Sapone Ecologico

Sapone Ecologico

Sapone EcologicoNel sapone come nel cibo che consumiamo ogni giorno sono presenti varie sostanze nocive per la nostra salute( link: Pericoli nascosti nell igiene ) ma oltre a queste possiamo trovare ingredienti pessimi da un punto di vista ecologico, uno fra questi l’olio di palma che nei prodotti per l’igiene prende il nome di sodium palmate e sodium palm kernelate.

Sulla nocività dell’olio di palma per l’ambiente si è scritto molto, è quindi opportuno che vigiliate sugli ingredienti presenti nei vostri prodotti per l’igiene, ecco una buona analisi dei principali componenti dei saponi in commercio:

Non sempre tutto quello che è in panetto solido, nonostante lo chiamiamo “sapone” lo è davvero.

Partiamo da dire cos’è il sapone: è il prodotto di una reazione chimica, in cui si mettono insieme grassi di vario genere, sempre naturali, e una base forte.
Di solito si usa la soda caustica: da questa si ottiene un sapone solido, più o meno duro a seconda dell’olio di partenza. Se si usa la potassa il sapone viene molle, e si può diluire in acqua (cosa che coi saponi saponificati con soda non è fattibile, perché tende a gelificare senza mai risultare liquido).

Il pH del sapone è sempre basico, quindi non adatto alla pelle. Ma considerando che comunque a contatto coi sali dell’acqua risulta non troppo sgrassante, e che la pelle dopo il risciacquo tampona questo sballo di pH abbastanza velocemente, si può usare senza problemi.

Sapone Ecologico Come riconoscerlo?

in invi troveremo SODIUM + nome dell’olio o del grasso che finisce in -ATE
quindi:
sodium olivate: sapone da olio di oliva;
sodium palmate: da olio di palma;
sodium palm kernelate: da olio di palmisto;
sodium cocoate: da olio di cocco
sodium tallowate: da sego bovino

Se cercate il vero Aleppo, deve essere sodium olivate + laurus nobilis
Se cercate il vero Marsiglia, non ci deve essere sodium tallowate, ma sodium olivate e al limite sodium cocoate;
se cercate il vero Marsiglia liquido, sarà potassium olivate, acqua e pochi altri ingredienti.

Il sapone ha anche bisogno di un sequestrante che ne impedisca l’irrancidimento; di solito viene usato l’inquinante tetrasodium EDTA, preferite il disodium etidronate che è approvato dal biodizionario.

Se il produttore ha fatto da sé il sapone, metterà in inci il nome dell’olio in latino + sodium hydroxide (es: olea europaea, sodium hydroxyde); se il produttore ha comprato pasta di sapone pronta da un saponificio, metterà il nome del sapone (es: sodium olivate)

Quando in mezzo al vostro panetto ci sono anche sodium lauryl sulfate, cocamide DEA o similari la cosa non è più un sapone, ma un syndet (detergente sintetico). Ha pH compatibile con la pelle, ma risulta molto più aggressivo e sgrassante, quindi sarebbe meglio evitarlo.

Link: Come riconoscere un- lola.mondoweb.net

Essendo un consumatore dei prodotti della linea “Winni’s naturel”, prodotti che del rispetto dell’ambiente e della salute del consumatore fanno una priorità, mi sono accorto con sorpresa che il componente principale del mio sapone era l’olio di palma, ho perciò scritto al responsabile dei contatti con il pubblico della Winni’s per ricevere dei chiarimenti.

Sapone Ecologico 717Ecco la mail e la risposta che ho ottenuto:

Sono un consumatore dei vostri prodotti per l’igiene e per la pulizia della casa e apprezzo la vostra politica riguardo all’ambiente ma devo fare presente che il vostro prodotto sapone di Marsiglia” ( che utilizzo abitualmente) ha fra i suoi componenti sodium palmate e palm kernelate, ossia olio di palma e di palmistro due prodotti che contribuiscono alla distruzione delle foreste specialmente nel sud-est asiatico, esiste olio di palma certificato che non proviene da zone deforestate se fosse utilizzato nei vostri prodotti sarebbe bene aggiungerlo nelle indicazioni sulla confezione.

Spero in una vostra risposta chiarificatrice, vi saluto e vi ringrazio.

Risposta del responsabile winni’s:

Buongiorno, prima di tutto la ringrazio per l’ apprezzamento e l’ interesse dimostrato verso i nostri prodotti. Ci fa molto piacere che i nostri consumatori interagiscano con noi e che condividano con noi la nostra filosofia verde di rispetto per l’ ambiente e per la salute. In più per migliorare giorno dopo giorno i nostri prodotti e per comunicare in maniera chiara con i nostri consumatori questa sua indicazione credo ci sarà molto utile.

Il tema della deforestazione ci sta molto a cuore e non vogliamo essere certamente noi a partecipare a questi atti che vanno a scontrarsi con tutti i nostri principi.

A tal proposito le comunico che i nostri fornitori di derivati di olio di palma partecipano tutti al RSPO ( Roundtable on Sustainable Palm Oil ) che certifica quali sono le aziende che hanno aderito alla Tavola rotonda per la produzione di olio da palma in modo sostenibile, cioè senza deforestazione.

Molto utile il consiglio di inserirlo sul cartoncino!

GRAZIE,UN SALUTO.

Matteo Morsiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.