HOWLITE

Galleria

This gallery contains 4 photos.

HOWLITE BOROSILICATO IDRATO DI CALCIO GRUPPO: trimetrico SISTEMA: monoclino COLORE: bianco con venature grigie e nere, ma anche incolore LUCENTEZZA: da terrosa a polverosa a subvitrea TRASPARENZA: da opaca a traslucida GENESI: é un minerale secondario, tipico di ambienti aridi come i depositi evaporitici continentali CHAKRA: 7°- Chakra della corona La pietra howlite, deve il suo nome a Henry How, … Continue reading

NEBULA STONE

Galleria

This gallery contains 5 photos.

NEBULA STONE COMPOSIZIONE: quarzo, anortoclasio, riebeckite, egirina CRISTALLIZZAZIONE: sistema prevalentemente trigonale FAMIGLIA: quarzi COLORI: fondo verde scuro/nero con orbite a spirale verdi chiare CHAKRA: 4° – centro del cuore, da utilizzare alla base dello sterno (ma ad un ottava superiore di vibrazione) FISICO: Pelle – sistema nervoso – reni – cellule – memoria. Favorisce la memoria, richiama le informazioni all’interno … Continue reading

Opale Bianco

Galleria

This gallery contains 4 photos.

Opale Bianco Descrizione Biossido di silicio + acqua dal 3% al 10% Cristallizzazione: sistema amorfo Famiglia:quarzi Classe minerale: ossidi. Formula chimica: SiO2 + H2O + Ca, Mg (calcio e manganese), colore: bianco, iridescente L’opale è un ossido di silicio idrato e può contenere fino al 20% di acqua. Il tipico fenomeno di rifrazione d’iridescenza detto opalescenza è dovuto all’interferenza della … Continue reading

Sodalite

Galleria

This gallery contains 3 photos.

Sodalite Descrizione: Classe minerale: tettosilicati. Formula chimica: Na8 [Cl2/AlSiO4)6] + Be, K, Mg Cristallizzazione: sistema cubico Elemento: Acqua l’elemento acqua riguarda la sfera delle emozioni e della femminilità (amore, guarigione, compassione, riconciliazione, intuizione). Chakra: Quinto Chakra Vishudda (“Gola”) e Sesto Chakra Ajna (“Fronte o Terzo Occhio”) La sodalite è un silicato di cloro, alluminio e sodio che si forma principalmente … Continue reading

Quarzo Fumè

Galleria

This gallery contains 2 photos.

Quarzo Fumè Classe minerale: ossidi, gruppo dei quarzi;  Formula chimica: SiO2 + (Al, Li, Na) Biossido di silicio con tracce di alluminio e litio Sistema cristallino: trigonale;  Processo litogenetico: primario Colore: bruno trasparente, bruno scuro; i più scuri sono detti ‘morioni’ La pietra quarzo fumè prende il colore da fonti naturali di radioattività, che sono vicino a dove si formano … Continue reading

ELIOTROPIO

Galleria

This gallery contains 2 photos.

ELIOTROPIO Eliotropio Caratteristiche Noto fin dall’antichità è anche chiamato Diaspro Sanguigno. Essendo un Diaspro la sua struttura cristallina è trigonale. Nell’antichità gli venivano attribuiti poteri magici e mistici grazie alla sua capacità di influenzare il tempo, di scacciare sia la negatività che il male e indirizzare le energie spirituali; Esso espande la creatività e l’intuizione, ma contemporaneamente è una pietra … Continue reading

Tectite

Galleria

Tectite Cristallizzazione: sistema amorfo Colori: nero denso Chakra: 1°-centro della radice Anima: la tectite stimola la consapevolezza che siamo frutto di una mescolanza di Spirito e Materia; in questo modo, incita la riscoperta della nostra natura spirituale Subconscio: modifica il modo con il quale ci approcciamo verso l’esterno, ritoccando le priorità Sfera mentale: limita l’eccessivo attaccamento alle cose materiali, al … Continue reading

DIAMANTINO DI HERKIMER

Galleria

This gallery contains 2 photos.

