Lo scarabeo verde smeraldo

Lo scarabeo verde smeraldo

Lo scarabeo verde smeraldo 35Quanto è vero che la verità è un continuo divenire, cambia quanto cambia la consapevolezza ciò che era certezza ieri è superato oggi da una nuova rivelazione, da una nuova esperienza.
Ho tanto cercato la fusione di coscienza con l’ uno attraverso metodi e discipline senza rendermi conto che già la possedevo, è la causa prima di questa fantastica avventura che sto vivendo, è scritta nel dna di ciascuno di noi è sufficiente risvegliarla e affidarsi a essa.
Ha ragione Hatton ,intelligenza superiore, quando dice:
Il Padre interiore, questo è ciò a cui dovete anelare. Trovando il padre interiore conoscerete tutte le cose”.

Ricordatevi queste parole ”io sono sempre con voi”. Non sarete mai più vicini al padre di come lo siete ora. Tutto quello che dovete fare è realizzare ciò voi e il padre siete uno. Siete una parte perfetta in una creazione perfetta, creata da un Padre perfetto che è tutto l’ amore, tutta la saggezza dell’universo.

Infinite volte ci sentirai dire meditate ed immergetevi nel profondo di voi stessi.
In voi giacciono tutte le risposte, la vostra perfezione,il padre di tutti noi.
Solo attraverso la meditazione acquisirete la capacità di sapere che il padre è in voi.

Il padre interiore non è altro che la nostra coscienza, il nostro sé superiore,il nostro angelo custode, la voce interiore che ogni tanto ci parla, chiamatelo come volete ma esso è già incorporato in ognuno di noi e quando si riesce a eliminare il proprio ego ed a abbracciarlo senza riserve ci si apre al cammino dell’ascensione e si può attingere all’immenso archivio della conoscenza del Padre.
Il Padre interiore mi si era già manifestato più volte dall’inizio di questo mio cammino di ascensione ma per mancanza di consapevolezza non ero stato in grado di riconoscerlo, e mi sono cosi’ affannato per mesi nella ricerca di metodi di preghiera e di meditazione, i quali non mi soddisfavano pienamente e ne ricercavo cosi’ degli altri, ma tutta questa ricerca non è stata inutile, mi ha fatto conoscere persone meravigliose, mi ha dato maggiore consapevolezza e credo mi abbia dato anche un metodo di meditazione efficace che potrò insegnare a chi intende intraprendere il cammino dell’ascensione.
Descriverò ora l’ esperienza di questa mattina alle ore 5.40 di Mercoledì 14\05\2014.
Questa mattina ho deciso di cambiare il mio solito rituale di preghiere e invocazioni, era già da un po’ di tempo che ci pensavo, fondendo elementi del reiki ,della meditazione con i cristalli e della preghiera con la Meditazione di Sananda per l’Ascensione Armonica.
(la riporto per chi non la conosce)
Meditazione:
Ora respirate tutti profondamente. Profondamente, profondamente. Respirate nel luogo più profondo nel vostro cuore, oltre dove non siete mai stati prima. Respirate nella stanza segreta nel vostro cuore, dove si trova la connessione con la vostra anima. E connettetevi con Tutto Ciò Che È.
Sentite la profondità di questa connessione. Una volta che forgiate ciò nel vostro cuore, non potrà mai essere spezzato. E una volta che avrete forgiato la connessione, saprete che non potrete mai essere soli, e che non potrete mai morire. Andrete avanti, come fa ognuno. Tutti noi, insieme, creando Tutto Ciò Che È.
Ora respirate profondamente. Sentite nel vostro cuore quel posto dove non c’è confine, non c’è barriera, non c’è separazione. Quando andate in quel posto, sentite l’energia elettromagnetica di tutti quegli Esseri intorno a voi, di tutti gli Esseri che non sono mai vissuti, di tutta la coscienza dell’Universo di oggi, in questo momento. Ogni coscienza, passata, futura, presente. E attraverso tutto questo, la grande energia amorevole del Primo Creatore. In questo stato voi siete Dio, voi siete Amore, voi siete Luce. Sentite la profondità di questa connessione.
Respirate profondamente. Inviate quell’Amore che sentite nel vostro cuore giù nella Terra.

