliamo esaurire questo strumento. Possiamo dire che questo strumento sembra in una configurazione migliore, nonostante l’attacco, rispetto ai precedenti lavori.
Per rispondere alla tua domanda, questo è incorretto solo in quanto oltre ai complessi mente/corpo/spirito di terza densità ci sono gli artefatti, le forme-pensiero e le sensazioni che questi co-Creatori hanno prodotto. Questa è la terza densità.
Possiamo rispondere a qualche breve domanda mentre lasciamo questo strumento?
63.33 Interrogante: C’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più confortevole o migliorare il contatto?
Ra: Io sono Ra. Siete coscienziosi. Tutto bene. Vi lasciamo ora, amici miei, nella gloria dell’amore e della luce dell’Uno Infinito Creatore. Andate dunque, rallegrandovi della potenza e della pace dell’Infinito Creatore. Adonai.
SESSIONE 64
26 luglio 1981
64.0 Ra: Io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo ora.
64.1 Interrogante: Potresti prima comunicarmi le condizioni dello strumento?
Ra: Io sono Ra. È come affermato in precedenza con l’eccezione di una distorsione transitoria che riduce il libero flusso di energia vitale.
64.2 Interrogante: Puoi dire qual è la distorsione transitoria?
Ra: Io sono Ra. Questa è un’informazione marginale.
64.3 Interrogante: Allora non faremo domande su questo.
Vorrei prima chiedere circa un errore che credo di aver commesso nell’ultima sessione sul numero di Erranti sulla terra oggi. Ho commesso un errore?
Ra: Io sono Ra. Tu e Ra avete commesso un errore. Il numero appropriato delle vostre cifre è una in meno rispetto a quanto indicato in precedenza.
64.4 Interrogante: Grazie. Potresti spiegare i principi di base dietro al rituale che eseguiamo per iniziare il contatto e a quelli che chiamerei i rituali magici bianchi di base – principi di protezione e altri principi? Potresti per favore fare questo?
Ra: Io sono Ra. A causa della direzione della tua domanda, percepiamo l’appropriatezza di includere la causa della distorsione transitoria dell’energia vitale di questo strumento. La causa è un pregiudizio verso l’anelito all’espressione della devozione all’Unico Creatore nell’adorazione di gruppo.
Questa entità desiderava ardentemente questa protezione sia coscientemente, in quanto corrisponde agli accessori di questa espressione: il rituale, i colori e i loro significati come indicati dal sistema di distorsione di ciò che chiamate “la chiesa”, il canto di lode e le preghiere combinate di ringraziamento e, soprattutto, ciò che può essere visto come più centralmente magico, l’assunzione di quel cibo che non è di questa dimensione ma che è stato trasmutato in nutrimento metafisico in quella che questa distorsione di espressione chiama “la santa comunione”.
La ragione subconscia, essendo la più forte per questo anelito, era la consapevolezza che tale espressione è, quando apprezzata da un’entità, come la trasmutazione nella presenza dell’Unico Creatore, una grande protezione dell’entità mentre si muove lungo il sentiero del servizio agli altri.
Il principio dietro ad ogni rituale di natura magica bianca è quello di configurare gli stimoli che scendono nel tronco della mente così questa disposizione provoca la generazione di disciplinato e purificato amore o emozione, che quindi può essere sia la protezione e la chiave per il gateway all’infinito intelligente.
64.5 Interrogante: Può dirmi perché il leggero errore commesso nel rituale che inizia questa comunicazione, due sessioni fa ha permesso l’intrusione di un’entità affiliata a Orione?
Ra: Io sono Ra. Questo contatto è a banda stretta e le sue precondizioni sono precise. Anche l’altro-sé che offre il suo servizio nel sentiero negativo è in possesso “dell’abilità dello spadaccino”. In questo contatto hai a che fare con, diciamo, forze di grande intensità riversate in un recipiente delicato come un fiocco di neve e altrettanto cristallino.
Il più piccolo dei passi falsi può disturbare la regolarità di questo modello di energie che forma il canale per queste trasmissioni.
Possiamo notare per vostra informazione che la nostra pausa era dovuta alla necessità di essere abbastanza sicuri che il complesso mente/corpo/spirito dello strumento fosse al sicuro nella corretta configurazione di luce o densità, prima di affrontare la situazione. Sarebbe molto meglio permettere che il guscio diventi non-vitale piuttosto che permettere che il complesso mente/corpo/spirito sia, diciamo, collocato “fuori luogo”.
64.6 Interrogante: Potresti descrivermi o dirmi dei rituali o delle tecniche usate da Ra nel cercare nella direzione del servizio?
Ra: Io sono Ra. Parlare di ciò con cui complessi di memoria sociale di sesta densità lavorano interiormente al fine di avanzare è nella migliore delle ipotesi un errore di semplice comunicazione poiché molto si perde nella trasmissione del concetto da densità a densità e la discussione sulla sesta densità è inevitabilmente molto distorta.
Tuttavia, tenteremo di rispondere alla tua domanda perché è utile in quanto ci consente di esprimere ancora una volta l’unità totale della creazione. Cerchiamo il Creatore su un livello di esperienza condivisa di cui non sei al corrente e invece di circondarci di luce siamo divenuti luce. La nostra concezione è che non c’è altro materiale tranne la luce. I nostri rituali, come puoi chiamarli, sono una continuazione infinitamente sottile dei processi di bilanciamento che stai iniziando ora a sperimentare.
Noi cerchiamo ora fuori dalla polarità. Perciò non invochiamo alcun potere al di fuori di noi, poiché la nostra ricerca è stata interiorizzata come diventiamo luce/amore e amore/luce. Questi sono gli equilibri che cerchiamo, gli equilibri tra compassione e saggezza che consentono sempre di più alla nostra comprensione dell’esperienza di essere informata affinché possiamo avvicinarci all’unità con l’Unico Creatore che così gioiosamente cerchiamo.
I vostri rituali al vostro livello di progresso contengono il concetto di polarizzazione e ciò è il più centrale nel vostro particolare spazio/tempo.
Potremmo rispondere ulteriormente se hai domande specifiche.
64.7 Interrogante: Sarebbe utile se Ra descrivesse le tecniche usate mentre Ra era in terza densità per evolvere in mente, corpo e spirito?
Ra: Io sono Ra. Questa domanda si trova al di là della Legge della Confusione.
64.8 Interrogante: Che dire dell’esperienza di quarta densità di Ra? Si troverebbe anche questo al di là della Legge della Confusione?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Esprimiamo un pensiero. Ra non è élite. Parlare delle nostre specifiche esperienze a un gruppo che ci onora è guidare fino al punto di consigliare specificamente. Il nostro lavoro è stato quello dei vostri popoli, di sperimentare il catalizzatore di gioie e dolori. Le nostre circostanze erano piuttosto più armoniose. Sia detto che qualsiasi entità o gruppo può creare la più splendida armonia in qualsiasi atmosfera esteriore. Le esperienze di Ra non sono niente di più delle vostre. Vostra è la danza a questo spazio/tempo nel raccolto di terza densità.
64.9 Interrogante: La domanda è stata sollevata di recente in relazione a possibili archivi lasciati vicino, dentro o sotto la Grande Piramide di Giza. Non ho idea se questo sarebbe di beneficio. Chiedo solo se c’è qualche utilità nell’investigare in quest’area?
Ra: Io sono Ra. Ci scusiamo per essere sembrati così avari di informazioni. Tuttavia, qualsiasi parola su questo particolare argomento crea la possibilità di violazione del libero arbitrio.
64.10 Interrogante: [In una] sessione precedente hai menzionato il portale della magia per l’adepto che si verifica in cicli di diciotto giorni. Potresti approfondire queste informazioni per favore?
Ra: Io sono Ra. Il complesso mente/corpo/spirito nasce sotto una serie di influenze, sia lunari, planetarie, cosmiche e, in alcuni casi, karmiche. Il momento della nascita in questa illusione fa cominciare i cicli che abbiamo menzionato.
Il ciclo spirituale o dell’adepto è un ciclo di diciotto giorni e opera con le qualità dell’onda sinusoidale. Vi sono quindi alcuni ottimi giorni sul lato positivo della curva, ovvero i primi nove giorni del ciclo — precisamente il quarto, il quinto e il sesto — in cui i lavori sono più opportunamente intrapresi, dato che l’entità è ancora priva di totale cosciente controllo della sua distorsione/realtà mente/corpo/spirito.
La parte più interessante di questa informazione, come quella di ogni ciclo, è l’annotazione del punto critico nel quale passando dal nono al decimo e dal diciottesimo ai primi giorni, l’adepto sperimenterà qualche difficoltà soprattutto quando una transizione si verifica in un altro ciclo contemporaneamente. Al nadir di ogni ciclo l’adepto si troverà alla sua forza minima, ma non sarà aperto alle difficoltà come nella misura in cui le sperimenta nei momenti critici.