DIAMANTINO DI HERKIMER Il diamantino di Herkimer è un quarzo biterminato (che presenta una punta a ciascuna estremità) che si ricava solo dalle miniere della cittadina di Herkimer, in USA; il nome “diamantino” non vuole significare che questo minerale sia imparentato con il diamante ma indica che la notevole luminosità che lo caratterizza è paragonabile a quella della pietra più … Continue reading

Quarzo rosa

Immagine

Quarzo rosa

burattato quarzo rosaOggetti in quarzo rosa ritrovati in Mesopotamia risalgono al 6000 a.C, gioielli di quarzo rosa erano realizzati dagli Assiri durante l’arco temporale del 800 – 600 a.C., si ritiene che gli Assiri e Romani furono i primi a utilizzare questa pietra come oggettistica ai fini esoterici o di divinazione. I Romani lo utilizzavano anche per fare sigilli come un segno di proprietà, gli Egizi credevano che se indossato, il quarzo rosa avrebbe impedito l’invecchiamento.

Il quarzo rosa lavora a stretto contatto con il Chakra del Cuore, viene infatti denominata la Pietra del Cuore: il quarzo rosa rappresenta l’amore, la bellezza, la pace, e il perdono. E’ una pietra dolce, gentile, una pietra calmante che scalda il centro del nostro cuore. E’ in grado di bilanciare le nostre emozioni, dando così la pace interiore e l’armonia. L’energia del quarzo rosa è tra le più rilassanti e favorisce l’empatia, la riconciliazione e il perdono degli altri.

Il quarzo rosa è in grado di ridurre lo stress e la tensione nel cuore, eliminare la rabbia, la gelosia e risentimento negli altri, e allevia dai problemi cardiaci e di disagio connessi alla detenzione a tali emozioni negative in noi

Quarzo rosa descrizione :

Classe minerale: ossidi, gruppo dei quarzi.

Formula chimica: SiO2 + Na, Al, Fe, Ti + (Ca, Mg, Mn)

Il quarzo rosa è un quarzo contenente biossido di silicio che si forma nelle rocce pegmatitiche. In generale traslucido, di colore rosa pallido, presenta una lucentezza vitrea e un’ottima diffusione della luce

Quarzo rosa Proprietà : Quarto chakra Anahata (“Cuore”)

Anima: il quarzo rosa rende evidente che la fonte suprema dell’Amore va ricercata nel profondo del Sé Superiore, cioè di quella parte dell’essere umano che rimane costantemente unita alla Fonte; esorta quindi a sperimentare l’Amore Incondizionato, anzitutto verso se stessi e quindi nei confronti degli altri; rende evidente che l’UNICO modo per sperimentare il vero amore è quello di praticare il PERDONO, anzitutto nei confronti di se stessi e poi di chi ci ha fatto del male

Subconscio: mette nella giusta prospettiva il vero significato dell’amore umano: la condivisione di un sentimento che nutre reciprocamente in modo puro e facilita la maturazione dei talenti in entrambi; permette l’abbandono dello schema inconscio (sbagliato) per il quale si ricerca in un’altra persona il sostegno, la fiducia e la tenerezza che non riusciamo a trovare in noi stessi e a lui/lei si richiede di guarire le ferite che ci sono state inferte, di lenire le sofferenze e di riempire i propri vuoti interiori. Il quarzo rosa ci spinge a capire che questo lavoro di guarigione spetta a noi, non possiamo delegarlo alla persona amata così come lui/lei non può delegare la sua autoguarigione a noi.

Sfera mentale: ispira il perdono per le proprie debolezze e deficienze e così rende più semplice tollerare le insufficienze del prossimo, facilitando il perdono di chi ci ha fatto soffrire (unico modo per aprire di nuovo il cuore all’amore)

Sfera emotiva: aiuta ad amare senza paura; allevia il dolore delle ferite da mancanza d’amore, mitigando la paura, il senso di solitudine e di indegnità dei non amati; genera atteggiamenti improntati a maggior sensibilità, dolcezza e tenerezza; infonde quella pace interiore e quella gioia di vivere che solo l’amore sa apportare

Corpo: il quarzo rosa svolge funzione cardioprotettiva soprattutto per le malattie di tipo psicosomatico; rigenera i tessuti lesionati; agisce in caso di emorroidi e stitichezza; previene l’invecchiamento cutaneo.