Collegatevi profondamente, proprio nel centro della vostra cara Madre Terra, che è il vostro ancoraggio, che vi stabilizzerà e vi manterrà sempre. E ora rivolgetevi verso l’alto attraverso il chakra della corona: raggiungete, attraverso la Colonna di Luce, attraverso tutti gli strati di tutte le dimensioni, il nostro Grande Creatore. Non vi è nessuna barriera, nessuna disconnessione, siete sempre collegati, in grado di sperimentare, in grado di sentire il nostro Creatore, di assorbire il puro Amore che è così nutriente, così confortante, così tranquillo. In questo stato, amati, voi potete creare qualsiasi cosa.
E ora usate questo potere, sentite la passione nel vostro cuore, sentite la volontà nel plesso solare, hmm, una sensazione senza nome: ” IO POSSO “, ” IO SONO “.
Ed ora combinate ciò con i pensieri, le immagini, i sogni, che costituiscono il vostro desiderio più ardente. I Lavoratori della Luce dicono sempre: ” Vorrei la pace nel mondo “. Non è stato possibile nelle vite passate; è possibile ora, perché tutto è cambiato. Non è stato possibile per noi creare la pace nel mondo da questo luogo profondo, non siamo stati in grado di manifestarla prima; ora possiamo.
E così visualizzate, là in quel profondo posto nel vostro cuore, l’intero pianeta, in pace, dove ogni fratello abbraccia ogni altro fratello, ogni sorella sorride ad ogni fratello, sorella e bambino, dove l’energia del Primo Creatore si infonde e arricchisce ogni incontro, ogni pensiero, ogni azione.
Vedete in questo la pace e il cameratismo, e vedete ogni tavola riempita con i più gloriosi frutti, e verdure, e fior: l’ Elisir di lunga vita per tutti.
Immaginate questo: nessuna persona sul pianeta avrà fame, ogni singolo essere potrà sentire la protezione di cui ha bisogno, si tratti di una foresta per lo scoiattolo, di una bella casa per una famiglia umana, un campo di erba rigogliosa per un cavallo o una mucca, un cielo azzurro per un uccello. Tutti si sentiranno nutriti e protetti.
Questa visione, amati, dovete crearla ogni giorno. E quando lo farete, la vibrazione del pianeta Terra aumenterà. Più persone fra voi lo faranno, più salirà, fino a quando creeremo un crescendo di gioia che rimbalzerà in tutto il mondo senza ostacoli, senza fine. Tenetelo nella vostra mente, tenetelo lì sempre. E così sarà.

Il risultato è stato un rituale che mi ha permesso di diventare un ponte perfetto tra la terra e il cielo e mentre ero immerso in una sensazione di estasi la voce interiore si è manifestata e mi ha chiesto se avevo delle domande da farle, mi ha spiegato diverse cose che non riuscivo a comprendere e quando volevo pregare come ogni mattina i maestri ascesi, Gesù Miriam Michele, mi ha detto: È inutile pregheresti me in ogni caso loro sono solo diversi aspetti della mia coscienza.
Cosi’ ho pensato di pregare “la coscienza dell’Uno dove tutto ha avuto inizio” come faccio di solito, ma mi ha ripreso dicendomi: lo so cosa vuoi dirmi, me lo dici ogni mattina, non serve che preghi puoi parlare con me liberamente, cosa vuoi di più di questo?.
Un po’ disorientato ho fatto le mie preghiere di ringraziamento per i fratelli impegnati nel piano di salvezza e finite queste mentre cercavo di accendere la luce, nel buio totale ho sentito in bisogno di chinarmi e raccogliere qualcosa dal pavimento ed ecco cosa ho trovato a terra:

Lo scarabeo verde smeraldo 195Uno scarabeo color verde smeraldo.
Quindi al lavoro mi sono arrovellato la mente pensando a quello scarabeo, se significava qualcosa o era un ritrovamento casuale, ricercando su internet al primo link ho avuto subito la risposta che è questa:

L’ALCHEMIA DELLO SCARABEO KHEPER

KHEPRI, lo scarabeo egiziano tira il suo nome del verbo Kheper che può comprendersi in modi diversi, difficili da tradurre chiaramente nel nostro pensiero occidentale:
– manifestarsi sotto una forma data
– essere in divenire
– trasformarsi spiritualmente
– Passare dal increato al creato
– Passare dallo stato latente allo stato manifestato
– Continuare ad essere adottando un’altra forma
– Cominciare un nuovo ciclo
– Lottare contro la fissità
– Volatilizzarsi
– Generare Sé-stesso
– Essere in metamorfosi costante
– Armonizzarsi all’evoluzione creatrice
Kheper-Kheperou = trasformato dalle sue trasformazioni
Essere ricco in: essere capace di diventare un essere di essenza divina dagli aspetti multipli.
“Faraone è volato via e si è posto sulla testa dello scarabeo che è alla prua della barca che naviga nell’energia primordiale„ (testo dei piramidi),
Come un piccolo insetto può esprimere da solo la complessità della legge del cambiamento nel sottile pensiero egiziano?
Il cambiamento è la legge universale sulla quale si basa la vita. Si manifesta con i ritmi della natura: stagioni, età dell’uomo, ritorno ciclico della piena dei fiumi, alternativa del giorno e della notte. Accettando questi ritmi, ci si iscrive nell’ordine della creazione; rifiutandoli ci si oppone allo svolgimento armonioso della vita.
Qualsiasi cosa è dunque derivata dall’Essere originale, e qualsiasi cosa vi torna, basta sottoporsi a questa regola che gli Egiziani nominano MAAT.
Analogicamente la tradizione cinese dice: “Lo scarabeo rotola la sua palla e nella palla sorge la vita come effetto del lavoro non disperso della sua concentrazione spirituale. Se nel concime un embrione può svilupparsi e spogliare le sue buste, come la dimora del nostro cuore celeste non potrebbe generare anche un corpo, se concentriamo il nostro spirito su di lui?„.
In Egitto e in Cina, lo scarabeo (nominato dai cinesi “pillola di fango”) è percepito come un simbolo solare di resurrezione, che riappare dalla sua decomposizione, e nel libro delle morti egiziano, si vede così il sole nero trasformare la sua “putrefazione„ in vita nuova all’alba, al termine della dodicesima ora della notte. La palla di letame è diventata un’uovo di luce, una luce sorta oscurità… e si ottiene il proverbio alchemico: Il Nero più Nero del Nero finisce per produrre Oro.

