BATTERI IN CASA

BATTERI IN CASA

BATTERI IN CASAIl momento migliore della nostra esperienza in fiera è stato decisamente l’ultimo.

Ovvero, quello in cui abbiamo iniziato a distribuire batteri Probiotici ai passanti, raccontando loro in pochi secondi quale piccolo miracolo fosse contenuto in quei piccoli flaconi. I Microrganismi possono cambiare la nostra vita, lo fanno ogni giorno a dirla tutta ma, come spesso accade, gli unici a diventare famosi sono quelli cattivi, responsabili di pericolose malattie. Così la parola batteri la associamo sempre a qualcosa di pericoloso, insidioso, nascosto ai nostri occhi e difficile da combattere.

Mi piacerebbe poter guardare negli occhi ognuno di voi che state leggendo e potervi raccontare di persona la verità sui batteri. Soprattutto a voi, signore preoccupate dell’igiene in casa e madri indaffarate per il benessere dei vostri figli. Ma, visto che sarebbe un po’ difficile raggiungere ognuno di voi di persona, posso solo sperare che siate abbastanza curiosi da continuare a leggere.

IL PIÙ GRANDE SEGRETO SUI BATTERI

Finalmente svelato, o forse semplicemente sempre più noto, il fatto che i batteri in realtà sono fondamentali per la nostra sopravvivenza e che, soprattutto, non sono poi così cattivi, tranne una minuscola minoranza! E come ci si può difendere dai batteri cattivi, allora? Niente di più semplice, in milioni di anni di evoluzione microscopica, alcuni microrganismi si sono dotati di potentissime armi chimiche e della capacità di produrre…nientepopodimeno che…ANTIBIOTICI!

BATTERI IN CASAAllora perché si sente tanto parlare di disinfettanti per la nostra sicurezza?

Boh! Forse perché far paura va di moda, in realtà l’utilizzo dei disinfettanti in casa è tutt’altro che utile, anzi, si può dire che è piuttosto pericoloso, dato che i prodotti disinfettanti sono notoriamente piuttosto aggressivi (per la nostra salute) e soprattutto perché ogni volta che facciamo fuori tutti i batteri nella nostra casa in realtà andiamo a creare un vuoto microbiologico, un enorme squilibrio che verrà colmato nel giro di pochi minuti*. Da cosa? Beh, da qualunque batterio in giro nella nostra polvere o abbastanza resistente da essere sopravvissuto al nostro attacco. Il risultato? Con cura e costanza possiamo selezionare nella nostra casa una buona quantità di microrganismi sempre più RESISTENTI!

LA SICUREZZA NELLA MICROBIOLOGIA

Dato che è assolutamente impensabile e altrettanto controproducente l’idea di sterminare ogni minuscolo essere nella nostra casa per poterci sentire sicuri e protetti, l’unica geniale soluzione è quella di selezionare i propri coinquilini. Si stima che in una normale casa ci siano circa 9.000 specie tra microscopici funghi e batteri, la stragrande maggioranza dei quali è assolutamente innocua. Secondo il principio della dominanza o prevalenza scoperto da Teruo Higa, BATTERI IN CASAtra i microrganismi esistono tre gruppi: i microrganismi rigenerativi, quelli degenerativi e quelli “indecisi” che seguono il gruppo leader predominante.

La chiave per la soluzione è tutta qui: selezionare nella propria casa una maggioranza di microrganismi rigenerativi, che coinvolgeranno nella loro azione anche la maggioranza degli altri batteri.

Su questo principio si basa l’igiene probiotica: si inseriscono nel proprio ambiente domestico dei microrganismi “buoni”, probiotici e si crea così una barriera contro quelli “cattivi”, creando nella propria casa un ambiente assolutamente sicuro e protetto anche a lungo nel tempo.