64.11 Interrogante: Quindi, per trovare i cicli, prenderemmo l’istante della nascita e l’emergere del bambino dalla madre in questa densità e inizieremmo il ciclo in quell’istante e lo continueremmo per tutta la vita. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è per lo più corretto. Non è necessario identificare l’istante del parto. Il ciclo diurno in cui si verifica questo evento è soddisfacente per tutti tranne che per i lavori più fini.
64.12 Interrogante: Ora, ho ragione nell’assumere che qualunque magia l’adepto eseguirebbe sarebbe più riuscita o, diciamo, più conforme al suo disegno di quella eseguita in tempi meno opportuni nel ciclo?
Ra: Io sono Ra. Questo ciclo è uno strumento utile per l’adepto ma, come abbiamo detto, man mano che l’adepto diventa più equilibrato, i lavori progettati saranno dipendenti sempre meno da questi cicli di opportunità e sempre di più uniformi nella loro efficacia.
64.13 Interrogante: Non ho la capacità di giudicare a che punto, a quale livello di abilità l’adepto raggiungerebbe questo punto di essere, diciamo, indipendente dall’azione ciclica. Puoi fornirmi un’indicazione di quale livello di “adeptato” sarebbe necessario per essere così indipendenti?
Ra: Io sono Ra. Siamo frenati dal parlare specificamente a causa del lavoro di questo gruppo, perché parlare sembrerebbe giudicare. Tuttavia, possiamo dire che puoi considerare questo ciclo alla stessa stregua dei cosiddetti equilibri astrologici all’interno del vostro gruppo; cioè, sono interessanti ma non critici.
64.14 Interrogante: Grazie. Ho letto che una recente ricerca ha indicato che il normale ciclo di sonno per le entità su questo pianeta si verifica un’ora dopo ciascun periodo diurno in modo che abbiamo un ciclo di 25 ore invece di 24. È corretto, e se sì, perché?
Ra: Io sono Ra. Questo è in alcuni casi corretto. Le influenze planetarie di cui quelli di Marte sperimentano la memoria hanno qualche effetto su questi complessi corporei fisici di terza densità. Questa razza ha fornito il suo materiale genetico a molti corpi sul vostro piano.
64.15 Interrogante: Grazie. Ra ha menzionato tali Stuart e Douglas in una recente sessione. Questi sono membri di quella che chiamiamo la nostra professione medica. Qual è il valore, il valore complessivo, devo dire, delle moderne tecniche mediche nell’alleviare le distorsioni corporee rispetto allo scopo di queste distorsioni e a ciò che potremmo chiamare karma e altri effetti?
Ra: Io sono Ra. Questa domanda è contorta. Tuttavia, faremo alcune osservazioni in luogo di tentare una risposta coerente, poiché ciò che è allopatico tra le vostre pratiche di guarigione è alquanto “a due facce”.
In primo luogo, devi vedere la possibilità/probabilità che ogni guaritore allopatico è di fatto un guaritore. All’interno del vostro nesso culturale, questa formazione è considerata il mezzo appropriato per perfezionare la capacità di guarigione. Nel senso più elementare, ogni guaritore allopatico può essere visto per, forse, essere uno il cui desiderio è di servire gli altri nell’alleviare le distorsioni del complesso corporeo e del complesso mentale/emotivo, in modo che l’entità da guarire possa sperimentare ulteriore catalizzatore durante un periodo più lungo di quella che chiamate la vita. Questo è un grande servizio agli altri quando appropriato, a causa dell’accumulo di distorsioni verso la saggezza e l’amore che possono essere create attraverso l’uso del continuum spazio/tempo della vostra illusione.
Nell’osservare il concetto allopatico del complesso del corpo quale macchina, possiamo notare la sintomatologia di un complesso sociale apparentemente dedicato al desiderio più intransigente per le distorsioni di distrazione, anonimia e sonno. Questo è il risultato piuttosto che la causa del modo di pensare societario sul vostro piano.
A sua volta questo concetto meccanico del complesso del corpo ha creato la continua proliferazione di distorsioni verso ciò che chiamereste cattiva salute a causa delle forti sostanze chimiche utilizzate per controllare e nascondere le distorsioni corporee. C’è una consapevolezza tra molti della vostra gente che ci sono sistemi di guarigione più efficaci che non escludono l’allopatico, ma includono anche le molte altre vie di guarigione.
64.16 Interrogante: Assumiamo che una distorsione corporea avvenga all’interno di una particolare entità che poi ha la scelta di cercare aiuto allopatico o sperimentare il catalizzatore della distorsione e non cercare la correzione della distorsione. Puoi commentare su [le] due possibilità per questa entità e la sua analisi di ciascun percorso?
Ra: Io sono Ra. Se l’entità è polarizzata verso il servizio agli altri, l’analisi procede propriamente lungo le linee di considerazione di quale percorso offra maggiori opportunità di servizio agli altri.
Per l’entità polarizzata negativamente l’antitesi è il caso.
Per l’entità non polarizzata le considerazioni sono casuali e molto probabilmente nella direzione della distorsione verso il comfort.
64.17 Interrogante: Il dottor Monroe, a quanto mi risulta, ha portato qui l’altro giorno un calco di Bigfoot a quattro dita. Potresti dirmi di quale forma di Bigfoot era quell’impronta?
Ra: Io sono Ra. Noi possiamo.
64.18 Interrogante: So che è totalmente irrilevante, ma come servizio al dottor Monroe ho pensato che avrei dovuto chiederlo.
Ra: Io sono Ra. Questa entità era una di un piccolo gruppo di forme-pensiero.
64.19 Interrogante: Ha anche chiesto, e so che questo non è importante, perché non sono stati trovati resti di Bigfoot, cioè dopo che le entità Bigfoot erano morte sulla nostra superficie. Aveva chiesto perché non fossero mai stati trovati resti mortali di queste entità. Potresti rispondere a questo per lui? È semplicemente di nessuna importanza, ma solo come servizio a lui lo chiedo.
Ra: Io sono Ra. Potresti suggerire che l’esplorazione delle grotte che stanno al di sotto di alcune delle regioni montuose costiere occidentali del vostro continente un giorno offrirà tali resti. Non saranno generalmente compresi se questa cultura sopravvive nella sua forma attuale abbastanza a lungo, nella vostra misurazione del tempo, perché questo vortice di probabilità/possibilità si verifichi.
C’è abbastanza energia per un’altra domanda completa in questo momento.
64.20 Interrogante: Negli esercizi di guarigione, quando dici esaminare le sensazioni del corpo, intendi quelle sensazioni disponibili al corpo attraverso i cinque sensi o in relazione alle funzioni naturali del corpo come il contatto, l’amore, la condivisione sessuale, e la compagnia, o stai parlando completamente di qualcos’altro?
Ra: Io sono Ra. L’interrogante può percepire il suo complesso del corpo in questo momento. Sta sperimentando sensazioni. La maggior parte di queste sensazioni o, in questo caso, quasi tutte, sono transitorie e prive di interesse. Tuttavia, il corpo è la creatura della mente. Certe sensazioni hanno importanza a causa della carica o potenza che viene percepita dalla mente al momento dell’esperienza di questa sensazione.
Per esempio, in questo nesso spazio/tempo una sensazione porta con se una carica potente e può essere esaminata. Questa è la sensazione di ciò che chiamate la distorsione verso il disagio dovuta alla posizione incomoda del complesso del corpo durante questo lavoro. Nel bilanciare esploreresti quindi questa sensazione. Perché questa sensazione è potente? Perché è stata scelta in modo che l’entità potesse essere di servizio agli altri nell’energizzare questo contatto.
Ogni sensazione che lascia un retrogusto di significato nella mente, che lascia un’impressione all’interno della memoria deve essere esaminata. Queste sono le sensazioni di cui parliamo.
Possiamo rispondere a qualche breve domanda prima di lasciare questo strumento?
64.21 Interrogante: C’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più confortevole o migliorare il contatto?
Ra: Io sono Ra. Continuate a considerare gli allineamenti. Siete coscienziosi e consapevoli dei mezzi per prendersi cura dello strumento nelle sue attuali distorsioni che hanno a che fare con i polsi e le mani. Come sempre, l’amore è la più grande protezione.
Io sono Ra. Vi lascio, amici miei, nell’amore glorioso e nella luce gioiosa dell’Infinito Creatore. Andate dunque, rallegrandovi della potenza e della pace dell’Uno Infinito Creatore. Adonai.
SESSIONE 65
8 agosto 1981
65.0 Ra: Io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo ora.
65.1 Interrogante: Potresti prima, per favore, darci un’indicazione sulle condizioni dello strumento e sul livello delle energie vitali e fisiche?