Dei quarzi rosa e delle sodaliti di “seconda scelta” che ho recentemente acquistato, saranno di seconda scelta per i commercianti ma per me sono bellissimi.Quarzo rosaUna degna sistemazione per loro.IMG_0385

Onice

Galleria

This gallery contains 4 photos.

Onice Tra le Pietre Nere quella di maggior simbolismo è l’onice. Considerata sacra dalla Tradizione, è un tipo di agata completamente nera e rappresenta la dimensione che è oltre la vita terrena. Il suo colore nero assorbe tutto il resto nel suo abisso di oscurità, così come lo spazio senza sole o senza stelle, concentra ed emana il potere dell’Unità … Continue reading

Il mio Chembuster Beeswax

Immagine

Il mio Chembuster Beeswax

Il mio Chembuster BeeswaxHo cominciato a interessarmi alle scie chimiche circa 2 anni fa, durante il mio lavoro notavo questi aerei che passavano e ripassavano sopra la mia testa e le strane nuvole che si formavano, la sera mi trovavo poi a sputare catarro pieno di una polvere finissima, tramite i video di YouTube capii di cosa si trattava e che pericolo fossero le scie chimiche per la salute.

Cosa sono le scie chimiche: Clima e scie chimiche pdf.

Ho sempre detestato questa pratica e tramite il sostegno ad alcuni siti che la denunciavano e la divulgazione ho cercato di fare qualcosa contro di essa, ma ciò era troppo poco per me, poi un mese fa circa ho poi scoperto il blog di Marek Sheran aka Matteo Marcucci: Orgonite NaturalOrgonite e finalmento ho realizzato che potevo fare di più e cosi’ ho costruito il mio chembuster personale alla cera d’api.

I componenti non sono stati difficili da reperire tranne la cera d’api che poi ho acquistato da un apicoltore di Muzzana per 40 euro, poi la graniglia di quarzo per acquari per 7 euro, una lampada di Selenite come cristallo laser centrale altri 40 euro, un sacchetto di cristalli di sale hymalayano per 5 euro, 12 cristalli di quarzo ialino per 18 euro, una confezione di lumini tealights per 2 euro, i metalli invece li ho recuperati gratis dall’ecopiazzola del mio comune, in tutto una spesa di 120 euro circa.

Per tutte le fasi della costruzione del chembuster mi sono avvalso del metodo dell’intuizione radiestetica in caso di dubbio, mi era stato consigliato di utilizzare cristalli di Agata del Bostwana, Ambra e Zirconi ma per il loro costo troppo elevato ho rinunciato, purtroppo, il loro utilizzo avrebbe aumentato la potenza del chembuster del 50%.

Il lavoro è durato circa 6 ore a causa dei tempi di liquefazione e raffreddamento della cera.

Ora vi illustro il procedimento passo passo con l’aiuto delle fotografie che ho scattato:

Mettere a sciogliere un bel po’ di cera con il metodo bagnomaria ( è importante usare materiale organico come cera d’api o vegetale di Sego e non i lumini da cimitero che sono prodotti con il petrolio)IMG_0336Versare la cera sul fondo del contenitore che abbaiamo scelto di utilizzare ( un vaso da fiori nel mio caso) , circa 1 cm di spessore di cera e lasciarlo indurire.

Sistemare il cristallo laser al centro della struttura (io sotto ho inserito un disco metallico di peltro=argento+stagno)IMG_0332Intorno al cristallo laser disporre 4 quarzi ialini e quattro cristalli di sale rosa contenuti nelle coppette di alluminio dei tealights ( la cera dei tealights si può mescolare a quella d’api ma in piccola quantità ) coprire tutto con pezzetti di rame, alluminio, ottone, peltro, trucioli di ferro e una spolverata di graniglia di quarzo per acquari cercando di tenere lo spessore basso per non consumare troppa cera per ricoprire il tutto.IMG_0335Coprire tutto con la cera e lasciarlo indurire (mentre fate queste operazioni mettete sempre altra cera a sciogliere per guadagnare tempo).Il mio Chembuster Beeswax 337Versare un altro cm di cera e lasciarlo indurire.Il mio Chembuster Beeswax 334Disporre un nuovo strato di cristalli, metallo e graniglia di quarzo, coprirlo con la cera e lasciarlo indurire.Il mio Chembuster Beeswax 338Versare un altro cm di cera e lasciarlo indurire.IMG_0339Disporre l’ultimo strato di cristalli, metallo e graniglia di quarzo, coprirlo con tutta la cera rimasta e lasciarlo indurire e voilà il chembuster è pronto e funzionante.