IL VANTAGGIO DI “SFRUTTARE” I BATTERI

La collaborazione con questi organismi microscopici viene tutta a nostro vantaggio per tante ragioni: la prima in assoluto è il fatto di poter avere una completa sicurezza microbiologica in casa senza usare alcun prodotto nocivo, a questo si aggiunge il fatto che la creazione di un biofilm probiotico sulle superfici della nostra casa riduce di fatto la formazione della polvere e decompone molte molecole inquinanti, come i VOC. Non bastasse, l’atmosfera rigenerativa e antiossidante fa bene anche a noi e mantiene il pulito nel tempo più a lungo. Per concludere, infine, i resti delle nostre pulizie, come l’acqua sporca del secchio per i pavimenti, non solo non sono inquinanti ma, anzi, contribuiscono ad eliminare l’inquinamento anche dalle fognature!

Sembra una favola!

Ma è vero! Questi microrganismi probiotici, conosciuti come Microrganismi Efficaci o EM, sono la più evoluta forma di igienizzante per tutte le superfici. Economici, molto più che ecologici o biodegradabili, super-efficienti e veloci da usare (anche perché senza schiuma c’è poco da risciacquare), sicuri per noi, per gli animali e per l’ambiente e volendo anche multiuso!

Esiste infatti tutta una gamma di detergenti specifici per le diverse superfici oppure un prodotto che va bene per tutte le superfici della casa!

Prova i prodotti per l’igiene probiotica

Per chi preferisce un prodotto ancora più versatile, Gold ha una gamma di utilizzi inaspettata, dopo aver pulito casa può essere utilizzato anche per le vostre piante e i vostri animali.

Scopri Gold e tutte le sue applicazioni

LA MIA ESPERIENZA

Con gli EM mi è cambiata la vita, non solo perché ho scoperto EMbio, ma perché ho trovato una soluzione per cambiare il mondo a partire da un gesto quotidiano (o quasi) come quello delle pulizie domestiche. Così adesso mi trovo ad avere una casa più pulita, investo molto meno tempo nelle pulizie, devo perderne molto molto meno per spolverare, prevengo la formazioni di cattivi odori nonostante io viva in appartamento con un bel cagnone, prevengo la formazione di muffa nonostante mi trovi in una umida vallata alpina. Nel frattempo, quando faccio le pulizie, contribuisco a tenere puliti gli scarichi e immetto nelle fognature dei prodotti anti-inquinanti (non biodegradabili quindi, ma biodegradanti).

Questo entusiasmo vorrei trasmetterlo a voi, mettervi almeno la curiosità di provare qualcosa di nuovo e poi magari iniziare a raccontarlo anche agli altri per fare tutti insieme un passo avanti verso il cambiamento!

* l’efficacia di un disinfettante, anche del più potente, si esaurisce nel giro di 30 minuti

Posted by Federica

Fonte: EM News – #domanicambio n°1

Igiene Negli Ospedali: Un Nuovo Studio Dimostra Che L’Impiego Di Probiotici Per La Disinfezione Dà Risultati Più Sicuri Dei Normali Disinfettanti

BATTERI IN CASALa nuova tecnologia a base di batteri buoni offre risultati eccellenti nel contrastare la presenza di batteri patogeni, con efficacia di lunga durata e senza alcun rischio per la salute e per l’ambiente.

Durante il ricovero in ospedale, a livello globale dall’8% al 12% dei pazienti contrae un’infezione batterica. In particolare la gestione del rischio in corsia risulta essere molto difficile, con circa 284.000 pazienti all’anno colpiti da infezioni batteriche e un numero di decessi che si attesta tra i 4.500 e i 7.000 all’anno (in Italia). In molti casi queste infezioni sono causate da batteri multiresistenti, ovvero in grado di sopravvivere anche all’azione degli antibiotici.