Kheperou può essere tradotto “da Qualsiasi cosa vengono ad essere, ed i Cinesi nominano lo scarabeo NÉ WAN, che è NirWana buddista, il luogo o lo stato, in cui si elaborano le più alte realizzazioni dell’essere umano quando entra in contatto con lo spirito divino.
In Masseria, lo scarabeo, di cui Gabriella fu alla nostra epoca l’erede, dovrebbe essere il simbolo del nostro lavoro d’alchimia spirituale. Se gli fu affidato, se appare sull’emblema della nostra Casa, è che ha un ruolo importante da svolgere nelle nostre trasformazioni, un ruolo d’appoggio di meditazione almeno.
Pensiamoci: questo piccolo insetto riesce a cambiare spingendo dinanzi a lui un sole minuscolo di fuoco che è l’immagine del suo divenire, e spingendo nelle sue zampe posteriori la palla nera che contiene le uova, come la nostra Anima, il germe dell’oro filosofico, agente di trasmutazione dell’Essere terrestre in coscienza di luce. Compiere kheperou, è passare da metamorfosi in metamorfosi per raggiungere il cuore della vita, diventare incessantemente un altro pur rimanendo lo stesso. Lo scarabeo è un viaggiatore nobile che avanza in coscienza nelle acque di Nun: “Partorisco me stesso contemporaneamente a Nun, nel mio nome di Kheper e vengo all’esistenza ogni giorno„ (libro delle morti).
Anche Noi spingiamo la nostra palla di materia grezza, nera e nauseabonda, carica delle nostre emozioni, dalla nostra ignoranza e la sua processione di paure, dalle nostre prigioni mentali, ed a forza di rotolarla sul ceppo delle nostre esperienze, con coraggio e perseveranza si può sperare di poter raggiungere la terza fase dell’Opera, prima di ricominciare un nuovo ciclo su una spire più elevato della spirale cosmica. Non si può derogare a questo processo alchemico, ma ci occorre comprendere in coscienza il ruolo della palla nera, il letame che nutrisce la terra/matrice, da cui scaturiranno le giovani piantine del nostro cuore purificato. Ed in questo viaggio che ciascuno di noi intraprende c’è la parola VIA, che sotto intende passo, metodo, dunque anche disavventure, ostacoli, pene ma anche vittorie.
In Egitto la larva è Osiris defunto, la ninfa è Osiris mummificato, e l’insetto Rinato dopo 28 giorni di gestazione (lunare!) è HORus, la luce generata da suo padre.
Ma Scarabeo ci rimette un’altra chiave poiché è anche androgino: in lui il Sole e la Luna coincidono; può volare verso la luce maschile e paterna del sole. Nasconde la sua palla di letame nella terra oscura e femminile, matrice nutritiva.
Come la nostra Anima, tutto è in lui, non ha bisogno di nessuno per realizzarsi, può uscire dalla tomba e volare liberamente verso il cielo e le stelle:
“Lo scarabeo, comprende il principio androgino sotto forma di tessuto del Osiris solare e di Iside lunare che si genera sé. … Tutti due, l’Uroboro e lo scarabeo esprimono la metamorfosi eterna del perpetuo simile a sé stesso„ (J: Macarius 1657)
“Accompagno il circuito dalle acque celesti nella barca di Kheper,
Sono così potente, vivo grazie al fluido SA, quando mi conduce la barca di Kheper,
Mi apre una via, mi apre le porte della terra„ (libro delle morti)
Ecco perché uno scarabeo era posto sul cuore IB, della mummia e degli iniziati. Ma allora questo scarabeo non era più nero ma verde, colore della gioventù, del vigore derivato dalla corrispondenza esatta stabilita tra il cielo e la terra, tra il Macrocosmo e il Microcosmo.
Kheper è il principio delle trasmutazioni incoronate nell’ambito della rete degli scambi energetici, nel circuito eterno delle manifestazioni della vita: cresce, diventa, arriva, evolve, compie, passa, vola verso la sua origine.
In Masseria è il simbolo delle nostre potenzialità e del nostro lavoro.
È Pietra perfetta.
Ma le sue ali sono simbolo di liberazione, di volatilità
È “quello che fu di per sé„, il potere del divenire nascosto in fondo a ciascuno di noi, l’emblema della Masseria tra le due montagne dell’orizzonte di AKHET.
Oltre alla soddisfazione di essere considerato un iniziato dalle potenze celesti, la mia grande gioia è nella conferma dell’amore reciproco fra me ed il Padre, mi sentivo un po’ insicuro e il Padre ha voluto rassicurarmi.
Ma non starò qui a crogiolarmi nell’autocompiacimento, c’e’ molto da fare e più nello spirito che nella materia perciò oltre alle altre cose che sto già facendo aprirò un blog in cui descrivere le mie esperienze in modo che altri che ricercano l’ ascensione possano trovare un orientamento che gli sia utile per iniziare a comprendere, fermo restando che ognuno ha un proprio percorso personale ma anche la Luce di una candela può essere utile in mezzo a queste Tenebre.
Anche perchè come dice Giuliano Falciani : A maggiore conoscenza corrisponde maggiore responsabilità.
O come dice la legge d’ Amra:
Cercatore , la legge di Ermete come quella di AMRA dà obbligo morale di ritrasmettere ciò che hai compreso della via. Ogni volta che porterai un fratello o una sorella sulla via dell’iniziazione, sarai artigiano della grande opera, lavoratore del cammino delle stelle, artigiano dell’opera spirituale che giungerà alla fine del Karma collettivo quanto individuale.
Avevo pensato di chiamarlo “diario di un cercatore del sé divino” ma ora penso sia più consono “ Lo ScarabeoKheper blog”.

