Benefici del Pianto

Benefici del Pianto

Benefici del Pianto 002Come Piangere e Sfogare le Emozioni

Quanto tempo è passato da quando hai fatto l’ultimo pianto bello e liberatorio? Piangere, in realtà, ti fa subito sentire meglio, perché è il modo in cui l’organismo si libera dello stress. Tuttavia, se sono passati mesi o addirittura anni da quando hai pianto l’ultima volta, può essere difficile ricordare come iniziare. Recati in un posto tranquillo, allontana le distrazioni e concediti di vivere profondamente le emozioni per metterti nel giusto stato d’animo. Continua a leggere per imparare quali tecniche aiuteranno le tue lacrime a scorrere liberamente.

Sentirsi a Proprio Agio Piangendo

Dimentica tutto ciò che hai imparato sul pianto. Ti hanno insegnato che chi è coraggioso non piange? Le persone che sono state educate a trattenere le emozioni da adulte hanno molte difficoltà a esprimerle. Eppure, il pianto è una parte necessaria della vita che, in realtà, favorisce una buona salute mentale. Piangere può essere un’espressione di tristezza, dolore, paura, gioia o semplicemente emozione pura ed è un modo sano e naturale di liberare le emozioni che attraversano il corpo.

Benefici del Pianto 728px-Cry-and-Let-It-All-Out-Step-3-Version-4Gli uomini tendono ad avere più problemi a lasciarsi andare alle emozioni rispetto alle donne, soprattutto perché sono sempre stati abituati ed educati a non manifestare i propri sentimenti. Tuttavia, piangere è naturale tanto per gli uomini quanto per le donne, anche se i primi lo fanno con meno frequenza. Sia i maschi che le femmine piangono indifferentemente le stesse volte fino all’età di 12 anni. Quando diventano adulti, però, in media gli uomini piangono 7 volte l’anno, mentre le donne 47 volte. Piangere non è affatto un segno di debolezza. È solo un’espressione emotiva che non ha nulla a che fare con il processo decisionale. Puoi comunque intraprendere azioni coraggiose, anche se prima piangi. A dire il vero, il pianto aiuta a elaborare le emozioni e a pensare in maniera più chiara in merito al problema che hai di fronte.

Al contrario di quello che potresti avere sentito, il pianto non è una prerogativa dei bambini. Questi ultimi sono più propensi a piangere perché non hanno ancora interiorizzato l’idea che il pianto sia una cosa “sbagliata”. Tuttavia, tale necessità non sparisce quando si cresce.

Valuta i benefici del pianto.

Benefici del Pianto 728px-Cry-and-Let-It-All-Out-Step-2-Version-4Piangere è un modo in cui le persone allentano la tensione emotiva. Si tratta di una funzione corporale piuttosto naturale che si attiva in conseguenza delle emozioni che si provano e che occorre sfogare. È interessante notare che gli esseri umani sono gli unici mammiferi che producono lacrime per esprimere le proprie emozioni. Piangere, in realtà, è un meccanismo di sopravvivenza che ci aiuta nei seguenti modi:

Allevia lo stress e abbassa la pressione sanguigna. Nel corso del tempo è probabile che uno stress intenso e la pressione alta causino gravi problemi di salute, perciò il pianto aiuta a limitarli almeno in parte.

È un modo per eliminare le tossine che si accumulano quando sei arrabbiato. Alcune sostanze chimiche si accumulano nell’organismo in caso di stress. Piangere aiuta a espellerle attraverso le lacrime, soprattutto nelle lacrime di commozione, a differenza di quelle causate dall’irritazione.

Migliora lo stato d’animo subito dopo. Non si tratta solo di una convinzione, ma è proprio un fatto scientifico. Quando piangi, il livello di manganese si abbassa. È l’accumulo di questo minerale che provoca stress e ansia, così il pianto è un modo naturale che consente di alleviare il dolore emotivo.

Renditi conto del perché trattieni tutto dentro.

Ora che conosci tutti i meccanismi positivi che si verificano quando piangi, pensa a cosa può succedere se impedisci alle lacrime di scorrere liberamente. Se è passato molto tempo dall’ultima volta che sei riuscito a sfogarti piangendo, potrebbe essere necessario fare uno sforzo cosciente per liberare le emozioni attraverso le lacrime.

Hai un’idea negativa del pianto? In tal caso, cerca di cambiare opinione e considera che non c’è nulla di sbagliato a piangere: è solo un bene per te.

Generalmente hai difficoltà a esprimere i tuoi sentimenti? Sarebbe un buon inizio se ti concedessi di piangere. Se sei in grado di elaborare ciò che provi in questo modo, avrai la possibilità di entrare in contatto con le tue emozioni.

Quando reprimi i tuoi sentimenti e trattieni le lacrime, sappi che ciò che senti non sparirà. Anzi, potresti arrabbiarti o diventare insensibile.

Concediti di piangere.

Benefici del Pianto 728px-Cry-and-Let-It-All-Out-Step-4-Version-4Il pianto ti dà la possibilità di avere più cura di te stesso e di rispettare quello che provi, invece di negarlo e trattenerlo dentro. Quando piangi, concedi a te stesso l’opportunità di esprimere chi sei. Questa libertà emotiva ha un effetto positivo sulla salute mentale.

Se hai difficoltà a esprimere le tue emozioni, torna col pensiero a quando eri un bambino. Rifletti su quanta libertà avevi, a quel tempo, di essere te stesso, di poter piangere quando ti sentivi triste perché era finito il momento di giocare, o quando cadevi dalla bicicletta e ti sbucciavi le ginocchia. Gli eventi che possono portarti a piangere da adulto sono sicuramente diversi da quelli che ti facevano scoppiare in lacrime quando eri bambino, ma puoi ancora tentare di ritrovare quel senso di libertà emotiva.

Può anche essere utile pensare a come tratti gli altri quando piangono. Suggerisci di smettere e trattenere le lacrime? Quando il tuo migliore amico si sente avvilito e inizia a piangere, probabilmente desideri abbracciarlo e incoraggiarlo a liberare tutte le emozioni che prova. Se regali a te stesso la stessa gentilezza, invece di censurarti, può essere più facile riuscire a piangere.

Fonte: Sfogare le Emozioni WikiHow

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.