Ra: Io sono Ra. Le energie vitali di questo strumento sono come precedentemente affermato. Le energie fisiche sono fortemente distorte verso la debolezza in questo spazio/tempo a causa dei complessi di distorsione sintomatici di ciò che chiamate condizione artritica. Il livello di attacco psichico è costante ma viene affrontato da questo strumento in modo tale da eliminare gravi difficoltà grazie alla sua fedeltà e a quella del gruppo di supporto.
65.2 Interrogante: Forse sto riprendendo un piccolo argomento già trattato nelle precedenti interrogazioni oggi, ma sto cercando di avere un quadro più chiaro di alcune cose che non capisco e possibilmente di sviluppare un mio piano per l’attività in futuro.
Ho l’impressione che nel prossimo futuro la ricerca aumenterà da parte di molti che ora si sono incarnati nel fisico su questo pianeta. La loro ricerca aumenterà perché diventeranno più consapevoli della creazione come essa è, opposta, potrei dire, alla creazione dell’uomo. Il loro orientamento e il loro modo di pensare, per mezzo di un catalizzatore di natura unica, saranno ri-orientati a pensare ai concetti più basilari, devo dire. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Le generalità di espressione non possono mai essere completamente corrette. Tuttavia, possiamo notare che di fronte a un buco nella tenda, gli occhi di un’entità possono benissimo sbirciare per la prima volta attraverso la finestra, dall’altra parte. Questa tendenza è probabile dati i vortici di possibilità/probabilità attivi all’interno dei vostri continuum spazio/tempo e tempo/spazio in questo nesso.
65.3 Interrogante: Presumo che la ragione per cui così tanti Erranti e quelle entità di terza densità raccolte che sono state trasferite qui, trovano un privilegio e un momento eccezionalmente benefico incarnarsi su questo pianeta; è che l’effetto di cui ho appena parlato dà loro l’opportunità di essere più pienamente al servizio a causa della maggiore ricerca. È questo, in generale, corretto?
Ra: Io sono Ra. Questa è l’intenzione che gli Erranti avevano prima dell’incarnazione. Ci sono molti Erranti le cui disfunzioni riguardo ai modi planetari della vostra gente hanno causato, in una certa misura, la condizione di essere coinvolti in una configurazione di attività del complesso della mente che, nella misura corrispondente, può proibire il servizio previsto.
65.4 Interrogante: Ho notato che parli più lentamente del solito. C’è una ragione per questo?
Ra: Io sono Ra. Questo strumento è un po’ debole e, sebbene forte nell’energia vitale e ben in grado di funzionare, in questo momento è un po’ più fragile della condizione abituale che troviamo. Possiamo notare una continua sopportazione della distorsione fisica chiamata dolore che ha un effetto di indebolimento sull’energia fisica. Al fine di utilizzare la notevole riserva di energia disponibile senza danneggiare lo strumento, stiamo tentando di canalizzare una banda ancora più stretta di quanto sia nostra abitudine.
65.5 Interrogante: Grazie. Ora, ho analizzato opportunamente la condizione che crea la possibilità di un servizio maggiore come segue: 1) L’anzianità per vibrazione d’incarnazione ha fortemente polarizzato quelli sulla superficie ora, e l’influsso degli Erranti ha notevolmente aumentato la configurazione mentale, potrei dire, verso cose di natura più spirituale. Questo, presumo, sarebbe uno dei fattori che creano una migliore atmosfera per il servizio. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto.
65.6 Interrogante: I prossimi cambiamenti man mano che progrediamo nella quarta densità?— Sto parlando dei cambiamenti non solo nel pianeta fisico di terza densità a causa dell’effetto di riscaldamento, ma anche dei cambiamenti che annunciano vibrazioni di quarta densità come la capacità di persone di svolgere quelle che chiamiamo attività paranormali— presumo che entrambi siano e agiranno anche come catalizzatore per creare una maggiore ricerca. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è parzialmente corretto. Gli eventi paranormali che si verificano non sono progettati per aumentare la ricerca, ma sono manifestazioni di coloro la cui configurazione vibratoria permette a queste entità di contattare il portale per l’infinito intelligente. Queste entità capaci di un servizio paranormale possono determinare di essere di tale servizio ad un livello cosciente. Questo, tuttavia, è una funzione dell’entità e del suo libero arbitrio e non della capacità paranormale.
La parte corretta delle tue affermazioni è la maggiore opportunità di servizio a causa dei molti cambiamenti che offriranno molte sfide, difficoltà, e apparenti angosce all’interno della vostra illusione a molti che poi cercheranno di capire, se possiamo usare questo termine improprio, la ragione per il cattivo funzionamento dei ritmi fisici del loro pianeta.
Inoltre, esistono vortici di probabilità/possibilità che aumentano in direzione delle vostre azioni bellicose. Molti di questi vortici non sono della guerra nucleare ma della meno annientante ma più lunga, cosiddetta guerra “convenzionale”. Questa situazione, se prende forma nella vostra illusione, offrirebbe molte opportunità per la ricerca e per il servizio.
65.7 Interrogante: In che modo la guerra convenzionale offrirebbe le opportunità per la ricerca e il servizio?
Ra: Io sono Ra. Esistono possibilità/probabilità per situazioni in cui grandi porzioni del tuo continente e del globo in generale potrebbero essere coinvolte nel tipo di guerra che potresti paragonare alla guerriglia. L’ideale della libertà dalla cosiddetta forza d’invasione sia del fascismo controllato, sia dell’altrettanto controllato possesso sociale comune di tutte le cose, stimolerebbe grandi quantità di contemplazione sulla grande polarizzazione implicita nel contrasto tra libertà e controllo. In questo scenario che viene considerato in questo nesso tempo/spazio l’idea di annientare siti e personale di valore non sarebbe considerata utile. Verrebbero usate altre armi che non distruggono come farebbero le vostre armi nucleari. In questa lotta continua la luce della libertà arderebbe all’interno dei complessi mente/corpo/spirito capaci di tale polarizzazione. Mancando l’opportunità per un’aperta espressione dell’amore per la libertà, la ricerca della conoscenza interiore “avrebbe messo radici” aiutata da quelli dei “Fratelli e delle Sorelle del Dolore” che ricordano la loro chiamata su questa sfera.
65.8 Interrogante: Stai dicendo quindi che questa possibile condizione di guerra sarebbe molto più diffusa sulla superficie del globo di qualsiasi cosa abbiamo sperimentato in passato e pertanto riguarderebbe un’ampia percentuale della popolazione in questa forma di catalizzatore?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. C’è chi ora conduce esperimenti su di una delle armi principali di questo scenario, ovvero il cosiddetto gruppo di dispositivi psicotronici che vengono utilizzati sperimentalmente per causare tali alterazioni nel vento e nel tempo meteorologico che si tradurranno in un’eventuale carestia. Se questo programma non viene contrastato e si rivela sperimentalmente soddisfacente, i suoi metodi in questo scenario sarebbero resi pubblici. Ci sarebbe allora quella che quelli che chiamate russi sperano sia un’incruenta invasione del loro personale in questo e in ogni paese ritenuto di valore. Tuttavia, i popoli della tua cultura hanno poca propensione alla resa incruenta.
65.9 Interrogante: Sembrerebbe che abbiamo due catalizzatori in funzione, e la domanda è quale agirà per primo. Le profezie, le chiamerò, fatte da Edgar Cayce indicavano molti Cambiamenti della Terra e mi sto interrogando sui meccanismi per descrivere ciò che chiamiamo futuro. Ra, è stato affermato, non fa parte del tempo e tuttavia ci occupiamo di vortici di probabilità/possibilità. È molto difficile per me capire come opera il meccanismo della profezia. Qual è il valore di una profezia come ad esempio fatta da Cayce riguardo ai cambiamenti della Terra, rispetto a tutti questi scenari?
Ra: Io sono Ra. Considera l’acquirente che entra nel negozio per acquistare cibo con cui imbandire la tavola per il periodo di tempo che chiamate una settimana. Alcuni negozi hanno alcuni articoli, altri una varia serie di offerte. Parliamo di questi vortici di possibilità/probabilità, quando ci viene chiesto, con la comprensione che essi sono come una lattina, un barattolo o una porzione di merce nel vostro negozio.
Non ci è noto mentre esaminiamo il vostro tempo/spazio se la vostra gente farà acquisti qui o là. Possiamo solo nominare alcuni degli articoli disponibili per la scelta. Il, diciamo, registro da cui ha letto quello che chiamate Edgar è utile nella medesima maniera. C’è meno cognizione in questo materiale di altri vortici di possibilità/probabilità e più attenzione posta al vortice più forte. Noi vediamo lo stesso vortice ma ne vediamo anche molti altri. Il materiale di Edgar potrebbe essere paragonato a cento scatole dei vostri cereali freddi, un altro vortice potrebbe essere paragonato a tre, sei o cinquanta di un altro prodotto che viene mangiato dalla vostra gente a colazione. Che farete colazione è quasi certo. Il menu è di vostra scelta.