11 thoughts on “Lo scarabeo verde smeraldo

  1. Ne ho trovato poco fa uno in casa, una casa che non soffre di frequenti visite di insetti; ho percepito qualcosa di sovrastante al semplice incontro e credendolo morente lo ho posto sul davanzale della finestra e dopo circa un minuto ha cominciato a respirare piu affannosamente, mi ha mostrato i particolari del suo muso stirandosi in lunghezza, mi hamostrato le ali ed è volato fuori di casa. Sono a 8 giorni da una importantissima sentenza penale e attualmente privo della mia libertà e nel bel mezzo di un percorso interiore che nn mi è facile descrivere e definire in quanto ancora libero da orizzonti, quindi molto genuino ed essenziale. Cercare notizie e leggere quanto sopra mi conferma l’eccezionalità di questa visita che in 36 anni non mi era mai capitata, mi ha impressionato da subito e mi ha infuso un ottimismo che non riesco a definire immotivato.

    • Ogni avversità che si incontra nella vita serve a rafforzare la forza di volontà e ad allinearsi al proprio piano di evoluzione stabilito prima della propria incarnazione. non scoraggiarti e affronta le avversità considerandole delle Opportunità di cambiamento, tutto ciò che accade è utile e necessario, il piano è perfetto aldilà delle apparenze.
      Ti saluto e ti benedico infinite volte Oscar.

      • Come il mio ottimismo innato mi faceva presumere il processo e’ andato discretamente bene, anzi prende una forma che mi permetterà di difendere più efficacemente la mia innocenza. Un percorso interiore caratterizzato dal considerare opportunità le vicissitudini anche più gravose e’ sempre stato vivo in me, ma in quest’ultimo tratto di vita si e’ fatto più deciso e mi permette anche di togliere dal foglio quanto messoci in passato, che avrei potuto fare meglio, senza sentirne il distacco…una sorta di completo ricominciare, per alcune cose. Pero’ e’ una fase in cui mi ritrovo a farmi anche domande per le quali non ho risposte; interrogarsi a livello esistenziale e anche superiore sul bene e sul male, sui limiti da porre alle proprie intenzioni, sulla giustezza del cammino che si fa’, sul meritare o meno ed altro ancora lascia più dubbi che certezze la maggior parte delle volte. Sento che questo mi rallenta e a volte nonostante abbia un mare di tempo a disposizione per tanto tempo ancora mi trovo a fare i conti col tempo stesso, perdo la concentrazione e il filo, e tornando a riprenderlo mi trovo a bivi già percorsi e non sempre mi viene semplice riprendere la stessa via di pensiero. Sto cercando una interpretazione della mia emotività che spero mi permetterà di comprendere meglio come mi sto evolvendo anche se il continuo interpretare quelli che io ritengo segnali mi complica il tutto e mi porta su frequenze diverse. Credo di essere stato anche poco chiaro, a differenza tua, comunque grazie per le benedizioni, che contraccambio, e per i buoni consigli.

