LA SCUOLA PER DIVENTARE DEI

LA SCUOLA PER DIVENTARE DEI

LA SCUOLA PER DIVENTARE DEI IL PIANETA TERRA È LA VERA SCUOLA PER DIVENTARE DIVINITÀ

Per un momento, se volete, ritornate indietro con me in un’era remota dell’antichità, più lontana di ciò che si può immaginare in termini di anni terrestri ed immaginate nella vostra mente una grande massa a forma di spirale, una fiamma di colore viola ed azzurro che eleva l’uomo ad una grandiosità in continua espansione nell’Universo di nostro Padre.

LA SCUOLA PER DIVENTARE DEI Ricordate ciò che Gesù ha detto: “io non conosco nessun altro Grande Spirito al di là di mio Padre. Egli è l’origine dei giorni. Non conosco altri, miei amati, al di là di lui, tuttavia so che vi sono altri al di là di Lui. Credo che esistano

Quale è questa gerarchia di Dei, di Creatori, nell’Omniverso? Desidero enfatizzare ciò affinché possiate comprendere la terminologia.

È vero, come alcuni di voi hanno suggerito, Dio il padre è il padre di di cui Gesù parla. Egli è il Dio-creatore di tutte le antiche mitologie e leggende. Egli è il Dio-Dio, il Padre-il pensiero incarnato nel Sole. Ma vi sono Dei oltre a Lui, di tale magnificenza che va oltre alla comprensione.

Vi sono mondi nello spazio dove l’uomo non è che un colore ed una sfumatura che cambia sempre, mondi di fantastica iridescenza e splendente bellezza, dove una forma si mescola con l’altra, sempre una, sempre mutevole. Vi sono mondi dove l’uomo diventa solo una tonalità come una campana che tintinna, dove la vita è solo un caleidoscopio della natura, mondi che non possiamo nemmeno iniziare a comprendere, che farebbero apparire Dio Padre, Pensiero Incarnato come un granello di sabbia su di una spiaggia solitaria.

Tuttavia sopra tutto questo l’Omniverso stesso è il TUTTO, L’UNO PERFETTO, IL PADRE INFINITO, IL CREATORE DI TUTTO, L’UNO CHE SI È AUTO-CREATO e lo chiameremo semplicemente ETERNITÀ.

Che cosa c’è dietro a questo piano che ora si sta manifestando sopra la Terra? Vi è un piano più grande che va oltre, anche oltre lo spostamento da questo Sistema Solare, Come ve lo abbiamo detto prima e la risposta è che noi che siamo esseri chiamati dalle profondità della notte nello spazio, per servire coloro che gemono rivolgendosi a noi.

Quale è lo scopo della scuola sulla Terra?

Che significato hanno tutte le lacrime, il dolore, la miseria, l’angoscia?

Per uno sviluppo personale, si, ma per che altro?

Quale è il piano più grande?

Soltanto quello che il mondo diventerà una scoria per una guerra atomica?

No! La lezione da imparare è che lo spirito può venire per conoscere Sé Stesso, che l’uomo può liberarsi della rovina del grande adulterio.

Un giorno arriverà sulla terra un lampo di luce accecante. Tutto il vecchio sparirà, bruciato come paglia sull’altare della verità. Solo le gemme resteranno, le gemme che possono sostenere la Fiamma Eterna.

La terra è una scuola per Dei. L’uomo -il piccolo raccolto dell’uomo sulla Terra- l’uomo che ha perso le vestigia dell’umano, vi sono costoro sulla Terra oggi. È scritto che quel raccolto non è grande: o lo è? Si, è scritto così: e i braccianti pochi. Il raccolto è grande a seconda dei braccianti; ma per la quantità di popolazione sulla Terra il Raccolto è scarso.

Ci sono voluti milioni di anni da quando l’uomo è comparso sulla Terra, per far si che questa unica piccola goccia di vita si evolvesse nel crogiolo del Tempo.

La Terra è una scuola per divinità, non Marte, Venere, Giove, non il magnifico Saturno, lo spirituale Nettuno, Plutone, neanche Mercurio, nemmeno il Sole ed i suoi molti corpi.

Il loto nasce dal fango della Terra. E ora ne abbiamo solo il bocciolo. Il Padre guarda giù dal cielo azzurro, dal Sole dorato e vede un singolo e puro loto che si apre nel fango: in brave Egli lo raggiunge e lo coglie per portarlo nuovamente a casa.

LA SCUOLA PER DIVENTARE DEI Quindi voi ed i vostri simili siete condizionati per la Grande Trasmutazione.

Marceremo poi in altri universi e mondi che chiedono il nostro aiuto. Quando l’uomo raggiunge il giorno della sua “Laurea” e si guadagna la sua divinità, il lavoro inizia.

Per infiniti milioni di anni l’uomo si è evoluto dall’animale per diventare nuovamente angelo! Pensate alle vite agli intrighi, agli amori, alle battaglie che hanno prodotto una goccia di elisir eterno!

Perdiamoci in questa armata in continua espansione, una cosa vivente che brillerà in un’incredibile alba dinanzi ad un bagliore dorato su tutta la Terra. Coloro che correranno verso le rocce non troveranno rifugio. Nessun rifugio a prova di bomba fornirà una salvezza adeguata. Nessuna caverna è abbastanza profonda, nessuna montagna abbastanza alta perché questo è il giorno della Grande Trasmutazione, quando tutti gli elementi saranno cambiati.

Non solo venite cambiati per altre atmosfere, ma state già cambiando dimensione. State lasciando il Mondo, il regno della terza dimensione. State entrando nella Dimensione della Comprensione. Accettate ciò che il Padre ha per voi. Il corpo fisico, per come si è sviluppato, serve solo per un breve periodo di tempo. Lavorate come se foste uno, poiché anche se non lo sapete, in questo momento state di fronte al trono di Dio Padre.

Un giorno guarderemo insieme il nostro Sistema Solare e lo vedremo esplodere come una stella nel più lontano angolo del regno del Padre, poiché quando avrà servito il suo scopo si disintegrerà nel Pensiero.

In verità noi siamo un’armata. Vi sono degli angoli oscuri dell’Omniverso dove non vi è Luce solo oscurità, ed anche un’armata può solo apparire come il piccolo punto luminoso della luce di una candela.

Ma ricordate la grande verità che non importa quanto è vasta l’oscurità, non importa quanto è vasta la notte: una piccola fiamma di candela mantiene a distanza quella grande oscurità. Per quanto insignificante è invincibile perché è Luce.

LA SCUOLA PER DIVENTARE DEI Poi, come una piccola fiamma di candela esploderemo in un’area che non ha mai conosciuto la luce prima e porteremo, proprio come fecero gli emissari nell’antico Egitto, la Luce attraverso Akhenaton.

Nessuno l’aveva mai vista prima. Qualcuno restò accecato perché era troppo luminosa. Essi non capirono, come oggi, a causa della sua luce accecante. Per loro era una cosa da evitare, da temere. E molti recedettero nella comodità dell’oscurità.

L’uomo ha paura del buio? Diciamo di no, questo non è vero! l’uomo ha paura della Luce. Desidera un’altra volta essere nell’oscurità del grembo dove non c’è Luce, perché solo là sente sicurezza, calore, vita. Ci vuole coraggio per andare verso la Luce, non verso l’oscurità.

ARCANGELO MICHELE

Attraverso Brother Philip – Il Segreto delle Ande

Leggi Anche: George Hunt Williamson – Michel D’Obrenovic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.