Il valore della profezia deve essere realizzato per essere solo quello di esprimere possibilità. Inoltre, a nostro modesto parere, deve essere preso attentamente in considerazione che qualsiasi osservazione del tempo/spazio, sia da parte di qualcuno del vostro tempo/spazio o di qualcuno come noi che vediamo il tempo/spazio da una dimensione, diciamo, al di fuori di esso avrà difficoltà a esprimere i valori di misurazione del tempo. Quindi la profezia data in termini specifici è più interessante per il contenuto o il tipo di possibilità prevista che per il nesso spazio/tempo del suo ipotetico verificarsi.
65.10 Interrogante: Quindi abbiamo la distinta possibilità di due diversi tipi di catalizzatore che creano un’atmosfera di ricerca che è maggiore di quella che sperimentiamo attualmente. Ci sarà molta confusione, specialmente nello scenario dei Cambiamenti della Terra semplicemente perché ci sono state molte previsioni di questi cambiamenti da parte di molti gruppi che hanno fornito varie e diverse ragioni per tali cambiamenti. Puoi commentare l’efficacia di questo tipo di catalizzatore e la preconoscenza piuttosto ampia dei cambiamenti in arrivo, ma anche la variazione piuttosto ampia, per così dire, nella spiegazione di questi cambiamenti?
Ra: Io sono Ra. Data la quantità di forza del vortice di possibilità/probabilità che postula l’espressione da parte del pianeta stesso della difficile nascita del sé planetario in quarta densità, sarebbe molto sorprendente se non fossero molti che hanno un certo accesso allo spazio/tempo, in grado di percepire questo vortice.
La quantità di questo cereale freddo nella drogheria, per usare la nostra precedente analogia, è sproporzionatamente grande. Ciascuno che profetizza lo fa da un unico livello, posizione o configurazione vibratoria. Quindi pregiudizi e distorsioni accompagneranno molte profezie.
65.11 Interrogante: Ebbene, l’intero scenario nei prossimi, direi, vent’anni sembra essere finalizzato a produrre un aumento della ricerca e un aumento della consapevolezza della creazione naturale, ma anche un’incredibile quantità di confusione. Era l’obiettivo pre-incarnativo di molti degli Erranti tentare di ridurre questa confusione?
Ra: Io sono Ra. Lo scopo degli Erranti era servire le entità di questo pianeta in qualunque modo fosse richiesto ed era anche lo scopo degli Erranti che i loro schemi vibratori potessero illuminare la vibrazione planetaria nel suo insieme, migliorando così gli effetti della disarmonia planetaria e mitigando qualsiasi risultato di questa disarmonia.
Intenzioni specifiche come aiutare in una situazione non ancora manifestata non sono l’obiettivo degli Erranti. La luce e l’amore vanno dove sono ricercati e necessari, e la loro direzione non è pianificata in anticipo.
65.12 Interrogante: Allora ciascuno degli Erranti qui agisce in funzione dei pregiudizi che ha sviluppato in qualsiasi maniera ritenga opportuna per comunicare o semplicemente essere nella sua polarità per per essere d’aiuto alla coscienza totale del pianeta. C’è una maniera, devo dire, più fisica in cui aiuta… quello che voglio dire è che le vibrazioni in qualche modo si aggiungono, proprio come la polarità elettrica o la ricarica di una batteria o qualcosa del genere? Questo anche aiuta il pianeta, solo la presenza fisica degli Erranti?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto e il meccanismo è esattamente come affermi. Abbiamo inteso questo significato nella seconda parte della nostra risposta precedente.
Puoi, in questo momento, notare che come con qualsiasi entità, ogni Errante ha le sue abilità, pregiudizi e specialità uniche in modo che da ogni porzione di ogni densità rappresentata tra gli Erranti provenga una gamma di talenti pre-incarnativi che poi possono essere espressi su questo piano che ora sperimentate in modo che ogni Errante, nell’offrirsi prima dell’incarnazione, abbia qualche servizio speciale da offrire in aggiunta all’effetto di raddoppio dell’amore e della luce planetari e alla funzione di base di servire come faro o pastore.
Quindi ci sono quelli di quinta densità le cui capacità di esprimere saggezza sono grandi. Ci sono Erranti di quarta e sesta densità le cui capacità di servire come, diciamo, irradiatori passivi o trasmettitori di amore e amore/luce sono immense. Ci sono molti altri i cui talenti portati in questa densità sono piuttosto vari.
Così gli Erranti hanno tre funzioni di base una volta che l’oblio è penetrato, le prime due sono di base, quella terziaria è unica per quel particolare complesso mente/corpo/spirito.
Potremmo notare a questo punto, mentre mediti i vortici di possibilità/probabilità, che sebbene tu abbia molti, molti elementi che causano angoscia e quindi offrono opportunità di ricerca e servizio, in quel negozio c’è sempre un contenitore di pace, amore, luce e gioia. Questo vortice può essere molto piccolo, ma voltargli le spalle significa dimenticare le infinite possibilità del momento presente. Il vostro pianeta potrebbe polarizzare in direzione dell’armonia in un forte bel momento di ispirazione? Sì, amici miei. Non è probabile; ma è sempre possibile.
65.13 Interrogante: Quanto è comune nell’universo un raccolto misto per un pianeta di complessi mente/corpo/spirito orientati sia positivamente che negativamente?
Ra: Io sono Ra. Tra i raccolti planetari che producono un raccolto di complessi mente/corpo/spirito circa il 10% sono negativi; circa il 60% sono positivi; e circa il 30% sono misti con quasi tutto il raccolto che è positivo. In caso di raccolto misto è quasi sconosciuto che la maggior parte del raccolto sia negativo. Quando un pianeta si muove fortemente verso il negativo, non c’è quasi nessuna opportunità per una polarizzazione positiva che può essere raccolta.
65.14 Interrogante: Può dirmi perché non c’è quasi nessuna opportunità in quel caso?
Ra: La capacità di polarizzare positivamente richiede un certo grado di autodeterminazione.
65.15 Interrogante: Allora, come questi ultimi giorni del ciclo trascorrono, se il raccolto dovesse avvenire ora, oggi, avrebbe un certo numero di raccolti positivamente e negativamente e un certo numero di ripetenti. Presumo che a causa del catalizzatore che verrà sperimentato tra adesso e l’effettivo tempo del raccolto, questi numeri di entità raccoglibili aumenteranno.
Parlando in generale, non particolarmente riguardo a questo pianeta ma rispetto all’esperienza generale, diciamo, nella raccolta, quanto grande un aumento delle entità raccoglibili si può logicamente ritenere si verifichi a causa del catalizzatore che si verifica in un periodo finale come in questo caso, o sto commettendo un errore nell’assumere che altri pianeti abbiano aggiunto catalizzatore alla fine di un periodo di raccolta quando hanno un raccolto misto?
Ra: Io sono Ra. In caso di raccolto misto c’è quasi sempre disarmonia e, pertanto, catalizzatore aggiunto sotto forma dei cosiddetti “cambiamenti della Terra”. In questa supposizione sei corretto.
È desiderio della Confederazione servire coloro che possono effettivamente cercare più intensamente a causa di questo catalizzatore aggiunto. Non scegliamo di tentare di progettare il successo dei numeri aggiunti al raccolto perché questo non sarebbe appropriato. Siamo servitori. Se saremo chiamati, serviremo con tutte le nostre forze. Contare i numeri è senza virtù.
65.16 Interrogante: Ora, il catalizzatore aggiunto alla fine del ciclo è una funzione specifica dell’orientamento della coscienza che abita il pianeta. La coscienza ha fornito il catalizzatore per se stessa nell’orientare il suo modo di pensare nella maniera in cui lo ha orientato, agendo così su se stessa come il catalizzatore del dolore corporeo e della malattia agiscono sul singolo complesso mente/corpo/spirito. Ho già fatto questa analogia in una precedente occasione, ma l’ho reiterata in questo momento per chiarire il mio pensiero nel vedere l’entità planetaria come una specie di singola entità composta da miliardi di complessi mente/corpo/spirito. Il mio punto di vista è corretto?
Ra: Io sono Ra. È abbastanza corretto.
65.17 Interrogante: Allora abbiamo a che fare con un’entità che non ha ancora formato una memoria sociale ma è ancora un’entità proprio come uno di noi può essere chiamato una singola entità. Possiamo continuare questa osservazione della, direi, entità conglomerata attraverso l’entità galattica, o devo dire, un piccolo tipo di sistema planetario di…
Lasciami provare a dirlo in questo modo. Potrei guardare un singolo sole nel suo sistema planetario come un’entità e poi guardare una galassia maggiore con i suoi miliardi di stelle come un’entità? Posso continuare questa estrapolazione in questo modo?