LA RESISTENZA, UN FENOMENO IN RAPIDA ESPANSIONE

In pochi anni si sta assistendo, in effetti, alla comparsa di un fenomeno sempre più ampio di diffusione di resistenze, che rende i farmaci inutili di fronte a batteri sempre più immuni. Queste resistenze si evolvono rapidamente nelle popolazioni microbiche, in grado di scambiarsi materiale genetico anche tra specie diverse. L’uso massiccio di antibiotici – negli ospedali, con prescrizione medica o anche a livello di profilassi negli allevamenti – non fa altro che amplificare ed accelerare l’evoluzione di super-batteri, al punto che, come 100 anni fa, di fronte ad alcune infezioni non esiste alcun farmaco in grado di fare effetto.

In ambiente ospedaliero la sanificazione viene effettuata con disinfettanti ad ampio spettro, con lo scopo di abbattere la carica batterica sulle superfici, ma senza alcuna selettività su di essa. L’effetto di un disinfettante è quindi immediato nell’eliminare il biofilm batterico presente, ma al tempo stesso lascia campo libero a qualunque forma di vita microbica torni nuovamente in contatto con le superfici. Nel giro di 20-30 minuti, quindi, l’azione di un disinfettante si esaurisce completamente.

GLI SVANTAGGI DEI DISINFETTANTI CHIMICI

I classici prodotti chimici per la disinfezione presentano diverse problematiche, quali:

Azione molto limitata nel tempo

Azione non selettiva sui microrganismi presenti sulle superfici degli ambienti

Promozione dell’evoluzione di resistenze nei batteri

Inquinamento ambientale

Rischi per la salute degli operatori

BATTERI IN CASATECNOLOGIE MICROBIOLOGICHE PER L’IGIENIZZAZIONE

Un interessante e complesso studio dell’Università di Ferrara, finanziato dall’azienda Copma, ha messo in luce la possibilità di utilizzare una nuova gamma di prodotti per la pulizia degli ambienti, basata sull’uso di un mix di batteri probiotici appartenenti al genere Bacillus.

Lo studio, durato un anno, ha messo alla prova nuove “tecniche di biostabilizzazione” effettuando più di 12.500 campionamenti a cadenza regolare e in diversi ambienti dello stabilimento ospedaliero S. Anna, analizzando e confrontando l’efficacia igienizzante dei prodotti a base di probiotici con quella dei disinfettanti tradizionali.

I dati osservati, confermati anche da ulteriori analisi “in vitro”, hanno mostrato un effettivo abbattimento della carica batterica patogena (in particolare sono state osservate le popolazioni di Stafilococcus spp, Pseudomonas spp., Escherichia coli, Candida spp, Acinetobacter e Clostridium difficile) con risultati persistenti nel tempo. Campionamenti effettuati a distanza di 7 ore dall’igienizzazione con i prodotti probiotici mostravano ancora un abbattimento evidente della carica batterica patogena, con un’efficacia del 70-80% superiore ai classici disinfettanti.

Il dato più interessante, inoltre, è l’aumento evidente dell’efficacia dei prodotti probiotici dopo il secondo mese di utilizzo. La stabilizzazione del biofilm microbico sulle superfici degli ambienti porta a risultati eccezionali, con l’abbattimento – valori medi intorno al 90% – della presenza di batteri patogeni.

I VANTAGGI DEI PRODOTTI PROBIOTICI PER L’IGIENE

In sintesi, l’utilizzo di prodotti per l’igiene a base di probiotici:

contrasta la crescita dei batteri patogeni

diminuisce la popolazione microbica portatrice di geni di farmacoresistenza

migliora l’ecosistema microbico

riduce il rischio di trasmissione delle infezioni ospedaliere

non presenta alcun rischio per la salute e l’ambiente

Questa interessante e completa ricerca effettuata dall’azienda Copma ci aiuta a confermare l’efficacia dei probiotici per la disinfezione. Visti gli ottimi risultati in ambiente ospedaliero, anche nelle nostre case possono essere davvero una piccola rivoluzione. Trovate ulteriori approfondimenti scientifici in proposito qui.

Prova l’igiene sicura nella tua casa, con i nostri detergenti probiotici

Pubblicato da Federica

Fonte: EM News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.