  2. CIAO… anche a me oggi è venuto a farmi visita uno scarabeo.. bellissimo, mi sembrava sofferente.. ho provato a liberarlo all’esterno ma è rivolato dentro casa.. poi l’ho appoggiato su di un bastone all’esterno e non l’ho più ritrovato… che stesse bene o male sicuramente era giusto non rimanesse chiuso in casa.. in questo periodo dovrei studiare per un concorso molto importante, molto.. ho bisogno di cambiare vita..è tutta la mattina che cerco incoraggiamenti tra video, poesie.. vorrei solo smettere di essere ansiosa e affrontare il presente per cambiare futuro…studiare e invece l’ansia mi pietrifica.. chissà magari quello scarabeo verde e dorato è un piccolo segno…

    • Mina non conosco la tua situazione nel dettaglio ma posso dirti che quando si manifestano sintomi come l’ansia o la preoccupazione forse bisogna fermarsi a riflettere su ciò che si stà facendo, personalmente prima di del mio risveglio conducevo una vita chiusa fra mille obblighi e impegni che poi ho scoperto creati solo da me stesso ed ero profondamente infelice, poi ho scoperto che l’unica cosa che desideravo veramente era dentro di mè e non dovevo cercarla altrove. così ho realizzato la felicità aldilà di tutte le cose, potrei ritrovarmi in qualsiasi condizione fisica o economica e terminare la mia vita così; ma questa incarnazione è stata comunque un successo perchè ho ritrovato una cosa che credevo persa, l’unico vero amore possibile, l’Unità, l’amore del mio papà benedetto.

  3. Stamattina ho avuto l’esperienza di trovare uno scarabeo gigante in bagno..è un periodo di studi e approfondimenti dei maestri moria e altri e canalizzazioni sto avvicinando mi al reiki e alla meditazione..poichè quello che sono o credo di volere mi porta sempre allo stesso punto ho dovuto accettare un cambiamento silenzioso profondo e pieno di dubbi..ovviamente una persona che amo molto ha capito che avevo bisogno di ritrovare prima me stesso e la mia leggerezza e consapevolezza percui mi ha chiesto del tempo..in realtà mi ha voluto regalare un altra cosa preziosa oltre all amore..la possibilità di amare me stesso..quante persone avrebbero il coraggio di rinunciare a qualcuno pur di vederlo felice? Non potevo tirarti indietro..mi sono immerso nella meditazione con buoni risultati..amo ancora quella persona ma sono felice anche senza..ora sto cercando la mia missione e il mondo olistico e bio è entrato nella mia vita come una musica
    che mi accompagna..cambieró lavoro e stile di vita anzi ho già iniziato..a volermi più bene e a volerlo condividere…ho chiesto un segno nella iscurità…non pensavo a questo quando uno scarabeo mi è volato in testa…l’ho tenuto con affetto per un pomeriggio poi l’ho liberato in un Prato perchè potesse portare altri messaggi e le sue pallone di cacca dove vuole..grazie per il tuo blog mi ha spiegato molte cose.ferdi

    • Grazie a te Ferdi, prendi ciò che ti necessità da questo blog ma ricorda che il percorso è il tuo, lavora sopratutto su te stesso e segui le tue intuizioni.

  4. Ciao è piu di un mese che trovo scarebei nella mia casa! Sono stata in vacanza con la mia famiglia e dopo una sett di casa chiusa da finestre e tapparelle sono rientrata e ne ho trovati due dentro, ripartita x la seconda sett e tornata oggi e chiuso come al solito , ne ho trovato un altro! Sono entrata in internet a capire un po cosa può essere successo e xche queste visite! L unica cosa che ho capito che lo scarebeo è un simbolo Egizio di resurezione e fortuna! Ma nn capisco come mai la mia casa chiusa e loro sono dentro!
    buona serata a tutti

  5. Ciao. Ho trovato il tuo blog perchè incuriosito da una visita di uno scarabeo stupendo, verde dai colori cangianti. Ero al balcone quando lo vedo volare a poca distanza da me, incuriosito e spaventato allo stesso tempo rientro in casa e chiudo il balcone. E lo vedo danzare davanti ai miei occhi. Poi c’è un momento in cui svolazza proprio davanti al vetro come per entrare. E’ stato strano, magico, diverso… Avevo letto tempo fa che gli incontri con gli animali non sono mai casuali e quindi ho voluto approfondire. Sono contento di aver trovato il tuo blog, questo articolo mi ha tranquillizzato e dato nuova forza.
    Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.