Ra: Io sono Ra. Puoi ma non all’interno della struttura dello spazio/tempo di terza densità.
Proviamo a parlare di questo interessante argomento. Nel vostro spazio/tempo tu e la tua gente siete i genitori di ciò che è nel grembo materno. La Terra, come la chiamate voi, è pronta per nascere e il parto non procede agevolmente. Quando questa entità sarà nata sarà istintivamente con il complesso di memoria sociale dei suoi genitori che sono diventati positivi di quarta densità. In questa densità c’è una visione più ampia.
Potreste iniziare a vedere la vostra relazione con il Logos o il sole con cui siete più intimamente associati. Questa non è la relazione tra genitore e figlio ma da Creatore, ossia Logos, a Creatore che è il complesso mente/corpo/spirito, quale Logos. Quando si verifica questa realizzazione, potete quindi ampliare il campo del “colpo d’occhio”, se volete, infinitamente riconoscendo parti del Logos attraverso l’una infinita creazione e percependo, con le radici della Mente che informano l’intuizione, i genitori che aiutano i loro pianeti in evoluzione a diventare vasti e ignoti nella creazione, poiché questo processo avviene molte, molte volte nell’evoluzione della creazione nel suo intero.
65.18 Interrogante: L’Errante attraversa il processo di dimenticanza. Hai menzionato che coloro che hanno entrambi i corpi di terza e quarta densità attivati ora, non hanno la dimenticanza che ha l’Errante. Mi stavo solo chiedendo se, diciamo, un Errante di sesta densità fosse qui con un corpo di terza densità attivato, sarebbe passato attraversato un oblio che era in sezioni, devo dire, con un oblio di quarta, di quinta e di sesta densità e se avesse il suo corpo di quarta densità attivato avrebbe una memoria aggiuntiva parziale e poi un’altra parziale se fosse stata attivata la sua quinta e poi la memoria piena se avesse la sesta attivata? Ha senso?
Ra: Io sono Ra. No.
65.19 Interrogante: [ridacchia] Grazie. Il processo dell’oblio mi lasciava perplesso perché hai detto che le persone attivate di quarta densità che erano qui e che erano state raccolte non avevano lo stesso problema di dimenticanza. Potresti dirmi perché l’Errante perde la memoria?
Ra: Io sono Ra. La ragione è duplice. Primo, le proprietà genetiche della connessione tra il complesso mente/corpo/spirito e la struttura cellulare del corpo sono diverse per la terza densità da quelle per la terza/quarta densità.
In secondo luogo, è necessario preservare il libero arbitrio delle entità di terza densità. Così gli Erranti si offrono volontari per connessioni genetiche o del DNA di terza densità al complesso mente/corpo/spirito. Il processo dell’oblio può essere penetrato nella misura in cui l’Errante ricorda cos’è e perché è sulla sfera planetaria. Tuttavia, sarebbe un’infrazione se gli Erranti penetrassero l’oblio fino ad attivare i corpi più densi e poter così essere in grado di vivere, diciamo così, in un modo simile ad un dio. Questo non sarebbe appropriato per coloro che hanno scelto di servire.
Le nuove entità di quarta densità che stanno diventando capaci di dimostrare varie nuove abilità lo fanno come risultato dell’esperienza presente, non come risultato della memoria. Ci sono sempre alcune eccezioni, e vi chiediamo perdono per le incessanti “raffiche” di eccessiva generalizzazione.
65.20 Interrogante: Non so se questa domanda è collegata a quello che sto cercando di ottenere o no, ma la farò e vedremo.
Hai menzionato parlando delle piramidi che la camera di risonanza era usata in modo che l’adepto potesse affrontare il sé. Mi spieghi cosa volevi dire con questo?
Ra: Io sono Ra. Uno affronta il sé nel centro o profondità dell’essere. La cosiddetta camera di risonanza può essere paragonata alla simbologia della sepoltura e della risurrezione del corpo nella quale l’entità muore al sé e attraverso questo confronto tra apparente perdita e realizzazione di essenziale guadagno, viene trasmutata in un essere nuovo e risorto.
65.21 Interrogante: Potrei trovare l’analogia in questa apparente morte, al perdere i desideri che sono i desideri illusori e comuni della terza densità e ottenere i desideri del servizio totale agli altri?
Ra: Io sono Ra. Sei percettivo. Questo era lo scopo e l’intento di questa Camera, oltre a formare una parte necessaria dell’efficacia della posizione della Camera del Re.
65.22 Interrogante: Puoi dirmi cosa faceva all’entità questa camera per creare questa consapevolezza in lui?
Ra: Io sono Ra. Questa camera lavorava sulla mente e sul corpo. La mente era influenzata da deprivazione sensoriale e dalle reazioni archetipiche all’essere sepolti vivi senza possibilità di liberare il sé. Il corpo era influenzato sia dalla configurazione mentale che dalle proprietà elettriche e piezoelettriche dei materiali che sono stati utilizzati nella costruzione della camera di risonanza.
Questa sarà l’ultima domanda completa di questo lavoro. Possiamo chiedere se ci sono brevi domande in questo momento?
65.23 Interrogante: C’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più confortevole o migliorare il contatto?
Ra: Io sono Ra. Riteniamo che lo strumento sia ben supportato e che tutto vada bene. Mettiamo in guardia ciascuno riguardo alle distorsioni di questo strumento verso il dolore, poiché esso non gradisce condividere queste espressioni, ma come supporto di gruppo questo strumento accetta sub-consciamente l’aiuto di ogni entità. Tutto è in allineamento. Siete coscienziosi. Vi ringraziamo per questo.
Io sono Ra. Vi lascio, amici miei, gioendo nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Andate dunque, gloriandovi della potenza e della pace dell’Uno Infinito Creatore. Adonai.
SESSIONE 66
12 agosto 1981
66.0 Ra: Io sono Ra. Vi saluto nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Comunichiamo ora.
66.1 Interrogante: Potresti fornirmi un’indicazione sulle condizioni dello strumento?
Ra: Io sono Ra. Le energie vitali sono alquanto esaurite in questo momento, ma non così seriamente. Il livello di energia fisica è estremamente basso. Per il resto è come dichiarato in precedenza.
66.2 Interrogante: C’è qualcosa che possiamo fare, restando all’interno della prima distorsione, per cercare aiuto dalla Confederazione allo scopo di alleviare i problemi fisici dello strumento?
Ra: Io sono Ra. No.
66.3 Interrogante: Può dirmi il metodo più appropriato per cercare di alleviare i problemi fisici dello strumento?
Ra: Io sono Ra. Il materiale di base è stato trattato in precedenza per quanto concerne il prendersi cura di questo strumento. Ricapitoliamo: l’esercizio fisico in accordo alle possibilità, per non eccedere i parametri appropriati, l’alimentazione, il rapporto sociale con i compagni, l’attività sessuale nel raggio verde o più alti, e in generale, la condivisione delle distorsioni delle esperienze individuali di questo gruppo in un’utile, amorevole maniera.
Queste cose si stanno realizzando con quella che consideriamo una grande armonia, data la densità in cui danzate. Le specifiche attenzioni e attività con cui coloro che presentano distorsioni del complesso fisico possono alleviare queste distorsioni sono note a questo strumento.
Infine, è bene che questo strumento continui le pratiche che ha recentemente iniziato.
66.4 Interrogante: Quali sono queste pratiche?
Ra: Io sono Ra. Queste pratiche riguardano esercizi che abbiamo sottolineato in precedenza. Possiamo dire che la varietà di esperienze che questa entità cerca è utile come abbiamo detto in precedenza, ma poiché questo strumento lavora in queste pratiche la distorsione sembra meno obbligatoria.
66.5 Interrogante: Vorrei investigare il meccanismo di guarigione che utilizza il guaritore cristallizzato. Farò una dichiarazione e ti sarei grato se correggessi il mio ragionamento.
Mi sembra che una volta che il guaritore è diventato adeguatamente bilanciato e sbloccato riguardo ai centri energetici, è possibile per lui agire in qualche modo come collettore e “focalizzatore” di luce allo stesso modo, o analogamente al modo in cui una piramide funziona, prendendo o raccogliendo luce con la mano sinistra ed emettendola con la destra; questa poi, in qualche modo, penetra nell’involucro del primo e del settimo chakra, involucro vibratorio, si potrebbe dire, del corpo e permette il riallineamento dei centri energetici dell’entità da guarire. Sono abbastanza sicuro di non essere esattamente corretto in questo e forse considerevolmente fuori. Potresti riorganizzare il mio ragionamento in modo che abbia senso?
Ra: Io sono Ra. Hai ragione nella tua supposizione che il guaritore cristallizzato sia analogo all’azione piramidale della posizione della Camera del Re. Ci sono alcuni aggiustamenti che potremmo suggerire.