Importante è attivare il dispositivo, questo potete farlo infondendogli un po’ della vostra energia personale con una preghiera, con la rotazione del pendolo o solamente con il vostro Intento.

Il mio Chembuster Beeswax 2Sul chembuster da me realizzato ho misurato una vibrazione molto elevata, circa 92000 bovis per cui è consigliabile non tenerlo in casa ma ad una distanza di tre metri almeno,( sul terrazzo o nel giardino di casa è una distanza sufficiente,tenerlo sotto al proprio letto è meglio di no ), un chembuster di questo tipo offre  copertura su di una circonferenza di 4,7 km di raggio.

Il chembuster se poniamo 100% la quantità di Dor nell’atmosfera è in grado di convertirne in Or il 37%.Con 3 chembuster posti nella stessa area siamo in grado di convertire quasi il 100% del Dor presente.In sostanza è il Dor a tenere unite le scie chimiche eliminandolo le scie si disuniscono disperdendosi.

Vi accorgerete da subito guardando il cielo che le scie non si formano più, sembra che una gomma da cancellare invisibile le cancelli appena gli aerei le emettono, mentre quando gli aerei escono dal raggio di azione del chembuster le scie ricompaiono.

Il Cielo diventerà di un azzurro che non si vedeva da tempo e l’energia Dor catturata dal chembuster verrà convertita al suolo in benefico Or rivitalizzando piante, animali e persone nel suo raggio di azione.

Dopo qualche giorno di buco atmosferico ho notato una attività frenetica da parte degli “sciatori” anche 6-7 aerei in contemporanea a seminare polvere di metallo ma con nessun risultato, fa piacere pensare che mentre loro spendono centinaia di milioni euro per ingegnerizzare il clima con le scie noi con 120 euro circa possiamo metterli sotto scacco, almeno nei cieli della nostra città.

Spero che dopo aver letto questo articolo qualcuno si senta stimolato a costruirsi il suo Chembuster personale o ad acquistarlo da Matteo Marcucci.

Grotta dei Cristalli di Naica

Immagine

 Grotta dei Cristalli di Naica

Grotta dei Cristalli di Naica 6La miniera di Naica fu scoperta da cercatori d’oro nel 1794 a sud della città di Chihuahua, che trovarono una vena d’argento alla base di una serie di colline chiamate Naica dagli indiani Tarahumara, Naica nella lingua Tarahumara sembra voler dire “un posto ombreggiato”, forse qui in un piccolo canyon c’era un boschetto di alberi nascosto.

Durante la rivoluzione messicana la miniera produceva una notevole quantità di ricchezza, le truppe rivoluzionarie entrarono in città e taglieggiarono i proprietari, uno di loro fu assassinato quando si rifiutò di pagare, causando cosi la chiusura della miniera dal 1911 al 1922, poco prima della chiusura fu scoperta a 400 metri di profondità la famosa Grotta delle Spade. 

Grotta dei Cristalli di Naica lQuesta è una grotta affascinante da visitare, ci sono così tanti cristalli su una delle pareti da sembrare un reef subacqueo, a causa degli incredibili cristalli si è deciso di cercare di preservare questa grotta, mentre molti dei cristalli sono stati asportati.

Grotta dei Cristalli di Naica ckNell’aprile del 2000, fratelli Juan e Pedro Sanchez cercando di perforare un nuovo tunnel hanno fatto una scoperta davvero spettacolare, due caverne riempite di cristalli fra i più grandi mai ritrovati, capito che avevano scoperto un tesoro naturale hanno immediatamente informato il tecnico in carica Ing. Gonzalez che ha rapidamente ridiretto il tunnel.

