Schiavi Della Pesca In Thailandia

Schiavi Della Pesca In Thailandia

Schiavi Della Pesca In Thailandia 001“Se si acquistano gamberi o gamberetti dalla Thailandia si acquista il prodotto del lavoro di uno schiavo” Aidan McQuade direttore della ONG Anti-Slavery International.

Ho dovuto pubblicare questo post dopo aver letto una serie di articoli che trattano la tematica dello schiavismo nella pesca dei Gamberi in Asia.

Avevo già letto di come l’industria della pesca del Gambero sta distruggendo l’ecosistema delle coste dell’Asia sudorientale, risaie e foreste di mangrovia vengono spazzate via per fare posto a vasche per la coltura dei gamberi.

Sovraffollate e piene di escrementi vengono continuamente trattate con antibiotici, quando sono troppo infette e uccidono i loro occupanti vengono abbandonate e si procede a disboscare un altro pezzo di costa dello Sri-Lanka, del Bangladesh o dell’India del Sud. Le coste non più protette dalle foreste di mangrovia sono esposte alle alte maree e vengono erose, distruggendo così i campi coltivati e facendo fuggire le popolazioni costiere, i profughi dell’industria del gamberetto.

Questi insieme ad altri profughi scacciati per motivi religiosi si riversano in Thailandia in cerca di lavoro e qui cadono nelle reti di trafficanti che li trasformano in veri e propri schiavi.

Schiavi Della Pesca In Thailandia 0k3La schiavitù esiste ancora, la “Società contro la Schiavitù”, fondata in Inghilterra nel 1839, non è mai restata, in questi 175 anni, senza materia di cui occuparsi, secondo l’organizzazione non governativa Free Walk, gli schiavi nel mondo sono sicuramente almeno trenta milioni in gran parte in Asia, solo in India ce ne sono 14 milioni.

Lo rivela un’inchiesta del quotidiano britannico The Guardian che ha indagato sulle condizioni di vita dei marinai e degli operai sulle navi che catturano il pesce di piccola taglia poi trasformato in mangime per gli allevamenti di crostacei destinati ai mercati occidentali.

I giornalisti del The Guardian Kate Hodal, Chris Kelly e Felicity Lawrence hanno svelato che sui pescherecci che catturano il pesce destinato all’allevamento di gamberetti in Thailandia e Cambogia decine di pescatori sono tenuti sotto schiavitù, il reportage è frutto di sei mesi di indagini.

I pescatori sono acquistati e venduti come animali e detenuti sotto regime di schiavitù su barche da pesca al largo della Thailandia che provvedono alla cattura del cosiddetto pesce spazzatura (ossia quello non commestibile) da destinare agli allevamenti di gamberetti venduti poi nei principali supermercati di tutto il mondo, compresi i primi quattro retailer globali: Wal-Mart, Carrefour, Tesco e Costco.

Schiavi Della Pesca In Thailandia 0m2La Thailandia è uno dei principali produttori mondiali di gamberetti con oltre 500.000 tonnellate l’anno, il 10% dei quali prodotti dall’azienda al centro dell’indagine, la Charoen Pokphand (CP) Foods, la società oltre ad allevare in proprio gamberi e altri animali da carne è considerata il leader mondiale della produzione di mangimi per animali, con un fatturato annuo di 33 milioni di dollari. Dall’inchiesta è emerso che la Charoen Pokphand Foods compra farina di pesce, da alcuni fornitori che possiedono, gestiscono o acquistano da barche da pesca sui cui sono sfruttai i pescatori schiavi. All’inchiesta ha preso parte anche EJF Environmental Justice Foundation impegnata a contrastare il traffico e sfruttamento di migranti birmani nella catena di approvvigionamento di pesce. Già lo scorso gennaio EJF aveva denunciato lo sfruttamento di bambini e donne nella pesca dei gamberetti in Bangladesh con il report Impossibly Cheap: Abuse and Injustice in Bangladesh’s Shrimp Industry.

Gli uomini che sono riusciti a fuggire dai pescherecci hanno raccontato al The Guardian delle condizioni drammatiche in cui sono costretti a lavorare: turni di 20 ore, percosse regolari, torture e esecuzioni. Molti non ce la fanno, e muoiono nelle stive, i loro corpi vengono gettati agli squali o conservati in congelatori insieme ai cadaveri dei pesci. Alcuni sono stati in mare per anni; a altri sono state regolarmente offerte metanfetamine per tenerli in piedi. Quindici lavoratori migranti provenienti da Birmania e Cambogia hanno raccontato di essere stati ridotti in schiavitù dopo aver pagato degli intermediari per aiutarli a trovare lavoro in Thailandia nelle fabbriche o nei cantieri edili, ma invece sono stati venduti ai capitani dei pescherecci per 250 sterline, circa 300 euro.

Anche nella lavorazione del pescato gran parte dei lavoratori continuano a essere minori: il 19% ha meno di 15 anni, mentre un altro 22% è tra i 15 e i 17 anni. Uomini, donne e bambini letteralmente venduti alle fabbriche per sbucciare i piccoli crostacei che, costando poco, finiscono nei nostri banchi frigo e sulle tavole delle feste.

Schiavi Della Pesca In Thailandia 03Molto conveniente (per esportatori e importatori) continuare su questa strada, approfittando di una legge americana del secolo scorso, che legalizza l’importazione di beni (https://www.law.cornell.edu/uscode/text/19/1307) malgrado la produzione non rispetti le leggi nazionali sul lavoro.

I gamberetti thailandesi costano poco, ma il prezzo pagato per produrli è altissimo, gli italiani sono i terzi maggiori consumatori in Europa di gamberi provenienti da aree tropicali dopo spagnoli e francesi. Un decimo dei gamberi surgelati importati dall’Ue ha come destinazione il nostro Paese: si tratta di circa 64.000 tonnellate .

La scelta ricade quindi su di noi consumatori finali, tutte le volte che acquistiamo e mangiamo gamberi di origine tropicale, tanto più se sono sgusciati, accettiamo tutto questo.

Boicottiamo i gamberi del Sud est asiatico obbligando così il governo della Thailandia a prendere provvedimenti.

Schiavi Della Pesca In Thailandia 02Video: Modern day slavery in Thailand | Guardian Investigations – YouTube

US Supply Chain Tainted by Slave-Caught Fish – YouTube

Tortured Fish Slave Returns Home After 22 Years

Fonti: I pescatori-schavi della Thailandia – [Internazionale]

Schavi-in Thailandia per allevare gamberetti

In Thailandia gli-schavi dei gamberi | Dissapore

Pesca intensiva e schiavitù, orrore sulle navi thailandesi

I gamberetti allevati dagli-schavi | Thailandia pescatori-schavi

Bimbi-schavi in Thailandia, sotto accusa la Nestlé | Conoscenze al Confine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*