SCETTRO DI THOT

SCETTRO DI THOT

SCETTRO DI THOTL’entomologo russo Viktor Stepanovich Grebennikov è conosciuto in occidente per i suoi studi sull’Effetto Di Cavità Strutturale da lui scoperto e studiato e con cui ha realizzato diversi dispositivi, tra cui il più famoso è la “piattaforma antigravitazionale”.

Uno di questi dispositivi costruiti da Grebennikov, poco conosciuto ma di grande importanza per gli studiosi di radionica, è lo “Scettro di Thot”

Ecco come Grebennikov descrive il dispositivo nel capitolo 5 del suo libro “My World”:

The ancient Egyptian deity Thoth is a god of science, sorcery, and an “accountant” of the dead’s earthly deeds. This is the design of his staff: 2- or 3mm copper wire is twisted at the end in the shape of a flat spiral, with 3-4 coils, each 10 cm in diameter’; closer to the handle there are 2 coils of transverse, 3-dimensional spiral, each 5 cm in diameter.

The wire is inserted in the 16-cm-long square-sectioned handle of dense wood, 4 cm thick at base and 1.5 cm thick at its end; the entire staff with the wire is 41 cm long. The narrow end of the handle has 13 deep accordion-shaped cuts.

The staff works even without the wire (albeit not as strongly); the wire is thin and could be of any material but works best if thickly insulated-two layers increases its effect.

If you hold the staff as demonstrated in the picture, the total radiation emanating from the center of the large spiral, perpendicular to its surface, are very well-perceivable by the human palm on both sides.

I never found out for what purpose ancient Egyptians used this “double-beam” emanator.

SCETTRO DI THOTTraduzione

L’antica divinità egizia Thoth è il dio della scienza, della stregoneria, ed è colui che “prende nota” delle azioni terrene del morto. Questo è il disegno della sua staffa: un filo di rame di 2 o 3 millimetri, attorcigliato alla fine a forma di spirale piatta, con 3-4 bobine, ciascuna 10 cm di diametro; più vicino al manico ci sono 2 spirali 3-dimensionali trasversali, ognuna di 5 cm di diametro.

Il filo viene inserito nel manico a sezione quadrata di legno denso lungo 16 cm, 4 cm di spessore alla base e spessore alla sua estremità 1,5 cm; tutto lo “Scettro” con il filo è lungo 41 cm. L’estremità più stretta del manico ha 13 profondi tagli a fisarmonica.

Lo Scettro lavora anche senza il filo (NdA, nel testo originale russo pare sia scritto: ”funziona anche senza il manico” e “non senza il filo”), anche se non così forte; il filo è sottile e può essere di qualsiasi materiale, ma funziona meglio se a due strati (filo doppio?, 2 fili arrotolati fra di loro?) e completamente isolato, ciò aumenta il suo effetto.

Se si tiene premuto lo scettro, come mostrato nella foto, la radiazione totale che emana dal centro della grande spirale, perpendicolarmente alla sua superficie, è molto ben percepibile dal palmo della mano umana su entrambi i lati.

Non ho mai scoperto per quale scopo gli antichi Egizi usavano questo Emanatore “double-beam”(Doppio Raggio).

SCETTRO DI THOTL’immagine sopra illustra il modo di utilizzarlo.

Lo Scettro di Thot è costituito da un tronco piramidale a sezione quadrata in legno, lungo circa 16 centimetri, con base maggiore di lato 4 cm e base minore di lato 1,5 cm. La base minore è affusolata a forma di Piramidon.

Nella sezione più stretta del manico ci sono 13 piccole scanalature (queste dovrebbero aumentare di molto l’effetto di cavità strutturale del dispositivo).

Nel manico è inserito un cavo di rame isolato, composto da una prima spirale più piccola coassiale con il dispositivo e da una seconda spirale (larga circa 10 cm nella parte più ampia) costituita da 4-5 spire.

Secondo Grebennikov il dispositivo sarebbe un potente emettitore di effetto di cavità strutturale anche se ammette di non sapere come gli egizi utilizzassero tale oggetto.

SCETTRO DI THOTPosso aggiungere che lo scettro di Thot è molto simile alla Spirale Potenziatrice Radiestesica. Qualsiasi dispositivo utilizzi la forma della Spirale (meglio se logaritmica, in rapporto aureo 1,618, sviluppata secondo la sequenza di Fibonacci e con 12 gradi di inclinazione delle spire) entrerà in risonanza con le onde di forma emesse dal Centro della nostra Galassia, la Via Lattea, e di conseguenza diventerà un emettitore/ricevitore di energia sottile (Pranha, Mana, Ki, Chi, Spirito Santo).

Per chi è in grado di capire inserisco qui sotto alcuni indizi che possono essere d’aiuto per intuire l’utilizzo di questo e di un altro dispositivo antico di grande potere.

IL BASTONE UAS

SCETTRO DI THOTLo scettro Uas era un bastone con una forcella all’estremità inferiore e nella parte superiore,leggermente ricurva, la testa stilizzata di un animale. Poteva essere lungo o corto ed era il bastone in genere più raffigurato perché usato da quasi tutte le divinità, dal sovrano e successivamente, anche dai nobili. Compare nelle pitture e nei rilievi anche come supporto perché era considerato il pilastro che sosteneva il cielo. Aveva un significato feticistico di origine sciamanica africana e serviva come connessione per veicolare alla madre terra le energie provenienti dal cielo,  Fonte Wikipedia.

SCETTRO DI THOTDalle Tavole Di Smeraldo Di Thot L’atlantideo:

Velocemente fuggimmo verso il sole del mattino, finché sotto di noi ci fu la terra dei figli di Khem. Costoro, furiosi, vennero con bastoni e lance alzate per l’ira, cercando di uccidere e distruggere i Figli di Atlantide. Allora alzai il mio bastone e produssi un raggio di vibrazione, colpendoli solamente nelle loro orme, come una frana di pietre della montagna.

SCETTRO DI THOTInterpretazione di Doreal

I barbari, appena incontrarono Thoth ed i suoi seguaci, gli Atlantidei, tentarono di ucciderli, ma furono immobilizzati da un raggio paralizzante del bastone di Thoth o pertica del potere. Questa pertica era in grado di trasmettere o proiettare centinaia di diverse manifestazioni di forza, emanate dal potere del possessore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.