In primo luogo, l’energia che viene utilizzata viene introdotta nel complesso del campo del guaritore dalla mano protesa utilizzata in senso polarizzato. Tuttavia, questa energia circola attraverso i vari punti di energia fino alla base della colonna vertebrale e, in una certa misura, fino ai piedi, venendo così verso i principali centri energetici del guaritore spiraleggiando attraverso i piedi, svoltando al centro energetico rosso attraverso una spirale al centro energetico giallo e passando attraverso il centro energetico verde in un microcosmo della configurazione energetica di prana della Camera del Re; questa poi continua per la terza spirale attraverso il centro di energia blu e viene mandata da esso attraverso il Portale indietro all’infinito intelligente.
È dal centro verde che il prana curativo si sposta nella mano destra polarizzata che guarisce, e da lì a colui da guarire.
Possiamo notare che ci sono alcuni che usano la configurazione del raggio giallo per trasferire energia e questo può essere fatto ma gli effetti sono discutibili e, per quanto riguarda la relazione tra il guaritore, l’energia curativa e il richiedente, discutibili a causa della propensione per il richiedente a continuare a richiedere tali trasferimenti di energia senza che avvenga alcuna vera guarigione senza la presenza del guaritore, a causa della mancanza di penetrazione del guscio protettivo di cui hai parlato.
66.6 Interrogante: Ora, un Errante che ha un’origine dalla quinta o sesta densità può tentare una tale guarigione e avere pochi o nessun risultato. Questo mi indica che c’è una qualche funzione del corpo attivato, dal momento che… mi puoi dire cosa ha perso l’Errante e perché gli è necessario recuperare certi equilibri e abilità per perfezionare la sua capacità di guarigione?
Ra: Io sono Ra. Potresti vedere l’Errante come il bambino che tenta di verbalizzare i complessi sonori della vostra gente. La memoria della capacità di comunicare è all’interno del complesso mentale non sviluppato del bambino, ma la capacità di praticare o manifestare questo, cosi detto linguaggio, non è immediatamente disponibile a causa delle limitazioni del complesso mente/corpo/spirito di cui ha scelto di essere parte in questa esperienza.
Così è per l’Errante che, ricordando la facilità con cui si possono fare aggiustamenti nella densità di provenienza, eppure, essendo entrato nella terza densità, non può manifestare quel ricordo a causa delle limitazioni dell’esperienza scelta. Le possibilità che un Errante sia in grado di guarire nella terza densità sono solo maggiori di coloro nativi di questa densità, perché il desiderio di servire può essere più forte e questo metodo di servizio scelto.
66.7 Interrogante: Che dire di quelli con il doppio… non gli Erranti ma le entità che sono state raccolte con i corpi di terza e quarta densità doppiamente attivati? Sono in grado di guarire usando le tecniche di cui abbiamo discusso?
Ra: Io sono Ra. In molti casi è così, ma come principianti di quarta densità, il desiderio può non essere presente.
66.8 Interrogante: Presumo, quindi, che abbiamo un Errante con il desiderio di tentare di imparare le tecniche di guarigione mentre, devo dire, è intrappolato nella terza densità. Quindi, mi sembra, si occupi principalmente del bilanciamento e dello sblocco dei centri energetici. Sono corretto in questa ipotesi?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Solo nella misura in cui il guaritore è divenuto bilanciato può essere un canale per il bilanciamento di un altro-sé. La guarigione viene praticata prima su di sé, se così possiamo dirlo in un altro modo.
66.9 Interrogante: Ora, quando il guaritore si approccia ad un altro-sé per fare la guarigione, abbiamo una situazione dove l’altro-sé, attraverso la programmazione del catalizzatore, ha probabilmente creato una condizione che è vista come una condizione che necessita di guarigione. Qual è la situazione e quali sono le ramificazioni del guaritore che agisce su una condizione di catalizzatore programmato per portare alla guarigione? Sono corretto nell’assumere che nel fare questa guarigione, il catalizzatore programmato sia utile a colui che deve essere guarito in quanto colui che deve essere guarito poi diventa consapevole di ciò di cui desiderava diventare consapevole nel programmare il catalizzatore? È corretto?
Ra: Io sono Ra. Non si può dire che il tuo ragionamento sia completamente incorretto, ma mostra una rigidità che non è evidente nel flusso dell’uso esperienziale del catalizzatore.
Il ruolo del guaritore è quello di offrire un’opportunità per il riallineamento o l’aiuto nel riallineamento dei centri energetici o di qualche connessione tra le energie di mente e corpo; spirito e mente; o spirito e corpo. Quest’ultimo caso è molto raro.
Il richiedente avrà quindi l’opportunità reciproca di accettare una nuova visione del sé, una disposizione variante dei modelli di afflusso di energia. Se l’entità, a qualsiasi livello, desidera rimanere nella configurazione di distorsione che sembra necessitare di guarigione, lo farà. Se, invece, il richiedente sceglie la nuova configurazione, lo fa mediante libero arbitrio.
Questa è una grande difficoltà con altre forme di trasferimento di energia in quanto non passano attraverso il processo del libero arbitrio quando questo processo non è originario del raggio giallo.
66.10 Interrogante: Qual è la differenza, dal punto di vista filosofico, tra un complesso mente/corpo/spirito che guarisce se stesso attraverso, direi, una configurazione mentale o che viene guarito da un guaritore?
Ra: Io sono Ra. Hai una convinzione errata. Il guaritore non guarisce. Il guaritore cristallizzato è un canale per l’energia intelligente che offre l’opportunità a un’entità di poter guarire se stessa.
In nessun caso esiste un’altra descrizione della guarigione. Pertanto, non c’è differenza fintantoché il guaritore non si approccia mai a uno la cui richiesta di aiuto non gli è arrivata in precedenza. Questo è vero anche per i guaritori più convenzionali della vostra cultura e se questi guaritori potessero solo rendersi pienamente conto che sono responsabili solo di offrire l’opportunità di guarigione, e non della guarigione, molte di queste entità sentirebbero un enorme carico di fraintesa responsabilità cadere da loro.
66.11 Interrogante: Quindi, nel cercare la guarigione, un complesso mente/corpo/spirito cercherebbe in alcuni casi una fonte di energia luminosa accumulata e focalizzata. Questa fonte potrebbe essere un altro complesso mente/corpo/spirito sufficientemente cristallizzato per questo scopo o la forma piramidale, o forse qualcos’altro. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questi sono alcuni dei modi in cui un’entità può cercare la guarigione. Sì.
66.12 Interrogante: Potresti dirmi gli altri modi in cui l’entità potrebbe cercare la guarigione?
Ra: Io sono Ra. Forse il più grande guaritore è all’interno di sé e può essere utilizzato con la meditazione continua come abbiamo suggerito.
Le molte forme di guarigione disponibili alla vostra gente hanno ciascuna virtù e possono essere ritenute appropriate da qualsiasi cercatore che desideri alterare le distorsioni del complesso fisico o qualche connessione tra le varie parti del complesso mente/corpo/spirito in tal modo.
66.13 Interrogante: Ho osservato molte attività conosciute come chirurgia psichica nell’area delle Isole Filippine. Era mia opinione che questi guaritori fornissero quello che definirei “un ausilio didattico” o un modo per creare una riconfigurazione della mente del paziente da guarire poiché il paziente relativamente ingenuo osserva l’azione del guaritore nel vedere il sangue materializzato, ecc. ., quindi riconfigura le radici della mente per credere, si potrebbe dire, che la guarigione è fatta e, quindi, guarisce se stesso. Questa analisi che ho fatto è corretta?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto. Potremmo “andare un po’ più in là” parlando di questo tipo di opportunità.
Ci sono momenti in cui la malcondizione da alterare è priva di interesse emotivo, mentale o spirituale per l’entità ed è semplicemente quella che, forse per casuale predisposizione genetica, è presente. In questi casi ciò che è apparentemente smaterializzato rimarrà smaterializzato e potrà essere osservato come tale da qualsiasi osservatore. È probabile che la malcondizione che ha una carica emotiva, mentale o spirituale non rimanga smaterializzata nel senso di mostrare il referente oggettivo a un osservatore. Tuttavia, se l’opportunità è stata colta dal ricercatore, l’apparente malcondizione del complesso fisico sarà in contrasto con l’effettiva salute, come chiamate questa distorsione, del ricercatore e con la mancanza di esperienza delle distorsioni che il referente oggettivo suggerirebbe avessero ancora influenza.