 

Dal 2006 le grotte sono state prosciugate dall’acqua rivelando i giganteschi cristalli di selenite creati dalla stessa acqua carica di minerali che sottoposta alle temperature e alle pressioni della faglia di Naica ha formato queste strutture interamente naturali che però non sono facilmente spiegabili dalla scienza.

Grotta dei Cristalli di Naica 3La Selenite, il cristallo di gesso, deve il suo nome della dea greca della luna a causa della sua morbida luce bianca, si dice che abbia molti benefici metafisici e di guarigione. Polvere di selenite è stato utilizzata per migliaia di anni per migliorare la propria bellezza naturale, questo cristallo assiste la concentrazione mentale, crescita, fortuna, immunità e lenisce le emozioni. 

Video: Viaggio nella Grotta dei Cristalli di Naica (Avi – YouTube)

LA SELENITE

Galleria

This gallery contains 4 photos.

LA SELENITE La selenite “pietra di Luna”, deve il suo nome dal greco “selenites”, dal nome della dea greca della luna Selene, non confondetela però con la Pietra di Luna, un altro tipo di cristallo. La pietra selenite è la pietra della tranquillità, dona una vibrazione molto alta, ed è capace di infondere chiarezza mentale e un profondo senso di … Continue reading

IL Sale Himalayano

Galleria

This gallery contains 5 photos.

IL Sale Himalayano Il Sale è un prezioso elemento minerale che permette all’acqua di effettuare la conducibilità elettrica nel nostro organismo ma è anche un potentissimo veleno di cui l’uomo fa un uso improprio, infatti il 93% della produzione mondiale di sale viene utilizzato per scopi industriali, per diversi processi chimici come per esempio per la produzione di vernici  serve … Continue reading

Ematite

Galleria

This gallery contains 3 photos.

Ematite Il nome ematite significa “pietra del sangue”: infatti in greco Haima significa “sangue”. Era già impiegata a fini terapeutici dell’antico Egitto e presso i Babilonesi per stimolare la produzione del sangue e accelerarne la coagulazione, e così anche nel Medioevo. I cristalli assumono a volte l’aspetto di un fiore metallico, tanto da avere il nome popolare di “rosa di … Continue reading

Pietre e minerali : grezze o lavorate?

Galleria

This gallery contains 1 photo.

Ecco un articolo pubblicato da Marju sul suo sito in cui parla del suo amore per il mondo minerale e i cristalli in particolare,  questo articolo mi è piaciuto molto perchè dà una idea di cosa significa empatia, cioè essere in sintonia con tutto ciò che vive e cosi’ ho deciso di riproporlo qui: Pietre e minerali: grezze o lavorate? … Continue reading

SHUNGITE

Galleria

This gallery contains 2 photos.

SHUNGITE La shungite proviene esclusivamente dalla Russia Settentrionale, precisamente dalla Carelia, dalla regione del lago Onega chiamata Shung (da qui il nome della pietra). La shungite è utilizzata da secoli dalle popolazioni locali per vari scopi terapeutici; la nonna dello Zar Pietro Primo, durante il sedicesimo secolo sosteneva di essere stata curata completamente dalla sua infertilità semplicemente bagnandosi in una … Continue reading

I CRISTALLI

Galleria

This gallery contains 9 photos.

I CRISTALLI I cristalli sono la più alta espressione del mondo minerale, un minerale può al massimo divenire cristallo per poi salire al secondo stato il regno vegetale, perciò è necessario quando si decide di utilizzarli averne il massimo rispetto e non considerarli come delle “cose” ma come esseri viventi aventi una forma diversa dalla nostra. Se un cristallo viene … Continue reading

Chakras

Galleria

This gallery contains 3 photos.

 Chakras Il nostro corpo è un biocomputer che funzione grazie all’energia dell’ universo, il modo in cui questa energia viene distribuita è il sistema dei chakras.Chakra e’ una parola  Sanscrita il cui significato e’ ruota o disco e indica uno dei sette centri di base di energia nel corpo umano. Ciascuno di questi centri e’ connesso, a livello di energie … Continue reading