Analisi Geobiologica

Analisi Geobiologica

Analisi Geobiologica 564La Chiesa Di Sant’Antonio Di Latisana

Vi presento i risultati di un’ analisi geobiologica effettuata nel mese di Luglio nella chiesa di Sant’Antonio di Latisana, per una serie di problemi personali ho potuto completare tale analisi solo ora, integrandola con due nuove visite al sito che mi hanno fatto comprendere alcuni errori di valutazione commessi e mi hanno dato la possibilità di correggerli.

Dal punto di vista storico, la chiesa costruita nei primi anni del settecento, fu annessa ad un monastero francescano femminile edificato alla fine del Seicento; nel 1733 al monastero venne imposta la clausura come ricordato da una targa che sormonta l’antico ingresso del convento.

Esternamente l’edificio presenta una facciata scandita da lesene sulle quali poggia una trabeazione. Nella parte centrale superiore si apre un occhio sormontato da un piccolo frontone, e qui spicca un particolare interessante e che mi era sfuggito nella prima visita, una scultura in legno raffigurante un Sole con dodici raggi, segno inequivocabile che la chiesa fu dedicata al culto solare maschile dai suoi costruttori.

Infatti leggendo il libro di Massimo Guzzinati “Geobiologia delle cattedrali della Vergine” (Link: Ultima Frontiera Della Conoscenza) ho scoperto che le chiese dedicate a figure femminili come le Sante o alla Vergine sono, di solito, edificate per massimizzare l’energia Yin, femminile e lunare, mentre le chiese dedicate ai Santi o al Cristo sono, di solito, dedicate al culto solare di energia Yang e maschile.

Sul colmo della facciata sono collocate tre sculture in pietra raffiguranti i santi Francesco e Antonio da Padova e l’Immacolata, il campanile con cupoletta a cipolla così come la parte superiore della facciata risultano stilisticamente insoliti per la “Bassa” friulana facendo pensare che il complesso sia di derivazione austriaca.

All’interno sono conservati diversi dipinti seicenteschi e settecenteschi di maestri minori, ma comunque di notevole pregio.

Geobiologicamente parlando la chiesa è attraversata da tre correnti sotterranee longitudinali, orientate sull’asse nord-sud, che partendo dall’entrata arrivano fino ai tre altari presenti, una quarta corrente sotterranea, con orientamento est-ovest, attraversa i due altari laterali, formando l’immagine di una croce.

In un primo momento credevo si trattasse di Linee Hartmann potenziate, ma ulteriori analisi mi fanno pensare che si tratti di acque sotterranee, forse naturali o forse canali scavati nelle fondamenta. Nella zona del moderno altare in legno le rilevazioni sono state molto confuse fino a farmi pensare che le acque formassero una specie di triangolo, ciò credo sia dovuto a perdite e infiltrazioni di acqua formatesi con il tempo.

I nodi Hartmann nella struttura sono posizionati all’ingresso, all’interno di un rettangolo di mattonelle di cotto che crea una zona di scaricamento energetico per chi entra nella struttura, i nodi sono disposti alternativamente con polarità positiva-negativa.

Analisi Geobiologica 53Sotto ai tre altari sono posizionati altrettanti Nodi A Stella con valori vibratori compresi fra i 15000 e i 20000 Bovis dell’altare principale, la loro posizione è indicata sugli altari con dei bassorilievi a forma di croce gotica utilizzati dai sacerdoti per posizionare il calice consacrato durante la messa, nei nodi dei due altari laterali si rileva una polarità inversa (rotazione sinistrogira) rispetto all’altare centrale dove il moto del pendolo è destrogiro.

Un unico Nodo di Curry è posizionato nel corridoio centrale a poca distanza dall’ingresso principale, sul soffitto sovrastante il Nodo Curry si trova un rosone di stucco a cui probabilmente era appesa una lanterna o un lampadario, ora mancanti, al di sopra si estende un loggione che ospitava il coro, sarebbe stato molto interessante effettuare delle misurazioni qui, anche per comprendere lo scopo di questo unico nodo di Curry, ma l’accesso è negato ai visitatori.

Da un punto di vista energetico la chiesa esprime quasi totalmente un’energia Yang maschile, fra i banchi riservati ai fedeli abbiamo rilevato valori intorno agli 11000 Bovis, valori insolitamente molto elevati.

Gli unici due punti ad energia Yin sono uno in corrispondenza della zona di scaricamento a nodi Hartmann dell’ingresso principale e l’altro in una piccola zona compresa fra l’altare principale e il moderno altare di legno, dove abitualmente si celebra la messa.

Analisi Geobiologica 576Questa zona mi aveva fatto pensare ad una particolare configurazione geometrica delle correnti sotterranee disposta al fine di creare la figura geometrica del triangolo, ma poi ho realizzato che al tempo della sua costruzione la messa era celebrata sull’altare principale con il sacerdote che dava le spalle ai fedeli mentre ora, dopo le riforme del culto dell’ultimo secolo, un nuovo altare in legno è stato posizionato per permettere al sacerdote di officiare di fronte ai fedeli.

Al di sotto di questo nuovo altare si trova, come previsto dalle regole dei costruttori di cattedrali, una piccola zona di scaricamento a polarità invertita su cui attendevano i fedeli che dovevano prendere la Comunione o dove venivano posti i corpi dei defunti durante i riti funebri, questo spiega il mistero della piccola zona Yin.

All’esterno della chiesa di fronte all’ingresso principale e davanti all’entrata dell’ex-convento si rilevano diversi nodi di Hartmann, ma probabilmente a causa dei lavori di scavo per la viabilità e fognari la situazione è geobiologicamente molto confusa.

Un particolare interessante è rappresentato da questa acquasantiera incassata in una delle pareti, sul fondo delle coppelle che contenevano l’acquasanta sono inserite due rocce di cristallo di Tormalina nera, una Pietra di purificazione che quindi era conosciuta anche al tempo per le sue caratteristiche.

Da questa mia analisi si rileva che nonostante le sue piccole dimensioni la chiesa di sant’Antonio è stata costruita secondo i canoni dei costruttori di Cattedrali ed è correttamente configurata, purtroppo il clero attuale ha perso questo tipo di conoscenze e non è più in grado di utilizzare le chiese nella maniera energeticamente corretta.

Video ( alcune affermazioni contenute nel video non sono corrette, utilizzatelo solo per farvi un’idea dell’interno della struttura ):video interno 01 – YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.