Ad esempio, in questo strumento la rimozione di tre piccole cisti era la rimozione di materiale che non aveva interesse per l’entità. Così questi accrescimenti rimasero smaterializzati dopo l’esperienza della cosiddetta chirurgia psichica. In altri interventi di chirurgia psichica ai reni di questo strumento veniva accuratamente offerta una nuova configurazione “dell’essere in esistenza” che l’entità abbracciava. Tuttavia, questa particolare porzione del complesso mente/corpo/spirito conteneva una grande quantità di carica emotiva, mentale e spirituale a causa di questo funzionamento distorto che era la causa di una grande infermità in una certa configurazione di eventi che culminavano nella decisione cosciente di questa entità di essere di servizio. Pertanto, qualsiasi scansione oggettiva del complesso renale di questa entità indicherebbe l’aspetto disfunzionale piuttosto estremo che mostrava prima dell’esperienza di chirurgia psichica, come tu la chiami.
La chiave non è nella continuazione della smaterializzazione della distorsione all’occhio di chi guarda, ma sta piuttosto nella scelta della configurazione appena materializzata che esiste nel tempo/spazio.
66.14 Interrogante: Spiegheresti quest’ultimo commento sulla configurazione nel tempo/spazio?
Ra: Io sono Ra. La guarigione viene eseguita nella porzione tempo/spazio del complesso mente/corpo/spirito, viene adottata dal “creatore della forma” o corpo eterico, e viene quindi data all’illusione fisica spazio/tempo per l’uso nel complesso mente/corpo/spirito attivato del raggio giallo. È l’adozione della configurazione che chiamate salute da parte del corpo eterico nel tempo/spazio che è la chiave di ciò che chiamate salute, non qualsiasi evento che si verifica nello spazio/tempo. In questo processo puoi vedere l’aspetto transdimensionale di ciò che chiami volontà, perché è la volontà, la ricerca, il desiderio dell’entità che fa sì che il corpo indaco utilizzi la nuova configurazione e riformi il corpo che esiste nello spazio/tempo. Questo viene fatto in un istante e si può dire che operi senza tener conto del tempo. Possiamo notare che nella guarigione dei bambini molto piccoli c’è spesso un’apparente guarigione da parte del guaritore in cui l’entità giovane non ha parte. Non è mai così, perché il complesso mente/corpo/spirito nel tempo/spazio è sempre in grado di volere le distorsioni che sceglie per l’esperienza, non importa quale sia l’apparente età, come la chiamate, dell’entità.
66.15 Interrogante: Questo desiderio e volontà che opera attraverso la sezione tempo/spazio è una funzione solo dell’entità che viene guarita o è anche la funzione del guaritore, il guaritore cristallizzato?
Ra: Io sono Ra. Possiamo cogliere questa opportunità per dire che questa è l’attività del Creatore. Per rispondere in modo specifico alla tua domanda, il guaritore cristallizzato non ha volontà. Offre un’opportunità senza attaccamento al risultato, poiché è consapevole che tutto è uno e che il Creatore sta conoscendo Se stesso.
66.16 Interrogante: Allora il desiderio deve essere forte all’interno del complesso mente/corpo/spirito che cerca la guarigione per essere guarito affinché la guarigione avvenga? È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto su un livello o su un altro. Un’entità può non cercare coscientemente la guarigione e tuttavia inconsciamente essere consapevole della necessità di sperimentare il nuovo insieme di distorsioni che risultano dalla guarigione. Allo stesso modo, un’entità può coscientemente desiderare grandemente la guarigione, ma all’interno dell’essere, a un certo livello, trova qualche motivo per cui certe configurazioni che sembrano piuttosto distorte sono, in effetti, a quel livello, considerate appropriate.
66.17 Interrogante: Presumo che la ragione per considerare le distorsioni appropriate sarebbe che queste distorsioni aiuterebbero l’entità nel raggiungere il suo obiettivo finale che è un movimento lungo il sentiero dell’evoluzione nella polarità desiderata. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo è corretto
66.18 Interrogante: Allora nel caso di un’entità che diventi consapevole della sua polarizzazione riguardo al servizio agli altri potrebbe trovare una situazione paradossale nel caso in cui essa non fosse in grado di servire completamente a causa di distorsioni scelte per raggiungere quella comprensione che ha raggiunto. A questo punto sembrerebbe che l’entità che era consapevole del meccanismo potesse, attraverso la meditazione, comprendere la configurazione mentale necessaria per alleviare la distorsione fisica in modo che potesse essere di maggiore servizio agli altri in questo particolare nesso. Sono corretto in questo ragionamento?
Ra: Io sono Ra. Sei corretto anche se potremmo notare che spesso ci sono ragioni complesse per la programmazione di un modello di complesso fisico distorto. In ogni caso, la meditazione è sempre un aiuto alla conoscenza del sé.
66.19 Interrogante: Il posizionamento verticale della colonna vertebrale è utile o vantaggioso nella procedura meditativa?
Ra: Io sono Ra. È in qualche modo utile.
66.20 Interrogante: Ho una domanda scritta, due in realtà. La prima è: per favore elencare le polarità all’interno del corpo che sono collegate al bilanciamento dei centri energetici dei vari corpi dell’entità non-manifestata?
Ra: Io sono Ra. In questa domanda risiede una grande quantità di pensiero che apprezziamo. È possibile che la domanda stessa possa servire ad aiutare meditazioni su questo particolare argomento. Ogni sé non-manifestato è unico. Le polarità di base hanno a che fare con i tassi vibratori bilanciati e le relazioni tra i primi tre centri energetici e, in misura minore, ciascuno degli altri centri energetici.
Possiamo rispondere in modo più specifico?
66.21 Interrogante: Forse nella prossima sessione lo approfondiremo.
Vorrei fare la seconda domanda. Quali sono la struttura e i contenuti della mente archetipica e come funziona la mente archetipica nell’informare l’intuizione e la mente cosciente di un complesso mente/corpo/spirito individuale?
Ra: Io sono Ra. Devi renderti conto che ti abbiamo offerto questi concetti in modo che tu possa crescere nella tua conoscenza del sé attraverso la considerazione di essi. Preferiremmo, specialmente per quest’ultima domanda, ascoltare le osservazioni su questo argomento che lo studente di questi esercizi può fare e quindi suggerire ulteriori vie per il raffinamento di queste indagini. Sentiamo che potremmo essere di maggiore aiuto in questo modo.
66.22 Interrogante: Hai menzionato che una spirale energizzante viene emessa dalla cima di ogni piramide e che potresti trarre beneficio collocandola sotto la testa per un periodo di trenta minuti o meno. Puoi dirmi come è utile questa terza spirale e quale aiuto dà all’entità che la riceve?
Ra: Io sono Ra. Ci sono sostanze che puoi ingerire che fanno sperimentare al veicolo fisico distorsioni verso un aumento di energia. Queste sostanze sono grezze, lavorano in modo piuttosto approssimativo sul complesso del corpo aumentando il flusso di adrenalina.
La vibrazione offerta dalla spirale energizzante della piramide è tale che ogni cellula, sia nello spazio/tempo che nel tempo/spazio, si carica come se fosse collegata alla vostra elettricità. L’acume della mente, l’energia fisica e sessuale del corpo e la sintonizzazione della volontà dello spirito sono tutte toccate da questa influenza energizzante. Può essere utilizzata in uno di questi modi. È possibile sovraccaricare una batteria, e questa è la causa del nostro avvertimento a chiunque utilizzi tali energie piramidali di rimuovere la piramide dopo aver ricevuto una carica.
66.23 Interrogante: Esiste un materiale migliore o una dimensione ottimale per la piccola piramide che va sotto la testa?
Ra: Io sono Ra. Dato che le proporzioni sono tali da sviluppare le spirali nella piramide di Giza, la dimensione più appropriata per l’utilizzo sotto la testa è un’altezza complessiva abbastanza piccola da rendere il posizionamento sotto il cuscino della testa una cosa confortevole.
66.24 Interrogante: Non c’è un materiale migliore?
Ra: Io sono Ra. Ci sono materiali migliori che, nel vostro sistema di baratto, sono piuttosto cari. Non sono molto meglio delle sostanze di cui abbiamo parlato in precedenza. Le uniche sostanze inadatte sarebbero i metalli comuni.
66.25 Interrogante: Ora, hai menzionato i problemi con l’azione nella Camera del Re della piramide del tipo Giza. Suppongo che se usassimo la stessa configurazione geometrica utilizzata nella piramide di Giza, questa andrebbe perfettamente bene per la piramide posta sotto la testa poiché non utilizzeremmo le radiazioni della Camera del Re ma solo la terza spirale dall’alto, e sto anche chiedendo, sarebbe meglio usare un angolo all’apice di 60 ° che l’angolo all’apice più grande? Fornirebbe una fonte di energia migliore?
Ra: Io sono Ra. Per l’energia attraverso l’angolo all’apice, la piramide di Giza offre un modello eccellente. Assicurati semplicemente che la piramide sia così piccola che non ci sia un’entità abbastanza piccola da intrufolarsi dentro.
66.26 Interrogante: Presumo che questa energia, questa energia luminosa a spirale, sia in qualche modo assorbita dal campo energetico del corpo. È in qualche modo collegata al centro energetico indaco? Sono corretto in questa ipotesi?
Ra: Io sono Ra. Questo è incorretto. Le proprietà di questa energia sono tali da potersi muovere all’interno del campo del complesso fisico ed irradiare ogni cellula del corpo spazio/tempo e, così facendo, irradiare anche l’equivalente tempo/spazio che è strettamente allineato con il corpo del raggio giallo spazio/tempo. Questa non è una funzione del corpo eterico o del libero arbitrio. Questa è una radiazione molto simile ai raggi del vostro sole. Quindi dovrebbe essere usata con cautela.
66.27 Interrogante: Quante applicazioni di trenta minuti o meno durante un periodo diurno sarebbero appropriate?
Ra: Io sono Ra. Nella maggior parte dei casi, non più di una. In alcuni casi, specialmente dove l’energia sarà utilizzata per il lavoro spirituale, potrebbe essere possibile sperimentare due periodi più brevi, ma qualsiasi sensazione di improvvisa stanchezza sarebbe un segno sicuro che l’entità è stata eccessivamente irradiata.
66.28 Interrogante: Questa energia può aiutare in qualche modo per quanto riguarda la guarigione delle distorsioni fisiche?
Ra: Io sono Ra. Non c’è applicazione per la guarigione diretta usando questa energia sebbene, se usata in associazione alla meditazione, possa offrire ad una certa percentuale di entità qualche aiuto nella meditazione. Nella maggior parte dei casi è molto utile nell’alleviare la stanchezza e nella stimolazione dell’attività fisica o sessuale.
66.29 Interrogante: In una transizione dalla terza alla quarta densità abbiamo altre due possibilità oltre al tipo che stiamo sperimentando ora. Abbiamo la possibilità di un raccolto totalmente polarizzato positivamente e la possibilità di un raccolto totalmente polarizzato negativamente che, a quanto mi risulta, si sono verificati in altre parti nell’universo molte volte. Quando c’è un raccolto totalmente polarizzato negativamente, quando un intero pianeta, cioè, ha polarizzato negativamente e fa la transizione dalla terza alla quarta densità, il pianeta ha l’esperienza della distorsione della malattia che questo pianeta ora sperimenta prima di quella transizione?
Ra: Io sono Ra. Sei percettivo. Il raccolto negativo è di intensa disarmonia e il pianeta lo esprimerà.
66.30 Interrogante: Il pianeta ha un certo insieme di condizioni prima della transizione nella quarta densità, cioè nella finale terza densità, e poi le condizioni sono differenti nell’iniziale quarta densità. Potresti darmi un esempio di un pianeta polarizzato negativamente e le condizioni [nella] finale terza densità e iniziale quarta densità in modo che io possa vedere come cambiano?
Ra: Io sono Ra. Le vibrazioni dalla terza alla quarta densità cambiano su un pianeta orientato negativamente esattamente come fanno su un pianeta orientato positivamente. Con il negativo di quarta densità arrivano molte abilità e possibilità di cui sei a conoscenza. La quarta densità è più densa ed è molto più difficile nascondere le vere vibrazioni del complesso mente/corpo/spirito. Ciò consente ai negativi di quarta densità, così come ai positivi, la possibilità di formare complessi di memoria sociale. Consente alle entità orientate negativamente l’opportunità di un diverso insieme di parametri con cui mostrare il proprio potere sugli altri ed essere al servizio del sé. Le condizioni sono le stesse per quanto riguarda le vibrazioni.
66.31 Interrogante: Ero interessato circa la quantità di distorsioni fisiche, malattie e quel genere di cose nel negativo di terza densità appena prima del raccolto e nel negativo di quarta densità subito dopo il raccolto o durante la transizione. Quali sono le condizioni dei problemi fisici, malattie, ecc., nella finale terza densità negativa?
Ra: Io sono Ra. Ogni esperienza planetaria è unica. È più probabile che i problemi, diciamo, delle azioni bellicose siano di pressante interesse per le entità negative di terza densità finale rispetto alle reazioni della terra alla negatività della mente planetaria, poiché è spesso da tali atteggiamenti bellicosi su scala globale che la necessaria polarizzazione negativa è conseguita.
Quando si presenta la quarta densità, c’è un nuovo pianeta e un nuovo sistema di veicoli fisici gradualmente si esprime e i parametri delle azioni bellicose diventano quelli del pensiero piuttosto che delle armi manifestate.
66.32 Interrogante: Allora le malattie fisiche e le malattie come le conosciamo su questo pianeta sono piuttosto diffuse su un pianeta negativo di terza densità appena prima del raccolto nel negativo di quarta densità?
Ra: Io sono Ra. È probabile che le distorsioni del complesso fisico di cui parli si trovino meno facilmente quando il negativo di quarta densità inizia a essere una probabile scelta di raccolto a causa dell’estremo interesse per il sé che caratterizza l’entità negativa di terza densità raccoglibile. Viene presa molta più cura del corpo fisico così come molta più disciplina viene offerta al sé mentalmente. Questo è un orientamento di grande interesse personale e autodisciplina. Ci sono ancora casi dei tipi di malattia che sono associati alle distorsioni del complesso della mente di emozioni negative come la rabbia. Tuttavia, in un’entità raccoglibile queste distorsioni emotive sono molto più suscettibili di essere utilizzate come catalizzatore in un senso espressivo e distruttivo nei riguardi dell’oggetto della rabbia.
66.33 Interrogante: Sto cercando di capire il modo in cui la malattia e le distorsioni corporee vengono generate rispetto alle polarità, sia positiva che negativa. Sembra che siano generate in qualche modo per creare la divisione o polarizzazione; che esse abbiano una funzione nel creare la polarizzazione originale che avviene nella terza densità. È corretto?
Ra: Io sono Ra. Questo non è esattamente corretto. Le distorsioni del complesso corporeo o mentale sono quelle distorsioni riscontrate negli esseri che hanno bisogno di esperienze che aiutino nella polarizzazione. Queste polarizzazioni possono essere quelle di entità che hanno già scelto il percorso o la polarizzazione da seguire.
È più probabile che gli individui orientati positivamente sperimentino distorsioni all’interno del complesso fisico a causa della mancanza di struggente interesse per se stessi e dell’enfasi posta sul servizio agli altri. Inoltre, in un’entità non polarizzata verrà generato un catalizzatore della natura della distorsione fisica in modo casuale. Il risultato sperato è, come dici tu, l’originale scelta della polarità. Spesso questa scelta non viene fatta ma il catalizzatore continua a essere generato. Nell’individuo orientato negativamente è probabile che il corpo fisico venga curato con maggiore attenzione e la mente disciplinata contro le distorsioni fisiche.
66.34 Interrogante: Questo pianeta, a me, sembra essere quello che definirei un pozzo nero di distorsioni. Questo include tutte le malattie e le disfunzioni del corpo fisico in generale. A me pare che, in media, questo pianeta sarebbe molto, molto in cima alla lista se prendessimo solo la quantità complessiva di questi problemi. Sono… la mia sensazione è corretta in questa ipotesi?
Ra: Io sono Ra. Esamineremo il materiale precedente.
Catalizzatore viene offerto all’entità. Se non viene utilizzato dal complesso della mente, allora filtrerà attraverso il complesso del corpo e si manifesterà come una qualche forma di distorsione fisica. Più efficiente è l’uso del catalizzatore, minore sarà la distorsione fisica che si riscontrerà.
C’è, nel caso di quelli che chiamate Erranti, non solo una difficoltà congenita nel trattare con i modelli vibratori di terza densità, ma anche un ricordo, per quanto vago, che queste distorsioni non sono necessarie o usuali nella vibrazione di provenienza.
Come sempre, generalizziamo eccessivamente, poiché ci sono molti casi di decisioni pre-incarnative che si traducono in limitazioni e distorsioni fisiche o mentali, ma riteniamo che tu stia affrontando la questione delle molto diffuse distorsioni verso la miseria in una forma o nell’altra. In effetti, su alcune sfere planetarie di terza densità il catalizzatore è stato utilizzato in modo più efficiente. Nel caso della vostra sfera planetaria c’è un uso molto inefficiente del catalizzatore e, quindi, molta distorsione fisica.
Al momento abbiamo abbastanza energia disponibile per una domanda.
66.35 Interrogante: Allora chiederò se c’è qualcosa che possiamo fare per rendere lo strumento più comodo o migliorare il contatto?
Ra: Io sono Ra. Continuate come sempre nell’amore. Tutto bene. Siete coscienziosi.
Io sono Ra. Vi lascio nell’amore e nella luce dell’Uno Infinito Creatore. Avanti dunque, gioendo nel potere e nella pace dell’Uno Infinito Creatore. Adonai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.